Articoli marcati con tag ‘E-vai’

“e-vai”: IL PRIMO CAR SHARING ELETTRICO LOMBARDO SCEGLIE RENAULT ZOE

Sistema di mobilità alternativa al mezzo privato nel pieno rispetto dell’ambiente, il car sharing “e-vai” integra nella propria flotta 9 Renault ZOE, berlina compatta 100% elettrica a zero emissioni, frutto della più avanzata tecnologia, che le permette una ricarica in tempi rapidi, ad es. in un’ora in caso di colonnina a 22 kW, in coerenza con le esigenze di rotazione di una flotta di car sharing. Entro la fine dell’anno saranno 19 le Renault ZOE nel parco auto di “e-vai”, attualmente composto da oltre 100 vetture, per più dei due terzi elettriche.

Con un’autonomia media di 210 km in ciclo di omologazione NEDC (corrispondenti a circa 150 km in uso reale), Renault ZOE è, fra i modelli elettrici di grande serie presenti oggi sul mercato, quello con l’autonomia di percorrenza maggiore, fattore che concorre a fare di ZOE una soluzione versatile per gli utilizzi in car sharing.

Renault ZOE è dotata di un motore 100% elettrico da 65 kW (220 Nm di coppia) che le consente accelerazioni e riprese vivaci fin dai bassi regimi, nella massima silenziosità. Agile nel traffico cittadino, grazie ai suoi 4,08 m di lunghezza, Renault ZOE si distingue per un’elevata sicurezza, attestata dal conseguimento delle 5 stelle ai crash-test EuroNCAP, e per l’adozione di moderne tecnologie, come il tablet multimediale R-Link.

Forte di una rete di oltre 70 postazioni in Lombardia presso le quali poter ritirare e consegnare l’auto, “e-vai” permette di noleggiare Renault ZOE in modo pratico, assicurando ai clienti la comodità di una vettura omologata per il trasporto di 5 persone e la massima mobilità. Situate in prossimità di stazioni ferroviarie e degli aeroporti di Milano Linate, Malpensa e Orio al Serio, le postazioni “e-vai” offrono a chi arriva in aereo o in treno un mezzo di trasporto complementare per proseguire il proprio viaggio in completa autonomia.

E, in più, la consapevolezza di viaggiare “a basso impatto ambientale” e la convenienza di pagare solo l’effettivo tempo di utilizzo del veicolo.

Con oltre 45.500 veicoli elettrici venduti dal lancio, Renault sostiene la mobilità elettrica quale soluzione di mobilità più moderna e più rispettosa dell’ambiente e dell’uomo, pronta a fornire concrete risposte alla domanda di sostenibilità e innovazione nei trasporti urbani.

E-vai sbarca a Cremona

Il car sharing ecologico ‘e-vai’ realizzato da Sems, in collaborazione con Trenord, è arrivato a Cremona in via Dante, davanti alla stazione ferroviaria. Tre macchine a disposizione: due vetture elettriche (Citroen C – Zero e una Pegeut iOn) con 4 posti e aria condizionata con batterie di trazione al litio ioni che hanno un’autonomia di 130 chilometri e possono viaggiare ad una velocità massima di 110 chilometri orari, e una vettura a bassa emissione Fiat 500 Twin Air con 4 posti e aria condizionata. Il servizio sarà disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24. La tariffa è di 5 euro l’ora senza costi aggiuntivi legati al chilometraggio per le auto elettriche, mentre è di 2,40 euro l’ora più 0,48 euro a chilometro per le auto endotermiche a basso impatto ambientale.
Una nuova tappa del progetto diffuso in tutta la Lombardia che con le postazioni di Cremona sale a 27 ‘e-vai pont’. Questi i numeri dell’iniziativa in regione. Sono 9.300 gli iscritti al car-sharing ‘e-vai’ con una media di oltre 500 iscritti al mese. Da gennaio 5.600 noleggi. Le città interessate, Milano, Varese, Como, Pavia, Legnano e Lodi, Erba, Travedona Monate, Cuggiono e gli aeroporti Malpensa e Linate.
Per utilizzare il car-sharing è necessario iscriversi a ‘e-vai’, collegandosi al sito www.e-vai.com con la possibilità di scegliere tra due modalità di utilizzo del servizio (occasionale o continuativa, questa con costo di iscrizione pari a 100 euro che entro l’anno vengono convertiti in credito da utilizzare sui futuri noleggi). Le vetture possono essere prenotate telefonicamente o sul sito. Per tutti gli iscritti, primo noleggio gratuito (fino a un massimo di due ore) entro il 31 dicembre. Una volta fatta la prenotazione si riceve una mail di conferma e, 20 minuti prima dell’orario scelto, un sms con targa della vettura e un codice di apertura da inoltrare. Le chiavi sono a bordo del mezzo, nel cruscotto. Per chiudere la macchina, il procedimento è simile: si lasciano le chiavi nel cruscotto, si inoltra un codice e si aspetta che le portiere si chiudano.
“E’ un’iniziativa straordinaria per l’ambiente e per i bassi costi – ha commentato il sindaco Perri -. Sarà molto utilizzata sia da chi vuole lasciare la macchina fuori città, sia da chi arriva in stazione e deve recarsi in centro”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner