Articoli marcati con tag ‘Ecomondo’

Debutta ad Ecomondo il primo Ibrido Euro6 Scania

Stiamo assistendo ad un’accelerazione del processo di urbanizzazione: a livello globale, infatti, sono sempre di più le persone che preferiscono vivere nelle aree urbane, con un’espansione costante delle città ed una crescita della distribuzione delle merci e della raccolta rifiuti. Ciò significa che è proprio nei centri urbani che si concentrano le sfide per uno sviluppo sostenibile.

Al fine di soddisfare le sfide associate al trasporto in città e dare una risposta concreta ai volumi crescenti di merci e all’aumento costante del traffico nelle ore di punta, con conseguente congestione dei centri urbani, Scania ha pensato bene di creare una soluzione di trasporto che consenta di ampliare la finestra temporale in cui operare nei centri urbani, includendo le ore notturne. Una soluzione che prende forma nel veicolo ibrido, il primo autocarro in produzione seriale ad abbinare al motore diesel Euro6 l’energia elettrica, oltre alla possibilità di utilizzare 100% biodiesel o HVO.
Silenzioso ed ecologico
Silenzioso ed ecologico: sono questi i tratti distintivi del nuovo veicolo Euro6 a motore ibrido. La silenziosità permette di estendere la finestra temporale nella quale vengono svolti i servizi di distribuzione urbana o raccolta rifiuti. Un risparmio medio sui consumi del 18% e un potenziale abbattimento delle emissioni di CO2 fino al 92% (grazie all’utilizzo di HVO) garantiscono i massimi livelli di sostenibilità. Un ulteriore risparmio di carburante è garantito inoltre dalla funzione Stop-Start, che gestisce automaticamente lo spegnimento e la successiva riaccensione del motore diesel nelle situazioni di basso prelievo di potenza.
Funziona in modalità completamente elettrica
La guida in modalità completamente elettrica, anche grazie ad un servosterzo elettro-idraulico, consente un’autonomia media di 2 km: il giusto bilanciamento tra energia utilizzabile e vita operativa della batteria agli ioni di litio. Inoltre, l’autocarro ibrido Scania ha ottenuto la certificazione Piek Light che prevede un livello sonoro inferiore a 72 dB(A).
Il motore elettrico: il cuore del nuovo ibrido Euro6
Il motore elettrico sincrono è integrato nel cambio automatizzato a 12 marce E-GRS895 controllato dallo Scania Opticruise a 2 pedali. Assolve a tre funzioni: recupera l’energia in frenata, funge da propulsore in modalità completamente elettrica ed anche da rallentatore. Eroga una potenza di 176 CV ed una coppia di 1.050 Nm e coadiuva il motore diesel. Quest’ultimo è uno Scania a 5 cilindri da 9 litri e 320 CV alimentabile a diesel, a biodiesel o ad HVO.  L’abbinamento tra motore elettrico e diesel garantisce un’eccellente guidabilità e dei cambi marcia rapidi e fluidi.

ECOMONDO OSPITA L’ANTEPRIMA ITALIANA DELL’IBRIDO SCANIA

Scania da anni persegue un percorso di continuo miglioramento e di costante ricerca tecnologica. Ad Ecomondo, occasione fieristica di rilievo nell’ambito dell’igiene ambientale, in programma dal 3 al 6 novembre a Rimini, i partecipanti avranno l’occasione di cogliere lo stato dell’arte dell’innovazione e della sostenibilità delle soluzioni della casa svedese. E l’autocarro ibrido Euro 6, presentato da Scania ad ottobre, ne costituisce un’eloquente testimonianza.

“La determinazione di Scania nella creazione di un sistema di trasporto sostenibile è guidata da tre concetti chiave: trasporti intelligenti, efficienza energetica e utilizzo di combustibili alternativi. – Sottolinea Franco Fenoglio, AD di Italscania S.p.A. – Tre elementi che correttamente combinati fra loro permettono di abbattere le emissioni di CO2, in maniera precedentemente mai immaginata. E per noi la sostenibilità significa anche redditività”.

Questi concetti verranno approfonditi nell’area espositiva di Scania, presente nel padiglione fieristico C7 (stand 6), in prossimità dell’ingresso Ovest. Lo stand, infatti, sarà suddiviso in quattro isole tematiche dedicate a Ecolution by Scania, alla tecnologia ibrida, ai biocarburanti e ai motori a metano CNG e LNG.

Un’area espositiva impreziosita dalla presenza, per la prima volta in Italia, dei principali componenti del sistema ibrido Euro 6 della casa svedese. Gli ospiti potranno toccare con mano la power unit ibrida e il motore elettrico, sviscerando ogni minimo dettaglio di questa innovazione con l’uso di un iPad e di un’applicazione per la realtà aumentata.

Il nuovo veicolo a tecnologia ibrida approderà sul mercato con il 2016, aprendo nuove prospettive per la circolazione urbana e per consegne o per la raccolta dei rifiuti nelle ore notturne. Risultati frutto della silenziosità dell’alimentazione solo elettrica, e del motore diesel ad esso combinato e compatibile al 100% con biodiesel e HVO (olio vegetale idrotrattato).

Nello stand verranno ospitati, oltre ad un motore a gas 9 litri Euro 6, anche uno Scania P 320 DB6x2*4MNA, compatibile con tutte le soluzioni attualmente disponibili in fatto di carburanti alternativi: biodiesel e HVO, e uno Scania G 340 LA4x2MNA a metano liquido (LNG) Euro 6. Quest’ultimo è un veicolo in grado di unire a un’elevata autonomia, l’alta disponibilità di coppia fin dai bassi giri (1600 Nm da 1100 a 1400 giri/min) e, ovviamente, il basso impatto ambientale.

I giganti ‘green’ della Stella ad Ecomondo

Motori a combustione efficienti ed ecocompatibili, trazione ibrida ed elettrica 100%; Mercedes-Benz, da sempre sensibile al tema dell’ecocompatibilità, offre la soluzione di trasporto più indicata ad ogni esigenza, dall’ambito urbano all’utilizzo professionale sulle lunghe distanze.
La Casa con la Stella apre le danze con i suoi mezzi pesanti, partendo da tre anteprime nazionali: l’Atego 1321 LKO versione Spazzatrice, il Fuso Canter Eco Hybrid TF1 7C15 e l’Econic NGT Euro VI. Il Mercedes-Benz Atego in versione spazzatrice, disponibile con motorizzazioni da 180 CV (OM 934) e 240 CV (OM 936) di potenza massima, offre risposte più brillanti, rispetto alla vecchia gamma, già ai bassi regimi. Le due ulteriori motorizzazioni intermedie da 210 e 230 CV (OM 934) di potenza massima, il cambio manuale a 9 o 6 marce ed un telaio facilmente adattabile evidenziano massima flessibilità e attenzione alle specifiche esigenze dei clienti.
Fuso Canter, campione di vendite tra i daimler truck, si presenta al salone con la sua versione ibrida. Rispetto ad un modello convenzionale, il Canter a trazione ibrida fa risparmiare fino al 23 percento di carburante. Questo autocarro preserva l’ambiente e conviene, e con le sue caratteristiche rappresenta la soluzione ideale per il servizio di distribuzione. Il motore ibrido si compone di un modernissimo turbodiesel a quattro cilindri con cilindrata di 3,0 l, potenza di 110 kW (150 CV) e coppia massima di 370 Nm e un motore elettrico con una potenza di 40 kW e una coppia massima di 200 Nm.

Le proposte ecosostenibili di Scania a Ecomondo

All’edizione 2014 di Ecomondo, a Rimini dal 5 al 8 novembre, Scania mostrerà come, in un mondo in continuo cambiamento, il suo approccio innovativo stia raccogliendo successi e continue soddisfazioni.

Il rispetto per l’ambiente, infatti, anche nel mondo dell’automotive, ha bisogno di innovazioni e soluzioni tecnologiche; se a queste si aggiungono miglioramenti nell’operatività, i risultati positivi sono garantiti. Scania ha così intrapreso da tempo e con successo questo percorso di fusione traeccellenza tecnica, abbattimento dei costi e impatto ambientale. Successi, prestazioni e idee rivolti con un occhio attento al settore dell’igiene ambientale.

Centro di questa fucina di novità sarà, in occasione di Ecomondo, il padiglione fierisitico C7, stand 6 di Rimini Fiere. Un luogo catalizzatore nel quale gli ospiti troveranno le risposte alle loro curiosità confrontandosi con i tecnici di Italscania S.p.A e con il ricco materiale informativo. Un modo per conoscere fino in fondo il meglio delle proposte della casa svedese.

Scania, infatti, continua a farsi portavoce del cambiamento, a invogliare tutti i protagonisti della filiera a diventare artefici di questo percorso verso l’impatto zero. Per questo a Ecomondo gli ospiti incontreranno le storie di successo di persone e realtà che hanno visto in Scania il partner ideale. Durante le giornate di giovedì 6 e di venerdì 7 novembre, nello stand si alterneranno una serie di incontri, di dibattiti e di tavole rotonde durante i quali verranno approfonditi temi sensibili come i consumi, le novità di prodotto, i servizi di assistenza e alcuni casi di successo legati da un filo rosso con i carburanti alternativi.

Giovedì mattina alle 11 sarà l’ing. Michele Tenuti, responsabile Fleet Management e Driver Training di Italscania S.p.A., a presentare il tema “Ecosostenibilità, economia dei consumi, migliori performance: focus sull’autista”. Nel pomeriggio della stessa giornata, alle 14.30, l’attenzione verrà posta sugli aspetti tecnici con l’appuntamento “Innovazioni tecnologiche: soluzioni Scania per gli allestitori” durante il quale l’ing. Alessandro Girardi, responsabile Sales Engineering di Italscania S.p.A., analizzerà vantaggi e soluzioni permesse dal sistema modulare del marchio del Grifone. Saranno invece le storie personali e l’importanza di un servizio a 360 gradi e sempre presente ad arricchire la giornata d’incontri del venerdì. La mattina alle 11 la dott.ssa Alessandra Bonetti, del reparto Contracted Services di Italscania S.p.A., parlerà di “Operatività e affidabilità: i servizi di manutenzione e riparazione Scania dedicati all’igiene urbana”. Le storie di successo saranno invece al centro del talk show delle 14.30 di venerdì pomeriggio. Il dott. Daniele Celere, Transport Manager di HAVI Logistics Italia e il dott. Loris Fusconi, Responsabile produzione Area Centro Nord del Consorzio Formula Ambiente, racconteranno dei positivi risultati ottenuti dai loro veicoli Scania alimentati a metano e di come questo carburante alternativo possa rappresentare la via ecosostenibile, ed economicamente vantaggiosa, per il futuro dei mezzi dedicati al settore dell’igiene ambientale.

Nello stand Scania gli ospiti avranno l’opportunità di visionare uno di questi veicoli. Il P340 LA4X2MNA è un veicolo Euro 6, tecnologicamente all’avanguardia, spinto da propulsori a gas di ultima generazione. Una soluzione innovativa con la stessa guidabilità dei motori diesel, grazie alla coppia elevata disponibile già a bassi giri. A caratterizzarlo sono, però, le emissioni, ben inferiori agli stessi Euro 6 a gasolio, ed una rumorosità drasticamente ridotta, che lo rende particolarmente adatto per molteplici impieghi. Il metano, inoltre, consente di abbattere i costi del carburante, mantenendo un’autonomia di tutto rispetto, rivelandosi la soluzione green del momento. A fare bella mostra di sé vi sarà anche un P320 DB6X2*4MNA CP 14, passo 4300, che rappresenta, invece, la configurazione ideale per applicazioni legate all’ecologia come la raccolta e la gestione dei rifiuti.

I have a dream. Elettric, Hybrid, Range Exthended Motorshow in Turin. Autumn 2014!

Ecomondo 7 novembre 2013 ore 14.30; una piccola folla di persone attende il Ministro Zanonato per un intervento di apertura del convegno pomeridiano proposto da H2R.

Insomma ci sarebbero tutte le premesse per un bell’annuncio sulla visione che l’Italia ha della mobilità sostenibile in chiave XXI secolo, invece nulla; solo un crescente imbarazzo sulla sua impreparazione man mano che le domande poste dall’amico Tommasi di Interauto News divenivano più stringenti, al punto che in alcuni casi ci è voluta la “traduzione” dell’Ingegner Orecchini della Sapienza per poter permettere al Ministro di riuscire a balbettare qualche parola.

Se questa è la premessa potete immaginare cosa potrà sortire la Consulta dell’automobile di cui ho già parlato 15 gg orsono.

Al pressapochismo della politica si contrappone l’esuberanza degli organizzatori fieristici.

All’annuncio doloroso del mancato svolgimento del Motorshow 2013 hanno fatto eco nel giro di pochi giorni:

-annuncio di Alfredo Cazzola (inventore della formula Motorshow) di un nuovo “Salone Internazionale dell’auto” da tenersi a Milano la cui conferenza stampa è prevista per il 15 novembre

-rilancio da parte del sistema fieristico bolognese del Motorshow in versione francese (GL Events ne ha rilevato il nome e la manifestazione nel 2007)

-provocazione da parte dell’Assessore Agostino Ghiglia di un Salone dedicato alle auto elettriche a Torino.

Tutto questo senza fare i conti con chi queste fiere le dovrebbe sostenere: le case auto.

Se i soldi non ci sono per Bologna difficilmente si troveranno per Milano e l’annuncio come “Salone Internazionale” sembra presagire non un fiera commerciale tipo “Motor Match” ma qualcosa di più importante.

Al contempo, forte di un sondaggio promosso da Interauto News presso i concessionari che vedono al 43% nell’ibrido e nell’elettrico il futuro della mobilità e forte dei risultati eccellenti ottenuti da Smart Mobility World,  l’Assessore Ghiglia rilancia con l’idea di un Salone completamente e solo dedicato ad elettrico (e ibrido suggerisco) da tenersi a Torino nel prossimo autunno.

Smart Mobility World. L'opportunità per crescere.

L’idea, oltre che essere provocatoria visto l’allergia del noto produttore torinese per l’elettrico e l’ibrido, è l’unica ad avere una sua validità proprio perché settoriale e quindi potrebbe permettere ai costruttori che credono in queste nuove tecnologie di essere presenti in una manifestazione che si differenzia da quelle blasonate ed internazionali come Ginevra, Parigi e Francoforte proprio per questo.

Ci sarebbe spazio e dignità anche per i piccoli produttori alternativi che a Ginevra sono presenti ma vengono stritolati dal confronto con i megastand dei grandi car makers mentre in un salone dedicato potrebbero competere ad armi “quasi pari”. Inoltre la focalizzazione potrebbe accompagnare l’aspetto commerciale con una serie di confronti e dibattiti su queste modalità di trazione che ancora devono essere completamente normate, oltre che rappresentare la soluzione ideale per le Smart cities future sia per il ridotto impatto ambientale in termini di emissioni e di inquinamento acustico, sia per la facilità da parte di questi mezzi di essere parte di un mondo interconnesso e digitale.

Insomma la proposta potrebbe avere un senso a patto che tutte le istituzioni lavorino compatte per dare quella forza e dignità internazionale che questo evento potrebbe avere.

Per parte mia lancio la provocazione di creare in quei giorni il “Plug-in day” per sensibilizzare nelle grandi città sui vantaggi della mobilità elettrica, sull’onda di quanto già accade negli USA da alcuni anni.

Digitale, interattiva, sostenibile la mobilità cittadina del XXI secolo.

RENAULT TRUCKS ALLA 17a EDIZIONE DI ECOMONDO

Renault Trucks, da sempre attenta alle problematiche ambientali, sarà presente alla 17° edizione di Ecomondo, la Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile, che si terrà a Rimini dal 6 al 9 Novembre.
L’evento rappresenta per il Costruttore l’occasione per presentare i nuovi veicoli della gamma D, lanciati ufficialmente l’11 giugno a Lione, ma non ancora svelati al mercato italiano: il D cab 2 m e il D Access.
Le nuove gamme Renault Trucks, sviluppate in collaborazione con circa 50 clienti internazionali, sono gli strumenti perfetti per qualsiasi tipo di attività, anche per quelle di raccolta e trasporto rifiuti.
Il Renault Trucks D cab 2 m è un veicolo con una cabina di 2 metri di larghezza. Questo veicolo, in grado di gestire carichi da 3,5 t fino a 7,5 t, è dotato di un motore Euro 6 DTI 3 con potenze da 150 a 180 cv e di un cambio a 6 marce, manuale o automatico (sulla versione da 7,5 t). Le doti di manovrabilità e agilità, punti di forza del Renault Trucks Maxity, si ritrovano in egual misura su questo veicolo.

Dalle due alle otto ruote, la Stella ad Ecomondo

Motori a combustione efficienti ed ecocompatibili, trazione ibrida ed elettrica 100%; Mercedes-Benz, da sempre sensibile al tema dell’ecocompatibilità, offre la soluzione di trasporto più indicata ad ogni esigenza, dall’ambito urbano all’utilizzo professionale sulle lunghe distanze.
La mobilità a zero emissioni di smart sarà presente e disponibile in test drive con ebike e con fortwo electric drive, che ha aperto una nuova era nella mobilità urbana offrendo per prima sul mercato funzionalità e piacere di guida a zero emissioni. Grazie al motore elettrico da 55 kW, fortwo electric drive accelera da 0 a 60 km/h in 4,8 secondi, la velocità massima è di 125 km/h e l’autonomia di circa 145 chilometri.
La Casa con la Stella apre le danze con la Classe E BlueTEC HYBRID, il primo diesel-ibrido premium, il più eco-compatibile ed efficiente al mondo, che garantisce 231 CV di potenza, consumi di soli 24 km/l e 109 g CO2/km. Il concetto ibrido modulare, con batteria agli ioni di litio, non impone alcuna limitazione di spazio e offre un’esperienza di guida unica grazie al sistema start/stop, alla rigenerazione dell’energia, all’effetto boost, alla modalità esclusivamente elettrica e alla modalità ‘sailing’.
Mercedes-Benz Sprinter, punto di riferimento tra i veicoli commerciali a livello mondiale, è protagonista indiscusso del segmento di mercato dei “large van” fino a 5,0 t. Sprinter è un veicolo da sempre all’avanguardia nella sua categoria e, ad ogn generazione, stabilisce nuovi standard in termini di flessibilità, sicurezza e consumi. Una tradizione che continua ancora oggi, forte di un’estetica inconfondibile, cinque nuovi sistemi di sicurezza derivati dal mondo delle autovetture e motori in linea con la normativa Euro VI, diesel e a metano, da 70 kW (95 CV) a 140 kW (190 CV) con consumi record fino a 6,3 l/100 km.
Anteprima italiana ad Ecomondo per il nuovo Atego Euro VI. Campione di vendite europeo, Atego è il punto di riferimento nel segmento della distribuzione leggera: affidabile, ecocompatibile ed efficiente come nessun’altro. Due innovativi propulsori BlueEfficiency Power sono disponibili sul nuovo Atego, il quattro cilindri OM 934 da 5,1 litri con fasatura variabile che copre una fascia di potenza compresa tra 115 kW (156 CV) e 170 kW (231 CV) e il sei cilindri in linea Common-Rail da 7,7 litri OM 936, disponibile in tre versioni di potenza da 175 kW (238 CV) a 220 kW (299 CV). Nonostante l’adeguamento alla norma Euro VI, questi propulsori fanno registrare consumi inferiori ai precedenti ed un notevole incremento di potenza, efficienza e comfort.
I nuovi Unimog ed Econic, in anteprima italiana ad Ecomondo, completano il portfolio degli ecocompatibili veicoli industriali Mercedes-Benz e introducono l’era dei motori Euro VI sui Veicoli Speciali. Equipaggiato con il nuovo 6 cilindri Euro VI BlueEfficiency Power (OM 936) con potenze di 299 CV e 354 CV, Econic si conferma il veicolo perfetto per i servizi municipali in ambito urbano; completo di tutti gli accorgimenti utili a chi deve montare sul telaio attrezzature specifiche è la base ideale per realizzare ogni allestimento. L’ultima generazione Mercedes-Benz Unimog adotta motori Euro VI BlueEfficiency Power a 4 e 6 cilindri (OM 934 e OM 936) con potenze da 156 CV a 299 CV e rinnova il mito dell’inossidabile porta-attrezzi della Stella: cabina con visibilità a tutto campo completamente rinnovata, nuovi sistemi per gli impianti idraulici di lavoro e di potenza ed un sistema di trazione sinergica che consente di cambiare dal cambio manuale alla trazione idrostatica durante la marcia.
Bestseller mondiale tra gli autocarri leggeri, maneggevole ed affidabile, Fuso Canter adotta Duonic, il primo cambio a doppia frizione per autocarri che riduce i consumi di carburante, sottopone i gruppi meccanici a minori sollecitazioni ed alleggerisce il lavoro del conducente. Fuso Canter è equipaggiato con un motore turbodiesel a quattro cilindri Euro VI o EEV disponibile in tre classi di potenza: 96 kW (130 CV), 110 kW (150 CV) e 129 kW (175 CV).

Poste italiane premiata ad Ecomondo 2012

Poste Italiane, titolare della maggiore flotta di mezzi elettrici del Paese, si è recentemente aggiudicata il Premio sviluppo sostenibile 2012 per la sezione ”Energia e mobilità”, istituito con l’adesione del presidente della Repubblica dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile e da Ecomondo. Il Piano elettrico di Poste Italiane prevede l’acquisto di 750 nuovi quadricicli elettrici per la distribuzione della posta nei centri storici dell’intero territorio nazionale. Poste Italiane, in particolare, ha scelto come mezzo alternativo il Free Duck, un quadriciclo elettrico realizzato da Ducati Energia, che ha una flessibilità d’uso equivalente a quella di un motociclo, con una portata massima di 150 kg e un’autonomia di 50 km.
Entro la fine dell’anno Poste Italiane disporrà così di una flotta elettrica pari a mille unità, che dovrebbe assicurare notevoli benefici in termini di riduzione delle emissioni di gas serra, dei consumi energetici e dell’inquinamento acustico. Inoltre, sempre entro fine anno, Poste Italiane potrà contare sulla più grande rete di colonnine di ricarica nazionale, grazie alle oltre 400 stazioni realizzate in collaborazione con Enel. Complessivamente le attività di trasporto del gruppo postale coinvolgono una flotta di circa 20 mila mezzi a quattro ruote, di cui circa il 14% ( circa 2.800 mezzi) sono a propulsione alternativa, vale a dire elettrici o bi-fuel. Poste italiane partecipa, infine, al progetto Postal Zev (zero emission vehicle), con l’obiettivo di realizzare e impiegare un quadriciclo elettrico ad alto rendimento.

FS partner di Ecomondo

La partnership del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane con la 16° edizione di Ecomondo, la “Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile” testimonia l’attenzione del Gruppo FS per l’ecologia e l’ambiente.
Fino a sabato 10 novembre, in programma a Rimini quattro giorni dedicati alla green economy.
Grazie all’accordo di partnership, i soci CartaFRECCIA  giunti a Rimini con Frecciabianca avranno diritto, se visitatori individuali, ad una riduzione del biglietto d’ingresso del 50%, e potranno avvalersi dell’offerta 2×1 in caso di ingresso con accompagnatore.
EcoSostenibilità, responsabilità sociale, codice etico sono le tre vie maestre attraverso le quali il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha tracciato il proprio cammino riuscendo, dopo un vasto processo di riorganizzazione e di risanamento economico, nel difficile compito di restituire al treno, il più ecologico tra i mezzi di trasporto, un ruolo da protagonista nello sviluppo del Paese.
L’attenzione all’ambiente si riflette in tutte le attività del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Dalla progettazione alla realizzazione e manutenzione delle opere e dei mezzi; dalla gestione dell’infrastruttura e delle stazioni alla circolazione dei treni passeggeri e merci, il Gruppo FS Italiane è impegnato in un impiego razionale delle risorse naturali; a migliorare l’efficienza energetica promuovendo l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili; a ridurre le emissioni di gas serra; a salvaguardare il territorio e la biodiversità.
Il Gruppo Ferrovie dello Stato è la più grande az

FLC protagonista a Rimini degli Stati generali della Green Economy

– Il Freight Leaders Council – associazione privata, apartitica, fondata nel 1991, che riunisce esperienze e professionalità di aziende leader della filiera della logistica (produttori, caricatori, operatori, trasportatori, gestori di infrastrutture per tutte le modalità) – è stato invitato a partecipare all’organizzazione e ai lavori degli Stati generali della Green Economy, che si svolgeranno il 7  e l’ 8 novembre a Rimini – Fiera di Ecomondo, su iniziativa della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Oltre a far parte del Comitato organizzatore, con il suo Segretario Operativo, Federico Oneto, il Freight Leaders Council parteciperà direttamente al Gruppo di lavoro 6, «Sviluppo della mobilità sostenibile», un tema particolarmente sensibile, dal momento che, come illustra il documento di presentazione del Gruppo, « l’Italia è il Paese europeo con il maggior numero di veicoli privati per abitante e fra gli ultimi per utilizzo dei mezzi pubblici e del trasporto ferroviario. Il trasporto, da solo, produce un quarto delle emissioni totali di CO2. Le città europee più avanzate, che uniscono benessere economico e qualità ambientale, hanno già sviluppato innovative iniziative per una mobilità sostenibile che coinvolge diversi e integrati aspetti: di gestione, di reti e mezzi, di scelte e politiche urbanistiche».

Il 3 luglio a Roma l’Assemblea programmatica

In vista degli Stati generali di Rimini, è stata convocata per il prossimo 3 luglio, a Roma, dal ministero per l’Ambiente, d’intesa con il Comitato organizzatore degli Stati Generali della «Green Economy», l’Assemblea programmatica «Sviluppo della mobilità sostenibile.

I risultati della consultazione saranno utilizzati per il documento finale da presentare, con il ministero dell’Ambiente, all’Assemblea di Rimini.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner