Articoli marcati con tag ‘Euro 6’

L’offerta Volvo per l’Euro 6

La disponibilità in produzione dei motori Euro 6 per Volvo era già iniziata nel dicembre 2012 con la versione da 460 CV del D13K, proposto con largo anticipo rispetto a quanto stabilito dalla normativa per tutti quei paesi europei nei quali l’adozione preventiva era stata incentivata da iniziative locali di supporto oppure spinta da tariffazioni favorevoli sui pedaggi autostradali per i veicoli già corrispondenti alla nuova norma.

La parte più consistente dell’evoluzione in Euro 6 è avvenuta però tra l’estate e l’autunno dello scorso anno con la presentazione delle motorizzazioni D8K e D5K per le gamme medio leg­gere FE-FL e il D11K e il D13K per i pesanti.

Pur a fronte di una comune impostazione a 6 cilindri in linea (con l’unica eccezione del 4 cilindri per gli FL) con albero a camme in testa e distribuzione nella parte posteriore del motore, ciascuno dei motori proposti presenta delle peculia­ri­tà, adottate per combinare in ogni ambito le pre­sta­zioni richieste dai clienti nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa Euro 6.

Per questi motivi Volvo non si è affidata a un’unica soluzione da declinare uni­vo­ca­mente su tutte le piattaforme motore ma, al contrario, ha scelto differenti soluzioni per quanto riguarda la so­vra­li­en­tazione, i sistemi di iniezione e di controllo delle emissioni.

Ne sono nati 5 motori con caratteristiche specifiche che, di fatto, ne caratterizzano nell’uso il com­­por­ta­mento e le prestazioni. Due esempi su tutti riguardano il sistema di controllo delle emissio­ni e il sistema di iniezione. Nel primo caso, 3 motori dei 5 proposti, ossia il D5K, il D8K e il D16K, ab­bi­nano una fase di riduzione degli inquinanti direttamente nel motore tramite un circuito EGR raffreddato con un sistema di post trattamento SCR affiancato dal filtro particolato, mentre i rimanenti due motori, il D11K e il D13K, utilizzano la cosiddetta tecnologia eSCR (SCR esteso) che effettua il controllo e trattamento dei gas di scarico a valle direttamente nel gruppo ca­ta­lizzatore.

Il secondo esempio è la scelta del sistema di iniezione, con il common rail presente su tutti i motori eccetto il D13K, sul quale Volvo ha confermato l’impiego degli iniettori pompa a controllo elet­tronico, soluzione fino ad ora adottata con ottimi risultati in termini di affidabilità, durata, pre­sta­zioni e consumi.

In coerenza con queste scelte, lo studio della sovralimentazione ha tenuto conto anche del potenziale ambito di impiego dei motori per coniugare prestazioni all’altezza delle attese, conte­ni­men­to dei consumi e rispetto dei limiti sulle emissioni.

Consegnati i primi tre veicoli Scania Euro 6 a metano

Presso la sede di HAVI Logistics Italia a Bomporto, in provincia di Modena, sono stati recentemente consegnati i primi tre trattori Scania con propulsori a gas metano Euro 6. I veicoli, dei P340 LA4X2MNA, verranno utilizzati dal colosso della logistica nella distribuzione in ambito urbano e suburbano per McDonald’s. HAVI Logistics è un’azienda appartenente al gruppo americano HAVI Group LP e ne costituisce uno dei tre pilastri, accanto ad HAVI Global Solutions e The Marketing Store. In Europa HAVI Logistics annovera ben 55 centri di distribuzione, è in continua espansione ed è il partner logistico dei maggiori protagonisti dell’industria alimentare, ma è in particolare al brand McDonald’s che abbina il proprio nome, ormai da quasi trent’anni.

Anche il rapporto tra Scania e HAVI affonda le radici nel tempo e le due aziende sono accomunate dalla costante attenzione all’ambiente. “Nel recente passato HAVI Logistics Italia ha prediletto i veicoli Scania alimentati a biodiesel per via del loro basso impatto ambientale” afferma l’Ing. Paolo Carri, Direttore Pre-Sales & Marketing di Italscania S.p.A. “La collaborazione fra i due brand prosegue e si rafforza con la scelta dei nostri propulsori a gas di ultima generazione, che garantiscono una guidabilità molto vicina a quella dei motori diesel ed un’autonomia di tutto rispetto, ma sono caratterizzati da emissioni ben inferiori agli stessi Euro 6 a gasolio ed una rumorosità drasticamente ridotta, che li rende particolarmente adatti per impieghi in aree urbane”.

“HAVI Logistics fa parte di un gruppo multinazionale che è perfettamente consapevole dell’impatto del proprio business sull’ambiente e proprio per questo cerchiamo costantemente soluzioni che ci aiutino a preservare il mondo nel quale viviamo e lavoriamo. Il progetto “Gas Truck” come quello del biodiesel reintrano all’interno di un programma mondiale denominato ESL (Efficient and Sustainable Logistics) promosso dal gruppo e volto a ridurre l’impatto ambientale derivante dall’attività svolta dall’azienda, portando al tempo stesso savings economici. Spinti anche da questa motivazione, la nostra flotta annovera da sempre veicoli Scania, all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e con una particolare attenzione all’ambiente, come i nuovi  mezzi Euro 6 a gas” sono le parole del Dott. Daniele Celere, Transport Manager di HAVI Logistics Italia.

Traslocare con un……Euro 6. Ora si può!

Da circa metà agosto è operativo a Trento il primo veicolo Scania Euro 6, classe distribuzione, da 250 CV venduto in Italia. Ad aggiudicarsi questo primato nazionale è la storica cooperativa trentina Facchini Verdi. Operativa nel settore dei traslochi da moltissimi anni, annovera nella sua flotta già quattro veicoli industriali della casa svedese. Chiediamo a Enzo Martini, presidente dal 2001 della cooperativa, il perché della scelta: “Da anni utilizziamo veicoli Scania di cui abbiamo imparato a conoscere le qualità e quindi, quando abbiamo avuto l’esigenza di ampliare la nostra flotta, ci siamo rivolti nuovamente al marchio Scania. Grazie alla nostra esperienza ed ai consigli tecnici di Massimo Miorandi di Scania Commerciale  ci siamo orientati verso un veicolo a due assi, allestito con un cassone centinato scarrabile Zonta, equipaggiato con la nuova motorizzazione da 250 CV Euro 6; un motore di ultima generazione, ecologicamente all’avanguardia. Per noi l’affidabilità è fondamentale: i nostri mezzi devono essere sempre operativi ed in grado di adattarsi alle diverse esigenze del nostro cliente, sia esso un privato o un’azienda. Abbiamo scelto accuratamente le specifiche tecniche del veicolo Scania che abbiamo ordinato, curando anche molto da vicino i dettagli dell’allestimento. L’acquisto prevede anche il contratto di manutenzione, proprio per essere sempre tranquilli sia sotto l’aspetto tecnico che dei costi.”

DAF presenta i modelli LF e CF Euro 6 Construction

Il primo elemento che colpisce dei nuovi modelli CF Construction è il design caratteristico. Sono dotati di un forte impatto visivo grazie alla calandra nera distintiva con grandi feritoie e al nuovo design del paraurti, realizzato in acciaio galvanizzato per garantire la massima robustezza. Per lo stesso motivo, gli accattivanti coprifari sono realizzati in Lexan infrangibile e sotto il paraurti è montata una piastra in acciaio spessa 3 mm per proteggere il radiatore. Tale piastra di protezione è in grado di sopportare carichi fino a 4 tonnellate, mentre la sezione inferiore si estrae e rende disponibile un gradino pratico e ampio.
Il paraurti del nuovo DAF CF Construction è disponibile con luci di svolta e fanali antinebbia integrati ed è composto da tre parti separate sostituibili individualmente per minimizzare i costi di esercizio. Il robusto paraurti è montato in posizione elevata per creare un ampio angolo di attacco di 25o. Insieme a una distanza da terra di 40 cm (in parte grazie all’utilizzo di assali anteriori diritti) il paraurti fornisce caratteristiche di guida eccellenti su strade non asfaltate.

Comfort ottimale

Un livello elevato di comfort per il conducente e la massima facilità d’uso sono stati altri importanti requisiti imposti da DAF durante lo sviluppo del nuovo CF Construction.
Su richiesta, è disponibile un pratico gradino sul lato della cabina per agevolare l’ispezione del carico da parte del conducente, con una pratica staffa sul tetto per fornire un’ulteriore presa. Gli ampi gradini forniscono un accesso agevole e sicuro alla cabina. I modelli con motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri sono dotati di tre gradini, mentre quelli con il motore PACCAR MX-11 da 10,8 litri di serie ne hanno due. Su questi modelli è disponibile, su richiesta, un gradino inferiore aggiuntivo. È montato in modo flessibile per ridurre al minimo la vulnerabilità.
Naturalmente, il CF Construction è dotato degli stessi comodi sedili degli altri modelli della versatile gamma CF, nonché dello stesso cruscotto elegante con Driver Performance Assistant integrato e i nuovi interruttori posizionati in modo ergonomico. Anche il volante con comandi integrati, progettato con cura, è di serie sui veicoli per il settore edilizio.

Assale tandem a doppio azionamento
Il nuovo DAF CF Construction è disponibile come cabinato a tre assali 6×4 con assale anteriore da 8 o 9 tonnellate e assale tandem da 19, 21 o 26 tonnellate, che rende questo veicolo ideale per il settore edile e per l’industria del legname. Come trattore 6×4, il CF Construction è ideale per le applicazioni di trasporto speciale e per trasportare alberi o pilastri
Il cabinato 8×4 è la base ideale per un cassone ribaltabile o una betoniera. Con assali anteriori sterzanti doppi da 7,5, 8 o 9 tonnellate, in combinazione con un assale tandem da 19, 21 o 26 tonnellate, questo cabinato fornisce un’elevata PTT da 32 a 56 tonnellate. Tutti i modelli sono dotati del noto assale tandem DAF, caratterizzato dall’elevata stabilità di rotolamento e dall’ampia articolazione (270 mm) per una mobilità fuori strada superiore.

Motori PACCAR efficienti

La potenza fornita dal motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri è compresa tra 303 kW (410 CV) e 375 kW (510 CV) e quella fornita dal nuovo motore PACCAR MX-11 da 10,8 litri è compresa tra 210 kW (290 CV) e 320 kW (440 CV). Il consumo medio di carburante del motore PACCAR MX-11 è fino al 3% inferiore rispetto al già efficiente motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri, mentre la riduzione di peso di oltre 180 kg consente un carico utile ancora maggiore.
Su richiesta, è disponibile il cambio automatizzato AS Tronic con un’impostazione specifica per l’utilizzo fuori strada, con strategie di cambio marcia sviluppate appositamente. Ciò garantisce cambi più veloci con un funzionamento più rapido della frizione. Ovviamente, per il CF Construction è disponibile anche una gamma di PTO. Sulle versioni con motore PACCAR MX-11 è dispo disponibile anche una versione leggera “a ore 11″ con una coppia massima trasmissibile di 250 Nm.

IL primo mercedes- benz Antos euro 6 ordinato dalla Grillo Traslochi

Anche nel settore dei traslochi efficienza ed ecocompatibilità assumono oggi un valore crescente. È per questo motivo che la Grillo Traslochi, leader nel settore della logistica e dei traslochi, ha adottato nella propria flotta, per prima in Italia, il nuovo Mercedes-Benz Antos Euro 6.
Con l’introduzione di Mercedes-Benz Antos, la Casa della Stella è la prima ad offrire una serie di ecocompatibili autocarri nati per rispondere alla particolari esigenze della distribuzione pesante a medio raggio.
Mercedes-Benz Antos si distingue per la maneggevolezza da primato e per la straordinaria efficienza. Il design del veicolo parla il linguaggio stilistico Mercedes-Benz e rivela una chiara parentela con Actros, anche se i requisiti tecnici della cabina conferiscono ad Antos un inconfondibile carattere proprio. Le cabine da 2,30 m di larghezza, appositamente progettate per la distribuzione a medio raggio, sono disponibili in versione corta (S) o media (M), entrambe caratterizzate da una sapiente combinazione di facilità di accesso, ergonomia ed intuitività dei comandi.
Il cuore pulsante della nuova serie di modelli è rappresentato dall’ultima gamma di motorizzazioni Euro VI con ‘Blue Efficiency Power’. Con 13 categorie di potenza in tutto, Mercedes-Benz Antos copre un ampio range che va da 200 kW (270 CV) a 375 kW (510 CV). I nuovi veicoli sono disponibili sia in versione carro che motrice con un totale di 17 diverse lunghezze di passo ed interasse che varia da un minimo di 2.650 mm a un massimo di 6.700 mm. Tra le altre dotazioni, il cambio completamente automatizzato PowerShift supporta l’autista nell’attività lavorativa quotidiana.
Con un peso in ordine di marcia ridotto, il veicolo è stato realizzato per massimizzare il carico utile, mentre il basso punto di accoppiamento e la bassa altezza del telaio consentono di sfruttare al massimo l’ampia capacità di carico.

Sprinter debutto sulle strade di Dusseldorf

Mercedes-Benz Sprinter, punto di riferimento tra i veicoli commerciali a livello mondiale, è protagonista indiscusso del segmento di mercato dei “large van” con peso massimo ammesso fino a 5,0 t. Sprinter è un veicolo da sempre all’avanguardia nella sua categoria. Una tradizione che continua ancora oggi, forte di cinque nuovi sistemi di sicurezza, motori conformi alla norma Euro 6 di prossima introduzione ed estetica inconfondibile. Il nuovo Sprinter apre così nuovi orizzonti nel mondo dei van, senza contare che, con consumi estremamente contenuti, si conferma ai vertici della categoria sul fronte dell’economicità. I consumi di carburante, infatti, sono straordinariamente bassi ed arrivano fino a 6,3 l/100 km.
Anteprima mondiale per i nuovi sistemi di sicurezza
Ben cinque sono i nuovi sistemi di assistenza alla guida a bordo del nuovo Sprinter, tra cui alcune anteprime mondiali per i veicoli commerciali, che contribuiranno a ridurre ulteriormente il numero di incidenti, aumentando quindi la sicurezza del passeggero e del carico.
Fanno il loro debutto su Sprinter il sistema di assistenza che mantiene la traiettoria del veicolo in presenza di forte vento laterale (Crosswind Assist), i sistemi di mantenimento della distanza di sicurezza (COLLISION PREVENTION ASSIST) e di controllo dell’angolo cieco (Blind Spot Assist. Ulteriori novità sono il sistema di controllo dei fari abbaglianti (Highbeam Assist) ed il sistema di assistenza al mantenimento della corsia (Lane Keeping Assist).
Il sistema di assistenza che consente di mantenere la traiettoria del veicolo in caso di forte vento laterale (Crosswind Assist) è di serie. Gli altri sistemi di assistenza sono disponibili come optional singoli o parte di pacchetti. In questo modo, ogni Cliente potrà personalizzare il proprio Sprinter in base alle proprie esigenze.
Inoltre, Mercedes-Benz ha ulteriormente migliorato la dinamica di marcia di Sprinter. Il telaio più basso riduce resistenza aerodinamica e consumi, oltre a facilitare le operazioni di carico e scarico. Leggi il resto di questo articolo »

RenaulTrucks: nuove gamme per grandi ambizioni

Il design delle nuove gamme di veicoli Renault Trucks si pone all’insegna dell’efficienza. I
progettisti di Renault Trucks hanno scelto di fare dell’autocarro uno strumento al servizio dei
trasportatori, uno strumento che consentirà loro di lavorare il più efficacemente possibile.
L’obiettivo delle economie di carburante ha rappresentato, fin dall’inizio del progetto, una
componente fondamentale nello studio del design e l’aerodinamica, infatti, è stata progettata
per ottenere il miglior tasso possibile di penetrazione dell’aria.

Motori Euro VI affidabili e dalle alte prestazioni
Renault Trucks ha dotato questi nuovi veicoli di motori Euro VI. Essi sono stati sviluppati sulla
base dei blocchi motore Euro V, ben noti per la loro affidabilità e performance, ma modificati
per rispondere alla normativa Euro VI, che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2014.
Dieci milioni di chilometri percorsi nei test di qualità
Per sviluppare i suoi nuovi veicoli, Renault Trucks ha realizzato i test qualità più rigorosi della
sua storia: dal 2008, trecento veicoli hanno percorso dieci milioni di chilometri per i collaudi e
sono stati testati sui banchi prova per cinque milioni di ore con temperature da -40°C a
+60°C. Il Costruttore si è avvalso, poi, di tecnologie informatiche di progettazione assistita: esse
hanno permesso di effettuare i calcoli sull’insieme dei componenti del mezzo, in funzione
dell’uso a cui verrà poi destinato in fase di esercizio reale e in situazioni estreme. In linea con
i migliori standard del mondo automobilistico, questi strumenti hanno consentito di effettuare
test approfonditi per garantire che le specifiche obiettivo venissero raggiunte.
Renault Trucks ha, inoltre, scelto di lavorare in stretta collaborazione con i clienti. Una
cinquantina di clienti internazionali ha provato i veicoli e dialogato con il Costruttore per
permettergli di affinare le proprie scelte, dalla stesura del disciplinare al collaudo dei veicoli in
condizioni reali d’esercizio. Questi clienti “pilota” hanno percorso due milioni di chilometri su
strada.


Mezzi di produzione industriale rinnovati

Per produrre i veicoli delle nuove gamme Renault Trucks, i mezzi di produzione industriale
sono stati profondamente rinnovati.
In effetti, una nuova linea di grosse presse è stata installata a Lione per fabbricare le nuove
cabine. A Blainville-sur-Orne, ci sono ora due nuove linee: una di assemblaggio e una di
rivestimento delle cabine. A Bourg-en-Bresse, una linea di sviluppo, utilizzata per i nuovi
veicoli, è operativa da tre anni.
Il co-sviluppo, inoltre, è stato spinto ad un livello mai raggiunto. L’ufficio studi, gli stabilimenti,
gli ingegneri, i tecnici, il post-vendita sono stati coinvolti fin dalla progettazione. Le nuove
gamme di veicoli beneficiano di questi nuovi metodi di lavoro.
Negli stabilimenti, varie centinaia di persone si sono e si stanno dedicano alacremente al
lancio delle nuove gamme. Il sistema di produzione è stato completamente ripensato e la
parola d’ordine è: qualità senza compromessi. Sono stati anche creati nuovi processi di
fabbricazione per guadagnare in efficienza e in sicurezza, in particolare per quel che riguarda
l’ergonomia delle postazioni di lavoro.
I nuovi veicoli di Renault Trucks, posti sotto il segno della redditività, dell’affidabilità e della
fierezza, saranno presentati l’11 giugno 2013, a Lione.
Il Gruppo Volvo, a cui Renault Trucks appartiene, supporta in pieno la Casa della Losanga e
ha effettuato significativi investimenti in queste nuove gamme e nelle risorse di produzione.
La sua nuova organizzazione consentirà a Renault Trucks di rafforzare la propria copertura
geografica, incrementando il numero dei suoi punti vendita e assistenza del 30/40% su certi
mercati. Con queste nuove gamme di veicoli ed il supporto di un Gruppo mondiale, Renault
Trucks possiede tutti gli atout per conquistare nuovi clienti ed aumentare le proprie quote di
mercato.

Debuttano a Birmingham i nuovi LF e CF euro 6

Questa settimana DAF presenta i nuovi modelli LF e CF Euro 6 in occasione del Truck Show di Birmingham. I nuovi modelli DAF LF e CF Euro 6 sono stati sviluppati per garantire la massima efficienza di trasporto, i costi di esercizio più bassi del settore e le migliori prestazioni. Il nuovo modello LF Euro 6 destinato al settore della distribuzione ed il nuovo modello CF Euro 6 destinato ad un’ampia gamma di applicazioni, sono dotati di nuovo telaio, nuova trasmissione; inoltre il nuovo design dell’abitacolo e degli esterni enfatizza la somiglianza con il nuovo modello XF. I nuovi modelli LF e CF Euro 6 stabiliscono un nuovo standard nella loro categoria; rappresentano infatti i veicoli ideali e più efficienti per qualsiasi applicazione di trasporto.
“Con il lancio sul mercato dei nuovi modelli LF e CF, DAF ha introdotto una nuova gamma completa di veicoli Euro 6 estremamente efficienti”, afferma Harrie Schippers, presidente di DAF Trucks. “Gli ingenti investimenti effettuati nei prodotti Euro 6 costituiscono parte integrante del piano di crescita strategico della nostra azienda. Il progetto Euro 6 rappresenta il programma di investimento e sviluppo più importante realizzato in 85 anni di storia di DAF.”

DAF ha migliorato i già apprezzatissimi veicoli LF e CF con un design accattivante degli esterni, somigliante a quello del modello di punta XF; nuovo design dell’abitacolo che migliora l’ergonomia e il comfort del conducente; telaio e trasmissione di nuova concezione per un motore PACCAR Euro 6 all’avanguardia. I nuovi modelli LF e CF Euro 6 stabiliscono un nuovo standard in termini di costi di esercizio ridotti, di efficienza del trasporto e soprattutto di qualità.

Scania al Bauma 2013

Lo stand di Scania ospiterà una gamma completa di nove motori Euro 6, fra cui innanzitutto il debutto mondiale dei V8 Euro 6 di Scania, fino a robusti autocarri da costruzione con intelligenti sistemi di assistenza al conducente come Scania Opticruise con varie modalità operative. Saranno inoltre presentati esempi dei più recenti miglioramenti di Scania in termini di styling e aerodinamica.
Scania mostrerà anche una serie di motori industriali conformi ai più recenti standard sulle emissioni, sempre più venduti ai produttori OEM in tutto il mondo. Questi motori sono utilizzati anche per il gruppo generatore di Scania, presentato per la prima volta in Europa. All’esterno del padiglione fieristico sarà presente un’officina mobile, una soluzione per avviare le attività in località remote come cave di estrazione.
Scania unisce le proprie forze a quelle dei clienti per portare la loro capacità di guadagno a nuovi livelli. Soluzioni complete per la diagnostica di assistenza e la manutenzione, su misura per tutte le esigenze di ogni operatore, sono in corso di realizzazione al di là dei confini tradizionali. La nuova diagnostica remota di Scania garantisce importanti vantaggi in termini di operatività del cliente.

Siamo entrati nell’era Euro 6

E’ entrata in vigore dal 31 dicembre la nuova norma Ue – la cosiddetta ‘Euro 6′ – anche per camion e bus di nuova generazione, che dovranno essere meno inquinanti dei modelli attuali (gli ‘Euro 5′). I nuovi requisiti, infatti, prevedono una riduzione dell’80% delle emissioni di ossidi di azoto e del 66% del particolato rispetto ai livelli fissati nel 2008. Gli standard tecnici fissati da Bruxelles avranno un impatto positivo non solo sull’ambiente e la salute, ma anche sull’industria automotive europea, che sara’ cosi’ piu’ competitiva. Con l’Euro 6 vengono infatti introdotte in tutti i 27 paesi Ue, in modo piu’ celere e semplificato rispetto al passato, procedure di test e norme armonizzate su scala mondiale con valori limite delle emissioni equivalenti a quelli degli Usa, che dovrebbero aiutare a rilanciare il settore auto europeo. In linea con il piano d’azione Ue ‘Cars 2020′ per il rilancio del comparto, ha sottolineato il commissario Ue all’industria Antonio Tajani, ”stiamo creando una situazione che produce vantaggi sotto tutti gli aspetti”, in quanto, ha spiegato, ”disporremo di camion e autobus piu’ puliti che faranno tendenza e saranno esportabili in tutto il mondo”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner