Articoli marcati con tag ‘fer’

Iveco Bus, leader nella mobilità sostenibile, consegna i primi autobus ibridi Euro VI in Italia alla città di Bologna

Iveco Bus ha consegnato oggi, a Bologna, i primi Urbanway Full Hybrid 18 metri di una flotta di nove autobus a Tper (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna), la società di trasporti pubblici nata dalla fusione dei rami-trasporto di ATC, azienda di trasporti su gomma di Bologna e Ferrara, e FER, società regionale ferroviaria.
Si tratta dei primi autobus ibridi Euro VI a essere immatricolati in Italia e destinati al trasporto pubblico: Tper è infatti la prima azienda in Italia a dotarsi degli Urbanway Full Hybrid Iveco Bus, che operano con successo in altre città europee e si posizionano ad altissimi livelli di sostenibilità ambientale dei trasporti pubblici urbani.
Ha commentato Pierre Lahutte, Iveco Brand President: “Siamo fieri di essere i primi a far circolare in Italia degli autobus Full Hybrid, per un trasporto urbano sempre più virtuoso. L’Urbanway Full Hybrid di Iveco Bus soddisfa tutte le esigenze della mobilità sostenibile: meno emissioni, meno rumore e più produttività. Il know-how e le competenze di Iveco Bus in materia di veicoli con trazioni alternative ci hanno consentito di fidelizzare numerose municipalità e di attirarne molte altre alla ricerca di un’alternativa alla motorizzazione Diesel. Il 2015 è stato un anno record con una produzione di Urbanway di cui oltre la metà in versioni CNG e ibridi elettrici, dimostrando come la transizione energetica sia per noi già una realtà”.
I primi veicoli della flotta sono stati presentati oggi dalla Presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri, insieme all’Assessore alla Mobilità della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, all’Assessore alle attività produttive ed economia verde della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, e al Sindaco di Bologna, Virginio Merola, alla presenza dei vertici di Iveco e del Presidente del CAAB, Andrea Segrè.

L’Antitrust da l’ok alla fusione ATC/FER

Via libera dell'antistrust alla fusione ATC/FER

La fusione tra Fer e Atc non viola la concorrenza e non avrà effetti negativi sul mercato. L’antitrust dà il via libera all’operazione che dovrebbe portare alla nascita della nuova società di trasporto pubblico locale già dagli inizi di febbraio. Nella riunione del 21 dicembre scorso, l’autorità garante per il mercato e la concorrenza ha preso in esame l’operazione e ha stabilito che la fusione Atc-Fer «non determina la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante sui mercati interessati, tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza». Anzi, sostiene l’Antitrust, «la realizzazione di una sinergia stabile e strutturata tra Atc e Fer potrebbe incentivare nuovi investimenti, suscettibili di tradursi in un miglioramento della qualità dei servizi, a potenziale beneficio dell’utenza». Già adesso, le due società gestiscono insieme i servizi di trasporto pubblico locale nei bacini provinciali di Bologna e Ferrara, attraverso due società consortili. L’Antitrust rileva, a proposito, che «i contratti di servizio stipulati con le amministrazioni provinciali di Bologna e di Ferrara, in scadenza rispettivamente il 28 febbraio 2017 e il 31 dicembre 2013, definiscono l’entità e la tipologia dei servizi che si intendono rendere disponibili agli utenti». Dunque, sottolinea il garante, «già prima della realizzazione dell’operazione, i mercati nelle province interessate risultavano inevitabilmente caratterizzati da una situazione di sostanziale stabilità e non contendibilità». Anche per questo, valuta l’antitrust, la fusione potrebbe «favorire il conseguimento di economie di scala e di gamma, fornendo carattere strutturale alle alleanze già realizzate in sede di partecipazione alle gare».

Estate romagnola, più treni tra Rimini e Ravenna

Fer amplia l'offerta estiva

Fer, la società che gestisce una rete di 350 km di binari in Emilia Romagna, amplia l’offerta estiva: fino al 29 agosto sulla linea ferroviaria tra Rimini e Ravenna arrivano 7 nuovi collegamenti, che diventano 11 dal venerdì al lunedì.

Il potenziamento, avviato quest’anno in via sperimentale, consente, calcolando sia le corse Fer sia quelle Trenitalia, di avere da 20 a 24 treni che dalle 8 di mattina all’1 di notte durante la settimana e fino alle 3 il venerdì e il sabato collegano tutte le località tra Rimini e Ravenna.

Il progetto prevede anche due treni speciali gratuiti in occasione della notte rosa del 1° luglio e a Ferragosto. In questa occasione circolerà anche una coppia di convogli storici, trainati da vecchie locomotive elettriche ancora perfettamente funzionanti.

Inoltre sono previsti un nuovo collegamento Bologna-Rimini nel pomeriggio (ore 18.58), un servizio festivo Piacenza-Pesaro e un notturno giornaliero tra Bologna e Pesaro, entrambi dal 3 luglio al 28 agosto, con orari coordinati a quelli degli autobus.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner