Articoli marcati con tag ‘fermo dei tir’

Trasportounito: autotrasporto fermo ad ottobre

Tir fermi per cinque giorni consecutivi alla fine del prossimo mese di ottobre. Questa la decisione assunta dal Consiglio Nazionale da parte dell’Associazione di rappresentanza Trasportounito, svoltasi a Roma lo scorso 7 settembre.
La scelta è stata adottata “con profonda amarezza”, difronte a una strada senza alternative.
“Con la totale latitanza del governo, capace solo di organizzare tavoli inconcludenti, e una crisi scandita da centinaia di fallimenti e chiusure di aziende di autotrasporto – spiega Franco Pensiero, Presidente nazionale di Trasportounito – quella del fermo è quasi una non scelta. L’autotrasporto italiano sta collassando e con l’autotrasporto sta collassando l’intero indotto nonchè quell’accenno di sistema logistico del paese che ancora funzionava e, complessivamente, vengono meno tutti gli standard minimi di sicurezza sulle strade”.
All’uscita di scena di centinaia di imprese italiane (da gennaio a oggi si conta che fra fallimenti, chiusure, liquidazioni ne siano sparite ulteriori 3.000) le strade e le autostrade italiane sono ormai in balia di vettori esteri che molto spesso viaggiano in condizioni di sicurezza largamente al di sotto degli standard minimi, attuando anche su questo fronte, una concorrenza sleale.
“Nella totale assenza di referenti politici e istituzionali – prosegue Maurizio Longo, Segretario Nazionale di Trasportounito -la reintroduzione del Sistri, l’assenza dei controlli nel rispetto di leggi vigenti, il caro gasolio, l’aumento generalizzato dei costi, una pressione fiscale che spesso assesta il colpo finale alle imprese che già sono in crisi, hanno avvicinato drammaticamente il punto del non ritorno. Per altro, tutte le tematiche che in qualche modo avrebbero potuto consentire alla categoria di tenere duro e continuare ad operare, sono ormai confinate nel dimenticatoio. Dai costi minimi, alle garanzie di pagamento dei servizi di autotrasporto, ai mancati controlli alla committenza, alla intermediazione parassitaria. Tutto accantonato e dimenticato, almeno fino a quando , dai corridoi politico-istituzionali, spunteranno provvedimenti di modifica, che – è sin troppo facile presumere – risulteranno peggiorativi per le imprese italiane di autotrasporto”.

Sicilia, i Forconi tornano in strada

Movimento Forconi in protesta

Tornano i blocchi dei Forconi in Sicilia. La protesta degli autotrasportatori, che oltre un mese fa procurò seri problemi di gestione del traffico e di rifornimento dei beni primari, riprenderà da lunedì prossimo.

Il movimento “ha dichiarato che il prossimo 28 maggio riprenderà questo tipo di attività con le medesime modalità, gli stessi blocchi sulle strade siciliane e probabilmente tentando di esportare al di fuori della Sicilia queste procedure”. Lo ha affermato il direttore dell’Aisi, Giorgio Piccirillo, in audizione davanti alla Commissioni affari costituzionali a Montecitorio. “Le forti misure anticrisi – ha spiegato – negli ultimi mesi hanno determinato forti pulsioni rivendicative soprattutto da parte di alcune categorie interessate dai provvedimenti di liberalizzazione”.

Fermiamo il paese

Rispetto a gennaio 2010 il gasolio è aumentato di circa il 20%,le autostrade da un minimo del 2% ad un massimo del 13% ( la torino milano in tre anni è aumentata del 50% ) le assicurazioni dal 3 al 20% per non parlare del costo dei pneumatici , la manutenzione ed il costo orario dei dipendenti autisti derivante dal recente accordo sul contratto nazionale del lavoro . A fronte di tutti questi fattori non c’è stato aumento del costo noli, addirittura i committenti continuano a chiedere ulteriori ribassi delle tariffe. Un autotrasporto , debole e non tutelato dalle istituzioni finisce per essere sopraffatto e controllato dai committenti, petrolieri, gestori autostradali ed assicurazioni. IL governo ,invece di farsi carico a far rispettare le norme di legge ci abbandona ad un destino inevitabile ( il fallimento)
Occorre fermare il paese prima possibile, forse torneranno con i piedi per terra , basta giocare sulla nostra pelle

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner