Articoli marcati con tag ‘FIA’

Il Team Schwabentruck, motorizzato Iveco, in gara nel campionato europeo truck race FIA 2016″

Anche quest’anno Iveco supporta e sponsorizza il Team Schwabentruck nel FIA European Truck
Race Championship con due camion Stralis da competizione. Iveco sta per firmare un contratto
biennale con il team per il 2016/2017 come main sponsor.
Il tedesco Gerd Korber, tre volte campione della European Truck Race (1996, 2001 e 2003), e il
compagno di squadra, Markus Altenstrasser siederanno al volante dello Stralis 440 E 56 da
competizione, che vanta una potenza impressionante di 1150 CV, un peso di 5,5 tonnellate e monta
un motore Iveco Cursor 13. Questi camion sono appositamente preparati per raggiungere una
velocità massima di 160 km/h. L’ultimo appuntamento della stagione sarà una gara di 24 ore che verrà disputata sul famoso circuito
di Le Mans in Francia.
Il brand Iveco non si limiterà alla gara in circuito, ma vedrà anche una forte presenza nel paddock,
con una esposizione di prodotti, un punto vendita del merchandising e una struttura ricettiva
dedicata.
Pierre Lahutte, Iveco Brand President, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di proseguire il nostro
solido legame con il Team Schwabentruck. Si tratta di un’eccellente opportunità che Iveco coglie per
dimostrare la qualità, la resistenza e le prestazioni dei propri prodotti e per entrare in contatto con i
sostenitori del brand in tutta Europa.”
Il Team Schwabentruck è anche supportato dal marchio “OK TRUCKS”, dedicato alla vendita e alla
commercializzazione dei veicoli usati certificati da Iveco.
Per questa stagione, è stato sviluppato per Korber uno Stralis con le più recenti soluzioni tecniche e
aerodinamiche, enfatizzate da un nuovo look particolarmente accattivante disegnato dall’Iveco Style
Team.
In vista del primo appuntamento di maggio sul circuito del Red Bull Ring, in Austria, il team ha
sottoposto i camion a un intensivo programma di collaudo presso il circuito di Most, in Repubblica
Ceca, e presso il circuito di prova Magirus di Ulm, in Germania, città in cui si trova anche il centro di
progettazione Iveco per lo sviluppo della gamma heavy.

ACI PORTA IN ITALIA LA CAMPAGNA #SAVEKIDSLIVES PER LA SICUREZZA STRADALE DEI BAMBINI

Ogni giorno nel mondo 500 bambini muoiono in un incidente stradale e 1.000 restano feriti in modo grave e con danni permanenti. Sulle strade italiane muore 1 bambino ogni settimana e oltre 200 rimangono feriti. La causa maggiore di questi decessi è il mancato uso dei seggiolini e degli altri sistemi di ritenuta, in grado di ridurre fino all’80% il pericolo di morte. Su questi dispositivi c’è ancora tanta ignoranza: nel 77% dei Paesi in via di sviluppo non sono nemmeno oggetto di specifiche normative.

L’allarme sulla sicurezza stradale dei bambini è stato lanciato oggi a Roma dall’Automobile Club d’Italia che – insieme alla FIA Federazione Internazionale dell’Automobile e ad altri Automobile Club internazionali – ha presentato nel nostro Paese la campagna di sensibilizzazione #SaveKidsLives, promossa dall’ONU in occasione della Settimana mondiale della sicurezza stradale che si concluderà domenica 10 maggio, dedicata proprio ai bambini e ai rischi che quotidianamente corrono sulle strade.

Numerosi bambini delle scuole primarie di Roma hanno invaso stamani la sede nazionale dell’Automobile Club d’Italia e la Galleria Caracciolo di via Marsala, partecipando a specifici corsi di educazione stradale organizzati dall’ACI, incontrando gli esperti e sollecitando l’attenzione di adulti e genitori con disegni e messaggi colorati, utili consigli e raccomandazioni per rendere più sicura la mobilità dei bambini sulle strade di tutto il mondo.

La campagna #SaveKidsLives rientra nell’insieme delle azioni avviate a sostegno del Decennio ONU di iniziative per la sicurezza stradale fino al 2020, a cui la FIA ha aderito con il programma di’interventi “FIA Action For Road Safety”, e si pone come obiettivi la sensibilizzazione dei conducenti verso gli utenti più deboli della strada e l’impulso verso Governi nazionali e alle Istituzioni internazionali ad intraprendere azioni concrete per arginare il fenomeno della mortalità stradale dei bambini.

L’Automobile Club d’Italia, insieme all’ONU e alla FIA, invita adulti e bambini di ogni Paese del mondo a sottoscrivere sul sito www.SaveKidsLives2015.org la Dichiarazione per la sicurezza stradale: prende così forma una petizione online, realizzata sulla base delle proposte elaborate dai più piccoli e rivolta al mondo politico-istituzionale, i cui risultati saranno presentati alla Conferenza Ministeriale sulla Sicurezza Stradale che si svolgerà in Brasile a novembre. Sul sito è possibile anche scaricare il poster della campagna, da personalizzare con la propria firma per poi diffonderlo con un selfie sui social network.

“I bambini sono le vittime inconsapevoli della strada – ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI – e non è più accettabile che rischino la vita per la negligenza dei genitori. Come la legge punisce severamente chi sceglie di guidare in stato di ebbrezza, allo stesso modo la scelta consapevole di trasportare in modo non sicuro un bimbo va punito con la massima severità. Con questa iniziativa internazionale l’Automobile Club d’Italia si impegna in una grande sfida sociale e culturale: gli incidenti stradali sono ancora la prima causa di morte per i ragazzi under13 in Europa”.

GRANDE SPETTACOLO ALL’APPUNTAMENTO ARGENTINO

Proseguendo il periplo americano iniziato in Uruguay, le équipe e i piloti del Campionato FIA Formula E si sono fermati in Argentina. La quarta prova si disputava appunto a Buenos Aires, metropoli mondialmente apprezzata per l’impegno profuso a favore della mobilità sostenibile.
Impegnato nella disciplina fin dalla genesi, Renault Sport lavora come sempre per offrire ai concorrenti, delle monoposto Spark-Renault SRT_01E sempre più affidabili, sicure ed efficienti. Missione compiuta sul tracciato disegnato nel Parco Micaela Bastidas, a due passi dalla riserva ecologica Costanera Sur.
Nella sessione di apertura dell’ePrix, Lucas Gambarte e Diego Guarachi Guzman si sono imposti rispettivamente nelle categorie Power ed Eco della corsa di Formula E School Series, disputata dai licei di Buenos Aires.
Pilota più veloce nelle due sessioni di prove libere, Sébastien Buemi (e.dams-Renault) centrava la sua prima pole position prima di realizzare una partenza perfetta. Sempre leader dopo le sostituzioni di veicoli, lo Svizzero commetteva un errore, messo sotto pressione da Lucas di Grassi, leader del campionato. Dopo quattro giri, il Brasiliano finiva a muro, avvantaggiando così Nick Heidfeld (Venturi), le cui speranze di vittoria erano sfumate dopo la penalità per eccesso di velocità nella pit lane.
Habitué delle World Series by Renault, Antonio Felix da Costa (Amlin Aguri) riusciva a tenere duro fino alla vittoria. Dopo la volata che gli ha permesso di rimontare dalla settima posizione nella seconda parte della gara, Nicolas Prost (e.dams-Renault) si assicurava il secondo gradino del podio davanti a Nelson Piquet Jr (China Racing), dopo una battaglia agguerrita negli ultimi passaggi.
La Formula E si concede ora una pausa prima di raggiungere Miami, dove l’ePrix del 14 marzo segnerà la metà della stagione 2014-2015.
Thierry Koskas, Presidente Direttore Generale di Renault Argentina: «L’ePrix di Buenos Aires ha rappresentato un’occasione ideale per dimostrare il forte impegno di Renault a favore della mobilità sostenibile. Su pista, abbiamo assistito a uno spettacolo affascinante e convincente in cui Renault, pioniere su scala mondiale nella commercializzazione di una gamma completa di veicoli elettrici, ha svolto un ruolo di spicco. Con il secondo posto ottenuto, Nico Prost e l’e.dams-Renault ci hanno offerto una duplice soddisfazione durante questo evento».

TODT E STICCHI RICEVUTI A PALAZZO CHIGI DA DELRIO PER LA SICUREZZA STRADALE

Si è svolta oggi a Roma presso l’Automobile Club d’Italia la riunione del Senato della FIA – Federazione Internazionale dell’Automobile, importante momento di confronto mondiale sui temi della mobilità, dei trasporti, del turismo e dello sport automobilistico.

Prima dell’inizio dei lavori, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio, ha incontrato a Palazzo Chigi il presidente della FIA, Jean Todt, e il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, che hanno illustrato l’iniziativa “My World” per far rientrare la sicurezza stradale tra le priorità nell’agenda dell’ONU. Il Sottosegretario ha condiviso gli obiettivi ed ha assicurato l’appoggio del Governo italiano.

AC ROMA IN PRIMA FILA CONTRO IL COLPO DI SONNO

“Una piccola sosta per continuare la vita: se sei al volante e avverti i sintomi della sonnolenza fermati in un’area sicura e dormi per 15-20 minuti, per poi ripartire in sicurezza”. All’insegna di questo slogan, tanto semplice quanto fondamentale, l’Automobile Club Roma ha organizzato questa mattina il primo appuntamento della campagna di sicurezza stradale SLEEP STOP, promossa da ACI e TTI con il supporto della FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) per sensibilizzare ed educare i conducenti sui rischi della sonnolenza al volante.

Calo dell’attenzione, riflessi poco pronti, senso di stress e stanchezza, fino al vero e proprio “colpo di sonno” sono infatti gli effetti di una eccessiva sonnolenza che ogni anno è corresponsabile di quasi 3.500 incidenti stradali solo nel Comune di Roma, 4.300 a livello di Provincia di Roma, 5.200 nella Regione Lazio e oltre 40.000 sull’intero territorio nazionale: il 22% di tutti i sinistri registrati. Incidenti spesso molto gravi, soprattutto sulla rete extraurbana, con rischio di mortalità più che doppio rispetto a quelli determinati da altre cause, come dimostrano gli studi scientifici condotti dai medici specialisti del TTI.

Obiettivo specifico della campagna SLEEP STOP, presentata il 6 settembre scorso a Monza in occasione del Gran Premio d’Italia di Formula 1, è quello di favorire il riconoscimento da parte dei guidatori di ogni minimo segnale di stanchezza al volante, prevenendo i rischi dell’improvviso “colpo di sonno” con una breve sosta in cui concedersi non oltre 20 minuti di sonno. Una strategia di prevenzione facilmente praticabile e senza costi, che rappresenta il primo passo per avvicinarsi alle problematiche più complesse della sonnolenza e delle patologie che la sottendono, oggetto di un nuovo studio scientifico a cui tutti gli automobilisti sono invitati a collaborare compilando un questionario pubblicato sul sito www.aci.it e sul sito dell’AC Roma www.roma.aci.it.

Il workshop organizzato dall’Automobile Club di Roma, introdotto dal presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani e dalla presidente dell’AC Roma Giuseppina Fusco, ha coinvolto un’ampia platea di automobilisti, giovani in età di patente e autisti professionali, registrando la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo dell’autotrasporto (FIAP e ANAV), delle Forze dell’Ordine e delle autoscuole del network ACI Ready2Go.

“Il progetto SLEEP STOP rientra nell’ambito del più ampio FIA Road Safety Grant Programme – ha ricordato il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damianiche ha assegnato all’ACI un importante riconoscimento per il costante impegno a favore di una mobilità più sicura e responsabile. La campagna contro la sonnolenza al volante è collegata all’iniziativa My World, con cui la FIA e tutti gli Automobile Club internazionali danno voce agli automobilisti per sollecitare il riconoscimento della sicurezza stradale tra le priorità di azione dell’ONU, mediante un sondaggio disponibile sul sito www.aci.it”.

“L’Automobile Club Roma è il primo ente territoriale ad avviare sul piano operativo la campagna SLEEP STOP – ha dichiarato la presidente dell’AC Roma, Giuseppina Fuscoallo scopo di sensibilizzare gli automobilisti romani, e in primo luogo i giovani, sul fenomeno della sonnolenza alla guida, che genera nel nostro territorio migliaia di incidenti. L’AC Roma sarà impegnato sia nella prevenzione del fenomeno, attraverso la divulgazione di piccole “guide” per giocare d’anticipo contro il colpo di sonno, sia nella rilevazione attraverso lo specifico questionario informativo, per accertare eventuali patologie e disturbi del sonno che possano compromettere il riposo a scapito della capacità di attenzione nelle ore di veglia. Le azioni di sensibilizzazione e rilevazione saranno condotte utilizzando tutti i canali a nostra disposizione: dalla rete delle delegazioni e delle autoscuole ACI Ready2Go, alla rivista sociale “Settestrade” nonché alle modalità tecnologicamente più evolute, quali sito Internet, Blog, pagina Facebook e Newsletter, per ottenere uno screening quanto più ampio possibile del fenomeno e contribuire al meglio alle successive analisi medico-scientifiche”.

“I risultati scientifici del TTI hanno fatto emergere il ruolo fondamentale della sonnolenza come causa di incidenti stradali – ha spiegato il coordinatore del TTI prof. Michele De Benedettoma è oggi che, grazie ad ACI e FIA, abbiamo l’opportunità di informare in maniera capillare l’utente della strada spesso inconsapevole della sua condizione. La sonnolenza nasconde, oltre ad errati stili di vita, diverse patologie. In particolare l’OSAS (sindrome delle apnee ostruttive nel sonno) che interessa circa 2 milioni di italiani, Una diagnosi precoce e una corretta terapia permettono di ridurre il rischio di incidenti: obiettivo prioritario europeo.”

Le prossime tappe della campagna ACI-FIA “SLEEP STOP”, grazie al supporto degli Automobile Club provinciali e al coinvolgimento di importanti partner pubblici e privati, come Bosch, si svolgeranno nelle seguenti città: Firenze (6 novembre), Lecce (10 novembre), Genova (12 novembre), Caltanissetta (21 novembre) e Torino (28 novembre).

LA FORMULA-E ELETTRIZZA PECHINO!

Dopo mesi di preparazione, il campionato FIA di Formula E si concretizza con la prima delle dieci gare di una stagione che si concluderà a giugno 2015 a Londra. Snodandosi attorno allo stadio costruito in occasione delle Olimpiadi 2008, il circuito di Pechino ha offerto gli ingredienti abituali di un tracciato urbano, con una successione di rettilinei, chicane e curve a 90°.

Per questa prima stagione tutte le scuderie sono equipaggiate con Spark-Renault STR01E. I mesi di preparazione con i team ed il lavoro di tutti i partner sono stati coronati da successo in questo primo week-end che vede 35 delle 40 auto impegnate varcare il traguardo senza inconvenienti.
Le equipe di Renault Sport, molto coinvolte sin dall’inizio del progetto nel 2012, nell’architettura e la sicurezza delle monoposto, sono particolarmente orgogliose di aver vinto questa sfida. La validazione delle scelte tecniche ha consentito a tutte le auto impegnate di essere performanti, affidabili e sicure sin dal primo ePrix (gara).

Disputata su 25 giri, la corsa si è svolta sotto un sole radioso e di fronte a tribune al completo.
In pole position, Nicolas Prost (e.dams Renault) riusciva perfettamente nel suo intento arrivando in testa alla prima curva; dopo aver condotto gran parte della corsa, subiva un piccolo incidente nell’ultimo giro lasciando la vittoria a Lucas di Grassi (Audi Sport ABT).

Lo spettacolo non è mancato e malgrado la vicinanza con i muri di protezione, le caratteristiche delle Spark-Renault SRT01_E hanno permesso ai piloti di “stuzzicarsi” in frenata, per il divertimento degli spettatori.

Bravi a tutti i Team coinvolti in questo primo e sensazionale ePrix di Beijing 2014!
Oggi si scrive una nuova pagina della storia dello sport automobilistico e tutta Renault è orgogliosa di parteciparvi.

Patrice Ratti, Direttore Generale di Renault Sport Technologies : « Ricca di emozioni, questa prima corsa di Formula-e rappresenta un traguardo per tutti i partner che hanno lavorato al progetto. Malgrado le prove effettuate in queste ultime settimane, restava un’incognita legata all’inizio della competizione vera e propria. Concentrando le prove libere, le qualifiche e la gara, la giornata è stata densa per le equipe, i piloti e l’organizzazione. Il bilancio è positivo per Renault Sport, poiché non abbiamo avuto problemi tecnici di rilievo sulle quaranta monoposto.»

il RaceBioConcept Team Vince il 3°EcoRally della Mendola

Roberto Viganò e Andrea Fovana (RaceBioConcept Team) hanno vinto l’EcoRally della Mendola,
valevole per la Coppa FIA Energie Alternative e per l’omonimo Campionato Italiano, “inseguiti” dall’Equipaggio formato da Guido
Guerrini e Isabelle Barciulli (Team Imega) e dall’Equipaggio del Campione del Mondo in carica Massimo Liverani (EcoMotori Racing
Team, navigato dalla bravissima Valeria Strada). Nessuno ha potuto osare nulla contro l’incredibile performance di Roberto (Viganò) e
Andrea (Fovana) del RaceBioConcept Team, in questa gara risultata difficile per tutti. Quarto l’Equipaggio formato da Vincenzo Di
Delgado, come sempre in ottimo piazzamento, è stato squalificato per aver saltato un pressostato di controllo.
La Coppa FIA – Energie Alternative è attualmente l’unico campionato internazionale che ospita gli EcoRally, nati nel 2006 con
l’EcoRally di San Marino (nell’ultima Edizione, nel 2014, disputatosi da San Marino a Città del Vaticano): si tratta di gare dei regolarità (o
regolarità e consumo) aperte a veicoli autorizzati alla normale circolazione stradale, alimentati a gpl, metano, biodiesel, bioetanolo,
idrogeno e/o mossi da propulsioni ibride termiche-elettriche o elettriche esclusive. Degli EcoRally, dal 2007, esiste anche una versione
RAID (gli EcoRallyRAID) nell’ambito di un progetto internazionale indipendente promosso dal RaceBioConcept Team con lo scopo di
avviare una kermesse internazionale di gare di regolarità e consumo per fuoristrada ad alimentazione e/o propulsione “ecologica”, volta
anche all’educazione dell’impiego consapevole e utile dei fuoristrada (rispetto dell’ambiente, segnalazione incendi boschivi,
segnalazione abbandono di rifiuti pericolosi e non, protezione civile, etc.).

FORMULA E: LE PRIME MONOPOSTO ELETTRICHE RENAULT CONSEGNATE ALLE SCUDERIE

Il campionato FIA di Formula E, che debutterà il 13 settembre prossimo a Pechino, si mette progressivamente in moto. Dopo un periodo di messa a punto sui circuiti, che si è svolto a gennaio e che ha permesso di convalidare la scelta architettonica e di verificare il buon funzionamento di tutti gli elementi, le prime monoposto 100% elettriche Spark-Renault SRT_01 E sono state consegnate giovedì 15 maggio a Donington (GB) alle dieci scuderie impegnate in questo Campionato. Spark Racing e Renault sono quindi pronte per l’apppuntamento cruciale.

Patrice Ratti (Direttore Generale di Renault Sport Technologies) : «Siamo lieti di essere al fianco di Spark per consegnare i primi 10 modelli di Spark-Renault alle scuderie di Formula E. E questa non è certo una cosa da poco, perchè si tratta della prima monoposto 100% elettrica al mondo ad offrire questo nuovo livello di prestazioni e ad essere prodotta in piccola serie. Ciò dimostra ancora una volta la passione che anima il team di esperti di Renualt Sport e la loro eccellente padronanza delle nuove tecnologie della trazione elettrica.

Frédéric Vasseur (Presidente di Spark Racing Technologies) : «Lo sviluppo, la messa a punto e la produzione di un’auto da corsa così innovativa, come la Spark-Renault SRT_01 E, in un tempo così breve è stata una sfida che siamo particolarmente orgogliosi di aver colto». La cooperazione con i diversi partener è stata significativa e l’apporto dei team di Renault Sport è stato particorlamente decisivo per sviluppare un veicolo affidabile, sicuro e performante.

Alain Prost, co-direttore della scuderia francese E-Dams, e anche ambasciatore Renault, ci ha tenuto ad esser presente a Donington per questo momento memorabile.

noltre, Renault ha dato ad Alejandro Agag, amministratore delegato di Formula E Holding, le chiavi di una Renault ZOE, che sarà la sua vettura personale. Potrà così attestare lui stesso i punti di forza dei veicoli a zero emissioni: assenza di rumori, riprese a basso regime, piacere di guida, e fare parte così del 98% dei clienti soddisfatti di Renault Z.E.

La stella protagonista a Misano

Il 18 e 19 maggio, all’autodromo Marco Simoncelli di Misano, Mercedes-Benz Actros sarà il protagonista della nona edizione del “Weekend del Camionista”: consumi ed emissioni contenuti e prestazioni al top sono le caratteristiche della nuova generazione di motori Euro VI “BlueEfficiency Power” che equipaggiano l’ammiraglia della Stella. Truck aerografati, raduni e nuovi prodotti, il “Weekend del camionista”, dedicato ad appassionati, professionisti del trasporto e padroncini, è l’appuntamento più colorato degli eventi del Circuito di Misano.
Il nuovo Actros sara’, come da tradizione, grande protagonista al centro dello spazio Mercedes-Benz sul circuito di Misano con due esemplari: un Actros 1848 LS Euro 6 Cabina StreamSpace (2,5 Flat) ed un Actros 1851 LS Euro 6 Cabina GigaSpace (2,5 Flat). A tener compagnia ai due giganti della Stella anche un Fuso Canter 3S13, l’ultima generazione dell’efficiente “The City Truck” giapponese, appena rinnovata.
Inoltre, per far meglio conoscere e provare l’efficiente gamma di motori “BlueEfficiency Power” che equipaggia l’ultima generazione Actros, presso l’area espositiva di Tuttotrasporti, media partner dell’evento, saranno disponibili in prova un Actros 1845 LS Euro 6 Cabina StreamSpace (Flat 2,5) ed un Actros 1851 LS Euro 6 Cabina Streamspace (Flat 2,5).

Iveco e New Holland per FIA Action for Road Safety

Iveco e New Holland Agriculture hanno avviato una collaborazione con la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) per sostenere, in
qualità di “Official Suppliers”, la campagna FIA Action for Road Safety.
L’accordo prevede l’avvio di attività comuni per diffondere un messaggio in
tema di sicurezza e di utilizzo di comportamenti corretti sulla strada.
Iveco e New Holland Agriculture hanno annunciato il loro sostegno a FIA
durante una conferenza stampa che si è svolta al Fiat Industrial Village, a
Torino.
La campagna FIA Action for Road Safety intende sensibilizzare ed
educare a un comportamento di guida più sicuro, al fine di salvare vite
umane sulle strade di tutto il mondo. Iveco e New Holland Agriculture sono
i primi costruttori di veicoli commerciali e di macchine agricole a sostenerla
e sfrutteranno i rispettivi network per diffondere il proprio messaggio in
tema di sicurezza stradale.
La sicurezza rappresenta per i due brand di Fiat Industrial un valore
fondamentale: la tecnologia applicata ad avanzati sistemi di sicurezza è
infatti uno strumento indispensabile alla salvaguardia del conducente, degli
altri utenti della strada, del veicolo e del carico.
Iveco e New Holland Agriculture daranno inizio a questa collaborazione con
una presenza concreta sui circuiti di gara del FIA World Touring Car
Championship, il principale campionato per Vetture da Turismo.
Iveco condurrà in pista il primo Safety Truck: un veicolo, lo Stralis, che per
la prima volta vestirà i panni di “Leading Truck” e aprirà tutte le gare
effettuando un giro di pista e posizionandosi davanti allo schieramento
prima della Leading Car.
Inoltre, all’interno del paddock sarà allestita un’area dedicata alla sicurezza
in cui sarà presente un veicolo Iveco hospitality, appositamente
personalizzato e utilizzato come palco e spazio di incontro per comunicare i
messaggi sulla sicurezza stradale per i veicoli commerciali e per le
macchine agricole.
New Holland Agriculture sarà presente alla prima tappa del Campionato, a
Monza, con un Trattore T7 Auto Command dotato di sistema ABS
SuperSteer™.
Ogni anno 1,3 milioni di persone sono vittime di incidenti letali e quasi 50
milioni di persone restano ferite in incidenti stradali. L’Organizzazione
mondiale della sanità (OMS) stima che, se non si interverrà per risolvere
questo problema, entro il 2030 gli incidenti stradali saranno la quinta causa
di morte più comune del pianeta, con una previsione di oltre 2 milioni di
decessi all’anno.
La campagna FIA Action for Road Safety mira ad affrontare questa
situazione concentrando le risorse della Federazione per sostenere i propri
membri di tutto il mondo a educare alla sicurezza sulla strada e a
comportamenti più sicuri. Lanciata l’11 maggio 2011 a sostegno del
progetto delle Nazioni Unite Decade of Action for Road Safety (2011-
2020), l’iniziativa della FIA ha ricevuto il sostegno entusiasta da parte della
comunità degli sport motoristici, dei membri dei governi e dei decision
makers globali.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner