Articoli marcati con tag ‘Fiat Industrial’

Fiat Industrial confermata Sector Leader negli indici Dow Jones Sustainability World e Europe per il terzo anno consecutivo

Per il terzo anno consecutivo Fiat Industrial è stata confermata Sector Leader negli indici Dow Jones Sustainability (DJSI) World e Europe. Il punteggio, ottenuto sulla valutazione del 2013, è di 88/100 rispetto a una media di 49/100 delle aziende appartenenti al settore Industrial Engineering. L’analisi è stata condotta da RobecoSAM, società specializzata in investimenti sostenibili.
Il DJSI World e il DJSI Europe, che fanno parte della più prestigiosa famiglia di indici di sostenibilità (DJSI), includono solo le società giudicate migliori nella gestione del proprio business, secondo criteri di responsabilità economica, sociale e ambientale. Nel DJSI World sono state 98 le aziende del settore Industrial Engineering invitate a partecipare e solo 12 quelle ammesse, mentre nel DJSI Europe ne sono state invitate 30 e ammesse 8.
Il Presidente di Fiat Industrial, Sergio Marchionne, ha commentato:
“Ancora una volta sono stati riconosciuti i nostri sforzi nel voler mantenere elevati standard di sostenibilità nel nostro modello di business. L’aver confermato per il terzo anno consecutivo il posizionamento negli indici Dow Jones Sustainability è per noi un riscontro importante del nostro impegno quotidiano, che proseguirà con la definizione di obiettivi sempre più sfidanti anche per la nuova CNH Industrial.”
Il posizionamento negli indici DJSI è il frutto di importanti risultati raggiunti in vari ambiti. In particolare, Fiat Industrial ha ottenuto il massimo punteggio nelle principali aree di valutazione nella sezione ambientale (politiche ambientali e la gestione ambientale dei propri processi produttivi), in quella sociale (sviluppo e gestione del capitale umano, filantropia, reporting) e nella gestione della catena di fornitura.
A Maggio 2013, il 6,01% del flottante di Fiat Industrial era detenuto da investitori socialmente responsabili.
Fiat Industrial è inclusa anche in altri importanti indici di sostenibilità: MSCI World ESG, MSCI World ex USA ESG, MSCI EAFE ESG, MSCI Europe ESG, STOXX Global ESG Leaders, STOXX Global ESG Environmental Leaders, STOXX Global ESG Social Leaders, EURO STOXX ESG Leaders 50, ECPI Ethical EMU Equity, FTSE ECPI Italia SRI Benchmark e FTSE ECPI Italia SRI Leaders, Carbon Disclosure Leadership Index (CDLI) Italy 100, Euronext Vigeo World 120, Euronext Vigeo Europe 120, Euronext Vigeo Eurozone 120.

APPROVAZIONE DELL’OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE STRATEGICA TRA FIAT INDUSTRIAL S.P.A. E CNH GLOBAL N.V.

L’assemblea straordinaria degli azionisti di Fiat Industrial S.p.A. ha approvato oggi la fusione tra Fiat Industrial S.p.A. e CNH Global N.V. in una società di nuova costituzione la cui denominazione sarà CNH Industrial N.V.. L’assemblea straordinaria degli azionisti di CNH Global N.V. chiamata ad approvare la predetta fusione è prevista per il 23 luglio 2013 e, in tale sede, Fiat Industrial voterà in favore della fusione, in qualità di azionista di CNH Global con una partecipazione di circa l’87%.
Subordinatamente al perfezionamento dell’operazione, tutti gli azionisti di Fiat Industrial riceveranno un’azione ordinaria CNH Industrial per ogni azione Fiat Industrial dagli stessi posseduta alla data della fusione. Inoltre, gli azionisti di Fiat Industrial che abbiano partecipato all’assemblea straordinaria potranno richiedere l’assegnazione di una azione a voto speciale CNH Industrial per ogni azione Fiat Industrial dagli stessi posseduta alla record date della citata assemblea (28 giugno 2013) e di cui manterranno il possesso fino alla data di perfezionamento della fusione. Ulteriori informazioni in merito alle azioni a voto speciale ed ai termini e condizioni che le regolano sono reperibili sul sito internet della Società, www.fiatindustrial.com.
I possessori di azioni Fiat Industrial che non abbiano votato in favore della fusione potranno esercitare il diritto di recesso per un periodo di quindici giorni successivi all’iscrizione della delibera assembleare presso il Registro delle Imprese di Torino. Comunicazione della suddetta iscrizione sarà pubblicata sul sito internet della Società, www.fiatindustrial.com.
In caso di recesso, il prezzo da pagarsi è pari ad Euro 8,897 per ogni azione ordinaria Fiat Industrial.
Il diritto di recesso è condizionato al perfezionamento della fusione, che, a sua volta, è subordinata al verificarsi di talune condizioni previste nell’accordo di fusione, ivi inclusa la condizione relativa all’ammontare, che non dovrà eccedere l’importo complessivo di Euro 325 milioni, da pagarsi agli azionisti che eserciteranno il diritto di recesso ai sensi dell’articolo 2437-quater del codice civile ed ai creditori in relazione al loro diritto di opposizione previsto dalla normativa italiana. Fiat Industrial comunicherà al mercato il numero di azioni in relazione alle quali sia stato esercitato il diritto di recesso.
Durante l’assemblea straordinaria, Fiat Industrial ha, inoltre, comunicato che i futuri componenti del consiglio di amministrazione di CNH Industrial saranno i seguenti: John Elkann, Mina Gerowin, Patrizia Grieco, Léo W. Houle, Peter Kalantzis, John Lanaway, Sergio Marchionne, Guido Tabellini, Jacqueline Tammenoms Bakker, Jacques Theurillat e Richard Tobin.

Un marchio industriale per una nuova identità

Il colore nero predominante, che denota autorevolezza e solidità industriale, accanto alla vivacità del rosso: sono questi i due colori che caratterizzano il nuovo logo di CNH Industrial, la nuova azienda che risulterà dalla fusione di Fiat Industrial, società specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di “macchine per il lavoro” e CNH Global, attiva nei settori delle macchine agricole e del movimento terra.
Questo monogramma, che intende comunicare una solidità tipicamente industriale, rappresenta un’azienda che sta vivendo un periodo di profonda trasformazione organizzativa e culturale, puntando su un continuo rinnovamento dei prodotti e sulla ricerca tecnologica.
La progettazione del marchio, realizzata in collaborazione con “Robilant Associati”, è stata guidata dalla volontà di creare un’icona in cui fosse possibile ritrovare un forte legame tra passato e futuro. Da qui la rielaborazione di un logo che rappresenta un elemento di continuità e riflette le tradizioni di tutti i business di CNH Industrial.
La nuova identità, con il marchio che in maniera simbolica indica l’integrazione delle due società, porta con sé una significativa ricontestualizzazione: da una marca legata alle macchine agricole e al movimento terra, il nome passa a rappresentare una holding diversificata, estesa all’intero mondo dei veicoli industriali.
Ampliando il raggio di pertinenza, il logo CNH Industrial si allontana dunque dai codici comunicativi di settore e assume un profilo più istituzionale, trasmettendo autorevolezza e mantenendo al contempo un richiamo al forte know-how tecnologico delle due società.
Il solco tracciato dall’uomo nella terra, incorporato nel precedente logo, lascia il posto alla denominazione “Industrial” che è ribadita dalla presenza di una “i”, inserita in maniera naturale nel monogramma. Il quadrato rosso, che la sormonta, conferisce al logo un senso di evoluzione e di proiezione verso il futuro.

Iveco alla 30° edizione del Bauma

Iveco partecipa alla 30°edizione del Bauma, il Salone internazionale più
importante per il settore delle costruzioni, del cava-cantiere e del
movimento terra che si svolge a Monaco di Baviera, in Germania, dal 15
al 21 aprile 2013 e che, ogni tre anni, attira oltre 500mila visitatori.
Fiat Industrial è presente al Bauma con i suoi tre business CNH, Iveco e
FPT Industrial, rappresentati dai brand Case Construction, New Holland
Construction, Iveco, Astra e FPT Industrial.
La grande area espositiva di oltre 2.600 metri quadrati, allestita all’interno
del padiglione B5, ospita i veicoli dei brand New Holland Construction,
Iveco, Astra e FPT Industrial. In un’area esterna sono invece posizionate
le macchine movimento terra di Case Construction.
“Fiat Industrial al servizio dei professionisti del cantiere”: si potrebbe
tradurre così, a parole, l’idea di fondo con cui lo stand è stato allestito.
L’immagine che intende riprodurre è infatti quella di un vero e proprio
cantiere aperto che si trasforma, giorno dopo giorno. Un luogo in cui tutto
è in movimento e dove i veri protagonisti sono proprio i grandi veicoli e le
loro potenzialità.
Il mondo del cantiere prende vita sullo stand di Fiat Industrial anche
grazie all’utilizzo di materiali che realmente compongono un cantiere: il
perimetro dello stand è delimitato da un muro di cemento; altri materiali
come il legno e la lamiera, ma anche i disegni tecnici sulle pareti dello
stand, contribuiscono a far sentire il visitatore immerso in un vero e
proprio laboratorio a cielo aperto, che prende forma.
L’area ospita veicoli dell’intera gamma Iveco, oltre alle macchine
movimento terra New Holland e ai motori FPT Industrial: al suo interno, i
veicoli sono stati posizionati per simulare l’azione di lavoro in un cantiere
edile, come il carico e lo scarico dei materiali.

Sempre in tema di costruzioni, anche la reception e tutti gli spazi comuni
adibiti a uffici sono stati ospitati all’interno di container che simulano i box
posizionati di solito appena fuori dalla zona cantieristica.
I veicoli esposti: la gamma completa Iveco
Al Salone Iveco espone una vetrina completa della propria gamma di
veicoli off-road per ogni capacità di carico, dal segmento più leggero fino
a quello più gravoso dei mezzi pesanti.
Ogni veicolo mette in mostra le principali caratteristiche che lo rendono
adatto a un lavoro in cantiere o all’impiego in cava: dalla capacità di
operare su terreni accidentati e irregolari, al comfort della cabina,
all’ergonomia e alla flessibilità di utilizzo.
I veicoli esposti sullo stand sono un nuovo Trakker e uno Stralis Hi-Way
per la gamma dei pesanti stradali e off-road, l’Eurocargo per la gamma
media e il Daily per quella leggera.
Per rispondere agli impieghi particolarmente gravosi sia su strada sia
nelle missioni fuoristrada, l’offerta è arricchita dalla gamma completa del
brand Astra con la presentazione in anteprima mondiale del nuovo super
pesante HHD9, lo specialista in missioni gravose estreme, e
l’esposizione di un Dumper ADT 30. Nell’area esterna, nello stand di
Case Construction, è invece esposto un Dumper Astra RD32.

Fiat e Fiat Industrial partner di Expo 2015

Fiat S.p.A., attraverso i brand automobilistici del Gruppo, e Fiat Industrial, con le macchine di CNH (Case New Holland Agriculture), saranno Global Partners di Expo Milano 2015. La partnership è stata siglata oggi a Torino dal Presidente della Fiat, John Elkann, dal Presidente di Fiat Industrial e Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne, e da Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo Milano 2015.
All’evento hanno partecipato il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, il Sindaco di Torino, Piero Fassino, il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia e il Presidente di Expo 2015, Diana Bracco.
Da quest’anno al termine della manifestazione, Fiat-Chrysler fornirà una flotta di vetture che, all’insegna della mobilità sostenibile, saranno utilizzate per gli spostamenti all’interno dell’area dell’Expo e come courtesy car per le numerose delegazioni ospiti che arriveranno da ogni angolo del mondo. Il primo modello che sarà utilizzato dall’organizzazione sarà la 500L con motorizzazione a metano e diesel, ma nel corso del tempo saranno utilizzate altre vetture di segmento superiore il cui lancio è previsto prima dell’inizio dell’Expo.
La partnership prevede anche un contributo economico diretto e un investimento in comunicazione che prevede l’utilizzo del logo dell’Expo su tutta la comunicazione stampa dei marchi di FGA (Fiat Group Automobiles). Inoltre il Gruppo utilizzerà Milano e l’Expo come location ideale per molti eventi che saranno organizzati in occasione del lancio sul mercato di alcuni nuovi modelli. Saranno messe a disposizione dell’organizzazione anche le vetture storiche Alfa Romeo che saranno esposte in alcuni luoghi legati alle manifestazioni dell’Expo.
Fiat Industrial, attraverso i suoi brand agricoli Case New Holland, parteciperà invece con un suo padiglione di 1.600 metri quadrati, progettato e realizzato secondo i canoni dell’architettura eco-compatibile e del risparmio energetico. In piena coerenza con il tema della manifestazione “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” e in linea con la sua strategia di Clean Energy Leader, Case New Holland presenterà ai visitatori la propria idea di azienda agricola sostenibile di oggi e del futuro.

Fiat Industrial dona 125 mila euro a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna

A seguito della catastrofe naturale che nei mesi scorsi ha colpito l’Emilia Romagna, Fiat Industrial ha offerto un aiuto concreto alla popolazione donando oltre 125 mila euro. La somma raccolta tra tutti i dipendenti nel mondo e raddoppiata dalle società del Gruppo,
la è stata devoluta a favore della Croce Rossa, impegnata in prima linea nelle operazioni di soccorso
e della Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi (Modena), centro di accoglienza per le persone diversamente abili.
La donazione si aggiunge a una serie di altri interventi straordinari che Fiat Industrial ha messo in atto subito dopo la catastrofe naturale. Sotto il coordinamento della Protezione
Civile, infatti, il Gruppo è intervenuto con mezzi e uomini. CNH ha messo a disposizione un’unità di soccorso di emergenza composta da 12 mezzi movimento terra leggeri
(sollevatori telescopici, mini escavatori, mini pale compatte e terne) e pesanti (escavatori e pale gommate) dei marchi New Holland, cinque officine mobili e autocarri Iveco per il
trasporto macerie e 20 persone, tra operatori e meccanici, dipendenti di CNH o delle concessionarie della rete. Iveco ha inviato al campo di San Prospero (Modena) un’officina
mobile e una squadra di tecnici operativi 24 ore al giorno per garantire il perfetto funzionamento dei veicoli e il rifornimento di eventuali parti di ricambio. FPT Industrial, infine,
ha consegnato un gruppo elettrogeno che è stato utilizzato per alimentare una delle tendopoli di Cento (Ferrara).
Questa iniziativa conferma l’impegno di Fiat Industrial nel fornire supporto tecnico, economico e umanitario alle popolazioni colpite da catastrofi naturali attraverso atti di
sostegno concreto che testimoniano l’attenzione del Gruppo nei confronti delle comunità in cui opera.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner