Articoli marcati con tag ‘fiat’

Auto, rallenta la caduta in ottobre

Rallenta la frenata del mercato auto

Se di ripresa ancora non si può parlare, il mese di ottobre per il mercato dell’auto fa quantomeno segnare un rallentamento nella caduta. Stiamo parlando del mercato italiano, che fa registrare comunque l’undicesima flessione consecutiva a doppia cifra: -12% per le immatricolazioni. Un respiro di sollievo dopo le cifre da paura di luglio (-21,4%), agosto (-20,2%) e settembre (-25,7%). Crescono anche le vendite dell’usato, dopo il calo dello scorso mese. Lo scenario resta comunque a tinte scure: Fiat parla del peggior risultato ottenuto in ottobre dal 1977 ad oggi, anche se in verità ottiene qualcosa di meglio rispetto al mercato generale: -10% delle vendite in confronto al -12%.

A settembre il calo per il Lingotto era stato del 24,23%. In crescita dello 0,7%, invece, la quota di ottobre di Fiat Group Automobiles, che passa dal 28,46% di un anno fa al 29,14%. Fiat Panda e Punto si confermano le auto più vendute in Italia e tra le top ten ci sono anche Fiat 500, Ypsilon e Giulietta.

Iveco, joint venture con Larimar in Sudafrica

Joint venture in Sudafrica per Iveco

Iveco sposa Larimar Group, azienda sudafricana leader nel settore del trasporto collettivo e dell’allestimento di autobus. E’ stato siglato, infatti, un accordo per la creazione di una joint venture tra la società del Gruppo Fiat Industrial e il gruppo sudafricano per la produzione di veicoli commerciali e autobus a Pretoria. L’accordo, si legge in una nota, “rientra in una più ampia strategia di produzione globale di Iveco, che, contemporaneamente, prevede di adattare i prodotti alle esigenze del mercato locale”.

La Newco, di cui Iveco deterrà il 60% delle quote, avrà una capacità produttiva annuale di 7.000 veicoli commerciali e 1.000 autobus, per una forza lavoro totale di circa 1.000 dipendenti. Nello stabilimento sudafricano si assembleranno veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti e autobus urbani sia con motore anteriore sia a pavimento piatto. La produzione avra’ inizio nella seconda metà del 2013 con la gamma Eurocargo.

La 500 Abarth a metano vince il FEA

La Fiat 500 Abarth a metano dell'Ecomotori Racing Team ha vinto
l'edizione 2012 del Campionato Mondiale Fia Energie Alternative. Questa
notizia, resa nota dall'Osservatorio Metanauto (struttura di ricerca sul
metano per autotrazione), assume un valore ancora maggiore se si pensa che la
vittoria è stata ottenuta nell'anno stesso dell'esordio della Fiat 500
Abarth nel Campionato Mondiale Fia Energie Alternative.
"Ecomotori Racing Team - commenta Nicola Ventura, direttore
sportivo del team – può fregiarsi del merito di aver portato per la prima
volta nella storia dell'automobilismo un'auto alimentata  a metano a
vincere un titolo mondiale".

Auto, ancora giù il mercato europeo

Sergio Marchionne, ad Fiat

Dodicesima frenata consecutiva per il mercato europeo di auto. A settembre le vendite subiscono un’ulteriore frenata, stavolta a due cifre: il mese scorso – informa l’Acea – le immatricolazioni nei 27 Paesi Ue più quelli Efta hanno subito una flessione dell’11%, fermandosi a 1.132.034 unità, contro le 1.271.339 registrate un anno fa. Ad agosto le vendite di nuove auto erano scese dell’8,5%. Nei primi 9 mesi del 2012 il calo è stato del 7,2% a 9.724.423 unità.

Pesante il calo del Gruppo Fiat, che nel mese di settembre ha immatricolato nella stessa area 66.991 unità, in calo del 18,5% rispetto alle 82.209 di un anno fa. Ad agosto il calo del gruppo torinese si era attestato al 17,7%. In calo anche la quota di mercato, passata dal 6,5% di un anno fa al 5,9% di oggi. I risultati europei, secondo il Lingotto, sarebbero stati penalizzati proprio dalla pessima performance in casa: l’Italia ha fatto registrare un calo del 25,7% nelle vendite. Positivi invece i numeri di Regno Unito, Germania e Francia.

Debutti ecologici al Salone di Parigi

Al Salone Automobilistico di Parigi (in programma dal 29 settembre al 14 ottobre) sono protagoniste due nuove auto a metano esposte in anteprima mondiale. Si tratta,
rende noto l’Osservatorio Metanauto – della Mercedes-Benz Classe B 200 Natural Gas Drive e della nuova Fiat Panda TwinAir Natural Power.

Il nuovo modello Mercedes può contare su tre serbatoi di metano (uno grande e due
piccoli) che possono contenere circa 21 kg di carburante e consentono
un'autonomia record di quasi 500 chilometri. Le prestazioni garantite dal
motore da 156 cv sono notevoli (velocità massima di circa 200 km/h e 9,1 secondi per
passare da 0 a 100 km/h), con consumi di metano di 4,2 kg ogni 100 chilometri ed
emissioni di CO2 di 115 g/km (inferiori del 16% rispetto allo stesso modello con
alimentazione a benzina). Consistente, stando ai dati diffusi da Mercedes-Benz,
anche il risparmio economico che è possibile ottenere con questo modello: per
percorrere 100.000 km  la spesa per il carburante è inferiore di circa 7.000 euro
rispetto all'equivalente modello alimentato a benzina. 

Un'altra anteprima molto importante al Salone di Parigi è quella della nuova
Fiat Panda TwinAir Natural Power, che è equipaggiata con un motore 0.9 Twinair Turbo
da 80 cv. Rispetto al modello precedente, la nuova Panda Natural Power offre il 14%
in più di potenza, il 34% in più di coppia e  il 20% in meno di emissioni di CO2
(solo 86 g/km). Secondo i dati diffusi da Fiat con 10 euro di metano
quest'auto percorre 340 chilometri. Inoltre, grazie ai serbatoi allocati sotto
il pianale, la nuova Panda a metano mantiene invariata la capacità del bagagliaio
rispetto alle versioni a benzina o a gasolio.
"Anche al Salone di Parigi - commenta Dante Natali, presidente
dell'Osservatorio Metanauto e di Federmetano - le auto a metano
riscuotono le attenzioni di stampa, addetti ai lavori e pubblico. In particolare i
due nuovi modelli presentati in anteprima, la nuova Mercedes-Benz Classe B e la
nuova Fiat Panda, dimostrano che oggi le auto a metano possono offrire lo stesso
livello di prestazioni e comfort di quelle alimentate a benzina o a gasolio,
mantenendo allo stesso tempo un importante vantaggio sia in termini di consumi (e
quindi di risparmio nella spesa per il carburante) sia in termini di minori
emissioni nocive".

Più di 100 anteprime al Salone di Parigi

Conto alla rovescia per il Salone dell’Auto di Parigi, che prenderà il via giovedì prossimo, 27 settembre, con la due giorni dedicata alla stampa, per poi aprire al pubblico da sabato 29 fino al 14 ottobre.

Oltre 100 le anteprime mondiali di scena al Salone. Una risposta positiva alla crisi che morde il settore. Il mercato europeo, infatti, ha fatto registrare un -6,6% nei primi otto mesi dell’anno. Situazione che potrebbe anche peggiorare in questo ultimo scorcio di 2012. Come contrattacco l’industria dell’auto lancia vetture compatte e funzionali, con motori eco e prezzi abbordabili.

Grande attesa per il Gruppo Fiat, al centro di una nuova crisi di rapporti con le Istituzioni e la madrepatria Italia stessa. A Parigi debutta la terza generazione della Panda 4×4, in anteprima mondiale. Esordio con il pubblico anche per la 500L.

La nuova 500L

Il lusso invece porta il nome Ferrari, che porta in dote un’intera gamma di nuova generazione. Sul fronte supercar si attendono anche le novità targate Maserati e Lamborghini. Ma la vera onda d’urto del Salone sarà quella dei “piccoli suv”, prodotti, tra gli altri, da Peugeot, Opel, Ford, Suzuki e Citroen.

Fiat fa il pieno in Brasile: 14mila veicoli al giorno

Fiat vola in Brasile

Decolla il mercato dell’auto in Brasile, grazie agli incentivi fiscali approvati dalla “presidenta” Dilma Rousseff per far fronte alla crisi mondiale. E il gruppo Fiat/Chrysler ne approfitta.

”Come altre aree strategiche dell’economia nazionale – dichiara il presidente del gruppo in area latinoamericana Cledorvino Belini -  l’industria automobilistica ha meritato una politica di incentivo che stimola allo stesso tempo il consumo e l’innovazione. Come conseguenza i consumatori sono ritornati nelle concessionarie e i numeri hanno iniziato a reagire. Il mercato in effetti sta crescendo persino in relazione ai dati del 2011 che è stato un anno record”. I provvedimenti varati dal governo brasiliano comprendono, oltre ad una liberazione del credito, la storica riduzione del tasso d’interesse base del Brasile all’8,5% annuo, e la riduzione dell’imposta sui prodotti industrializzati (Ipi) fra i mesi di maggio e agosto 2012. Fino al 12 giugno il mercato brasiliano aveva registrato l’acquisto di 104mila veicoli al mese con una media diaria di 14.827 vetture, oltre mille in più al giorno rispetto all’anno scorso. La Fiat è sempre leader di mercato in Brasile da quasi 11 anni con una quota del 22,1%. “Il Brasile è ora il quarto maggiore mercato automotive mondiale – conclude Belini – Il settore rappresenta il 23% del Pil brasiliano”.

Mercato auto, vendite a picco in Europa

Ancora in calo le immatricolazioni

Ancora in calo le vendite di auto in Europa. A marzo il mercato ha subito una flessione del 6,6% nei 27 Paesi Ue più quelli Efta: 1.499.380 unità contro le 1.605.835 registrate un anno fa. Secondo i dati elaborati dall’Acea, l’Associazione che riunisce le case costruttrici presenti nel Vecchio Continente, nel primo trimestre le vendite sono scese complessivamente del 7,3% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Sensibile il calo registrato da Fiat Group Automobiles (-25,8% a marzo, -20% nel trimestre). Ristretta anche la quota di mercato del Gruppo, passato dal 7,4% al 6,3% nel trimestre. Un calo “condizionato dallo sciopero dei servizi di autotrasporto vetture in Italia che ha comportato la chiusura momentanea degli stabilimenti”, precisa Fiat aggiungendo che “sono circa 12mila le immatricolazioni perse sul mercato europeo, che verranno parzialmente recuperate nei prossimi mesi”. Prosegue però la tendenza positiva per le vendite di Jeep (+56,5%), mentre “Fiat Panda e 500 si confermano le vetture più vendute del segmento A”.

Bisarche nel mirino del Governo

Continua la mobilitazione

Il Governo si mobilita nella vicenda dello sciopero delle bisarche. “Il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Guido Improta – si legge in una nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – sta seguendo con particolare attenzione gli sviluppi degli incontri tra le imprese della filiera logistica finalizzati a individuare possibili soluzioni alle problematiche che affliggono, da alcune settimane, il settore automotive”.

“Nell’apprezzare il tentativo che le imprese stanno compiendo in queste ore per pervenire nel breve periodo ad una soluzione condivisa e sostenibile – prosegue la nota – Improta auspica il ripristino immediato delle normali attività, anche al fine di tutelare gli interessi pubblici e la valenza economica dell’industria automobilistica”.

Concessionari, appello al Governo. “In ginocchio per le bisarche”

Continua lo stop delle bisarche

“Da più di un mese assistiamo impotenti alla paralisi produttiva e distributiva del sistema auto provocata dallo sciopero delle bisarche e al silenzio assordante del Governo”. Con queste parole Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, commenta il blocco dell’autotrasporto delle automobili. “Una situazione insopportabile”, dichiara Bernacchi. E torna a chiedere, in nome dei concessionari di autoveicoli di tutti i marchi commercializzati in Italia, misure immediate volte a ripristinare la normalità e “a scongiurare ulteriori danni per i concessionari”, che già si trovano “oltre il limite della sopravvivenza”.

Rinnova l’appello al Governo Piero Carlomagno, presidente dell’Unione concessionari del Gruppo Fiat: “Abbiamo accumulato un ritardo medio sulle consegne di 30 giorni. E – aggiunge – poiché per raggiungere gli obiettivi di febbraio abbiamo targato migliaia di vetture anticipando noi i soldi dei clienti, ma le vetture non sono consegnate, le reti di distribuzione si trovano a credito di un sacco di milioni di euro e ad essere, oltretutto, in forte crisi di liquidità”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner