Articoli marcati con tag ‘freight leaders club’

Smart Mobility World, Malvestio: “L’eCommerce sta cambiando la logistica. Al via uno studio su questo tema”

“La logistica deve adeguarsi ai grandi cambiamenti in atto: uno di questi è l’eCommerce. In questo panorama, la city logistics assume un’importanza particolare, ma tutta la catena logistica deve riorganizzarsi. Si tratta di grandi cambiamenti che il Freight Leaders Council ha deciso di approfondire nel prossimo lavoro. Dopo il Quaderno #25 sulla sostenibilità del trasporto e della logistica, sono partiti i tavoli preparatori per il Quaderno #26 sulla logistica e l’eCommerce che vedrà la luce a metà del 2017”. E’ quanto ha annunciato Antonio Malvestio, Presidente del Freight Leaders Council, l’associazione che riunisce i maggiori players della logistica nazionale, allo Smart Mobility World nell’ambito della tavola rotonda “I mille volti della logistica dell’ultimo miglio”.

L’associazione ha deciso di avviare un lavoro corale che porterà tutti i soci a contribuire, secondo la propria esperienza, ed esplorare i molti cambiamenti in atto nel mondo della logistica provenienti dalla mutata domanda di mobilità dalle merci, dovuta all’incremento delle vendite online. La pubblicazione cercherà di mettere in luce l’evoluzione rispetto all’organizzazione industriale-lavorativa, dei magazzini, dei veicoli e i numerosi risvolti di questo trend. “Si tratta di un argomento relativamente nuovo – continua Malvestio – di grande interesse per i nostri soci e per tutto il mondo dei trasporti, non del tutto slegato da quello affrontato nell’ultimo lavoro: sostenibilità ambientale ed eCommerce sono le due sfide che la logistica dovrà affrontare nel prossimo futuro”.

Oil&nonoil, Malvestio: “Emergenza CO2: un piano incentivi l’uso del GNL e biocarburanti nel trasporto merci”

Lanciare un piano nazionale per i combustibili a ridotto impatto ambientale che inventivi l’uso del GNL e dei combustibili bio. La logistica e il trasporto delle merci non possono più attendere: la sostenibilità ambientale deve diventare la priorità, altrimenti tra il 2020 e il 2030 saranno responsabili del più del 50% delle emissioni di CO2. E’ la proposta avanzata da Antonio Malvestio, Presidente del Freight Leaders Council, l’associazione che raggruppa i maggiori operatori della logistica in Italia, durante il suo intervento al convegno “Contributo ambientale ed economico del GNL nel trasporto merci e persone” che si è tenuto oggi nell’ambito della manifestazione Oil&nonoil a Verona Fiera.

L’indicazione è contenuta anche nel Quaderno #25 sulla sostenibilità del trasporto e della logistica che l’associazione ha presentato lo scorso giugno (scaricabile dal sito www.freightleaders.org). “I produttori di veicoli pesanti – ha continuato Malvestio – già presentano in gamma modelli alimentati a GNL. Anche la rete di distribuzione è in via di sviluppo. Si tratta di un’alternativa già esistente ed ampiamente esplorata in altri paesi europei. Anche i biocarburanti, di cui l’Italia è uno dei maggiori produttori in Europa (e anche esportatore) è una tecnologia già pronta, adattabile alla maggior parte dei motori in circolazione. Si tratta di “incentivare” il salto verso queste scelte e lavorare sulla rete di distribuzione”.

Secondo il FLC, il GNL andrebbe sostenuto attraverso un piano che congeli il livello di tassazione su un periodo di 5 anni per consentire la pianificazione degli investimenti. Parallelamente si dovrebbe avviare lo sviluppo dei biocarburanti, una tecnologia che già esiste e che non richiede quasi mai la sostituzione dei motori in circolazione.

Autotrasporto 4.0, Malvestio: “La scelta della sostenibilità non è più rimandabile. Il trasporto abbandoni i carburanti fossili”

La logistica non ha scelta: deve abbandonare i combustibili fossili. Occorre una rivoluzione urgente a favore dei carburanti bio”. E’ questo il messaggio lanciato da Antonio Malvestio, presidente del Freight Leaders Council, nell’ambito del convegno “Autotrasporto 4.0”, che si è svolto oggi presso l’Auditoriun Mercedes Benz di Milano, organizzato da Dekra Italia in collaborazione con la Liuc Università Cattaneo e il Freight Leaders Council (con il patrocinio dell’Albo degli Autotrasportatori, MIT).

Malvestio ha delineato l’aspetto più importante che il mondo della logistica e dell’autotrasporto si troverà ad affrontare in un futuro molto prossimo, anticipando un tema ampiamente trattato nel lavoro che il FLC sta ultimando: il Quaderno #25 sulla sostenibilità del trasporto che verrà presentato ufficialmente nelle prossime settimane.

“E’ necessario accelerare l’eliminazione dei combustibili fossili che utilizzano l’ossigeno producendo un eccesso di Co2 – ha detto il presidente del FLC – Abbiamo però un importante vincolo: i carburanti bio devono essere compatibili con i motori esistenti. Oppure realisticamente la conversione  non sarà possibile”. Qual è la soluzione? “Occorre seguire due strade parallele: passare a combustibili con minor impatto ambientale, massimizzando per esempio l’uso di LNG, e accelerare la disponibilità di combustibili bio compatibili con i motori esistenti. Bisogna creare una vera e propria ossessione per agire rapidamente”.

Nel futuro dell’autotrasporto dovrebbe esserci anche semplificazione normativa che porti a un riassetto del mercato nel segno di una maggiore competitività. Questo il tema affrontato dalla Vicepresidente del Freight Leaders Council, Clara Ricozzi, intervenuta durante la tavola rotonda sempre nell’ambito dello stesso evento. “L’esigenza, ritenuta basilare dallo stesso Comitato Centrale dell’Albo, di dar vita ad un vero e proprio Codice dell’autotrasporto – ha spiegato Ricozzi, anche Presidente del Gruppo di Lavoro per la semplificazione normativa – non deve trasformarsi in un’occasione persa: non può essere solo assemblaggio, armonizzazione e razionalizzazione delle norme vigenti,  ma deve mirare ad un assetto del mercato trasparente e rispettoso delle regole della concorrenza leale, insieme con una maggiore spinta alla terziarizzazione delle operazioni di trasporto e di logistica. Occorre quindi un processo equilibrato, nel quale ciascun attore faccia valere i propri interessi, ma sia anche pronto alle mediazioni necessarie per un obiettivo da tutti condiviso”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner