Articoli marcati con tag ‘FS’

Liguria: partono oggi i treni del mare tra la Lombardia e la riviera ligure

Saranno otto i collegamenti, effettuati nei giorni festivi, che fino al 7 settembre collegheranno Milano, Bergamo, Lecco e Gallarate alle riviere liguri di levante e di ponente.

I Bergamo – Ventimiglia circoleranno anche il sabato e il collegamento, iniziato già il 28 giugno, sarà attivo fino al 30 agosto.

Una collaborazione tra Trenitalia, Trenord, Regione Lombardia e Regione Liguria, per offrire ai viaggiatori 10.000 posti nei weekend.

I treni sono accessibili con tutti i biglietti delle regioni Lombardia e Liguria, oltre che con i consueti biglietti di Trenitalia a tariffa sovraregionale.

Nel dettaglio, gli otto treni partiranno:

- alle 6.42 da Porta Garibaldi con arrivo alle 11.27 a Ventimiglia;
- alle 7.16 da Gallarate e arrivo ad Albenga alle 11.29;
- alle 7.37 da Lecco e arrivo alle 11.32 a Sestri Levante;
- alle 7.16 da Bergamo e arrivo a Ventimiglia alle 12.27:
- alle 17.37 da Ventimiglia e arrivo a Milano Porta Garibaldi alle 22.23;
- alle 17.25 da Albenga e arrivo a Gallarate alle 21.44;
- alle 17.29 da Monterosso e arrivo a Lecco alle 21.36;
- alle 18.16 da Ventimiglia e arrivo a Bergamo alle 23.26.

EIRE, FS Italiane: l’Alta Velocità e i nuovi rapporti tra le città metropolitane

Capire come l’attivazione dell’Alta Velocità in Italia ha modificato il rapporto tra le città, in particolare quelle metropolitane, e i loro territori: questo l’obiettivo del convegno organizzato oggi da FS Italiane nell’ambito di EIRE, la fiera internazionale del Real Estate.

Michele Mario Elia, AD di FS Italiane, ha aperto i lavori della tavola rotonda dal titolo Istituzione Città Metropolitana. La funzione connettiva dell’Alta Velocità: nodi di interscambio, sottolineando il ruolo e l’importanza che il sistema AV ha oggi nella mobilità del Paese. Il network AV/AC Torino – Milano – Bologna – Firenze – Roma – Napoli – Salerno, completato nel 2009, ha avviato una profonda trasformazione nel settore dei trasporti pubblici, una rivoluzione della mobilità italiana che ha dato un nuovo passo alla vita culturale e sociale del Paese, trasformando le principali città in quartieri di un’unica, grande metropoli. Un’opera che ha avuto un grosso impatto anche sullo sviluppo urbanistico e immobiliare delle città raggiunte, trasformando le abitudini di viaggio e di vita degli italiani.
Durante il convegno sono intervenuti Alberto Cavalli, Assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Lombardia, Stefano Lo Russo, rappresentante dell’ANCI, Paolo Desideri (UniRoma 3, progettista della stazione Roma Tiburtina AV), Ennio Cascetta (Università Federico II, Napoli) e Oliviero Baccelli (CERTeT Bocconi). A coordinare i lavori, Carlo De Vito, AD di FS Sistemi Urbani.
I relatori, ognuno dal proprio punto di vista, hanno sottolineato quanto le stazioni siano diventate di fatto punti strategici fondamentali e come le aree in cui gli scali ferroviari si trovano abbiano acquisito sempre più rilevanza nell’organizzazione della vita delle città. Hanno poi messo in risalto i vari benefici dell’AV per la collettività, come la diminuzione dei tempi di viaggio, la creazione di nuova domanda di trasporto, anche da parte dei turisti stranieri, la diminuzione dei costi medi per passeggero del 30%, l’incremento del valore delle aree immobiliari intorno alle stazioni, e non ultimo il risparmio per l’ambiente in termini di CO2.
L’appuntamento di oggi è uno dei più significativi organizzati nell’ambito di EIRE, dove FS Italiane ha presentato anche la propria rete di sviluppo immobiliare: 4 milioni di metri quadri di aree e spazi di diverse tipologie, in vendita o affittabili, su tutto il territorio nazionale.
L’offerta di FS Italiane, proposta al mercato attraverso le Società FS Sistemi Urbani e Ferservizi, si contraddistingue per la dislocazione capillare delle aree in vendita e degli spazi commerciali da allocare, dal Nord al Sud, isole comprese. A caratterizzare l’offerta anche la centralità di tali aree nelle città, grazie alla vicinanza con le stazioni ferroviarie e il pregio intrinseco di far parte di un tessuto urbano già esistente, che non obbliga, quindi, a consumare nuovo suolo.
Nello stand di FS Italiane sono presentati i più importanti progetti immobiliari che il Gruppo ha oggi in corso, attraverso FS Sistemi Urbani, con una particolare attenzione alle città metropolitane che si stanno costituendo: Genova, Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Reggio Calabria.
Le offerte spaziano dalla vendita dei lotti adiacenti la stazione di Roma Tiburtina AV alla disponibilità di aree e immobili al centro di Torino; dai quasi 100mila m2 destinati a edilizia residenziale e social housing di Bologna Ravone al piano di recupero per le aree ferroviarie vicine al Nuovo Parco della Musica a Firenze Porta al Prato; dalla riqualificazione delle aree adiacenti la stazione di Venezia Mestre al nuovo sviluppo delle aree nell’ambito della stazione di Napoli Centrale.
Presente ad EIRE anche la Fondazione FS Italiane, con l’affitto degli spazi del Museo Ferroviario di Pietrarsa: locomotori e carrozze d’epoca possono infatti diventare uno scenario d’eccellenza per eventi e manifestazioni.

FS Italiane espone offerte immobiliari a EIRE 2014

FS Italiane presenta la propria rete di sviluppo immobiliare: 4 milioni di metri quadri di aree e spazi di diverse tipologie, in vendita o affittabili, su tutto il territorio nazionale.
Queste le caratteristiche principali del patrimonio immobiliare che il Gruppo FS Italiane, attraverso le Società FS Sistemi Urbani e Ferservizi, propone al mercato nazionale e internazionale nell’edizione 2014 di Expo Italia Real Estate (EIRE), a Milano dal 24 al 26 giugno 2014.
L’offerta si contraddistingue per la dislocazione capillare delle aree in vendita e degli spazi commerciali da allocare, dal Nord al Sud, isole comprese. A caratterizzare l’offerta anche la centralità di tali aree nelle città, grazie alla vicinanza con le stazioni ferroviarie e il pregio intrinseco di far parte di un tessuto urbano già esistente, che non obbliga, quindi, a consumare nuovo suolo.
Nello stand di FS Italiane saranno presentati i più importanti progetti immobiliari che il Gruppo ha oggi in corso, attraverso FS Sistemi Urbani, con una particolare attenzione alle città metropolitane che si stanno costituendo: Genova, Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Reggio Calabria.
Le offerte spaziano dalla vendita dei lotti adiacenti la stazione di Roma Tiburtina AV alla disponibilità di aree e immobili al centro di Torino; dai quasi 100mila m2 destinati a edilizia residenziale e social housing di Bologna Ravone al piano di recupero per le aree ferroviarie vicine al Nuovo Parco della Musica a Firenze Porta al Prato; dalla riqualificazione delle aree adiacenti la stazione di Venezia Mestre al nuovo sviluppo delle aree nell’ambito della stazione di Napoli Centrale.
Sarà presente anche la Fondazione FS Italiane, con l’affitto degli spazi del Museo Ferroviario di Pietrarsa: locomotori e carrozze d’epoca possono infatti diventare uno scenario d’eccellenza per eventi e manifestazioni.
Domani 24 giugno, inoltre, FS Sistemi Urbani promuoverà, sempre nella cornice dell’EIRE, un convegno dal titolo “Istituzione Città Metropolitana. La funzione connettiva dell’Alta Velocità: nodi di interscambio”. Sarà presente l’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia, mentre Carlo De Vito, amministratore delegato di FS Sistemi Urbani, coordinerà l’evento. Obiettivo del convegno sarà capire come l’attivazione dell’Alta Velocità in Italia ha modificato il rapporto tra le città, in particolare quelle metropolitane, e i territori: le stazioni sono diventate di fatto punti strategici fondamentali e le aree in cui gli scali ferroviari si trovano acquisiscono sempre più rilevanza nell’organizzazione della vita delle città.

Bologna: partono i lavori di riqualificazione via de’ Carracci

Prenderanno il via mercoledì 25 giugno i lavori di riqualificazione definitiva di via de’ Carracci.
L’intervento, progettato da Italferr (Gruppo FS Italiane) per conto di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), è stato condiviso con il Comune di Bologna e darà un nuovo e definitivo assetto alla strada cittadina che, in questi anni, ha subìto i disagi maggiori per i lavori di realizzazione della stazione AV di Bologna, e che oggi rappresenta un’importante porta di accesso al nuovo terminal sotterraneo e al centro storico della città.

Il progetto, prevede in particolare:
• il completamento dell’intero fronte della nuova stazione con: rimozione delle barriere antirumore, realizzazione di un nuovo marciapiede, installazione di una pensilina nel tratto compreso tra l’incrocio con via Matteotti e l’atrio della stazione e in direzione di via Fioravanti, sistemazione esterna di tutti gli accessi alla stazione;
• la realizzazione di una nuova pista ciclabile bidirezionale sul lato nord di via de’ Carracci, opposto al fronte stazione;
• la creazione di una nuova piazza pubblica, in parte a gradonata, all’angolo fra via de’ Carracci e il ponte Matteotti;
• lavori di rinnovo di tratti di condotte fognarie, di rifacimento del manto stradale e di adeguamento della segnaletica.

I lavori saranno suddivisi in quattro fasi:
prima fase: da mercoledì 25 giugno a venerdì 1 agosto – chiusura del tratto compreso fra via Matteotti e via dell’Arca – incrocio escluso. Mappa delle modifiche alla viabilità.
seconda fase: da lunedì 4 agosto a lunedì 11 agosto: chiusura di parte dell’incrocio fra via de’ Carracci e via Fioravanti. Mappa delle modifiche alla viabilità.
terza fase: da martedì 12 agosto a giovedì 11 settembre – chiusura del tratto compreso fra via dell’Arca e via Fioravanti – metà incrocio escluso. Mappa delle modifiche alla viabilità.
quarta fase: da venerdì 12 settembre a giovedì 16 ottobre – chiusura del tratto compreso fra via Fioravanti e il passaggio a livello su via de’ Carracci. Mappa delle modifiche alla viabilità.

Durante tutta la durata dei lavori:
• l’accesso pedonale ai civici di Via de’ Carracci, prospicienti il cantiere, sarà garantito attraverso l’attuale marciapiede nord;
• sarà sempre disponibile l’accesso pedonale all’atrio Carracci della stazione, che garantirà l’attuale collegamento diretto con Piazza delle Medaglie d’Oro e con i binari sotterranei e di superficie;
• la realizzazione dei lavori secondo le quattro fasi sopra descritte comporterà l’inibizione della circolazione stradale lungo i tratti di via de’ Carracci di volta in volta interessati dai lavori stessi. Pertanto l’avvicinamento all’atrio Carracci mediante auto, taxi, veicoli NCC e bus sarà impedito. A coloro che avranno necessità di raggiungere o allontanarsi dalla stazione con tali mezzi si consiglia l’ingresso da Piazza delle Medaglie d’Oro;
• il servizio di assistenza ai viaggiatori a mobilità ridotta, in arrivo o in partenza dalla stazione di Bologna, sarà garantito dalla Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana con le consuete modalità e gli attuali punti di ritrovo – Sala Blu, atrio partenze o arrivi su Piazza delle Medaglie d’Oro e atrio Carracci – fermo restando per quest’ultimo le già citate limitazioni di accesso con auto;
• ai residenti dei civici interclusi dal cantiere sarà garantita la possibilità di sosta gratuita presso il nuovo parcheggio a servizio della stazione di Bologna Centrale (con ingresso da via Matteotti); gli aventi diritto, individuati attraverso gli amministratori dei condomini interessati, sono stati già contattati. Per eventuali informazioni rivolgersi a Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. – via Matteotti 5 40129 Bologna (BO).

Grandi Stazioni: via alla fase 2 dei lavori a Roma Termini

Grandi Stazioni, la società del Gruppo FS Italiane che gestisce, riqualifica e valorizza le 14 principali stazioni ferroviarie nazionali, inaugura la seconda fase degli interventi di restyling e di ampliamento degli spazi destinati ai servizi della stazione di Roma Termini.
Per consentire l’avanzamento del cantiere, nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 giugno, l’area interessata dai lavori si sposterà e coinvolgerà la zona davanti ai binari dall’11 al 22.
Le attività consentiranno di ampliare l’area di attesa dei viaggiatori antistante ai binari, grazie a un arretramento della testa dei binari stessi, e a costruire un nuovo piano ammezzato dedicato ai servizi. Gli interventi renderanno ancora più moderna e funzionale la stazione più grande del Paese.
Lo spostamento dell’area di cantiere determinerà la chiusura di uno dei blocchi scale di accesso al piano interrato della stazione.
E’ stata predisposta opportuna segnaletica per l’indirizzamento dei flussi che sarà supportata anche da annunci sonori all’interno di stazione e a bordo treno.

La nuova fase dei lavori rientra nel progetto di potenziamento delle infrastrutture che Grandi Stazioni ha pianificato, insieme a RFI, per un investimento finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, e in parte da Grandi Stazioni, di circa 100 milioni di euro, compreso il parcheggio multipiano sui binari per 1400 posti auto, con l’obiettivo di consegnare, agli oltre 150 milioni di cittadini e turisti che ogni anno animano Roma Termini, una stazione ancora più accogliente con aree di attesa più ampie e servizi al viaggiatore più accoglienti.

Linea Cassino – Frosinone – Roma: presentato il nuovo treno Vivalto per i pendolari del Lazio

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’AD di Trenitalia, Vincenzo Soprano, hanno presentato oggi nella stazione di Cassino un nuovo treno Vivalto operativo da domani, giovedì 19 giugno, sulla tratta FL6 (Roma Termini – Frosinone – Cassino).
Il nuovissimo treno Vivalto migliorerà l’efficienza del servizio per le migliaia di pendolari che utilizzano la linea che dal comune in provincia di Frosinone, e dai comuni limitrofi, arriva nella Capitale passando per il capoluogo di provincia. Si tratta di una linea strategica per la mobilità su ferro del Lazio e per tantissimi viaggiatori che quotidianamente raggiungono Roma.
Presenti alla cerimonia di consegna anche l’Assessore regionale alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita, e il Sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone. Alla stazione di Cassino sarà attiva, inoltre, una nuovissima Platea di lavaggio, i cui lavori di ammodernamento e di ampliamento sono costati a Trenitalia circa 300mila euro, all’interno della quale lavoreranno 25 unità di personale dei servizi di pulizia.

Si tratta di una struttura che consentirà 25 interventi di pulizia al giorno, compreso il lavaggio esterno di almeno tre treni al giorno e la rimozione dei graffiti (fenomeno molto diffuso malgrado le azioni di prevenzione di Trenitalia), garantendo convogli più puliti per i pendolari della FL6.

Nei mesi scorsi Regione Lazio e Trenitalia hanno siglato un accordo che modifica la convenzione attuativa del Contratto di Servizio certificando lo sblocco e la disponibilità di 35 milioni di euro di fondi regionali che consentiranno di completare l’acquisto dei 26 treni.

Dei 26 nuovi treni previsti per i pendolari del Lazio ne sono stati consegnati nove, di cui tre dallo scorso mese di luglio 2013. Il decimo treno è in arrivo tra un mese e via via proseguiranno le consegne dei convogli fino al completamento della nuova flotta, entro i primi mesi del 2015.

Il nuovissimo treno Vivalto, composto da 6 carrozze di cui una semipilota, ha una capacità di trasporto di circa 1.000 passeggeri, di cui 700 seduti, ed è dotato di impianto di climatizzazione, di monitor per la diffusione di video informativi, di videosorveglianza a circuito chiuso, di zona attrezzata per i disabili e di un’area polifunzionale attrezzata anche per il trasporto delle biciclette.

Oggi per noi la Regione Lazio è un cliente importantissimo ed anche affidabile nei pagamenti. Il che significa che con serietà possiamo investire, perché ci confrontiamo con un cliente affidabile. Quindi lo sforzo dell’Amministrazione di mettere i conti in ordine è quello che consente l’ acquisto di nuovi
treni
, ha affermato l’AD di Trenitalia Vincenzo Soprano.

Questo treno
– ha proseguito Soprano – deriva dal piano investimenti reso possibile dal contratto che Trenitalia ha sottoscritto con la regione Lazio. Tutti questi investimenti non hanno avuto un euro di sovvenzione pubblica. Trenitalia ha preso soldi a debito presso le  banche e, grazie ai flussi che vengono da questo contratto, a proprie spese, ha potuto acquistare questo treno che è uno dei 26 totali che stiamo consegnando alla regione Lazio, la quale ha messo risorse proprie al di là del contratto, specifiche per l’acquisto di questi treni. Il nostro impegno è il rispetto del contratto. E’ questo tipo di collaborazione – ha concluso l’AD di Trenitalia – a poter dare tali risultati.

FS Italiane, disponibilità ad accogliere temporaneamente a Milano Farini profughi siriani

Il Gruppo FS Italiane, nel corso del sopralluogo effettuato questa mattina con i funzionari della Prefettura di Milano, ha dato ampia disponibilità ad accogliere provvisoriamente in alcuni locali dei fabbricati dell’ex scalo Milano Farini, non più utilizzato per le attività ferroviarie, i profughi siriani che attualmente si trovano a Milano Centrale.
Una sistemazione temporanea che il Gruppo FS Italiane, nella necessità di dover contemperare da un lato le giuste esigenze dei viaggiatori e dall’altro il suo forte radicamento territoriale e sociale, si sente in grado di poter mettere a disposizione per questa urgenza umanitaria, in attesa che le Autorità preposte, le Istituzioni nazionali e locali e le Prefetture individuino una soluzione definitiva e più adatta alle esigenze di carattere umanitario e sanitario per un fenomeno di questa portata.

Calabria, servizi ferroviari regionali: precisazioni Trenitalia

La notizia della prossima riduzione di servizi ferroviari regionali diffusa negli ultimi giorni dalla stampa locale contiene grossolane inesattezze, addebitando erroneamente la decisione a Trenitalia.
In realtà, come dovrebbe essere noto a tutti, e in particolare agli amministratori pubblici, non spetta a Trenitalia bensì alla Regione, in qualità di committente e finanziatore del servizio, decidere il volume e le caratteristiche dei treni regionali da effettuare.
Si tratta di competenze attribuite dal legislatore alle Regioni ormai da oltre un decennio.
Al fornitore, Trenitalia, spetta rispettare quanto stabilito nel Contratto di Servizio con la Regione.
La Calabria, a causa di una minore disponibilità di risorse economiche, con deliberazione di giunta n. 124 dell’8 aprile 2014, ha stabilito “l’adeguamento dei programmi di esercizio dei servizi affidati a Trenitalia, con riduzioni dei servizi sulle linee a più bassa domanda servita”.
Pertanto, sulla base delle indicazioni della Regione Calabria, Trenitalia ha predisposto un piano di riorganizzazione dell’offerta ferroviaria regionale, tenendo conto - in particolare – del livello di frequentazione rilevato su ciascuna linea.
Tra le linee oggetto di riorganizzazione rientra anche la tratta Catanzaro Lido-Lamezia Terme, sulla quale il servizio ferroviario sospeso sino a dicembre prossimo, sarà sostituito per alcuni collegamenti da bus.
Il piano, approvato dalla Regione stessa, sarà attuato con l’avvio del nuovo orario, in vigore da domenica 15 giugno.

FS ITALIANE, MARCHE: IL PREFETTO DI ANCONA IN VISITA AGLI IMPIANTI DI RFI E TRENITALIA

Un ospite d’eccezione, quest’oggi, agli impianti ferroviari di Ancona. Si tratta di S.E. Alfonso Pironti, Prefetto della città dorica, che ha visitato le rinnovate strutture della stazione Centrale – dai nuovi marciapiedi al sottopasso sud, dal Piazzale Ovest alla Sala Blu di assistenza ai disabili – apprezzandone estetica, funzionalità e accoglienza. A far da cicerone all’illustre ospite Luciano Frittelli, Direttore Territoriale Produzione Marche – Umbria – Abruzzo di Rete Ferroviaria Italiana, che ha anche illustrato i dettagli dell’intervento che sta cambiando il cuore della stazione, cioè il nuovo ACC, che trasformerà la stazione da elettromeccanica in elettronica. Seconda tappa di questa full immersion nel mondo ferroviario la Direzione Regionale Marche di Trenitalia, dove il direttore Danilo Antolini ha potuto illustrare numeri e caratteristiche principali del servizio che quotidianamente viene svolto sui binari delle Marche. A chiudere la mattinata la visita alle Officine Trenitalia dell’Impianto Manutenzione Corrente di Ancona, una realtà produttiva che attraverso il lavoro di circa 200 addetti effettua la manutenzione di 250 carrozze, 50 locomotori elettrici E464, 12 elettrotreni (tra i quali i nuovissimi Jazz) e 24 complessi diesel. Comunicato Stampa

Salerno: con l’orario estivo sospesi i collegamenti ferroviari con Nocera (via Cava de’ Tirreni) e Mercato San Severino

Per consentire al Comune di Salerno importanti interventi di riqualificazione urbana, da domenica 15 giugno e fino a sabato 13 settembre sarà modificato il programma di circolazione sulle linee che collegano Salerno a Nocera Inferiore (via Cava de’ Tirreni) e Mercato San Severino.
In accordo con lo stesso Comune e con la Regione Campania, per garantire la mobilità durante il periodo dei lavori saranno attivati servizi sostitutivi su gomma.
Gli autobus arriveranno e partiranno dai piazzali antistanti le stazioni o dai punti di fermata più vicini, in relazione alle condizioni di spazio delle aree circostanti.
Per le modifiche e i dettagli, clicca qui.
Le locandine informative, brochure e pieghevoli con tutte le indicazioni (anche in lingua inglese) utili a individuare con esattezza orari, percorsi e fermate dei bus sostitutivi, completi di piantine esplicative sono disponibili anche nelle stazioni, biglietterie, uffici assistenza e punti vendita. Oltre che su queste pagine, inoltre, informazioni dettagliate sono disponibili anche sugli altri canali on line delle società del Gruppo FS Italiane (Trenitalia e RFI) e su fsnews radio.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner