Articoli marcati con tag ‘FS’

RFI: il piano antineve e gelo in funzione. Traffico regolare.

Traffico ferroviario regolare sulla rete ferroviaria nazionale nonostante l’ondata di maltempo che sta interessando la Penisola e in particolare le regioni del Nord, dove sono attivi i piani antineve e antigelo di Rete Ferroviaria Italiana. Sulla direttrice Milano-Bologna possibili riduzioni di velocità a 250 km/h a causa della nevicata in corso:

Questa la situazione nelle regioni interessate dal maltempo:

Liguria: neve sulla Torino/Milano-Genova tra Ronco ed Arquata

Triveneto: neve lungo la Udine-Tarvisio

Emilia Romagna: nevica lievemente nel nodo di Bologna e sulle direttrici Bologna-Piacenza e Bologna-Padova.

Rete Ferroviaria Italiana, Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, comunica che il servizio potrà ridursi qualora la situazione dovesse peggiorare oltre le normali condizioni di circolabilità, in base alle previsioni meteorologiche della Protezione Civile.

RFI invita a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso il sito web rfi.it e i mezzi di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it, FSNewsRadio e LaFreccia.tv dal sito web FSItaliane.it, e su twitter @Lefrecce e @FSnews_it.

Inaugurata la nuova stazione FS di Torino Porta Susa

A fare gli onori di casa il Sindaco del Comune di Torino Piero Fassino e i vertici del Gruppo FS Italiane, il Presidente Lamberto Cardia e l’Amministratore Delegato Mauro Moretti.

Durante la cerimonia è stata anche svelata, nella Galleria centrale, una stele con inciso il Decreto Fondamentale dell’8 febbraio 1848 alla base dello Statuto Albertino, promulgato da Carlo Alberto di Savoia. Al monarca sabaudo è dedicato il nuovo hub piemontese, per sottolineare il valore simbolico e il ruolo che la città di Torino ha avuto nell’Unità d’Italia.

Presenti il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo, il Ministro della Salute Renato Balduzzi, il Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, insieme con l’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana Michele Mario Elia.

A Torino Porta Susa AV crescono le modalità di accesso alla nuova stazione e viene attivato un nuovo collegamento diretto al piano della strada, dopo l’attivazione della fermata della metropolitana nel nuovo fabbricato e di diversi servizi ai viaggiatori.

Il nuovo hub AV piemontese ha ricevuto il premio Solare Europeo 2012 per la volta di copertura della stazione, realizzata con un sistema fotovoltaico che consente di recuperare parte del fabbisogno elettrico dell’intero corpo stazione. Il premio è stato assegnato dall’Associazione Eurosolar.

I livelli che nella stazione Torino Porta Susa AV ospitano le diverse modalità di trasporto (AV, treni regionali, metropolitana, taxi, auto, autobus, tram, moto e biciclette) sono connessi attraverso collegamenti pedonali che garantiscono la continuità con i percorsi urbani limitrofi. All’interno della Galleria urbana, le aree dei servizi dedicati ai viaggiatori e alla città sono ospitate in volumi trasparenti in acciaio e vetro e nei due livelli sottostanti ci sono parcheggi e locali tecnici.

L’architettura del progetto reinterpreta in chiave moderna le magnifiche gallerie urbane delle città italiane del XIX secolo e le hall ferroviarie delle stazioni ottocentesche.

Torino Porta Susa AV è uno spazio urbano in continuità con la città. Il nuovo terminal, che attraversa la città da Nord a Sud, rappresenta un’occasione per ricucire tessuti urbani divisi, da oltre 150 anni, dall’asse ferroviario e, al tempo stesso, per ridisegnare un settore in profonda trasformazione all’interno della Cinta Daziaria.

L’hub inaugurato oggi, progettato da Gruppo AREP (J.M. Duthilleul, E. Tricaud) – Silvio D’Ascia e Agostino Magnaghi, è una delle cinque nuove stazioni Alta Velocità pensate dai più importanti architetti internazionali: Roma Tiburtina (ABDR di Paolo Desideri), Bologna Centrale (Arata Isozaki), Firenze Belfiore (Foster e Arup) e Napoli Afragola (Zaha Hadid).

Le Ferrovie dello Stato Italiane si confermano così come principali promotori in Italia dell’architettura di qualità.

Trenitalia è pronta ad attivare il “Piano Neve e Gelo”

Trenitalia è pronta ad attivare il “Piano Neve e Gelo” in analogia a quanto già fatto in occasione delle ultime ondate di maltempo.

Il Piano prevede un programma di riduzione progressiva dei treni in circolazione, in stretta relazione all’andamento delle condizioni meteorologiche, oltre a specifiche misure tecniche e organizzative per garantire la regolarità del servizio ripianificato, preservare l’efficienza di locomotori e automotrici e il regolare funzionamento dei sistemi di sicurezza, delle porte di accesso alle vetture, degli impianti di riscaldamento.

La riduzione dell’offerta sarà attuata – in base a piani già predisposti in dettaglio – sulla base del continuo monitoraggio sia delle previsioni meteo e delle condizioni oggettive (quantità delle precipitazioni nevose, diminuzione delle temperature) sia dello stato di efficienza e disponibilità dell’infrastruttura (funzionalità di stazioni, scambi, binari, linea elettrica aerea), sulla base delle indicazioni di RFI, Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale.

Questa riduzione produrrà una rimodulazione dei flussi in transito sulle linee e nei nodi tale da assicurare la continuità della mobilità ferroviaria, unita a un’accettabile regolarità della circolazione. La rimodulazione dell’offerta sarà anche finalizzata a preservare un’ottimale efficienza della flotta, così da poter assicurare, a emergenza finita, una più rapida ripresa del regolare servizio.

Le variazioni a quanto previsto dall’orario ufficiale saranno tempestivamente comunicate ai clienti, utilizzando tutti i media del Gruppo FS (siti web trenitalia.com e fsnews.it, @LeFrecce; @Fsnews_it; e FSNewsRadio e LaFreccia.TV dal sito web fsitaliane.it), a cui si aggiungono i tradizionali canali delle biglietterie, degli Uffici di Assistenza di Trenitalia, dei tabelloni elettronici e delle locandine affisse nelle stazioni.

Dal 14 gennaio nuovo look per i biglietti FS Regionali

Dal prossimo 14 gennaio gli attuali tagliandi di corsa semplice a fasce saranno progressivamente sostituiti con biglietti caratterizzati da una grafica rinnovata e da numerosi sistemi anticontraffazione, fra cui la così detta calcografia con effetto OSI (Overt Security Image), un sistema che consente una verifica visiva e tattile del titolo di viaggio.

I nuovi biglietti andranno in affiancamento a quelli attualmente in circolazione, fino all’esaurimento delle scorte del vecchio formato.

Ancora atti vandalici ai danni dei treni regionali dell’Emilia Romagna.

All’alba del 3 gennaio scorso un gruppo di giovani, saliti sul Regionale 12000 partito da Pesaro e diretto a Ravenna con arrivo alle 6.02, hanno gravemente danneggiato 5 delle 8 vetture in composizione al treno, approfittando del convoglio quasi vuoto e dell’allontanamento del personale di bordo verso le vetture di testa occupate da alcuni passeggeri.
Ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria la dinamica del raid, probabilmente avvenuto fra le stazioni di Gatteo Mare e Ravenna. I risultati sono: 3 finestrini infranti, la distruzione di 4 porte interne, due estintori svuotati e alcuni arredi strappati.
La Polizia Ferroviaria, intervenuta nella stazione di Ravenna ha identificato sei giovani sui quali sono in corso accertamenti per stabilire se si tratta degli stessi autori della distruzione a bordo del treno. Trenitalia sporgerà denuncia.
Oltre al danno economico, pari a circa oltre 4.000 euro, quanto successo ha comportato la cancellazione di due importanti collegamenti pendolari, il Regionale 2984 in partenza alle 6.28 da Ravenna per Bologna e il R 2997 in partenza alle 7.54 da Bologna per Rimini. Inoltre, la riparazione dei danni comporterà un fermo del treno in officina di una vettura per almeno due giorni.
La Direzione Regionale di Trenitalia Emilia Romagna nel 2011 ha sostenuto una spesa di oltre 1 milione di euro per riparare i danni esterni e interni alle carrozze e ai locomotori.
L’incidenza economica e sociale degli atti vandalici (graffiti, rottura vetri e plafoniere, tagli e scritte ai sedili, scarico di estintori, ecc.) e di inciviltà (scarpe sui sedili, rifiuti abbandonati in treno, ecc.) è elevata e comporta grossi sprechi di tempo e di denaro, “rubati” alle attività migliorative del servizio.

Al via la cassa mutua integrativa per i ferrovieri

Tutti i ferrovieri usufruiranno, dal 1° gennaio, di un’assistenza sanitaria integrativa, prevista dal nuovo Contratto di lavoro. Fornitore dei servizi sarà la Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, vincitrice della gara europea, del valore di circa 5 milioni di euro, indetta dal Gruppo FS Italiane. La firma della Convenzione per l’esecuzione delle prestazioni, con la formale aggiudicazione, è avvenuta  fra il Direttore Centrale Risorse Umane e Organizzazione delle Ferrovie dello Stato Italiane, Domenico Braccialarghe, e il Presidente della Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, Giovanni Sica. L’innovativa forma di welfare aziendale, introdotta con il nuovo Contratto di lavoro siglato lo scorso luglio, coprirà i grandi interventi chirurgici e l’assistenza infermieristica domiciliare, le spese per la diagnostica e le terapie di alta specializzazione, alcune prestazioni odontoiatriche, il rimborso dei ticket. Ne beneficeranno circa 65 mila lavoratori, dipendenti dalle principali società del Gruppo FS Italiane: FS, Trenitalia, RFI, Ferservizi, Italferr, FS Sistemi Urbani e Italcertifer e “costituirà – come ha sottolineato Domenico Braccialarghe – soprattutto in questo particolare momento di crisi, un elemento di tranquillità in più per i nostri lavoratori.” La gara europea, indetta immediatamente dopo l’approvazione del nuovo contratto, si è conclusa in soli quattro mesi, rispettando così l’impegno contrattuale che prevedeva l’avvio dell’assistenza proprio a partire dal 1° gennaio 2013. Le prestazioni garantite dalla Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, sono risultate quelle qualitativamente migliori, tra le tre pervenute, rispetto a quanto previsto dal capitolato tecnico di gara.

Quasi esauriti i treni natalizi

Saranno quattro milioni gli italiani in viaggio con Trenitalia da oggi fino all’Epifania.

È in crescita nelle ultime ore il flusso di passeggeri nelle principali stazioni ferroviarie mentre si preannuncia il tutto esaurito per i treni e le Frecce Trenitalia di Natale che, dalle prime stime, vedono crescere del 10% i viaggiatori rispetto allo scorso anno.

Molto richiesti i biglietti Economy e Supereconomy e quelli legati alle ultime iniziative commerciali di Trenitalia, l’Andata e Ritorno in giornata sulle rotte medio-lunghe, e le riduzioni fino al 50% per i ragazzi fino a 15 anni.

Tutte le sale operative e i servizi di assistenza e di informazione ai clienti sono stati nell’occasione potenziati. Informazioni su servizi e offerte saranno diffusi dai new media del Gruppo FS Italiane: FSNews, La Freccia.TV e FSNews Radio, la radio di Ferrovie dello Stato Italiane che trasmette sul web, on air nei FrecciaClub di Trenitalia e in oltre 400 stazioni.





Le frecce e Berlucchi per degustare il natale

In prossimità delle festività natalizie torna, alla Stazione Termini di Roma, per il terzo anno consecutivo, l’iniziativa “Berlucchi
Wine Tasting”. Ancora per oggi, nella lounge del FRECCIAClub sarà possibile degustare due fra le migliori etichette
della Guido Berlucchi, azienda simbolo del made in Italy, che nel 1961 ha dato vita al Franciacorta.
Dalle ore 16 alle 20, un esperto sommelier accompagnerà i soci FRECCIAClub in un viaggio alla scoperta dei Franciacorta Guido Berlucchi.
In degustazione la Cuvée Imperiale Vintage 2006, millesimato di grande struttura e persistenza, e il Franciacorta DOCG Cuvée Imperiale Max Rosé, il primo metodo
classico rosé d’Italia che proprio quest’anno festeggia i 50 anni.
Un percorso olfattivo e gustativo con cui trascorrere il tempo in attesa delle Frecce AV Trenitalia, un’occasione per approfondire la storia e
le tecniche di produzione dei Franciacorta e apprendere le linee guida sugli abbinamenti wine & food più indicati.
Ma non è tutto. I clienti dell’Alta Velocità che partecipano alla degustazione riceveranno in omaggio un esclusivo grembiule brandizzato
Berlucchi e una brochure che racconta la storia di Berlucchi.

LIS e FS insieme per risparmiare

Quest’anno LIS premierà tutti i clienti che, fino al 3 marzo 2013, sceglieranno i
propri servizi, disponibili presso la rete vendita Lottomatica, con un buono sconto
Trenitalia che permetterà di acquistare sul sito
trenitalia.com<http://www.trenitalia.com> i biglietti per viaggiare su tutte le
Frecce AV con uno sconto di 10, 20 o 30 euro.
Per ottenere il premio basterà effettuare con Lottomatica Servizi almeno due
operazioni, come  pagare una bolletta, una multa o il bollo dell’auto/moto con LIS
PAGA; ricaricare il proprio cellulare o la propria tv digitale di almeno 50€ con LIS
CARICA; attivare una nuova carta prepagata Lottomaticard/Lottomaticard Easy o
ricaricare quella che si ha già di almeno 50€ con LIS CARD. L’offerta è comunque
valida per tutti i servizi in promozione il cui elenco è consultabile su
lispremia.it<http://www.lispremia.it>.

Basterà conservare le ricevute di pagamento e registrare i dati richiesti sul sito
della promozione all’indirizzo lispremia.it<http://www.lispremia.it>.
A seguito dell’iscrizione al sito, al cliente verrà aperta una pagina personale,
nella quale successivamente potrà visualizzare il buono sconto. Potrà così
acquistare il biglietto del treno su trenitalia.com<http://www.trenitalia.com>
utilizzando il codice ricevuto.
Più operazioni LIS si richiedono, più sconto è possibile ottenere: 2 operazioni
permetteranno di ottenere una riduzione di 10 euro sull’acquisto di un biglietto di
importo minimo di 40€; 4 operazioni comporteranno uno sconto di 20 euro
sull’acquisto di un biglietto di importo minimo di 60€ e 6 operazioni daranno
diritto a uno sconto di 30 euro sull’acquisto di un biglietto di importo minimo di
70€.

Inammissibile la class action sui treni notturni pedolari di Trenitalia

La Corte d’Appello di Roma ha rigettato il reclamo del Comitato Pendolari FR 8° Carrozza di Nettuno contro l’ordinanza con la quale il Tribunale di Roma, in data 20 settembre 2011, aveva dichiarato inammissibile la class action proposta nei confronti di Trenitalia e volta ad ottenere, tra l’altro, una carrozza in più sui treni della linea.

Secondo i giudici della Corte d’Appello di Roma, la richiesta di “esatto adempimento della prestazione del servizio” doveva essere rivolta alla Regione Lazio che, quale committente del servizio, ha il “potere di vigilare sull’esatta esecuzione del contratto” definito con Trenitalia per il trasporto ferroviario regionale.

La richiesta era comunque inammissibile, poiché la normativa di riferimento sulla class action ammette solo la misura (eventuale) del risarcimento del danno che, in ogni caso, non potrebbe superare il limite posto dalla legge speciale in materia di trasporto ferroviario, ossia il prezzo del biglietto.

Gli stessi giudici hanno ravvisato nella richiesta di class action altre ragioni d’inammissibilità, tra cui la non omogeneità delle singole posizioni degli appartenenti al Comitato, tale da pregiudicarne la costituzione in “classe”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

City Mobility Edition… la mostra

Mostra City Mobility all’interno del programma del PhotoFestival 2014 Istituto Italiano di Fotografia, via Enrico Caviglia 3 - tel 0258105598 dal 20 al 30 Maggio - opening il 20 maggio h 19[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner