Articoli marcati con tag ‘FS’

Mondiali ciclismo, crescono i viaggiatori in arrivo a Firenze in treno

E’ cresciuto mediamente del 10%, con punte del 20% su alcune linee, il flusso di viaggiatori in arrivo a Firenze sui treni regionali di Trenitalia. Oggi sono stati oltre 4mila i passeggeri in più, rispetto a un normale giorno feriale. Gli aumenti più consistenti si sono registrati questa mattina e il flusso è stato sostenibile anche grazie all’utilizzo di molti treni Vivalto a doppio piano. E’ il dato che emerge dopo i primi due giorni dei Mondiali di ciclismo, in corso a Firenze.
Tante le persone che hanno quindi scelto il treno per raggiungere il capoluogo toscano, aderendo a un invito che puntava proprio sul mezzo pubblico per facilitare la mobilità collettiva, contenendo al massimo il traffico privato.
Per garantire il funzionamento del complesso meccanismo di potenziamento del servizio ferroviario nei giorni del Mondiale – 266 treni in più – Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana hanno attivato, all’interno delle sale operative, centri di coordinamento delle attività h 24 per l’intera settimana di durata della manifestazione. Contestualmente sono previsti presidi congiunti di personale del Gruppo FS, Polizia Ferroviaria e Protezione Civile per la gestione dei flussi dei passeggeri nelle stazioni e nei momenti di maggiore traffico.
Presidi di manutenzione, per interventi sia sull’infrastruttura sia su locomotori e carrozze, sono dislocati nelle principali stazioni ed è stata prevista l’apertura straordinaria domenicale delle officine per la riparazione dei convogli, nonché delle principali biglietterie.
Potenziati inoltre gli interventi di pulizia nelle stazioni e a bordo dei treni e intensificati i controlli della funzionalità delle macchine self service per l’acquisto dei biglietti, delle obliteratrici e dei sistemi di informazione al pubblico.
L’impegno delle società del Gruppo FS Italiane si somma alle attività svolte in preparazione dell’evento: oltre alla programmazione dei servizi ferroviari aggiuntivi, interventi di miglioramento del decoro delle stazioni – fra cui tinteggiatura dei fabbricati e rimozione dei graffiti, e di pulizia straordinaria – incluse le aree verdi.

Moretti: “FS Italiane in salute, è il momento di investire”

Stiamo investendo 10 miliardi in autofinanziamento, di questi 5 per treni nuovi, dei quali 3 per il trasporto regionale. Possiamo spendere perché siamo un’Azienda in salute, una delle poche imprese che in Italia ha un trend positivo da qualche anno.
Così Mauro Moretti, a margine del convegno Nostra Madre Terra, ad Assisi. L’AD di FS Italiane ha descritto un’Azienda solida, “una sorta di singolarità nel settore dei trasporti”. Una singolarità che ha permesso alla Società di uscire da una crisi profonda e approdare oggi alla migliore efficienza europea. “Essere in salute – ha detto l’AD – significa che adesso dobbiamo spendere, facendo interventi in autofinanziamento, dal momento che lo Stato ha scarse risorse e le Regioni ancora meno.
Il top manager ha indicato in particolare due campi d’azione: il trasporto integrato nelle grandi città e quello delle merci, facendo altresì notare che non si può andare avanti in un Paese in cui è incentivato solamente il trasporto su gomma. “Noi stiamo facendo importanti investimenti per il trasporto locale: per l’acquisto di nuovi treni ci sono 3 miliardi, anche se ce ne vorrebbero 6, ma ci vorrebbe anche la mano pubblica come succede negli altri Paesi, perché non bastano le sole iniziative di impresa”.
L’incontro ad Assisi è stato soprattutto l’occasione per discutere di ambiente e trasporto ecocompatibile: “Occorre favorire la gente che va a piedi e in bicicletta – ha detto Moretti sottolineando la necessità di politiche mirate – ed riorganizzare per cellule le città in modo tale che riescano ad avere sfogo sulle vie di comunicazione fondate o sulla tramvia, o sulla metropolitana, sulla ferrovia leggera o su quella regionale”.

Intervenendo poi al meeting dedicato a energia sostenibile, cura e custodia dell’ambiente, Moretti ha ricordato come “il trasporto su rotaia sia il più compatibile con l’ambiente, per due buoni motivi: consuma poca energia – risparmiando per unità di persone o cose trasportate – e può utilizzare, soprattutto in Italia, tutte le modalità di produzione di energia elettrica, quindi anche le forme rinnovabili. Pochi sanno – ha aggiunto – che l’Italia è in Europa il Paese che ha il più alto tasso di elettrificazione, l’80% della nostra rete, mentre ad esempio la Germania, che tutti prendono come riferimento, ha poco più del 50%”. Si tratta di un grande patrimonio già costruito e perfettamente utilizzabile da tutte le forme di energia”.
Parlando con i giornalisti, Moretti ha poi manifestato il suo interesse per la Società Umbria Mobilità, ritenendo che il trasporto locale “sia una cosa che va ricomposta e che non si può gestire con migliaia di imprese fallite. Noi siamo in grado di poter esprimere una professionalità in campo molto elevato come abbiamo dimostrato a Firenze, e possiamo farlo anche in altre realtà”.

Mondiali Ciclismo 2013: ecco il piano straordinario delle FS

266 corse regionali straordinarie, la flotta potenziata con 7 treni, posti a sedere più che raddoppiati nella giornata clou di domenica 29 settembre nei treni in arrivo nelle stazioni di Firenze, aperture straordinarie delle biglietterie nelle giornate di domenica 22, sabato 28 e domenica 29 e più personale a disposizione degli utenti per assistenza e informazioni. Questi alcuni dei punti salienti del Piano straordinario del trasporto ferroviario in Toscana in occasione dei Mondiali di ciclismo 2013 che è stato illustrato  dall’assessore regionale a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli e dall’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano. Eccoli nel dettaglio. Potenziamento flotta La flotta regionale potrà disporre di 7 treni in più (3 diesel e 4 elettrici). Potenziamento offerta Programmazione di 266 treni straordinari regionali, dal 22 al 29 settembre. Domenica 29 settembre, nella fascia oraria 8.30-12.30, il numero di posti a sedere sui treni in arrivo nelle stazioni di Firenze passerà dai 15.000 di un normale giorno festivo a oltre 32.000, con un incremento superiore al 100%. La direttrice faentina, che ha alcune fermate in prossimità del circuito iridato di Fiesole, durante la settimana dei mondiali avrà un incremento complessivo di 55 nuovi collegamenti. Potenziamento servizi alla clientela Apertura straordinaria di alcune biglietterie sabato 28 e domenica 22 e 29. Raddoppio presenza pulitore viaggiante a bordo dei treni. Più personale del Gruppo FS Italiane dedicato ad assistenza e informazioni nelle stazioni. All’indirizzo web www.trenitalia.com >inRegione >Toscana sono consultabili tutte le informazioni su orari, sul ticket per i mondiali e i file con le fiche orarie da scaricare. Nota stampa
Toscana Rail Ticket E’ il biglietto unico per circolare liberamente su tutti i treni regionali di Trenitalia durante la settimana del Mondiale di ciclismo, dal 22 al 29 settembre. Tre le tipologie di Toscana Rail Ticket previste, con validità di 3, 4 o 8 giorni. Il Ticket valido tre giorni coprirà il periodo dal 27 al 29 settembre, quello in cui si correranno le gare conclusive, e di maggiore richiamo (costo 36 euro); il secondo sarà valido per le prime 4 giornate del Mondiale, dal 22 al 25 settembre (costo 44 euro); il terzo, valido 8 giorni, coprirà invece tutta la settimana, dal 22 al 29 settembre (costo 80 euro). Non sono previste riduzioni per i bambini che potranno comunque usufruire delle tariffe scontate di Trenitalia (fino a 4 anni gratis; da 4 a 12 anni riduzione del 50%). Potenziamento presidi di manutenzione e controllo efficienza sistemi Presenziamento straordinario delle sale operative di RFI e Trenitalia, potenziamento dei presidi nelle stazioni. Monitoraggio da remoto e presidio operativo per ripristino di emettitrici e validatrici. Apertura straordinaria delle Officine, domenica 22 e domenica 29, e raddoppio presidio manutenzione a Firenze SMN per tutta la settimana. Potenziamento assistenza Alstom e Ansaldo Breda. Informazioni particolari per le fermate del nodo di Firenze Le Piagge (come tutta la direttrice pisana) è interessata da un incremento dei servizi per compensare la chiusura della principale strada di accesso a Firenze (via Pistoiese). Durante tutto il periodo dei Mondiali saranno 129 i nuovi collegamenti a disposizione dei clienti. Le Cure. Per motivi di sicurezza, su richiesta delle autorità di Polizia, dal 22 al 29 settembre i treni della linea faentina da e per Campo Marte non fermeranno alla stazione di Le Cure. Il servizio sarà effettuato nella fermata limitrofa di Firenze San Marco Vecchio (distanza a piedi circa 200 metri). Pian del Mugnone. Sempre su richiesta dell’autorità di Polizia, nelle giornate del 27, 28 e 29 settembre i treni non faranno la fermata di Pian del Mugnone. Nella settimana dei Mondiali rimarranno invece invariati e non subiranno modifiche i servizi regionali ordinari Altre informazioni Dove acquistare i biglietti • www.trenitalia.com • Emettitrici automatiche self-service • Punti Vendita (bar, tabacchi, edicole…) ed Agenzie di Viaggio autorizzate • Biglietterie di Trenitalia I biglietti vanno convalidati presso le apposite macchine. I Toscana rail ticket non vanno invece vidimati. Servizio per clienti disabili Per richiedere il servizio di assistenza, il passeggero a ridotta mobilità può telefonare ad una delle 14 Sale Blu nazionali, dalle ore 6:45 alle 21:30 tutti i giorni.
numero verde gratuito 800 906060 raggiungibile da telefono fisso numero nazionale 199 303060 (servizio a pagamento) raggiungibile da telefono fisso e mobile. Per l’area toscana, Sala blu di Firenze c’è l’indirizzo mail: salablu.firenze@rfi.it Trasporto biciclette Sono ammesse a bordo le biciclette soltanto sui treni contrassegnati da apposito simbolo e nel numero massimo di quattro.

Emilia Romagna: al via il piano di velocizzazione dei collegamenti regionali

Da domenica 15 settembre, 20 treni Regionali da e per Bologna ridurranno i tempi di viaggio fino a 5 minuti.
A tre mesi dall’attivazione della nuova stazione sotterranea AV del capoluogo, grazie alla notevole riduzione delle interferenze fra traffico locale e alta velocità, prende così il via la prima fase dell’annunciato piano di velocizzazione dei servizi regionali.
I 20 collegamenti, con origine/destinazione Parma (4 treni), Verona/Poggio Rusco (5 treni), Prato (4 treni) e Porretta (6 treni), oltre a un ulteriore collegamento da Rimini a Bologna, sono stati individuati in fascia pendolare per avvantaggiare coloro che più utilizzano il treno. In particolare sono state posticipate le partenze dalla stazione di origine (e successive) e/o anticipati gli arrivi a destinazione
Orientativamente, considerando una media di 20 viaggi al mese, il risparmio complessivo dei tempi di percorrenza su queste prime linee interessate potrà andare da un minimo di un’ora e 20 minuti fino a oltre 3 ore.

Durante i prossimi tre mesi si lavorerà per consolidare il sistema, così da estenderlo gradualmente a nuove fasce orarie e ad ulteriori linee con l’entrata in vigore dell’orario invernale (15 dicembre), quando sarà possibile una riprogrammazione completa dei binari di arrivo e partenza dei treni a Bologna Centrale.
Dopo l’attivazione della nuova fermata del Servizio Ferroviario Metropolitano Bologna Mazzini (lo scorso 9 giugno), sulla linea Bologna – Prato, il progetto di velocizzazione dei collegamenti regionali è un ulteriore concreto contributo al trasporto metropolitano e pendolare reso possibile dall’entrata in esercizio della nuova infrastruttura ferroviaria dedicata all’Alta Velocità.
Sia il Passante AV di Bologna, 18 chilometri di nuovi binari che attraversano la città principalmente in galleria, sia la nuova stazione sotterranea a 23 metri di profondità, hanno infatti contribuito a separare il flusso AV della direttrice Torino – Milano – Roma – Napoli – Salerno da quello regionale, creando i presupposti per una maggiore regolarità e una possibilità concreta di sviluppo per entrambe le tipologie di traffico.

Protezione Civile: FS Italiane e Dipartimento rafforzano collaborazione

Consolidare la collaborazione istituzionale e conseguire la massima efficacia ed efficienza operativa nelle comuni attività emergenziali, nelle fasi di previsione, prevenzione e gestione dei rischi naturali e antropici che possano incidere negativamente sulla circolazione ferroviaria e compromettere l’incolumità della popolazione.
Questi gli obiettivi della nuova convenzione sottoscritta  da Franco Gabrielli, Capo del Dipartimento della Protezione Civile, e Mauro Moretti, Amministratore Delegato del Gruppo FS Italiane.
Le principali attività disciplinate all’interno della Convenzione, in vigore per quattro anni, riguardano, tra l’altro, le procedure per lo scambio di informazioni e per gli interventi in caso di emergenza, il coordinamento tra le sale operative del Gruppo FS Italiane e Dipartimento della Protezione Civile, l’organizzazione di attività di specifici percorsi formativi e di aggiornamento rivolte al proprio personale, nonché il sostegno alle attività esercitative che verranno promosse al fine di verificare, migliorare e sviluppare nuove procedure e modelli di intervento.
Il Gruppo FS Italiane, una delle più grandi realtà industriali italiane, patrimonio dello Stato, ha da sempre accompagnato la crescita economica, sociale e civile del Paese. Tutti i ferrovieri sentono quindi come un proprio dovere – ha detto Mauro Moretti, AD del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane – quello di mettere la propria esperienza e professionalità a disposizione di chi è chiamato a coordinare e dirigere, per conto dello Stato, gli interventi in aiuto delle popolazioni colpite da calamità ed emergenze, e cioè la Protezione Civile. La collaborazione con il Dipartimento si consolida e diventa oggi, con quest’accordo, ancora più efficace grazie ad un modello di intervento condiviso e allargato a tutte le realtà presenti sul territorio che renderà, quindi, più rapide ed efficienti le azioni di soccorso”.
L’accordo sottoscritto, inoltre, rappresenterà il quadro di riferimento per eventuali protocolli che potranno essere firmati tra il Gruppo FS Italiane e le competenti articolazioni territoriali del Servizio Nazionale della Protezione Civile.

Arrivati in Alto Adige i primi Flirt, saranno operativi da dicembre

I due nuovi Flirt, acquistati da Provincia, STA e Trenitalia per migliorare l’offerta del trasporto pubblico locale su rotaia, al momento sono “parcheggiati” presso la stazione ferroviaria di Bolzano, dove nelle prossime settimane saranno completate le complesse procedure per i test di funzionamento.
“Le norme prevedono che tutti gli esemplari messi su rotaia debbano essere prima testati – spiega l’assessore Thomas Widmann – e questo rallenta l’iter”. In ogni caso, tutti gli otto i convogli acquistati recentemente saranno pronti per l’entrata in vigore del nuovo orario invernale, i primi di dicembre. ”A quel punto avremo a disposizione ben 16 treni Flirt – sottolinea l’assessore – in grado di coprire una buona fetta dei collegamenti locali su rotaia, in particolare per la linea della Val Pusteria e la Merano – Bolzano. Per la prima volta, inoltre, questo materiale rotabile moderno e innovativo viaggerà anche in Bassa Atesina, e renderà possibile un collegamento transfrontaliero diretto con Innsbruck e, a partire dalla fine del 2014, anche con il Tirolo dell’Est”.
Tutti i nuovi treni saranno riconoscibili per l’utilizzo del design classico del marchio ombrello Alto Adige, mentre tra le novità spiccano i sedili realizzati in loden da una nota azienda locale e la presenza di collegamenti WiFi a bordo dei convogli. Gli otto nuovi treni sono stati acquistati da STA, Provincia di Bolzano e Trenitalia con un investimento di 69,5 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti altri 8 milioni messi a disposizione per l’aggiornamenti dei Flirt già presenti nel parco mezzi. “In questo modo – commenta Widmann – da giugno tutti i convogli avranno a disposizione 6 vagoni: un notevole passo in avanti soprattutto per il traffico negli orari di punta”.
Inoltre, i nuovi treni non verranno utilizzati solamente dalla SAD, che ne avrà a disposizione tre su otto, ma per la prima volta anche da Trenitalia che avrà in uso gli altri cinque. ”Provincia e Trenitalia hanno deciso di investire assieme sui nuovi convogli con una collaborazione che è quasi unica a livello nazionale - spiega infatti soddisfatto Roger Hopfinger, Direttore Regionale Trenitalia -Siamo orgogliosi di poter offrire ai passeggeri la possibilità di viaggiare su mezzi così moderni e confortevoli”.
Dal canto suo, il direttore di SAD Divisione treni, Maurizio Chiusa, spiega che l’esperienza fatta sino ad oggi con i Flirt è “assolutamente positiva. Si tratta di convogli affidabili e che rispettano i migliori standardi di qualità per quanto riguarda comfort, sicurezza e allestimenti interni”.

Liguria, capotreno sventa furto ai danni di una viaggiatrice

Il Capotreno le ha sorprese mentre cercavano di rubare la borsa ad una viaggiatrice australiana, le ha bloccate e ha chiamato le forze dell’ordine. Grazie al suo intervento è finita bene per la turista, che si è vista restituire la borsa. Le donne che stavano per derubarla, invece, sono state arrestate dalla Polfer di La Spezia.
E’ accaduto ieri a bordo di un Regionale in viaggio da Ventimiglia a La Spezia, mentre il treno stava avvicinandosi alla stazione di Vernazza.

Ultimo week-and di agosto record per FS

Sono stati più di 600mila i passeggeri in viaggio sulle Frecce e sui treni nazionali di Trenitalia nell’ultimo weekend di agosto. A fine settembre in oltre 21 milioni avranno scelto Trenitalia per i loro spostamenti estivi. Un risultato con effetti virtuosi per l’ambiente e l’economia, in termini di contenimento del traffico stradale, minori emissioni di CO2 nell’atmosfera e ridotti consumi di energia.
La maggior parte dei viaggiatori faranno ritorno nelle grandi città e aree metropolitane (in particolare Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna e Firenze) dai luoghi di vacanza, ma non mancheranno le ultime partenze verso le località balneari, soprattutto Puglia e Calabria, e le città d’arte, oltre alle presenze sui treni regionali per gite giornaliere.
Tutti potranno comunque beneficiare dell’incremento dell’offerta predisposto dal Piano di mobilità estiva di Trenitalia che ha rafforzato anche le strutture di assistenza alla clientela in tutte le principali stazioni.

Inoltre, per assicurare la piena efficienza dell’infrastruttura ferroviaria, RFI continuerà a monitorare i punti più sensibili della rete e a potenziare le Sale Operative centrali e territoriali.
Massima attenzione anche all’informazione. I viaggiatori possono aggiornarsi in tempo reale sull’andamento della circolazione ferroviaria e su ogni altra notizia utile, oltre che su queste pagine, ascoltando FSNews Radio, in diffusione sul web e in 400 stazioni, o collegandosi a @fsnews_it, il profilo Twitter del Gruppo.

FS per SANA 2013

Due biglietti d’ingresso a SANA 2013 al prezzo di uno, una cassa “veloce”per evitare eventuali file e riduzioni sul costo del biglietto delle Frecce Trenitalia destinazione Bologna.
Sono i vantaggi riservati ai soci CartaFRECCIA, la carta fedeltà Trenitalia, che raggiungeranno il Capoluogo emiliano con Frecciarossa, Frecciargento o Frecciabianca per visitare la 25esima edizione di SANA, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, in programma a BolognaFiere dal 7 al 10 settembre 2013.
Per usufruire del “2×1” (un solo biglietto per due visitatori) e dell’ ”ingresso veloce” basterà esibire alla biglietteria della manifestazione, oltre alla carta fedeltà Trenitalia, anche il biglietto della Freccia con cui si è raggiunto Bologna in una data antecedente al massimo due giorni rispetto a quella d’ingresso a SANA.
Le riduzioni sul prezzo del biglietto del treno (Business e Standard del Frecciarossa e tariffa Base 1a e 2a classe su tutti gli altri treni,) si ottengono scaricando e compilando l’apposito modulo dal sito web sana.it.
Sono 128 le Frecce Trenitalia che ogni giorno collegano Bologna con le principali città italiane.
Organizzato da BolognaFiere, in collaborazione con FederBio, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero dell’Ambiente, di EXPO 2015 di Milano, SANA è articolato in tre settori espositivi. Nei padiglioni dedicati all’Alimentazione saranno esposti esclusivamente prodotti alimentari biologici certificati; il settore Benessere ospiterà aziende produttrici di cosmetici naturali e bio, erbe officinali, trattamenti naturali per la salute, integratori alimentari, cibi funzionali; nel settore Altri Prodotti Naturali, infine, saranno esposti prodotti dedicati al vivere quotidiano ecologico: dai tessuti e abbigliamento naturali e bio, ai mobili in legno non trattato, ai prodotti di pulizia per la casa e per il tempo libero.

CALABRIA, TRENI D’A…MARE, PRECISAZIONE DI TRENITALIA

Trenitalia intende fornire le necessarie precisazioni in merito all’episodio, riferito da alcuni media locali, di 4 ragazzi che non sono riusciti a fruire dell’iniziativa estiva Treni D’A…mare, promossa dalla regione Calabria in collaborazione con Trenitalia, e che ha permesso anche quest’anno, a migliaia di giovani calabresi, di raggiungere le località balneari in treno, gratis e in tutta sicurezza.
L’iniziativa, valida dal 27 luglio fino al 31 agosto 2013, è riservata ai giovani fino a 25 anni che, muniti di apposito tagliando in distribuzione gratuita nelle biglietterie e dal personale di Trenitalia, possono viaggiare liberamente su tutti i treni regionali circolanti nelle tratte Reggio Calabria – Rosarno, Reggio Calabria – Melito P.S., Cosenza – Paola, Catanzaro Lido – Soverato e Lametia Terme – Ricadi.
Ogni giorno sono stati messi a disposizione, complessivamente, 450 tagliandi. Quelli richiesti a terra sono validi il giorno stesso, quelli richiesti a bordo treno il giorno successivo, così da evitare abusi o tentativi di evasione tariffaria. Ogni tagliando, compilato dal personale di Trenitalia, reca la data di validità e le stazioni di origine e di destinazione del viaggio, gratis sia all’andata sia al ritorno. Per richiedere il tagliando, i giovani devono esibire un documento che attesti la loro età. I 4 giovani in viaggio da
Reggio a Scilla avevano meno di 25 anni, ma non avevano richiesto lo speciale tagliando. Erano, di fatto, privi di biglietto. E in questi casi il capotreno non può che applicare la
normativa regionale con la relativa sanzione. Anche un’iniziativa promozionale e di successo, per funzionare correttamente, ha bisogno di piccole e semplici regole e proprio il loro rispetto ne decreta la buona riuscita. Spiace quindi che la piccola disavventura di pochi, frutto di un mancato rispetto delle regole, susciti una così forte eco e sminuisca ingiustamente un risultato così importante.
Infine una precisazione sul treno delle 19.27 in partenza il 25 agosto da Scilla: nessuna cancellazione, ma un ritardo in partenza per un incendio vicino alla linea ferroviaria fra
Rosarno e Tropea che ha reso necessaria una sospensione temporanea del traffico.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Abrogata la scheda che accompagnava la merce

Con la Legge di Stabilità 2015 sono state introdotte diverse novità per il settore dell’autotrasporto. Per quanto di interesse delle imprese committenti riteniamo significativa [...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner