Articoli marcati con tag ‘fusione’

FedEX acquisisce TNT Express, nasce un colosso dei trasporti

Quattro miliardi e mezzo di euro è il valore dell’operazione che segna la nascita di un nuovo colosso nel business delle spedizioni internazionali, con l’acquisizione da parte della statunitense FedEx dell’olandese Tnt. Gli azionisti di Tnt avevano dato il loro via libera lo scorso 18 maggio, dopo l’approvazione delle autorità Usa e quelle europee arrivata in seguito a indagini durate oltre sei mesi. L’obiettivo alla base dell’accordo è quello di integrare le aree di mercato delle due società e i business complementari. FedEx è la più grande società di trasporto espresso al mondo, presente in più di 220 Paesi, con una rete globale e integrata di trasporti.

·         Come sottolinea David Binks, presidente di FedEx Europe, da ieri anche CEO di Tnt,« L’ acquisizione ci consentirà di espandere le nostre capacità a livello globale e incrementare il nostro business nei mercati in cui Tnt ha una forte presenza, come l’Europa, dove FedEx ha una quota relativamente piccola di consegne regionali e nazionali. E viceversa».

·         Il punto di forza del nuovo gruppo sarà la presenza capillare sul territorio, supportata da un network in grado di connettere tutti gli hub nei diversi continenti (Asia e Africa comprese), in tempi sempre più brevi. L’acquisizione permetterà anche un rafforzamento nel segmento dell’ecommerce dove il business più tradizionale di FedEx e Tnt deve misurarsi con colossi come Amazon. «Quello delle vendite online è un business che cresce ogni anno a doppia cifra e noi non possiamo restarne fuori. Ci aspettiamo di sfruttare la diversità della squadre combinate proprio per offrire ancora più possibilità ai nostri clienti». E rassicura: «Vogliamo espanderci, non ci saranno tagli. La nuova realtà avrà oltre 400 mila dipendenti nel mondo».

APPROVAZIONE DELL’OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE STRATEGICA TRA FIAT INDUSTRIAL S.P.A. E CNH GLOBAL N.V.

L’assemblea straordinaria degli azionisti di Fiat Industrial S.p.A. ha approvato oggi la fusione tra Fiat Industrial S.p.A. e CNH Global N.V. in una società di nuova costituzione la cui denominazione sarà CNH Industrial N.V.. L’assemblea straordinaria degli azionisti di CNH Global N.V. chiamata ad approvare la predetta fusione è prevista per il 23 luglio 2013 e, in tale sede, Fiat Industrial voterà in favore della fusione, in qualità di azionista di CNH Global con una partecipazione di circa l’87%.
Subordinatamente al perfezionamento dell’operazione, tutti gli azionisti di Fiat Industrial riceveranno un’azione ordinaria CNH Industrial per ogni azione Fiat Industrial dagli stessi posseduta alla data della fusione. Inoltre, gli azionisti di Fiat Industrial che abbiano partecipato all’assemblea straordinaria potranno richiedere l’assegnazione di una azione a voto speciale CNH Industrial per ogni azione Fiat Industrial dagli stessi posseduta alla record date della citata assemblea (28 giugno 2013) e di cui manterranno il possesso fino alla data di perfezionamento della fusione. Ulteriori informazioni in merito alle azioni a voto speciale ed ai termini e condizioni che le regolano sono reperibili sul sito internet della Società, www.fiatindustrial.com.
I possessori di azioni Fiat Industrial che non abbiano votato in favore della fusione potranno esercitare il diritto di recesso per un periodo di quindici giorni successivi all’iscrizione della delibera assembleare presso il Registro delle Imprese di Torino. Comunicazione della suddetta iscrizione sarà pubblicata sul sito internet della Società, www.fiatindustrial.com.
In caso di recesso, il prezzo da pagarsi è pari ad Euro 8,897 per ogni azione ordinaria Fiat Industrial.
Il diritto di recesso è condizionato al perfezionamento della fusione, che, a sua volta, è subordinata al verificarsi di talune condizioni previste nell’accordo di fusione, ivi inclusa la condizione relativa all’ammontare, che non dovrà eccedere l’importo complessivo di Euro 325 milioni, da pagarsi agli azionisti che eserciteranno il diritto di recesso ai sensi dell’articolo 2437-quater del codice civile ed ai creditori in relazione al loro diritto di opposizione previsto dalla normativa italiana. Fiat Industrial comunicherà al mercato il numero di azioni in relazione alle quali sia stato esercitato il diritto di recesso.
Durante l’assemblea straordinaria, Fiat Industrial ha, inoltre, comunicato che i futuri componenti del consiglio di amministrazione di CNH Industrial saranno i seguenti: John Elkann, Mina Gerowin, Patrizia Grieco, Léo W. Houle, Peter Kalantzis, John Lanaway, Sergio Marchionne, Guido Tabellini, Jacqueline Tammenoms Bakker, Jacques Theurillat e Richard Tobin.

Ue: Antitrust proibisce fusione tra Ryanair e Aer Lingus

La Commissione europea ha vietato la fusione tra Ryanair e Aer Lingus. La decisione è stata presa dopo «un attento» esame delle proposte avanzate da Ryanair, che adesso potrà fare appello contro la deliberazione dell’esecutivo comunitario. Nel presentare le proposte e le azioni compensative, spiega il commissario europeo per la Concorrenza, Joaquin Almunia, «non sono stati affrontati i punti principali di questa transazione: la creazione di un monopolio». A Bruxelles si teme che un’eventuale fusione tra Ryanair e Aer Lingus alle condizioni proposte dalla stessa Ryanair «non sia sufficiente a colmare la situazione di posizione dominante» che si verrebbe a creare. Per questo motivo «non ho avuto alternativa che vietare questa fusione».
Tutto come previsto, dunque. Per quanto a Bruxelles si sia cercato di far rimanere tutto nella massima riservatezza nelle scorse settimane Ryanair aveva rotto il silenzio annunciando l’intenzione dell’Ue di respingere la richiesta di acquisto della compagnia aerea a partecipazione statale, minacciando il ricorso contro ogni eventuale bocciatura europea della transazione. Ora tutto è ufficiale: l’Ue vieta la fusione Ryanair-Aer Lingus, e la compagnia low cost annuncia il ricorso. «Ryanair conferma che ricorrerà contro la decisione annunciata della Commissione europea di proibire l’ultima offerta per Aer Lingus», recita una nota del gruppo diffuso subito dopo la comunicazione ufficiale di Almunia, il quale non si scompone. «In ogni caso le parti interessate possono fare appello, e se non sbaglio questa ipotesi era già stata annunciata in anticipo», dice riferendosi alle dichiarazioni di Ryanair delle precedenti settimane.

Volkswagen sale sulla Porsche

Volkswagen prende il controllo di Porsche

Quattro miliardi e mezzo di euro, a tanto ammonta il 50,1% di Porsche che Volkswagen si appresta ad acquisire entro il primo di agosto. Dalla fusione nasceranno sinergie per 320 milioni. Si tratta dell’ultimo atto di una saga cominciata sette anni fa, segnata da tentativi di acquisizione e scalate sfumate, durante la quale le due case automobilistiche si sono anche scambiate i ruoli.

Porsche, uno dei costruttori più redditizi al mondo, entra così a far parte dell’universo made in Wolfsburg. Nei piani dei tedeschi l’integrazione porterà un po’ di lusso anche in altri marchi, collaborazione che era già stata da tempo avviata: basti pensare che i motori turbodiesel della Cayenne e della Panamera erano già di origine Audi. Non solo: fare squadra con Porsche gioverà indubbiamente agli altri rami extralusso della galassia Volkswagen, primi tra tutti Lamborghini e Bentley. Ed è già pronto un nuovo suv di alto livello targato Porsche-Volkswagen.

Fusione tra Meridiana Fly e Air Italy

Il nuovo gruppo prevede un fatturato di oltre 800 milioni di euro.

Meridiana Fly e Air Italy si sono fuse in un nuovo gruppo per cui è previsto un fatturato di oltre 800 milioni di euro sotto la guida dell’ad Giuseppe Gentile. L’integrazione è stata approvata all’unanimità dai Cda di Meridiana e Meridiana Fly e fa parte del piano di salvataggio della compagnia, particolarmente gravata dalla crisi economica globale.

Il nuovo vettore, con sede operativa a Olbia e altre attività decentrate su Malpensa, continuerà a focalizzarsi sulla Sardegna offrendo sia voli di linea sia charter per rafforzare la sua presenza sui maggiori mercati italiani. L’integrazione tra i network di Meridiana Fly e Air Italy, inoltre, permetterà un migliore impiego degli aerei portando la flotta a 35 modelli tra Airbus, Boeing e Md80.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner