Articoli marcati con tag ‘germania’

Germania diventa un nuovo operatore dell’Airbus A321

S.A.T, la holding del vettore tedesco Germania con base a Berlino, ha ricevuto il primo dei due Airbus A321 che ha ordinato. Entrambi gli aeromobili sono equipaggiati con i dispositivi alari Sharklet, in grado di ridurre i consumi di carburante. Dal 2011 il vettore opera già con successo 8 A319.
L’A319 di Germania verrà operato esclusivamente per Alltours, una delle maggiori agenzie di viaggi tedesche. Il vettore ha optato per una configurazione con 208 posti a sedere in un’unica classe di servizio. La cabina verrà equipaggiata con un modernissimo sistema di intrattenimento di bordo caratterizzato da monitor e canali audio installati presso ogni posto a sedere. L’aeromobile sarà dotato di motori CFM.

Frana sulla linea del Gottardo : Hupac garantisce la continuità della circolazione

Già a partire da domenica sera il traffico merci verrà ripreso sulla linea del Gottardo. Nel frattempo, Hupac istrada i suoi treni via
Lötschberg/Sempione. Sono penalizzate unicamente le relazioni domestiche Basilea <=> Chiasso e Aarau <=> Stabio per le quali attualmente non ci
sono alternative.
Le istituzioni preposte hanno subito adottato tutte le misure per sostenere il traffico merci ferroviario:
·       I gestori dell'infrastruttura di Italia, Svizzera e Germania lavorano in stretto coordinamento con l'obiettivo di offrire il maggior
numero possibile di tracce nonostante l'interruzione della linea del Gottardo
·       I lavori di costruzione pianificati sull'asse del Sempione sono stati differiti
·       La capacità della stazione merci Domodossola II è stata aumentata attraverso la messa in esercizio di ulteriori locomotive di manovra
eil rafforzamento delle squadre di movimentazione 

·       Le imprese ferroviarie internazionali lavorano gomito a gomito per ottenere una capacità la più alta possibile
·       Gli uffici doganali di Domodossola istituiscono un servizio 24 ore su 24 in caso di necessità. 

Inizialmente, fino allo smaltimento del traffico arretrato, sono da attendersi dei ritardi, ma a partire da lunedì 19.11.2012 la situazione
dovrebbe normalizzarsi entro alcuni giorni. 

Record italiano nella Ue per numero di distributori di metano

Sono 908 i distributori di metano nel nostro Paese. Superata la Germania, ferma a 907. l'Italia prima in europa per numero di distributori di metano
L'Italia è il primo Paese europeo per numero di distributori di metano per
autotrazione. Con la recente entrata in funzione del distributore di Lucera (FG),
sono diventati 908 i distributori di metano per autotrazione attivi nel nostro
Paese. La rete di distribuzione italiana del metano per autotrazione ha quindi
superato per numerosità di punti di rifornimento quella della Germania, ferma a
quota 907 distributori. Questa notizia è resa nota dall'Osservatorio
Metanauto, struttura di ricerca sul metano per autotrazione. 

"Con questo primato - commenta Dante Natali, presidente
dell'Osservatorio Metanauto -; l'Italia conferma la sua posizione
di leadership nel continente europeo per quanto riguarda il metano per autotrazione.
Infatti in Italia, oltre che il maggior numero di distributori, è presente anche il
maggior parco circolante di veicoli alimentati a metano. L'Italia, poi, può
contare su una rete di aziende attive nel campo del metano per autotrazione, aziende
che sono particolarmente impegnate nelle esportazioni e che hanno contribuito in
maniera determinante all'affermazione dei veicoli alimentati a metano in tutto
il mondo. Il comparto industriale del metano per autotrazione rappresenta quindi una
vera e propria area di eccellenza del nostro Paese su cui si può puntare per
rilanciare l'economia italiana".

Autotrasporto, in Germania arrivano gli “eco-bisonti”

Due gigaliner=3 tir

Meno smog e consumi ridotti di carburante in un gigante da 25 metri. Sono i cosiddetti Gigaliner, “eco-bisonti” che da gennaio prossimo cominceranno a solcare strade e autostrade tedesche. Lo ha deciso il governo di Angela Merkel, che per il momento ha limitato a 5 anni l’esperimento, prescrivendo anche le 64 tratte, tra autostrade, strade nazionali, regionali e provinciali di laender quali Amburgo, Assia, Baviera, Bassa Sassonia, Sassonia, Schleswig-Holstein e Turingia, su cui questi nuovi giganti del traffico potranno circolare.

In totale saranno 400 i Gigaliner autorizzati a circolare e, secondo il deputato liberale Patrick Doering, “ne basteranno due per trasportare merci per le quali ora sono necessari tre grandi Tir”, con un minor impatto ambientale. Eppure rimangono contrari gli ecologisti, per i quali sarebbe stato meglio incrementare gli incentivi a far circolare le merci su rotaia.

La Germania e il 100% dei treni a rinnovabili.


Deutsche Bahn ha visto nella politica green il futuro della propria competitività.

Il nucleare ci sta esplodendo addosso. Letteralmente. O almeno è questa la sensazione generale. Prima in Giappone, ieri anche in Francia, ormai lo vedrebbe anche un cieco: l’opinione pubblica mondiale NON clicca “mi piace” sul nucleare. E la Germania neppure. Ma neppure sul petrolio.

Ecco il piano: tutti i treni a energie rinnovabili entro il 2050! E’ questo il cambio di rotta di Dautsche Bahn. E chiariamolo, prima questa puntava sul nucleare. Ma ora stop! Marcia indietro. Anzi “avanti” direi.

Il primo step sarà passare dal 19,8% dell’approvvigionamento attuale, al 28% nel giro di tre anni. Quel 19,8% si concretizza in alcune linee locali, una è quella di Amburgo. Arrivare al 28% significa far circolare un terzo dei treni a rinnovabili per il 2014. Non male. Ma il 2050… ci pare così lontano.

In realtà la compagnia sta superando le aspettative del governo, quello, per il 2050, puntava all’80% delle rinnovabili e al 60% dell’energia. Fortunatamente la strategia di Deutsche Bahn vede nel

Gli irocarburi sono una delle possibilità.

taglio della CO2 un vantaggio commerciale. Hans-Juergen Witschke, direttore esecutivo di Deutsche Bahn Energie, è stato chiaro: “…anche se le rinnovabili costeranno un po di più, i costi potranno essere contenuti con un mix intelligente e compiendo il cambiamento in un orizzonte temporale ragionevole. Siamo convinti che tagliare le emissioni di CO2 ci darà un vantaggio competitivo”.

Il passaggio ha portata quasi storica e la ragione è semplice: le ferrovie del paese, consumando 12 terawattora l’anno, sono decisamente il vitellino più grasso attaccato alla tetta. Sono praticamente i consumi di una città di 3,2 milioni di abitanti. Berlino per intenderci, cioè il 2% dei consumi elettrici del paese. Il 2% non sembra molto, ma in realtà si tratta di un’operazione di pulizia verde mica da ridere.

Come sarà possibile tutto questo? Con una fila di partnership fatta di fornitori di eolico e idroelettrico. A inizio agosto è stato firmato un contratto con RWE, si tratta di 1,3 miliardi di euro e una fornitura idroelettrica di 900 milioni di chilowattora l’anno per 15 anni. Non basta? Mettiamoci anche i fotovoltaici, riempiamone i tetti delle 5.700 stazioni.

Grazie a Fukushima e ora anche all’impianto francese, l’epoca del nucleare sembra aver subito una bella sberla.

Monaco arrestato: bagaglio a mano pieno di pitoni.

I pitoni.

Germania – Fermato un monaco di 22 anni in aeroporto: portava 36 serpenti vivi nel bagaglio a mano. I pitoni sono stati scoperti al controllo bagagli, e portati in un centro specializzato; il ragazzo è stato arrestato.

Germanwings, con “Smart Connect” aumentano le destinazioni

La promozione della low cost tedesca si applica su voli con un solo scalo tramite Colonia/Bonn, Stoccarda e Berlino.

Grazie a Smart Connect, il nuovo servizio proposto dalla low cost tedesca Germanwings, si potrà prenotare un volo dall’Italia verso un’altra destinazione europea facendo scalo all’aeroporto di Colonia/Bonn. Più in generale, Smart Connect aumenta le destinazioni ai passeggeri attraverso l’offerta di voli con un solo transito a Colonia/Bonn, Stoccarda e Berlino Schonefeld.

I voli si possono prenotare online sul sito www.germanwings.com oppure tramite call center 199 25 70 13. Se si sceglie la prenotazione online sarà sufficiente selezionare il volo e prenotare il pacchetto al prezzo finale, comprensivo di due voli. Dopo il primo volo si dovrà rifare il check-in per il secondo mentre i bagagli imbarcati arriveranno direttamente alla destinazione finale.

Impennata di Fuso Europe nel 2010

Fuso Europe incrementa le vendite e stabilisce il proprio record in Germania

Continua la crescita di Fuso Europe che, nel 2010, ha venduto il 48,5% di Canter trucks in più che nell’anno precedente.

Con 1.325 unità, le vendite di Fuso in Europa sono del 31% più alte nel primo quadrimestre che nello stesso periodo dell’anno precedente. Nel 2010 la compagnia ha venduto circa 5.900 truck in Europa, un aumentato di 48.4% sull’anno precedente. Nel 2010, per la prima volta, Fuso diventata la prima compagnia, contemporaneamente vantando un’impennata anche in Italia, Francia e Inghilterra.

Cargo aereo da record in Germania nel 2010

Record per i traffici cargo in germania nel 2010

Nel 2010 il trasporto merci per via aerea in Germania ha superato per la prima volta la soglia di quattro milioni di tonnellate (inclusa la posta aerea) raggiungendo il volume record di 4.204.491 tonnellate, con una crescita del 22,7% rispetto al 2009. Le merci imbarcate sui velivoli cargo sono ammontate a 2.168.092 tonnellate (+23,6%) e quelle sbarcate a 2.036.399 tonnellate (+20,0%). Le esportazioni hanno totalizzato 2.062.601 tonnellate (+25,5%), le importazioni 1.930.518 tonnellate (+21,6%) e il traffico nazionale a 211.372 tonnellate (-3,6%).

da informare

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner