Articoli marcati con tag ‘Grecia’

Il Gruppo Grimaldi potenzia la propria presenza a Venezia

Il Gruppo Grimaldi arricchisce la propria offerta di servizi marittimi annunciando un’importante novità: a partire dal 3 gennaio, il gruppo partenopeo estenderà a Venezia i propri collegamenti misti merci/passeggeri tra l’Italia e la Grecia.

Il porto lagunare verrà incluso nell’itinerario Ancona-Igoumenitsa-Patrasso, attualmente servito quotidianamente dalle navi Cruise Europa e Cruise Olympia. Le partenze da Venezia si svolgeranno il martedì e mercoledì alle ore 23:59 con arrivo il giorno dopo a Igoumenitsa e Patrasso,  rispettivamente alle ore 07:00 e 13:00. Da Patrasso le partenze saranno il lunedì e martedì alle ore 19:00 e da Igoumenitsa il martedì e mercoledì alle ore 01.00 con arrivo a Venezia alle ore 20:30 del martedì e mercoledì.

Italcertifer unica società in Grecia a curare intero processo di certificazione ferroviaria

Italcertifer, società del Gruppo FS Italiane tra i leader mondiali nella certificazione ferroviaria, è stata accreditata come Designated Body (DeBo) in Grecia e sarà quindi l’unica società in Grecia ad offrire ai propri clienti l’intero processo certificatorio nell’ambito dei trasporti ferroviari.
Il nuovo riconoscimento permette alla Società di certificare i sistemi e sottosistemi ferroviari in conformità alle normative nazionali greche. Tale attività si affianca a quelle che porta avanti in Grecia in qualità di Notified Body (NoBo), ossia soggetto in grado di rilasciare certificazioni nei confronti delle normative europee di interoperabilità.
Il Decreto Ministeriale di accreditamento di Italcertifer come Designated Body è stato firmato nei giorni scorsi dal Vice Ministro Greco delle Infrastrutture, Trasporti e Comunicazioni, Michalis Papadopoulos.
La scelta di Italcertifer per questo importante ruolo conferma l’affidabilità e la credibilità guadagnate sul campo in Italia, in Grecia ma anche in altri mercati quali Turchia, Polonia, Paesi del Golfo Arabo, India, Cina e Australia.

12 MILIONI DI EURO DALL’EUROPA PER POTENZIARE LE AUTOSTRADE DEL MARE TRA VENEZIA E LA GRECIA

Alla presenza del Coordinatore Europeo per le Autostrade del Mare, Brian Simpson, e del Presidente di Rete Autostrade Mediterranee Spa, Antonio Cancian si è tenuto l’evento conclusivo del Progetto Adriamos.
Le autostrade del mare sono un asset fondamentale per lo sviluppo della portualità euro-mediterranea, italiana e dell’Alto Adriatico.
Una portualità efficiente che potrà essere di supporto per il previsto aumento +16% della movimentazione dei beni di consumo, agroalimentare, beni industriali e materie prime nei mercati intra-europei tra oggi e il 2020 (dati MDS Transmodal).
Sono oltre 12 milioni di euro concessi dall’Ue e utilizzati per la realizzazione di iniziative concrete per incrementare un servizio di trasporto marittimo, regolare e affidabile tra il porto di Venezia e i porti greci.

“L’evento di oggi dimostra come la congiuntura attuale sia particolarmente favorevole allo sviluppo di progettualità ad alto valore aggiunto, in virtù del disegno delle grandi reti infrastrutturali europee e delle risorse messe in campo dall’Europa per la loro realizzazione. Per i porti italiani la sfida è duplice: inserirsi nei corridoi multi modali europei adeguando le infrastrutture di raccordo ferro-gomma-acqua e sviluppare servizi logistici avanzati a vantaggio del tessuto produttivo del territorio, imponendosi come veri e propri driver di crescita. RAM, come braccio operativo del Ministero delle Infrastrutture, intende raccogliere questa sfida, operando come trait d’union tra le disponibilità espresse dai programmi di finanziamento europei e lo sviluppo di programmi chiari e condivisi per il rilancio della competitività della portualià italiana”, ha dichiarato Antonio Cancian, Presidente di Rete Autostrade Mediterranee Spa.

“Concludiamo un importante progetto che ha consentito di collegare il sud dell’Europa, l’Italia e la Grecia, un progetto che trova la sua eccellenza nella capacità di tagliare i tempi di collegamento tra i mercati e consentire a merci e persone di poter scegliere anche la via del mare, oltre alla strada, per potersi spostare agevolmente. Per il futuro guardiamo con interesse a tutta l’area del Mediterraneo, oltre che all’Adriatico, per capire come possiamo contribuire a sviluppare nuovi progetti e stimolare investimenti. A febbraio chiuderemo la prossima call per nuovi progetti, abbiamo un budget a disposizione di 300 milioni di euro da investire per i prossimi tre anni”, ha dichiarato Brian Simpson Coordinatore Europeo per le Autostrade del Mare.

Meridiana : Nuova rotta da Napoli per Rodi

Sono già aperte le vendite! Dal 4 agosto Meridiana inaugura il nuovo e unico collegamento diretto tra Napoli e Rodi che arricchisce le destinazioni della Compagnia per la Grecia dall’aeroporto di Capodichino.
Il volo Napoli-Rodi è operativo dal 4 agosto fino al 6 settembre il lunedì alle 15:45 e il sabato alle 18:15. Decolla da Rodi sempre il lunedì alle 17:35 e il sabato alle 20:10. I prezzi a persona, per un viaggio di andata e ritorno, partono da 131 euro, bagaglio a mano e in stiva sempre inclusi.
Rodi, la più grande isola greca e ultimo lembo di terra d’Europa che guarda all’Oriente, è un luogo tutto da scoprire. Le coste regalano panorami da sogno e concedono vacanze all’insegna del relax. Affiancata alle numerose spiagge si può ammirare l’antica città di Lindos, il più pittoresco villaggio dell’isola di Rodi.
Per informazioni su orari e offerte Meridiana, basta consultare il sito meridiana.com, la app e il mobile, telefonando al Call Center 89 29 28 o rivolgendosi alla propria agenzia di viaggio di fiducia.

Trenitalia e Grimaldi Lines insieme per viaggi in Grecia, Spagna e Sardegna.

Sono molti i vantaggi per chi raggiunge Brindisi, Civitavecchia, e Roma con
Trenitalia e prosegue in nave per Grecia (Igoumenitsa e Patrasso), Spagna
(Barcellona) e Sardegna (Porto Torres) su una nave della flotta Grimaldi.
Infatti, grazie alla promozione Sfreccia a bordo lanciata da Trenitalia e Grimaldi
Lines è possibile viaggiare in treno e in nave con tariffe particolari.
La promozione, che durerà fino al 30 settembre, è già acquistabile in tutte le
agenzie di viaggio italiane partner di Trenitalia e Grimaldi, dove i clienti possono
rivolgersi per le informazioni di dettaglio.

Grimaldi potenzia le rotte per la Grecia

Il gruppo napoletano Grimaldi ha aumentato le partenze tra Brindisi e lo scalo greco di Igoumenitsa per il periodo estivo. La prima iniziativa denominata ”Night&Day” prevede un raddoppio delle partenze tra il porto pugliese ed Igoumenitsa, per tutti i fine settimana fino al 15 settembre.
Oltre alla partenza serale delle ore 19 da Brindisi nei giorni di sabato e domenica, ne verrà aggiunta una seconda la mattina alle ore 8 con arrivo ad Igoumenitsa lo stesso giorno alle ore 17. La partenza da Igoumenitsa è prevista alle ore 18, sia sabato che domenica, con arrivo a Brindisi il giorno dopo alle ore 1. Sulla tratta opereranno tra Brindisi ed Igoumenitsa la ”Sorrento” e”Catania”, già presenti sul collegamento giornaliero che il Gruppo Grimaldi offre tra Brindisi, Igoumenitsa e Patrasso. Trasporta circa 1.000 passeggeri, 170 auto al seguito, 2.250 metri lineari di carico rotabile ed una velocità di crociera di 23 nodi, le due unità (del 2003 e con bandiera italiana) sono dotate di 93 cabine – tra interne, esterne e suite – nonché 62 comode poltrone reclinabili.
”Nonostante la profonda crisi che sta colpendo l’economia ellenica, con la decisione di ampliare i servizi verso la Grecia il Gruppo Grimaldi lancia un segnale in netta controtendenza – afferma Emanuele Grimaldi, A.D., insieme al fratello Gianluca, del Gruppo Grimaldi. ”I nostri collegamenti dal porto di Brindisi permetterà di soddisfare ulteriormente le esigenze della nostra clientela, abbinando servizi di qualità a tariffe vantaggiose sia per i trasportatori che per i passeggeri”, conclude Emanuele Grimaldi

Ancora scioperi in Grecia

Le isole della Grecia resteranno irraggiungibili dal continente per altri due giorni almeno. Infatti le navi e i traghetti rimarranno attraccati nei porti greci per altre 48 ore, da stamani alle 06:00 locali sino a mercoledì alla stessa ora, per effetto del nuovo sciopero – il terzo consecutivo dal 31 gennaio – proclamato dalla Federazione Nazionale Lavoratori Marittimi (Pno).

“La Direzione del Pno – si legge in un comunicato della centrale sindacale – nella riunione odierna ha constatato il successo dello sciopero del settore, che continua per il quarto giorno consecutivo, con i lavoratori marittimi che lottano per la loro sopravvivenza professionale contro il disegno di legge del ministero della Marina che distrugge il settore”.

Da parte sua, il ministro della Marina e dell’Egeo cerca di percorrere tutte le strade per giungere alla normalizzazione nel settore dei trasporti marittimi, mentre per il momento non si prevede che il governo faccia ricorso alla precettazione come nel caso dei conducenti della metropolitana e del tram. Ma alcuni giornali, come Kathimerini, sostengono stamani che il premier Antonis Samaras stia pensando seriamente a precettare i marittimi.

“Finché il dialogo prosegue – ha detto il ministro Costis Mousouroulis – il problema della precettazione non si pone. Stiamo facendo tutto quello che si può per ripristinare i collegamenti marittimi con le nostre isole”. Intanto sono già cominciate le prime dimostrazioni di dissenso da parte di alcuni lavoratori dei settori colpiti dallo sciopero come gli agricoltori e i trasportatori. Ieri sera è partita dal porto di Iraklion, capoluogo dell’isola di Creta, la nave traghetto Faistos Pallas, con a bordo 100 camion carichi di prodotti agricoli con destinazione Pireo dove è arrivata stamani alle 06:30 senza incontrare alcuna reazione negativa da parte dei marittimi in sciopero.

www.ansa.it

Grecia, traghetti a rischio stop

Le isole greche rischiano l'isolamento

Crollo dei passeggeri e aumento del prezzo del carburante e del costo della manutenzione: le compagnie greche di navigazione sono a un passo dal collasso. Già dal prossimo settembre i gestori dei collegamenti tra il continente e le isole potrebbero essere costrette a tenere in porto i traghetti. Anche perché, a fronte di un calo di introiti medio del 15% lo scorso anno, le previsioni per quest’anno parlano di una diminuzione di almeno un altro 10% che per molti è sin troppo ottimistica.

Il costo del carburante, come hanno sottolineato responsabili del settore, negli ultimi due anni è aumentato del 56,8% e del 63% rispettivamente per le navi convenzionali e per quelle ad alta velocità. Si prevede che il costo di esercizio di una nave che serve le isole Cicladi aumenterà quest’anno di almeno 2 milioni di euro a causa del rialzo dei prezzi del carburante e questa cifra, per essere compensata, richiederebbe un aumento del 16,7% dei veicoli trasportati e un incremento di 100.000 passeggeri. L’unica soluzione reale sarebbe quella di aumentare il costo del biglietto, ma il rischio è che gli introiti si contraggano ancora. Per ridurre i costi gli operatori stanno optando per altre soluzioni, ad esempio riducendo la velocità dei traghetti convenzionali (per consumare meno carburante), o il numero di viaggi alla settimana. Oppure unificando vari percorsi. Ma per quanto potrà durare non si sa.

Grecia, stop traghetti il 10 e l’11 aprile

Nuovi scioperi in Grecia

Disagi in vista per i vacanzieri della Settimana Santa con in programma una puntata in Grecia. I traghetti saranno pressoché fermi martedì 10 e mercoledì 11 aprile, a causa di un nuovo sciopero di 48 ore proclamato dalla Federazione Nazionale Lavoratori Marittimi (Pno).

“Il nuovo sciopero – si legge in un comunicato dell’organo sindacale – è in pratica la prosecuzione del precedente di 48 ore del 19 e 20 marzo 2012 perché i marittimi greci constatano un attacco contro i loro diritti lavorativi e sociali da parte del governo”. Stupore da parte del ministero per lo Sviluppo, che si è concentrato sui disagi per cittadini e turisti, invitando la Pno al dialogo. “Sono state date garanzie scritte e documentate”, ha detto.

450 milioni di euro per il porto del Pireo

450 milioni per l'ampliamento del porto passeggeri del Pireo

Il ministro greco della Marina mercantile Mihalis Chryssohoidis ha presentato nei giorni scorsi un ambizioso piano di investimenti volto a migliorare il turismo croceristico e le strutture del porto ateniese del Pireo con la creazione di nuovi posti di lavoro.

Il piano, per la cui realizzazione sono stati preventivati 450 milioni di euro, prevede un progetto di ampliamento della parte meridionale del porto e la costruzione di una monorotaia al suo interno. Entrambi i progetti dovrebbero essere avviati entro il 2012 subito dopo il lancio di offerte separate nella prima metà dell’anno, come riferisce l’agenzia ANA.

“Disimpegneremo i fondi da progetti ‘morti’ e li destineremo a nuovi progetti che inizieranno a breve,” ha detto Chryssohoidis, sottolinenando come tali iniziative incrementeranno il movimento delle navi da crocera nel porto del Pireo.

Il ministro ha aggiunto che l’Authority del Pireo ha registrato ricavi pari a 360 milioni di euro provenienti dalle crociere ed ha ribadito che l’obiettivo del suo dicastero è di quello di raddoppiare questa cifra nei prossimi anni. Dal canto suo, George Anomeritis, presidente dell’Authority del Pireo, ha detto che nel 2012 è previsto l’arrivo nel porto di almeno 800 navi da crociera.

Il progetto per ampliamento del porto passeggeri avrà un costo di 230 milioni di euro e offrirà sei nuove banchine per le navi da crociera, mentre il progetto del sistema monorotaia costerà circa 120 milioni di euro. La monorotaia sarà realizzata in doppio binario ed avrà una lunghezza di circa cinque chilometri

dall’ansa canale mare

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner