Articoli marcati con tag ‘green’

Perugia sempre più green

La Citroen C-zero

Il Comune del vicino è sempre più verde: e in questo caso si tratta di quello di Perugia. Ieri, in occasione della Giornata della mobilità elettrica, il Comune ha acquisito, con la formula del comodato d’uso gratuito due auto a trazione elettrica.

Tutto ciò grazie alla collaborazione di Nissan Italia, che mette a disposizione una Leaf e di Citroen, che fornisce una C-zero. Le due eco-auto si vanno ad aggiungere a una Renault Twizy, di cui il Comune già dispone, sempre in comodato, e a una Honda Insight, un ibrido benzina-elettrico, di proprietà dell’amministrazione comunale. Con questo Perugia mette le basi per diventare sempre più green e presenta il progetto Mobilità elettrica.

Svolta green per Bari, 50 colonnine elettriche

Bari

Cinquanta postazioni elettriche distribuite su tutta la città: svolta eco per Bari. Nell’ambito di un progetto pilota per il Sud, il Comune ha avviato un modello di diffusione della rete elettrica in collaborazione con Enel, che si accolla buona parte delle spese.

”La prima colonnina l’Enel, la società che investe i fondi – spiega all’Adnkronos il consigliere delegato alla Mobilità del Comune di Bari, Antonio Decaro – la vorrebbe montare a dicembre. La nostra proposta è partire con 20 stazioni, cominciare a farle funzionare e poi allargare il raggio d’azione fino ad arrivare a 50”.

In questi giorni i tecnici di Enel e del Comune sono al lavoro per individuare i punti strategici dove installare le colonnine per la ricarica dei veicoli. La prima, secondo quanto anticipa il consigliere Decaro, ”dovrebbe sorgere a cavallo tra il teatro Petruzzelli e la Camera di Commercio”. In seguito dovrebbero apparire nei park and ride, al porto, alla stazione, all’aeroporto, in piazza Prefettura e in tutti gli altri poli attrattori di traffico del centro cittadino.

Auto elettriche, superbonus da 5mila euro

Più incentivi all'elettrico

Cinquemila euro di incentivo per l’acquisto di un’auto elettrica. E’ stato approvato in Commissione alla Camera il testo che stabilisce i nuovi contributi statali per chi passa alla guida green. In totale lo Stato erogherà 420 milioni di euro in tre anni, a partire dal prossimo, per chi si convertirà ad un mezzo elettrico. Previsto un bonus inferiore, fino a 1.200 euro, per l’acquisto di vetture con emissioni superiori a 50 g/km di CO2, ma inferiore alla soglia dei 95 g/km.

Attenzione però, perché c’è da fare presto: chi primo arriva più bonus ottiene, dal 2014 il contributo scenderà a 4mila euro per l’elettrico e a mille per gli altri veicoli eco. Un ulteriore calo è previsto per il 2015 (3mila e 800). Nel frattempo dovrebbe andare a norma anche il piano di supporto alla mobilità sostenibile: più colonnine di ricarica per tutti. Ma questa l’abbiamo già sentita. La novità invece riguarda una nuova tariffazione per il consumo di energia elettrica a scopo di ricarica dei veicoli, che dovrebbe servire ad incentivo e durare almeno cinque anni.

Firenze sempre più green: Renault regala auto elettriche

Renzi a bordo di una Renault elettrica

Firenze capitale della mobilità elettrica. Almeno sulla carta. Le premesse, infatti, ci sono tutte, a partire dal protocollo d’intesa firmato dal Comune con Renault per dare vita a una reale mobilità integrata in città.

Il protocollo arriva ora alla fase operativa. Presentato a Palazzo Vecchio il percorso sinergico compiuto per promuovere lo sviluppo dlela mobilità elettrica. “Abbiamo dimostrato – ha sottolineato il sindaco Matteo Renzi – che questo protocollo non è rimasto lettera morta, ma invece diventato un’occasione per impegnarsi concretamente ed andare avanti”.

“Firenze – ha fatto eco Jacques Bousquet, presidente di Renault Italia – si conferma un modello di riferimento nell’ambito della strategia di Renault di fare dei veicoli elettrici una soluzione di mobilità concreta, reale e diffusa in ambito urbano”. La mobilità elettrica è per Renault oggi una realtà concreta: 3 nostri modelli 100% elettrici sono ormai sul mercato. Con l’occasione, Renault ha consegnato a Renzi due automobili ‘verdi’.

Eicma: crescono i motocicli green

Scooter elettrico Oxygen

Il salone del motociclo Eicma vede crescere il settore green che oramai continua ad espandersi abbattendo i prezzi.
”L’importanza dello sviluppo di una mobilità sostenibile non è solo un contributo alla salvaguardia dell’ambiente, ma anche una forte opportunita’ di sviluppo economico e tecnologico”, spiega Francesco Nepi, ad di Oxygen e produttore del primo scooter elettrico al 100% interamente made in Italy. Lui stesso quest’anno presenterà a Fieramilano un nuovo modello a tre ruote.
I modelli intanto aumentano e, per chi ama la velocità: la modenese Crp Racing mette in mostra un modello superbike al 100% a trazione elettrica in grado di raggiungere i 220 chilometri orari e con un prezzo a partire da 15 mila euro.
Ci sono poi quad, modelli da motocross, city car in grado di viaggiare per oltre 180 chilometri con una ricarica.

Auto elettriche, park gratis e contributi. E sarà boom

In California case a misura di auto green

Sono sempre di più coloro che, contro il caro-carburante, scelgono la via eco. O meglio, la via elettrica. E comuni ed aziende hanno capito il business, incentivando un mercato in continua crescita.

Dopo Bologna, Parma, Modena e Roma, adesso anche Ancona ha scelto di adottare politiche pro-elettrico. A partire dal parcheggio: per tutto il 2011 chi guida auto elettriche non dovrà pagarlo. E per chi l’acquista c’è un contributo di 1.000 euro.

Sulla stessa strada si è mossa anche l’azienda automobilistica Nissan, che, in sinergia con la società edile americana City Ventures, ha messo mano alla progettazione di centinaia di abitazioni green in California, con tanto di presa per la ricarica dell’auto direttamente in garage.

E ci ha visto lungo, perché secondo le previsioni pubblicate Pike Research tra il 2011 e il 2017 il mercato dei veicoli elettrici crescerà del 19,5%, contro il +3,7% del mercato auto globale nello stesso arco di tempo. Il che significa oltre 5 milioni di mezzi a corrente a fronte dei 114mila attualmente in circolazione.

Auto verdi, arrivano i superincentivi. Grazie alle bottiglie di plastica

Incentivi fino a 5mila euro

Fino a 5mila euro di incentivi per chi acquista un’auto elettrica. Lo prevede il testo base adottato dalle commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera, che andrà in Aula dopo la pausa estiva. Come sarà finanziato? Grazie alla tassazione di 1 centesimo e mezzo sulle bottiglie di plastica.

Chi acquista un’auto verde entro l’anno prossimo potrà usufruire del massimo del bonus, che scenderà progressivamente a 3mila euro nel 2013 e 2mila nel 2014, fino a mille nel 2015. Il testo non si limita agli incentivi all’acquisto, ma disegna, su tutto il territorio nazionale, le reti di ricarica a servizio dei veicoli alimentati ad energia elettrica.

Il provvedimento, doppiamente teso alla riduzione delle emissioni, potrebbe essere convertito in legge entro pochi mesi, a partire dalla ripresa dei lavori parlamentari.

Il Porto di Ancona rinasce “green”. In tempi record

L'impianto fotovoltaico al Porto di Ancona

Il Porto di Ancona ha un nuovo volto, grazie agli oltre 15mila pannelli fotovoltaici ad alta efficienza installati sugli undici capannoni del vecchio complesso industriale Tubimar. Quasi 19mila metri quadri di superficie ad alto assorbimento di luce solare, installati a tempi record: ci sono voluti solo 10 mesi per la sostituzione di circa 52mila metri quadri di coperture, in grand parte in amianto, e la successiva sistemazione dell’impianto fotovoltaico.

Dai tetti della ex Tubimar sarà prodotta energia elettrica sufficiente a rispondere al fabbisogno di 1.600 abitazioni, evitando l’immissione in atmosfera di circa 623 tonnellate di CO2.

Ad accollarsi i costi di realizzazione, pari a 16,3 milioni di euro, è l’associazione temporanea d’impresa formata da Conscoop, che ha affidato la realizzazione impresa che opera nel settore delle costruzioni e gestioni ambientali con sede a Senigallia (Ancona) ed Energy Resources, azienda attiva nel settore delle energie rinnovabili con sede operativa a Jesi (Ancona).

A fronte di un canone, avrà per 20 anni la concessione dell’impianto da parte dell’Autorità portuale e dunque la possibilità di vendere alla rete nazionale l’energia elettrica ottenuta.

Il porto di Genova diventa ‘green’, 60 mln per non inquinare

Il porto di Genova

Ventimila tonnellate di CO2 in meno ogni anno: è l’obiettivo del porto di Genova, che si prepara alla svolta “green”. Per raggiungere il traguardo (entro il 2020) si prevede l’investimento di 60 milioni in energie alternative.
Il primo passo sarà l’elettrificazione delle banchine, nell’area delle Riparazioni Navali, in modo da evitare che le navi ormeggiate tengano in funzione a lungo i motori ausiliari. Previsti inoltre un impianto eolico da 39 torri sulla diga foranea, 29 impianti fotovoltaici distribuiti sulle coperture degli edifici portuali per 5.600 chilowatt di potenza, e 3 impianti solari termici sulle coperture degli edifici portuali.
Solo dall’elettrificazione delle banchine (intervento da 13 milioni di euro) il porto dovrebbe riuscire ad abbattere quasi 10mila tonnellate di emissioni di anidride carbonica l’anno, mentre eolico e fotovoltaico contribuiranno per altre 6mila e 3.600 tonnellate ciascuno.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner