Articoli marcati con tag ‘Grimaldi’

PORTO DI VENEZIA E GRIMALDI AL TRANSPORT LOGISTIC MONACO – NUOVI SERVIZI INTERMODALI PER MEDITERRANEO, CENTRO EU E BALTICO

Il porto di Venezia è protagonista a Monaco di Baviera alla fiera internazionale “Transport Logistic”, il principale evento del settore a livello mondiale.

Massiccia la presenza degli operatori veneziani che da sempre considerano Monaco un appuntamento immancabile perché raccoglie tutti i player del settore, totalizzando oltre 2.000 espositori e 55.500 visitatori in media.

In occasione della fiera, il Porto di Venezia e il Gruppo Grimaldi, l’operatore multinazionale leader nella logistica integrata e specializzato nel trasporto marittimo di merci rotabili (auto, van, camion, ecc.), hanno presentato i servizi intermodali mare/ferro offerti da e per Venezia con origine e destinazione il Mediterraneo Orientale, il Centro Europa e l’area del Baltico

I servizi Ro-Ro e Ro-Pax  da e per Venezia hanno mostrato un forte incremento nel 2016 e vanno ad aggiungersi al recente ritorno della linea container diretta con il Far East e al consolidamento dei servizi Intra-Med che fanno di Venezia il primo porto italiano in Adriatico per la movimentazione dei container (610mila TEU nel 2016). Ma Venezia è anche riconosciuto come il gateway perfetto per gli operatori del settore break bulk (in particolare per import/export siderurgico a servizio delle industrie della Pianura Padana) e per i colli eccezionali, che oggi da Venezia vengono esportati in più di 50 paesi nel mondo.

“Oggi come ieri, il porto di Venezia è crocevia di rilevanza internazionale per diverse tipologie di merci grazie alle rotte marittime percorse dalle 39 compagnie che scalano il nostro porto, e ai servizi intermodali con i mercati più dinamici d’Europa supportati dalle 6 imprese ferroviarie che operano nel nostro scalo. Un insieme di operatori e infrastrutture che fanno di Porto Marghera il cuore pulsante dell’import/export del Veneto e del Nord Est da/per tutto il mondo. L’attivazione dei nuovi servizi si va ad aggiungere a quelli, interamente intermodali, che già oggi collegano la Grecia (via mare) con i mercati del Nord Europa (via ferrovia), potremo così continuare ad incrementare la nostra leadership nel settore delle Autostrade del Mare che nel corso del 2016 ha fatto segnare un +30% e prospetta una crescita a doppia cifra anche per il 2017”, ha dichiarato Pino Musolino, Presidente dell’Autorità di sistema Portuale dell’Adriatico Settentrionale.

Appena due anni fa in questa occasione abbiamo annunciato l’ingresso del Porto di Venezia nella rete di Autostrade del Mare del Gruppo Grimaldi con il lancio della linea per Patrasso. Il bilancio di questo biennio è più che positivo, tant’è che il Gruppo ha incrementato la propria presenza estendendo ed arricchendo i propri servizi. Sono lieto di annunciare in quest’occasione che è allo studio un servizio shuttle per collegare il terminal ferroviario di Verona al Terminal Ro-Port di Venezia dando la possibilità agli operatori del settore di utilizzare i diversi collegamenti con la Germania e con l’Europa orientale e creando un vero e proprio ponte con la Grecia e i Balcani. Tutte le attività da noi sviluppate a Venezia hanno un chiaro obiettivo: l’integrazione dei trasporti marittimi con quelli ferroviari al fine di espandere i percorsi intermodali alla nostra clientela”, ha dichiarato Guido Grimaldi, Corporate Short Sea Shipping Commercial Director, Grimaldi Group.

Grimaldi conferma Mercitalia Rail come partner del suo sistema logistico

Per supportare l’export dei nuovi prodotti Alfa Romeo (Giulia e Stelvio), Grimaldi ha confermato Mercitalia Rail come partner del suo sistema logistico.

Sono infatti stati avviati tre collegamenti settimanali dedicati al trasporto di vetture prodotte nello stabilimento di Cassino e destinate all’esportazione via mare dal Porto di Civitavecchia.

Con l’auspicio di aumentarli entro l’estate.

È un’ulteriore attestato della presenza di Mercitalia Rail nei porti del centro – sud Italia a vocazione Automotive:

  • Civitavecchia, con i treni da Cassino e Melfi
  • Salerno (attraverso il retroporto di Pontecagnano) per i furgoni prodotti a Fossacesia
  • Gioia Tauro per l’export di Melfi

Aumentando così del 15% rispetto al 2016 i treni “Automotive” dagli stabilimenti di produzione ai porti italiani.

Il Gruppo Grimaldi potenzia la propria presenza a Venezia

Il Gruppo Grimaldi arricchisce la propria offerta di servizi marittimi annunciando un’importante novità: a partire dal 3 gennaio, il gruppo partenopeo estenderà a Venezia i propri collegamenti misti merci/passeggeri tra l’Italia e la Grecia.

Il porto lagunare verrà incluso nell’itinerario Ancona-Igoumenitsa-Patrasso, attualmente servito quotidianamente dalle navi Cruise Europa e Cruise Olympia. Le partenze da Venezia si svolgeranno il martedì e mercoledì alle ore 23:59 con arrivo il giorno dopo a Igoumenitsa e Patrasso,  rispettivamente alle ore 07:00 e 13:00. Da Patrasso le partenze saranno il lunedì e martedì alle ore 19:00 e da Igoumenitsa il martedì e mercoledì alle ore 01.00 con arrivo a Venezia alle ore 20:30 del martedì e mercoledì.

IL PRIMO SERVIZIO TUTTO INTERMODALE (NAVE+TRENO) CHE COLLEGA EUROPA CENTRALE E GRECIA

È il più veloce, il più “verde” e il più efficiente servizio di collegamento tra l’Europa Centrale (Francoforte) e la Grecia, è l’unico interamente intermodale capace di coniugare il trasporto marittimo e ferroviario ed è, a tutti gli effetti, un ponte gettato a Venezia tra le economie e i mercati europei.
Parte infatti oggi (sabato 7 novembre) dal terminal Autostrade del Mare di Fusina (Porto Marghera, Venezia) il primo treno dal porto di Venezia per Francoforte per il trasporto di trailer (camion senza motrice) via Brennero fino ai mercati dell’Europa Centrale. Con questo nuovo servizio, i corridoi di trasporto trans-europei trovano, attraverso il “porto-corridoio Brennero-Venezia”, la loro naturale prosecuzione nelle Autostrade del Mare e sfruttano il potenziale commerciale del Mediterraneo Orientale.

La nuova catena logistica è stata attivata a tempo record, a soli 3 giorni dal collaudo del revamping della linea ferroviaria, con un primo treno lungo oltre 500 metri che porta 13 carri (per 26 trailer).
Un servizio che si prevede possa già a breve raddoppiare l’attuale frequenza settimanale sfruttando la velocità di un collegamento che in soli 3 giorni è capace di consegnare le merci direttamente sui mercati di riferimento.

Porto Marghera ricomincia così a sfruttare il patrimonio infrastrutturale di 135 Km di ferrovie, 40 km di strade, 7 km di fibra ottica, 12 Km di banchine operative accumulato in cento anni di storia e rimasto inutilizzato per decenni. (…) Venezia ritrova oggi anche parte della sua accessibilità ferroviaria a livello internazionale, grazie al revamping della linea ferroviaria per Fusina inutilizzata dagli anni ’70 quando veniva adoperata per trasportare alluminio e bauxite.

“Il nuovo collegamento sfrutta la geografia vincente dello scalo veneziano a beneficio dell’intero Nordest, dell’Italia e dell’Europa. Il mercato dell’intermodale puro (nave+treno) ha un enorme potenziale che oggi sfrutta i trailer trasportati dalle navi ro-ro e che domani si accompagnerà con l’inoltro via ferrovia anche dei container. Un potenziale che si esprimerà completamente una volta realizzato il sistema portuale offshore-onshore che ridarà a Venezia l’accessibilità nautica di cui ha bisogno e l’efficienza che l’Italia e le imprese del nordest reclamano”, commenta Paolo Costa Presidente dell’Autorità Portuale di Venezia.

Il treno, organizzato e commercializzato dalle società Kombiverkehr e commissionato dalla società di autotrasporto greco-tedesca Thomaidis GmbH, raccoglie le merci a Francoforte e parte via Brennero il venerdì per Venezia (Fusina) dove scarica e ricarica le merci con destinazione Grecia. Da lì i trailer sono imbarcati su navi ro/ro del Gruppo Grimaldi il quale opera un servizio diretto, con frequenza trisettimanale, tra Venezia e Patrasso. Le due navi ro/ro impiegate dal gruppo partenopeo sulla linea hanno ciascuna una capacità di circa 220 trailer. Di ritorno, le merci provenienti dalla Grecia e sbarcate a Fusina dalle navi del Gruppo Grimaldi sono caricate, il sabato, sul treno con destinazione la Germania e da lì verso altre località nord europee.

GRIMALDI SCEGLIE IL TERMINAL DI FUSINA APERTA A VENEZIA LA NUOVA ROTTA MEDITERRANEA

Il terminal delle autostrade del Mare di Fusina apre le porte a Grimaldi Lines. A partire da domenica 12 la compagnia di navigazione napoletana ha infatti scelto di ri-tracciare la rotta mediterranea tra Venezia e la Grecia, cogliendo le opportunità e i servizi offerti da Venice RoPort Mos, società di gestione dello scalo portuale in concessione dall’Autorità Portuale di Venezia.
Grimaldi Lines a partire dal mese di luglio, ha destinato una nave traghetto che sbarcherà sui piazzali del terminal di Fusina, 230 trailer una volta a settimana. È  già previsto che entro l’estate il servizio possa raddoppiare con 2 navi (ciascuna da 230 camion/trailer) e tre toccate settimanali.
Il terminal di Fusina mette a disposizione della compagnia di navigazione tutti i servizi attivati a partire dal suo avvio a maggio del 2014.
«Siamo orgogliosi e felici di accogliere Grimaldi nel nostro terminal – spiega Gianfranco Zoletto, presidente di Venice RoPort Mos che nella costruzione dell’infrastruttura dedicata al traffico Ro-Ro e Ro-Pax ha investito 230 milioni di euro – E’ uno dei proficui risultati della collaborazione pubblico-privato di cui questo terminal è testimonianza. Grimaldi potrà contare su un terminal moderno ed efficiente, in grado di ottimizzare i tempi di carico/scarico delle navi e di assicurare ogni servizio connesso alla logistica di cui possa avere necessità».
Il terminal di Fusina offre a Grimaldi un pacchetto di servizi pensati e progettati specificatamente per il traffico RO-Ro. Oltre a un’area retro portuale di 280mila metri quadrati, dispone di un’officina meccanica a disposizione dei mezzi in transito,  di uffici e strutture per l’accoglienza dei passeggeri e, da settembre, di quattro binari ferroviari che renderanno completa l’intermodalità del terminal.
Attualmente il terminal dispone di due banchine in grado di accogliere navi fino ai 250 metri. Nel primo anno di attività (con una sola banchina attiva), ha registrato il transito di circa 150mila passeggeri, 40mila auto e 30mila mezzi commerciali.
La nave di Grimaldi Lines ha attraccato a Venezia nei giorni scorsi ed è ripartita per Patrasso, oggi, lunedì 13 luglio di prima mattina. La nave è lunga 185 metri e ha una portata lorda di oltre 26mila tonnellate. Dispone di una capacità di 230 unità-nave (trailer/camion).

Grimaldi rafforza la sua presenza nell’adriatico

Il gruppo armatoriale Grimaldi rafforza la propria presenza in Adriatico annunciando il lancio di un innovativo collegamento marittimo dedicato al trasporto di rotabili tra i porti di Ravenna, Brindisi e Catania. A servire la nuova linea saranno le due navi di ultima generazione ‘Eurocargo Catania’ e ‘Eurocargo Brindisi’, recentemente entrate a far parte della flotta Grimaldi. Le due navi hanno, infatti, una capacità di carico di circa 240 semirimorchi ciascuna. La nuova autostrada del mare avrà frequenza trisettimanale: le partenze da Ravenna saranno il martedì, il giovedì e il sabato alle ore 18 con arrivo a Brindisi il mercoledì alle 15, il venerdì alle 11 e la domenica alle 15. Da Brindisi le due navi partiranno verso Catania il mercoledì alle 17, il venerdì alle 13 e la domenica alle 17 con arrivo nello scalo siciliano il giovedì, il sabato ed il lunedì alle ore 9. “Questa autostrada del mare rappresenta una novità assoluta, introducendo il primo collegamento diretto tra la Sicilia e la Puglia, oltre che tra l’Alto ed il Basso Adriatico”, ha dichiarato Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del gruppo. “La qualità, la frequenza del servizio e il tonnellaggio impiegato sono la chiave di successo di questa autostrada del mare sulla dorsale adriatica, che contribuirà a ridurre la congestione stradale, l’inquinamento atmosferico e acustico, trasportando qualsiasi tipo di rotabile”, conclude Emanuele Grimaldi. Attraverso Catania e Brindisi i trasportatori potranno usufruire in trasbordo degli altri servizi regolari del Gruppo Grimaldi verso la Grecia, i Balcani, Malta e la Libia. Infatti, attualmente il gruppo partenopeo offre partenze giornaliere da Brindisi per Igoumenitsa e Patrasso nonché partenze quattro volte alla settimana da Catania per Malta e settimanali per la Libia (Tripoli, Al Khoms)

dall’ansa.it

Grimaldi compra 6 navi ad Hong-Kong

Un accordo è stato siglato tra la società di navigazione “Atlantica” della “Grimaldi-Napoli” e la “Pacific Basin”, quotata alla borsa di Hong Kong, che opera nel traffico delle rinfuse solide e del servizio rimorchi con oltre 200 navi. I termini dell’accordo sono favorevoli per il gruppo napoletano di navigazione che ottiene un contratto per complessivi 153 milioni di euro per 6 nuove navi ro-ro,traghetti che trasportano rotabili, con cabine per gli autisti. In base all’accordo la “Atlantica” dei Grimaldi-Napoli acquisterà, dopo aver siglato contratti di noleggio a scafo nudo, (senza equipaggio) le 6 nuove navi, scaglionando gli acquisti nel tempo. Le scadenze sono: 31 dicembre 2013, 30 giugno 2014, 31 dicembre 2014, 30 giugno 2015 e 31 dicembre 2015.

www.ansa.it

Veleni nel mare di Livorno, interviene il ministro

Il ministro Clini

Si incontreranno lunedì prossimo, 16 gennaio, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e il ministro dell’Ambiente Corrado Clini. Il vertice è stato convocato alla Prefettura di Livorno per esaminare la situazione venutasi a creare dopo la perdita in mare di circa 200 fusti contenenti sostanze pericolose. L’incidente, che ha visto protagonista una nave cargo della Grimaldi, è avvenuto lo scorso 17 dicembre al largo della costa livornese. Dall’incontro dovrebbero uscire misure apposite per prevenire ogni possibile rischio per l’ambiente e la salute pubblica.

Alla riunione parteciperanno anche la Provincia e il Comune di Livorno, la Protezione Civile, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Ispra, il Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri, il Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera, ed il Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie.
“Il ministero dell’Ambiente – afferma Clini – metterà in campo tutte le professionalità e il sostegno necessari per gli interventi che si decideranno a salvaguardia dell’ambiente marino e del litorale”.

Nuovo accordo tra DKV e Gruppo Grimaldi

Il nuovo servizio offerto è attivo su tutte le linee Grimaldi per Sicilia, Sardegna, Spagna, Tunisia, Malta, Marocco e Libia.

L’imbarco dei camion sulle navi Grimaldi è diventato molto più semplice grazie all’accordo di partnership siglato di recente tra la compagnia di navigazione e DKV Euro Service, società di servizi leader in logistica e trasporti.La sinergia tra le due aziende nasce dall’esigenza di offrire ai rispettivi clienti i servizi migliori dell’autotrasporto.

La DKV Card permette ai trasportatori che devono imbarcare il proprio mezzo sulle linee Grimaldi di recarsi direttamente al porto e pagare la tariffa marittima esibendo la propria carta alla biglietteria. Il servizio è attivo su tutte le linee Grimaldi per Sicilia, Sardegna, Spagna, Tunisia, Malta, Marocco e Libia. Inoltre, sarà possibile pagare un’unica volta anche se la traversata prevede 2 imbarchi.

Cin propone l’acquisto di Tirrenia

Forse Tirrenia verrà acquistata dalla cordata Cin

La Compagnia Italiana di Navigazione (Cin), composta dagli armatori Aponte, Grimaldi e Onorato, ha presentato il piano di acquisto della Tirrenia con un’offerta di 380 milioni di euro. L’iniziativa verrà valutata dal comitato di controllo e, l’eventuale via libera, significherà nuovi investimenti, la preservazione delle linee e del personale.

Intanto Tirrenia dal 18 aprile ha attivato il traghetto Aurelia per collegare Genova, Olbia e Arbatax, arricchendo la già nutrita linea per la Sardegna.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner