Articoli marcati con tag ‘Infrastrutture’

Il Ponte sullo Stretto? Lo paga la Cina

Lou Jiwei, presidente del Chic

“Arrivano i cinesi”. E’ questo il ritornello più sentito nelle ultime settimane, economicamente parlando. Un grido d’allarme e di speranza al tempo stesso, come se solo la grande Cina potesse salvarci dal tracollo acquistando i nostri titoli di Stato. Come se non ci restasse altra scelta che venderci sul mercato orientale, dando via pezzi di debito e di Paese.

BTP? NO, GRAZIE. Ma la Repubblica popolare è sempre in grado di stupirci per senso pratico. “Siamo venuti per l’Italia e la Spagna, Paesi dove vale la pena investire, a differenza della Grecia”, avrebbero detto i delegati cinesi in visita a ministeri e istituti italiani pochi giorni fa. E non si riferivano ai Btp, come anche lo stesso ministro Tremonti ha chiarito, bensì a pacchetti di infrastrutture e industrie più o meno bisognose di una boccata d’ossigeno. E più e meno redditizie. Autostrade, aeroporti, parchi industriali, cantieri navali e persino il Ponte sullo Stretto di Messina: il fondo sovrano China Investment Corp (Chic), sarebbe interessato a finanziare buona parte delle grandi opere del Paese.

Il rendering del Ponte sullo Stretto

PONTE SULLO STRETTO. “C’è un forte interesse per il progetto”, ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli. Dalla Cina potrebbe arrivare circa il 50% dei fondi privati necessari a completare il Ponte, mentre i vertici delle ferrovie cinesi si sono già interessate all’affare. D’altronde per la Sicilia non sarebbe il primo esperimento del genere: già lo scorso novembre la Regione ha sottoscritto un accordo con la China Develpment Bank per il finanziamento di almeno otto grandi progetti infrastrutturali dell’isola. E circa 90 milioni di euro sarebbero già in arrivo da Pechino per ampliare i porti di Augusta e di Pozzallo, con il dichiarato obiettivo di renderli in grado di accogliere le enormi navi container provenienti da Oriente.

IN DARSENA A CACCIA DI AFFARI. Alcuni uomini d’affari cinesi si aggirano inoltre da alcuni mesi in Darsena, a Viareggio, a caccia di buone occasioni. Ovvero, in cerca di aziende in crisi ma produttive da rilevare. Anche i cantieri navali cominciano a fiutare il pericolo, tant’è che le smentite si rincorrono alla velocità della luce in questi giorni. Il Gruppo Baglietto e i Cantieri navali di Pisa, i primi ad essere finiti nel mirino degli investitori esteri, sarebbero in realtà fuori dalla partita. Lo ha confermato Massimo Perotti, ad di Sanlorenzo, dichiarando al tempo stesso che dal 2013 costruirà navi in Cina e per la Cina (in partnership con un’azienda locale). Leggi il resto di questo articolo »

180 milioni per gli aeroporti calabresi

Investimenti per 180 milioni per rendere competitivo il sistema aeroportuale della Regione Calabria

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Enac, l’Enav, la Regione Calabria e le società di gestione degli scali calabresi, hanno firmato un protocollo d’intesa per investimenti destinati a opere di adeguamento e potenziamento funzionali degli aeroporti di Crotone, Lamezia Terme e Reggio Calabria.
Il Protocollo, siglato nella sede della Regione Calabria a Roma, aggiorna le risorse disponibili e riunisce in un unico documento due precedenti accordi del 2009.
Per la Regione Calabria è stata apposta la firma del presidente Giuseppe Scopelliti, per l’Enac dal Presidente Vito Riggio, per l’Enav S.p.A. dal Direttore Generale Massimo Garbini, da Luciano Novella per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per la Sacal S.p.A. dal Presidente Vincenzo Speziali; per la Sogas S.p.A. dal Presidente Pasquale Bova, per l’Aeroporto S. Anna Crotone S.p.A. dal Presidente Roberto Fortunato Salerno.
“C’è grande soddisfazione per la firma di questo protocollo d’Intesa, una risposta importante del governo Nazionale e locale – ha detto Scopelliti – per tutti i calabresi”.
Le risorse comunitarie, nazionali e regionali per interventi aeroportuali nella Regione Calabria, per un totale di circa 180 milioni di euro, saranno destinate agli interventi oggetto del presente Protocollo di Intesa secondo la seguente ripartizione: Aeroporto di Crotone: 44 milioni 985 mila euro per interventi di messa in sicurezza del sedime aeroportuale; ristrutturazione ed ampliamento dell’aerostazione; riqualificazione e prolungamento della pista di volo 17/35; adeguamento normativo, riassetto funzionale e distributivo dell’aerostazione passeggeri; completamento della nuova torre di controllo; installazione ADS-B; interventi di adeguamento e potenziamento infrastrutture di volo; installazione di nuove radioassistenze (ILS, VDF); implementazione Data Link VDL 2.

Finalmente aggiudicati i lavori per la S.S. 640 di Porto Empedocle

S.S. 640

S.S.640 di Porto Empedocle

Aggiudicato in via definitiva, dall’ Anas, l’inizio ufficiale dell’intervento per l’ammodernamento e l’adeguamento a quattro corsie della S.S. 640 di Porto Empedocle. Il tratto interessato sarà quello compreso tra il Km 44 della strada già esistente a Grottarossa e lo svincolo di Imera appartenente all’autostrada A19 “Palermo-Catania”, creando un sottopasso in galleria del centro abitato di Caltanissetta, estendendosi così ad oltre 28 Km complessivamente. La gara è stata aggiudicata secondo il criterio economicamente migliore ed è stata vinta dall’ Associazione Temporanea di Imprese costituita dalla mandataria C.M.C. Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, dalla C.C.C. Società Cooperativa e da Tecnis SpA, con sede a Tremestieri Etneo. Alla conclusione dei lavori la statale potrà vantare due corsie per ogni senso di marcia separate da spartitraffico.

Merlo ottimista sul progetto di Genova, Porto d’Africa

La crisi in Libia non ferma il progetto di Genova come Porto d'Africa

La crisi politica in Africa non crea problemi al progetto del ‘Porto d’Africa’ di Genova, dove verranno localizzati i terminal per le linee dirette al Sud del Mediterraneo. Lo ha detto il presidente dell’Autorita’ Portuale Luigi Merlo. ”Per diversi motivi credo che non ci sia alcun rischio, anche perche’ noi avevamo calibrato il progetto con Tunisia, Marocco, Giordania, meno con Libia e Algeria – ha aggiunto Merlo – anche se c’erano manifestazione di interesse”.
Il presidente e’ ottimista e invita a non interrompere in alcun modo le relazioni con quei Paesi. ”Credo che non ci sia alcun rischio per il progetto vedendo le infrastrutture che hanno realizzato loro – ha spiegato Merlo -, osservando i traffici sviluppati e vedendo che nelle fasi di maggiore tensione le prime cose che sono state protette sono i porti, e soprattutto le zone franche, dove si sono delocalizzate centinaia di aziende. Penso che il porto di Genova possa rappresentare, nel dialogo che ci dovra’ sempre essere, un ruolo importante dal punto di vista degli scambi e del consolidamento del rapporto con quei Paesi. Guai a interrompere le relazioni con loro’.

dall’ansa mare

Infrastrutture: Matteoli in Calabria, al Sud il 40 % delle opere che si realizzano nel Paese

Il 40 per cento delle opere è concentrato al sud sostiene Matteoli

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha inaugurato, nel corso della sua visita in Calabria, la Variante di Montegiordano Marina (Cosenza) sulla SS 106 Jonica e due nuovi tratti della statale 182 “Trasversale delle Serre” nei comuni di Simbario, Spadola e Serra San Bruno (Vibo Valentia). Presenti anche il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, i rappresentanti degli Enti locali e il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci.
“L’inaugurazione della Variante della statale 106 Jonica a Montegiordano – ha dichiarato Matteoli – rientra non solo nella più vasta opera di ammodernamento della 106 Jonica, ma nei più generali interventi di infrastrutturazione del Paese, obiettivo questo prioritario per il Governo. All’inizio della legislatura ci siamo dedicati con forza a far ripartire la macchina inceppata delle infrastrutture e nel corso degli anni cominciamo a raccogliere i frutti. Molte sono le opere importanti e cruciali che si sono avviate e concluse ed altre lo saranno sino al termine naturale della legislatura. Desidero ancora una volta ribadire  – ha aggiunto il ministro – che rispetto agli interventi complessivi, oltre il 40% riguardano opere che si realizzano nel Meridione. E’ una cifra mai registrata in passato”.
In provincia di Vibo Valentia, il ministro Matteoli ha invece partecipato alla cerimonia di apertura di due nuovi tratti della statale 182 che “rappresenta – ha sottolineato il ministro – una piccola parte della più estesa ‘Trasversale delle Serre’, che collegherà velocemente il versante Tirrenico con quello Jonico della Calabria. Entro il prossimo anno – ha annunciato Matteoli – sarà pronto un tratto di circa 10 chilometri che si aggiungerà ai tratti già ultimati. Desidero ringraziare l’Anas, le imprese e i lavoratori che stanno realizzando un’opera di grande importanza per l’economia e la fluidificazione del traffico di quest’area”.
Roma, 28 febbraio 2011

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner