Articoli marcati con tag ‘intermodalità marittima’

D’Amico: torna in utile nel primo trimestre dopo il rosso nel 2016

D’Amico International Shipping ha chiuso il primo trimestre 2017 con un un utile netto di 1,8 milioni di dollari, ricavi a 91,93 milioni di dollari ed un ebitda a 16,5 milioni di dollari: risultati in forte calo se confrontati allo stesso periodo del 2016 ma che segnano una inversione di rotta rispetto alla perdita per 12,8 milioni di dollari dell’esercizio 2016 (su cui ha pesato un quarto trimestre in rosso per 18,9 milioni di dollari). “Sono felice di annunciare i risultati relativi al primo trimestre 2017″, commenta quindi l’ad Marco Fiori, sottolineando che “in particolare, l’ebitda ottenuto nel corso del primo trimestre 2017 è 1,7 milioni di dollari più alto di quello ottenuto nel corso dei precedenti due trimestri messi assieme”. Un “risultato positivo” dovuto “a un mercato delle navi cisterna in miglioramento”.

Nuovo servizio del Gruppo Grimaldi verso il Messico

Il Gruppo Grimaldi estende i propri servizi al Messico. Un nuovo servizio diretto per il Messico per il trasporto di carichi rotabili, project cargo ed automobili è stato recentemente lanciato. Si tratta, precisa un comunicato, dell’estensione del servizio regolare che collega il Mediterraneo al Nord America, operato dal Gruppo dal 2015. Si tratta del primo servizio diretto e regolare tra il Mediterraneo e il Nord America per il trasporto di rotabili.

Il nuovo servizio collega i porti di Civitavecchia, Savona e Gemlik in Turchia con gli scali nordamericani di Halifax (Canada), New York, Baltimora, Jacksonville e Houston, nonché quello messicano di Veracruz ed ha frequenza settimanale per gli scali in Nord America e quindicinale per il Messico.

Grazie all’impiego di moderne navi ro-ro multipurpose che hanno una capacità totale di carico di 3.000 metri lineari di carico rotabile e 3.000 auto, la linea regolare garantisce un transit time di soli 12 giorni tra Italia e Nord America e 20 per la costa atlantica del Messico

Onorato potenzia la rotta Genova-Livorno-Catania

Una nave ‘ro-pax’ per dare il via alla linea merci e passeggeri Malta-Catania con una rete di collegamenti che consentirà agli autotrasportatori di poter usufruire di una vasta offerta, con navi e orari pensati per soddisfare le necessità di tutti i professionisti del settore.

Sono le novità del Gruppo Onorato Armatori per “confermare la nostra politica di investimenti e rafforzamento del network da e per la Sicilia, con operativi e unità capaci di trasportare qualsiasi tipologia di merci e veicoli con dimensioni eccezionali”.

La prima novità riguarda i collegamenti da Genova e Livorno per Catania e viceversa: dal 18 aprile Tirrenia garantirà tre partenze settimanali sia dal capoluogo ligure che da Livorno.

Per queste rotte verranno impiegate due ‘ro-ro’ di cui una da 178×26 metri, che può trasportare sino a 2.600 metri lineari, l’altra da 166×25 metri, anch’esso in grado di contenere fino a 2.500 metri lineari, entrambe con una velocità di servizio di 20 nodi. “Viaggeranno lungo il Mar Tirreno – spiegano dal Gruppo Onorato Armatori – in affiancamento al servizio già esistente sull’Adriatico, offriranno un network completo per soddisfare al meglio le necessità del mercato”.

A questo si aggiunge, sempre dal 18 aprile, un nuovo collegamento con nave dedicata sulla tratta Malta-Catania.

L’obiettivo del Gruppo Onorato Armatori è “quello di voler ulteriormente incrementare i traffici commerciali da e per l’Isola di Malta verso la Penisola ed il resto d’Europa e aprire al traffico passeggeri”. Per questo ci saranno quattro collegamenti settimanali da Malta per Catania e viceversa.

Con la nave ro-pax Barbara Krahulik, dunque, già dai prossimi giorni sarà attiva la nuova offerta del Gruppo leader nei trasporti del Mediterraneo.

“Con questa nuova opportunità – dichiara il Vice presidente di Moby e consigliere delegato al commerciale di Moby e Tirrenia, Alessandro Onorato – Tirrenia consolida ulteriormente la sua presenza sul territorio nel quale crede fortemente e ha già prodotto risultati importanti. Crediamo che si possano sviluppare nuovi traffici tra i due Paesi grazie alla possibilità di poter usufruire di un servizio nuovo e conveniente in termini di prezzi e frequenza”

Onorato, potenzia collegamenti tra Sicilia e Malta

Un nuovo collegamento merci con una nave dedicata sulla rotta Catania-Malta sarà attivato da fine marzo dal Gruppo Onorato Armatori per “continuare la sua operazione di consolidamento in Sicilia” e “dare agli autotrasportatori un ventaglio ancora più esteso di offerte delle rotte da e per l’isola”.

Il collegamento, in aggiunta a quello settimanale già esistente, sarà operato con una nave dedicata, sulla rotta Catania-Malta con quattro partenze settimanali da ciascun porto e con orari tarati specificamente sulle necessità del settore merci, in particolare per il settore alimentare. La nave, 1.500 metri lineari, trasporterà sia trailer che veicoli guidati. Il nuovo operativo consentirà ai trasportatori un ulteriore miglioramento delle performance in termini di orari, sia di percorrenza che d’arrivo.

Inoltre Onorato Armatori ha previsto il rafforzamento dell’offerta con l’inserimento di una ro-ro da 2.600 metri sulla tratta Genova-Livorno-Catania. In primavera il dipartimento merci del gruppo sarà rafforzato ulteriormente con l’inserimento di una ro-ro di 3.500 metri.

“Non possiamo che ringraziare tutti i nostri clienti che ci stanno sostenendo fortemente nel nostro importante piano di espansione – afferma il direttore commerciale merci di Tirrenia, Pierre Canu – in particolare in Sicilia. Grazie al loro supporto siamo certi che nel breve periodo riusciremo a completare la nostra offerta per fornire loro il miglior servizio”.

Onorato Armatori conferma anche a febbraio un trend di crescita, con un incremento complessivo del traffico merci del Gruppo del 10%, il doppio rispetto al mese precedente.

CS Mare,integrare strategie industriali-politiche

E’ necessaria una “forte integrazione” tra le strategie industriali, le politiche europee e le realtà nazionali perché la cantieristica europea resti leader nel mondo. E’ il messaggio del Centro Servizi per il Mare alla conferenza organizzata in occasione della Shipping Week Ue dall’associazione europea Sea Europe sul tema “European maritime technology: a future for Europe”, dove al cuore della discussione ci sono stati sostenibilità e innovazione, competitività dell’industria navale europea e formazione. “Le Pmi che rappresentano l’anima del CS Mare insieme al mondo accademico sono protagoniste determinanti nel mantenimento dei vantaggi competitivi che consentono all’industria cantieristica europea e nazionale di essere leader nei comparti tecnologicamente più complessi e avanzati del settore”, ha dichiarato la direttrice generale del CS Mare Evelin Zubin. Però, ha avvertito, “il mantenimento di questa leadership richiede una forte integrazione tra le strategie industriali e le politiche comunitarie e un efficace raccordo fra queste e le realtà nazionali”. E questo, ha ricordato Zubin, “è il ruolo che CS Mare sta svolgendo al servizio delle Pmi di cui è espressione”.

Tra i contributi attivi che il Centro servizi sta dando in questa direzione e in piena sintonia con le priorità evidenziate durante il dibattito a Bruxelles, ci sono per esempio i progetti europei in ambito TEN-T rivolti all’impiego dell’Lng nel trasporto marittimo (anche attraverso la realizzazione di apposite infrastrutture), alla digitalizzazione del settore e alla creazione delle competenze necessarie per garantire la sicurezza a bordo e a terra.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner