Articoli marcati con tag ‘iraq’

Il Presidente e l’AD di Italferr incontrano il Ministro dei Trasporti iracheno per lo sviluppo delle infrastrutture ferroviarie

È stato l’obiettivo dell’incontro avvenuto oggi a Roma tra Carlo Carganico e Riccardo Maria Monti, rispettivamente Amministratore Delegato e Presidente di Italferr, e il Ministro dei Trasporti dell’Iraq Kadhim Finjan, accompagnato dall’Ambasciatore iracheno in Italia Ahmad Bamarni e da una folta delegazione.

Durante l’incontro, a cui ha partecipato anche Vincenzo Amendola, Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con delega al Medio Oriente, la delegazione irachena ha invitato Italferr a candidarsi come partner strategico nella realizzazione delle suoi progetti infrastrutturali.

“L’obiettivo è quello di essere presenti in questo territorio così strategico e potenzialmente interessante per il nostro business apportando competenze, know how ed eccellenza ingegneristica made in Italy”, ha commentato Carlo Carganico. “Italferr e FS Italiane sono pronte a candidarsi da subito per operare anche in qualità di General Contractor e realizzare in Iraq infrastrutture strategiche a qualsiasi livello”.

Mentre Riccardo Maria Monti ha evidenziato le expertise che qualificano Italferr come eccellenza italiana nel settore ingegneristico e le opportunità di sviluppo che l’Iraq offre.

Il Sottosegretario Amendola ha evidenziato lo stretto rapporto di amicizia che unisce i due Paesi. L’Italia, ha ricordato Amendola, è impegnata da tempo a sostenere le forze irachene che con la coalizione internazionale stanno liberando l’Iraq dal terrorismo, come testimonia la battaglia in queste ore a Mosul e, nel contempo, è al fianco del governo nella ricostruzione civile, infrastrutturale ed economica dell’Iraq.

Iveco supporta la missione archeologica della Sapienza ad Abu Tbeirah in Iraq

È stato presentato nella splendida cornice della Scalinata del Rettorato dell’Università, il Daily
4×4 che Iveco ha fornito a La Sapienza Università di Roma per la missione archeologica ad Abu
Tbeirah, in Iraq meridionale, diretta da Franco D’Agostino del Dipartimento – Istituto Italiano di Studi
Orientali. Si tratta di un Daily 4×4 con cabina doppia, che verrà impiegato a supporto dei lavori di
scavo che la missione archeologica conduce da oltre quattro anni nella zona di Nasiriyah.
In particolare, il veicolo, noto per la sua affidabilità, sarà utile per rendere più agevoli ed economici
gli spostamenti degli archeologi e della strumentazione in loro possesso: infatti, alle campagne
di scavo a sud di Nasiriyah si è aggiunta l’attività di mantenimento e di restauro di altri tesori
dell’area.
Non è la prima volta che Iveco lega il proprio nome ad attività in ambito culturale e, nello specifico,
storico-culturale: nel 2008, infatti, due Iveco Eurocargo 4×4 hanno avuto un ruolo importante per il
successo di una spedizione, condotta dai fratelli Castiglioni e da Derek Welsby del British Museum,
per il recupero archeologico e il trasferimento di oltre 50 opere di arte rupestre in Sudan.
La fornitura esprime la volontà dell’azienda di contribuire alla riabilitazione della cultura di un
Paese, l’Iraq, che condivide una storia millenaria pari solo a quella italiana, supportando in
modo concreto il lavoro di eccellenza svolto dal team di archeologi guidati dal Professor
D’Agostino.
Inoltre, la collaborazione con il Dipartimento-Istituto Italiano di Studi Orientali de l’Università La
Sapienza che opera in Iraq ribadisce l’importanza che l’area Africa e Medio Oriente ha per Iveco che,
negli anni, ha rafforzato e continua a rafforzare la propria presenza, anche grazie a un importante
accordo firmato ad aprile 2013 tra Iveco e il Ministero dell’Elettricità iracheno per la fornitura di 1660
veicoli in tre anni.
Un’operazione che prevede la fornitura di veicoli della gamma leggera e media Iveco (Daily furgonati
e con doppia cabina e Eurocargo) in varie configurazioni di prodotto da 3,5 sino a 18 tonnellate.

Il Daily 4×4: il veicolo adatto a ogni tipo di missione
Il Daily 4 x4 è un veicolo adatto a ogni possibile impiego, anche per i terreni più impervi, grazie alla
sua estrema robustezza. Il suo telaio rialzato assicura al guidatore un eccellente campo visivo, un
vantaggio fondamentale nelle situazioni in cui fuoristrada può significare totale assenza di strada.
L’angolo di attacco di 50°, l’angolo di rampa fino a 30°, l’angolo di uscita fino a 41° e la capacità di
guado di 660 mm confermano che il veicolo è davvero in grado di arrivare ovunque. La sua cabina si
contraddistingue per comfort; i comandi principali e i comandi della scatola di rinvio sono posizionati
in modo ergonomicamente ottimale.
Il cuore del Daily 4×4 è costituito dal motore F1C con 4 cilindri in linea per un totale di 3 Litri di
cilindrata, 146 cavalli e 350N/m di coppia da 1400 a 2600 giri/min.
Il Daily 4×4 è realizzato in due versioni per massa totale a terra (3,5 t e 5,5 t) e passo (corto da 3050
mm e lungo da 3400 mm) ed è disponibile con cabina corta o doppia. Le versioni da 3,5 t hanno un
carico utile di 2250 kg sull’asse anteriore e 2800 kg sull’asse posteriore, mentre le versioni da 5,5 t
sono concepite per carichi da 2450 kg sull’asse anteriore e 3700 kg su quello posteriore.
Il Daily 4×4 si colloca in una nicchia di mercato molto importante: i veicoli commerciali 4×4
rappresentano infatti un mercato che è cresciuto negli anni, a conferma dell’aumento d’interesse
della trazione integrale professionale, con veicoli in grado di arrivare ovunque, utilizzati
prevalentemente per applicazioni speciali.

Iveco fornisce 1600 veicoli all’Iraq

Iveco e il Ministero dell’Elettricità iracheno hanno firmato un accordo per la fornitura di 1660 veicoli in tre anni.
L’operazione, il cui valore totale ammonta a 125 milioni di euro, prevede la fornitura di veicoli della gamma leggera e media Iveco (Daily furgonati e con doppia cabina e Eurocargo) in varie configurazioni di prodotto da 3,5 sino a 18 tonnellate. Gran parte dei veicoli sarà appositamente allestita con gru e cestelli aerei e utilizzata per la manutenzione delle linee elettriche del Paese.
La firma è avvenuta presso il Ministero dell’Elettricità iracheno, a Baghdad, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Iraq, Massimo Marotti.
L’operazione rientra nell’ambizioso piano che Iveco ha messo in atto per la sua espansione nei mercati dell’Africa e del Medio Oriente, con l’obiettivo di incrementare volumi e quote di mercato e diventare uno dei principali protagonisti nel settore dei veicoli industriali in questi Paesi entro il 2014.
L’area Africa e Medio Oriente è un’importante territorio di sviluppo commerciale per Iveco che ha rafforzato e continuerà a rafforzare la propria presenza in questi mercati, incrementando in modo significativo la rete distributiva, commerciale e assistenziale.
L’offerta dell’azienda in Africa e Medio Oriente copre tutti i segmenti di prodotto, dai leggeri ai medi fino ai veicoli pesanti, con veicoli riprogettati e adattati al contesto delle esigenze locali per fornire le migliori prestazioni, anche in condizioni climatiche e stradali talvolta estreme.

Alstom costruisce metropolitane anche in Iraq

Alstom costruisce la metro della capitale irachena

La Alstom si è aggiudicata i lavori per la costruzione dei 25 chilometri della metropolitana della capitale irachena. Il capo della Commissione per gli Investimenti di Baghdad, Shaker al-Zamili, ha confermato la notizia, dopo che nei giorni scorsi si era parlato erroneamente, come aveva riportato anche il nostro sito, di altre due aziende francesi, Tayrom e Systra. Non è stato ancora chiarito il valore dell’appalto, ma si sa che sarà finanziato da un prestito del governo francese per una cifra compresa tra il 50% e il 60% dell’investimento totale. L’infrastruttura rimarrà in gestione ai suoi costruttori per venti anni. I proventi della sua conduzione serviranno a ripagare il prestito. La prima ferrovia metropolitana appaltata in Iraq è stata quella di Najaf. Un contratto da 600milioni di dollari, affidato nel giugno scorso ad un consorzio guidato dal gruppo canadese TransGlobim International.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner