Articoli marcati con tag ‘Iresa’

Assaereo, Ibar e utenti Fiumicino: folle la nuova tassa sulle emissioni sonore degli aerei della Regione Lazio

«L’ennesima tassa sui voli introdotta dalla Legge Finanziaria 2013 della Regione Lazio è una follia». A dirlo le associazioni delle compagnie aeree Assaereo e IBAR, Comitato Utenti ed AOC di Fiumicino che, in una nota congiunta, esprimono profondo sconcerto e fortissima preoccupazione per le conseguenze che deriveranno dalla nuova tassa ” IRESA – introdotta dalla Legge Finanziaria 2013 approvata il 28 aprile dalla Regione Lazio.
«A decorrere del 1° maggio, infatti, è istituita nel Lazio l’IRESA, l’imposta sulle emissioni
sonore degli aeromobili, che graverà sulle compagnie aeree e sui passeggeri, già
pesantemente colpiti dalla crisi economica, con l’incredibile ed insostenibile somma di 55
milioni di euro l’anno, dei quali solo una minima parte (il 10%) effettivamente destinato al
contenimento dell’inquinamento acustico». Per le associazioni è evidente «l’insostenibilità dell’ennesima tassa sulle compagnie aeree che stanno resistendo con ogni sforzo alla crisi economica, al calo dei passeggeri, all’aumento delle tariffe, alla ripetuta introduzione di nuove addizionali comunali (Roma Capitale; finanziamento della riforma Fornero ecc.) ed alla permanenza di distorsioni competitive tra operatori aerei e nei confronti dell’alta velocità ferroviaria. Dobbiamo quindi prendere atto ��” conclude la nota – che per le nostre istituzioni il trasporto aereo continua incomprensibilmente a rappresentare un mezzo attraverso cui “fare cassa”, noncuranti delle conseguenze destabilizzanti di tali decisioni sulle imprese, sui relativi livelli occupazionali e sul diritto alla mobilità dei cittadini».

Emissioni sonore aeromobili: dal tributo la Regione Lazio stima di incassare 37 milioni nel 2013

Trentasette milioni di euro. Tanto conta di incassare nel 2013 la Regione Lazio dall’imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili. Istituita 12 anni fa e rimasta per lo più lettera morta per la mancanza del decreto ministeriale applicativo, l’Iresa ” questo il nome dell’imposta ” è diventata, grazie al decreto legislativo 68/2011, tributo proprio regionale a partire dal 1° gennaio scorso. Dunque dall’inizio dell’anno le Regioni hanno la possibilità di legiferare in materia definendo le modalità di applicazione dell’imposta dovuta per ogni decollo e atterraggio negli aeroporti situati nel territorio regionale. E così ha fatto anche il Lazio che, nella finanziaria 2013 approvata il 28 aprile, all’articolo 5 ha disciplinato l’istituzione dell’Iresa come tributo proprio regionale. Un tributo da cui ci si attende un gettito per l’anno in corso di 37 milioni di euro che saliranno a 55 milioni a partire dal 2014. Un contributo non da poco alle casse regionali. Una quota pari al 10 per cento di tale tributo ” spiega la Regione ” è destinata al completamento dei sistemi di monitoraggio acustico e al disinquinamento acustico e all’eventuale indennizzo delle popolazioni residenti nelle zone vicine agli aeroporti.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner