Articoli marcati con tag ‘Italferr’

In Italferr il Convegno Nazionale dell’AICQ settore costruzioni

Un’ occasione per approfondire tematiche relative alla applicazione dei sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente e la sicurezza nel settore dell’ingegneria e delle costruzioni. Questi gli argomenti trattati nel convegno che si è tenuto il 23 giugno nella sala Traini della sede di Italferr, la società di ingegneria del Gruppo FS Italiane.

Il Convegno ha evidenziato le opportunità correlate alle novità introdotte dalle nuove norme ISO 9001 (Qualità) e ISO 14001 (Ambiente) ed il ruolo strategico delle certificazioni e dei criteri ambientali.

Nell’ambito dei vari interventi sono state presentare le attività svolte da Italferr in tema di innovazione e sostenibilità ambientale, con interventi specifici sull’uso della metodologia di progettazione BIM (Building Information Modeling) e sull’adozione di protocolli di sostenibilità riconosciuti a livello internazionale quali LEED ed Envision, nonché le prescrizioni contrattuali in tema di ambiente e sicurezza applicate agli appalti nei lavori.

“Queste occasioni – ha dichiarato nel suo intervento l’AD Carlo Carganico – sono parte di un processo utile a consolidare il know how e le competenze della società in vista delle sfide che ci attendono in futuro. L’innovazione, la qualità e l’ambiente sono infatti elementi caratterizzanti della società che viaggiano in parallelo e che ci consentiranno di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che come azienda ci siamo dati, in linea con il piano industriale del Gruppo 2017 – 2026 e in un’ottica di sempre maggiore competitività internazionale”.

Hanno coordinato le attività le Unità Organizzative Sistemi, Qualità Ambiente e Sicurezza e la UO Architettura Ambiente e Territori.

Italferr: delegazione indiana in visita ai maggiori ponti italiani ed europei

Il viaggio studi europeo organizzato per i rappresentanti della società indiane Northern Railway of India e Ircon è stato per Carlo Carganico, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Italferr, l’occasione per “instaurare un rapporto di fiducia e reciproca soddisfazione con i nostri clienti”. Le visite ai ponti strallati europei sono avvenute un anno dopo l’aggiudicazione da parte della società d’ingegneria del Gruppo FS Italiane di progettazione e supervisione lavori dell’Anji Khad Bridge, ponte strallato sulla linea ferroviaria che attraverserà la regione nord-occidentale dell’India lungo le pendici del Kashmir fino ai confini con il Pakistan.

L’opera, 750 metri di lunghezza con una campata centrale sospesa su una gola di oltre 260 metri, ha un valore complessivo di 40 milioni di euro ed è il più grande ponte ferroviario mai progettato da Italferr. Il viaggio studi ha avuto anche l’obiettivo di mostrare alla delegazione la sicurezza e affidabilità delle opere italiane. Proprio per questo le visite hanno avuto inizio il 2 maggio alla stazione Reggio Emilia AV Mediopadana e a 3 ponti stradali progettati dell’archistar Santiago Calatrava. Successivamente al ponte strallato sul Po della linea AV Milano – Bologna, progettato da Mario Petrangeli con la supervisione di Italferr. “Adesso che ho potuto verificare di persona come si comporta un ponte strallato sotto carico mi sento molto più convinto della scelta per l’Anji Khad”, ha commentato Mr. Sachan, capo della delegazione.

Il giorno successivo la delegazione ha visitato il Centro di ricerca Elsa di Ispra (Varese), finanziato dall’Unione Europea, dove ha visionato le prove che si eseguono sulle infrastrutture per studiare l’effetto di eventi sismici e pressioni idrauliche. Mr. Sachan ha confermato che i test sui tiranti d’acciaio del ponte Anji Khad saranno eseguite nel laboratorio Elsa, sotto il coordinamento di Italferr. Il 5 maggio la delegazione è volata in Danimarca a studiare il Ponte Oresund che la collega alla Svezia e ha visionato delle prove nella galleria del vento Svend Ole Hansen ApS di Copenhagen. Infine l’8 maggio è stata la volta del viadotto di Millau in Francia: 2,5 km di lunghezza, 7 campate ciascuna di circa 350 m (più alte della Torre Eiffel), da anni patrimonio dell’Unesco. “Questo viaggio studi rappresenta, visti anche i risultati, una best practices e modello efficace che Italferr farà suo anche per il futuro per mostrare le eccellenze tecnologiche italiane ai clienti, in un’ottica di piena e condivisa customer satisfaction”, ha concluso Carlo Carganico.

Il Presidente e l’AD di Italferr incontrano il Ministro dei Trasporti iracheno per lo sviluppo delle infrastrutture ferroviarie

È stato l’obiettivo dell’incontro avvenuto oggi a Roma tra Carlo Carganico e Riccardo Maria Monti, rispettivamente Amministratore Delegato e Presidente di Italferr, e il Ministro dei Trasporti dell’Iraq Kadhim Finjan, accompagnato dall’Ambasciatore iracheno in Italia Ahmad Bamarni e da una folta delegazione.

Durante l’incontro, a cui ha partecipato anche Vincenzo Amendola, Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con delega al Medio Oriente, la delegazione irachena ha invitato Italferr a candidarsi come partner strategico nella realizzazione delle suoi progetti infrastrutturali.

“L’obiettivo è quello di essere presenti in questo territorio così strategico e potenzialmente interessante per il nostro business apportando competenze, know how ed eccellenza ingegneristica made in Italy”, ha commentato Carlo Carganico. “Italferr e FS Italiane sono pronte a candidarsi da subito per operare anche in qualità di General Contractor e realizzare in Iraq infrastrutture strategiche a qualsiasi livello”.

Mentre Riccardo Maria Monti ha evidenziato le expertise che qualificano Italferr come eccellenza italiana nel settore ingegneristico e le opportunità di sviluppo che l’Iraq offre.

Il Sottosegretario Amendola ha evidenziato lo stretto rapporto di amicizia che unisce i due Paesi. L’Italia, ha ricordato Amendola, è impegnata da tempo a sostenere le forze irachene che con la coalizione internazionale stanno liberando l’Iraq dal terrorismo, come testimonia la battaglia in queste ore a Mosul e, nel contempo, è al fianco del governo nella ricostruzione civile, infrastrutturale ed economica dell’Iraq.

“Business Forum Italia – Georgia” l’AD di Italferr Carganico illustra gli obiettivi sul mercato estero

C’era anche il Gruppo FS Italiane, con Italferr, a discutere sulle prospettive di collaborazione e di investimenti delle aziende italiane in Georgia, nei settori manifatturiero, delle infrastrutture e del turismo.
Il Business Forum Italia – Georgia si è tenuto alla Farnesina organizzato dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e dal ministero dell’Economia e dello Sviluppo Sostenibile georgiano.

A fare gli onori di casa il ministro Angelino Alfano, che insieme al primo ministro della Georgia, Giorgi Kvirikashvili, è intervenuto nella sessione introduttiva. All’incontro hanno partecipato 200 imprese italiane, 60 georgiane, autorità e istituzioni. Per il Gruppo FS Italiane erano presenti l’Amministratore delegato e Direttore generale della società di Italferr, Carlo Carganico, in qualità anche di Direttore Centrale Mercati Internazionali di Ferrovie dello Stato, e il presidente di Italferr Riccardo Maria Monti.

L’intervento di Carlo Carganico
Carlo Carganico è intervenuto come relatore illustrando attività e obiettivi del Gruppo FS Italiane sul fronte dello sviluppo internazionale, che costituisce uno dei cinque pilastri del Piano Industriale 2017-2026. Il top manager ha spiegato alla platea il ruolo di Italferr quale player di primo piano sui mercati esteri, evidenziando la presenza della società di ingegneria di FS Italiane in oltre 20 Paesi e cinque continenti, ponendo l’accento sui futuri obiettivi di crescita nei nuovi mercati e sul supporto che la società darà al Gruppo al fine di operare in qualità di “General Contractor” per l’acquisizione di commesse a qualsiasi livello.

Il numero uno di Italferr ha poi ricordato come fattori quali l’interoperabilità, l’integrazione dei sistemi e l’intermodalità avranno un ruolo fondamentale per lo sviluppo all’estero del Gruppo FS Italiane e per la connessione dei nostri snodi con quelli previsti dalle “vie della seta”. Importante anche l’attenzione da parte di FS nei confronti del trasporto merci, per il quale sono stati stanziati un miliardo e mezzo di euro ed è stata costituita, lo scorso gennaio, una società ad hoc denominata Mercitalia Logistics.

Carganico ha evidenziato infine le potenzialità del mercato georgiano alla luce del suo piano di sviluppo di infrastrutture strategiche che hanno già condotto ad un accordo di cooperazione siglato lo scorso febbraio tra Italferr e le ferrovie georgiane.
A conclusione del suo intervento, l’AD ha rivolto un invito ai colleghi e alle autorità governative georgiane a definire altre future collaborazioni e sinergie sui progetti di mobilità, e ad avvalersi del know how e dei servizi ingegneristici multidisciplinari di Italferr, riconosciuti tra i migliori e più autorevoli al mondo.

FS Italiane: a Italferr contratto in Iran da 12 mln per la prima linea AV del paese

Importante risultato di FS Italiane che attraverso Italferr rafforza la sua presenza in Iran.

Italferr, società d’ingegneria del Gruppo FS Italiane con rilevante presenza sui mercati internazionali, ha sottoscritto un contratto del valore complessivo di circa 12 milioni di euro con le istituzioni ferroviarie iraniane per i servizi di Project Management Consultancy (PMC), finalizzati alla realizzazione della prima linea ad alta velocità del Paese, la Tehran – Qom – Isfahan.

Italferr realizza con questo contratto la sua migliore performance nel Paese e consolida la sua crescita in Medio Oriente.

La società d’ingegneria si occuperà di supervisionare le attività connesse alla realizzazione di un’opera infrastrutturale fondamentale per i piani di sviluppo del Paese. La nuova linea AV avrà una lunghezza di 415 chilometri con una velocità prevista non inferiore a 250 km/h.

L’assegnazione dell’incarico a Italferr rafforza il rapporto di fiducia e collaborazione tra il Gruppo FS Italiane e le istituzioni ferroviarie iraniane. A questo proposito è prevista a breve l’apertura di una “branch” in loco che consentirà di seguire da vicino ulteriori progetti di investimento che la Repubblica Islamica dell’Iran dedicherà alle opere infrastrutturali nel settore ferroviario.

Nell’aprile scorso, l’ad e direttore generale di FS Italiane, Renato Mazzoncini e il vice ministro dei Trasporti e presidente di RAI, Mohsen Pour Seyed Aghaei, avevano siglato il contratto quadro di cooperazione tra il Gruppo FS Italiane e le Ferrovie della Repubblica Islamica dell’Iran (RAI).

L’infrastruttura ferroviaria dell’Iran si estende per circa 10mila km e prevede un ampliamento del network fino a 25mila km nel 2025, di cui 7.500 km di linee già in costruzione

Accordo Italferr e AMA Group Corporation per lo sviluppo del sistema ferroviario filippino

Un accordo di collaborazione per sviluppare un sistema di trasporto ferroviario di massa nell’area compresa tra Cebu e Mandaue, una delle aree più urbanizzate delle Filippine.
È l’obiettivo dell’intesa siglata oggi a Roma da Italferr (Gruppo FS Italiane) e dalla filippina AMA Group Corporation.
L’accordo è stato firmato da Carlo Carganico, Amministratore Delegato di Italferr, e dall’Ambasciatore Amable Aguiluz, CEO di AMA Group Corporation, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti alla presenza del Sottosegretario Simona Vicari.
L’impegno di Italferr nell’area delle Filippine per implementare i progetti di sviluppo dei sistemi ferroviari e metropolitani e per incrementare le relazioni industriali e di cooperazione sono stati al centro dei colloqui fra i vertici di Italferr, la società di ingegneria del Gruppo FS, e di AMA Group, società specializzata per l’istruzione dell’information technology attiva in importanti settori industriali dell’importante Stato insulare del Sud-Est asiatico.

Il Ministro Delrio oggi in sopralluogo al cantiere della stazione AV/AC di Afragola

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha effettuato nel pomeriggio un sopralluogo al cantiere della stazione AV/AC di Afragola, con i vertici di Rete Ferroviaria Italiana, di Italferr e di Astaldi, che sta realizzando l’infrastruttura.

“I lavori stanno procedendo nei tempi previsti, consentendo di aprire il 1° giugno 2017” – ha dichiarato il Ministro – “e l’opera di Zaha Hadid sta prendendo forma per manifestarsi in tutta la sua bellezza”.

“Ma soprattutto” – ha continuato il Ministro – “nei costi e nei tempi previsti avremo una stazione che consentirà di abbreviare i tempi di collegamento con il Sud e il primo vero nodo intermodale a Sud con lo scambio ferro/gomma e con i collegamenti verso la città. Per questo l’opera rappresenta anche un simbolo per un Sud che cambia passo nel trasporto delle persone e delle merci.”

In pochi mesi quest’opera che sembrava il simbolo di un Mezzogiorno che non ce la fa diventerà il simbolo di un Mezzogiorno che ce la fa”.

FS: Italferr in Argentina per il progetto della Ferrovia Urbana Sarmiento

Italferr, società d’ingegneria del Gruppo FS, ha siglato in Argentina, con il raggruppamento internazionale di imprese costituito dalla brasiliana Odebrecht, l’italiana Ghella e l’argentina Lecsa, denominato UTE CNS (Union Temporal de Empresas Consorzio Nuevo Sarmento) il contratto per la realizzazione del Soterramiento Sarmiento, una ferrovia urbana di 36 chilometri che si trova nella città di Buenos Aires.
I lavori consistono nella completa riabilitazione della linea ferroviaria attraverso la realizzazione di una nuova tratta in sotterraneo di  18 km e di 9 nuove stazioni.

Un tunnel di 10,4 metri di diametro interno che offrirà un servizio di tipo metropolitano con capacità di oltre 150 milioni di passeggeri l’anno.

Italferr curerà per il Consorzio Nuevo Sarmiento l’assistenza tecnica, la progettazione e le strategie di procurement per la finalizzazione dei contratti di fornitura e installazione dei sistemi.

Nello scorso febbraio il premier Matteo Renzi, nel corso di una visita ufficiale, aveva visitato il cantiere della ferrovia accompagnato dal  presidente argentino Mauricio Macri.

Italferr si aggiudica la commessa in Qatar

Italferr, la società d’ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, si aggiudica in raggruppamento con altre imprese leader del settore un contratto per le attività di “Project Management Consultancy Services” e assistenza tecnica nei lavori per la rete tramviaria di Lusail, città che dista 15 chilometri dalla capitale del Qatar, Doha.

Il contratto siglato con le Qatar Railways ha un valore complessivo di circa 96 milioni euro e una durata di 51 mesi.

L’appalto prevede il completamento delle opere civili, la realizzazione dei sistemi tecnologici e impiantistici, lo sviluppo degli impianti di manutenzione e la fornitura di materiale rotabile a servizio delle 4 linee pianificate, per un totale di 38 km, di cui 10 in tunnel, e 37 stazioni.

Con l’assegnazione dell’incarico, Italferr consolida la presenza in Qatar e il rapporto con il cliente Qatar Rail, con cui collabora per la progettazione di dettaglio della linea Rossa della metropolitana di Doha, che collegherà il New Doha International Airport, nella West Bay Area, con la capitale.

Italferr progetterà in India un ponte ferroviario alto 260 metri

Italferr, la società d’ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, si è aggiudicata la progettazione e la supervisione dei lavori per la costruzione in India dell’Anji Khad Bridge, un ponte di 750 metri di lunghezza, con una campata centrale di oltre 260 metri, sospesa su una gola.

L’opera, del valore complessivo di 40 milioni di euro, è tra le più impegnative dell’intera linea ferroviaria che attraverserà la regione nord-occidentale dell’India, lungo le pendici del Kashmir, fino ai confini con il Pakistan. La durata delle attività affidate ad Italferr è di 36 mesi.

Il successo internazionale di Italferr, acquisito grazie all’elevato know-how nella progettazione e realizzazione di grandi opere infrastrutturali, sta dando i primi frutti anche sul mercato asiatico, dove la società del Gruppo FS punta ad espandere la sua attività commerciale.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner