Articoli marcati con tag ‘iveco’

Iveco sostiene l’UNICEF per garantire un futuro ai bambini: all’asta uno Stralis XP “Emotional Truck” e un Magelys, entrambi in esclusiva livrea All Blacks

Iveco lancia insieme a All Blacks, partner dell’UNICEF, l’asta di solidarietà “Campioni per i campioni”. Nel corso di una conferenza stampa che si è svolta sabato 12 novembre a Roma, Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Paolo Rozera, Direttore Generale UNICEF Italia e Kieran Read, capitano della squadra, insieme ad alcuni giocatori del Team neozelandese, hanno presentato l’importante iniziativa che ha visto la messa all’asta di due veicoli unici firmati dalla squadra – il Nuovo Stralis XP All Blacks “Emotional Truck” e il Magelys utilizzato dai giocatori durante il loro tour in Europa. L’asta, che si è aperta martedì 25 ottobre, si chiuderà lunedì 21 novembre. Leggi il resto di questo articolo »

Due aziende leader negli indici Dow Jones sulla sostenibilità insieme per inaugurare una stazione LNG-CNG

Gli Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia
inaugurale della sesta stazione italiana LNG, che si è svolta a Gera Lario (Como) alla presenza di
Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Matteo Lorenzo De Campo, Amministratore Delegato del
Gruppo Maganetti e Stefano Agostini, Amministratore Delegato del Gruppo Sanpellegrino.
L’evento è stata l’occasione per presentare il progetto “LNG Valtellina Logistica Sostenibile”,
fortemente voluto dal Gruppo Maganetti, leader logistico in Provincia di Sondrio, ideato in
collaborazione con Levissima – Gruppo Sanpellegrino.
L’iniziativa nasce con l’obiettivo di promuovere un servizio di trasporto merci su gomma sostenibile
dal punto di vista ambientale che pone al centro l’utilizzo del gas naturale liquefatto (LNG) come
alternativa al Diesel e alla benzina e, quindi, i veicoli Iveco alimentati a LNG. Questa scelta si basa
sulla possibilità di generare un risparmio dal punto di vista ambientale ed economico, visto il minor
costo del gas naturale liquefatto, a parità di rendimento energetico, bilanciando quindi le spese di
investimento legate all’adeguamento tecnologico.
Nel corso della cerimonia sono stati messi in evidenza i vantaggi del gas naturale liquefatto,
carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato dall’Iveco
Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia. Il Nuovo Stralis NP è il primo veicolo
a gas naturale progettato per missioni di lunga distanza, dotato di motore Iveco Cursor 9 da 400 Cv,
cambio Eurotronic e doppio serbatoio di LNG, con capacità di 540 litri ciascuno, in grado di garantire
fino a 1500 km di autonomia.

Il Nuovo Stralis NP di Iveco fa il pieno a Pontedera (Pisa)

Gli Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia
inaugurale della quinta stazione italiana LNG, che si è svolta  a Pontedera (PI), alla presenza di
un folto numero di partecipanti tra clienti, giornalisti e addetti ai lavori, a conferma di quanto sia alto
l’interesse per questa innovativa fonte energetica.
Nel corso della cerimonia sono intervenuti esperti del settore per spiegare i vantaggi del gas naturale
liquefatto, carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato
dall’Iveco Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia.
Nel corso del suo intervento, Fabio Pellegrinelli, Gas Business Development Iveco Mercato
Italia, ha richiamato l’attenzione sull’importanza di questa nuova apertura strategica per numerosi
player del settore dotati di basi logistiche adiacenti a Pontedera, e per tutti i trasporti afferenti le
importanti aree portuali di Livorno e La Spezia. Ha proseguito Pellegrinelli: “I Nuovi Stralis NP grazie
alla loro elevata autonomia, rifornendosi a questa nuova stazione Eni, potranno coprire con ancora
maggiore efficacia la rotta di collegamento Nord-Centro-Sud Italia sul versante tirrenico. La nuova
stazione conferma e supporta la crescente domanda di trasporto sostenibile, esigenza oggi
imprescindibile, verso la quale Iveco punta da sempre, e nella quale può vantare un’esperienza di
oltre 20 anni”.
L’attenzione e la ricerca continua di Iveco alle nuove tecnologie hanno permesso al brand di essere
leader europeo nel settore dei combustibili alternativi, anticipando soluzioni che contribuiranno a
ridurre ulteriormente l’impatto ambientale del settore dei trasporti e divenendo il partner ideale per un
trasporto sostenibile, come dichiarato nel pay-off del brand: “Iveco. Il tuo Partner per un trasporto
sostenibile”.

Iveco presenta le ultime soluzioni nell’ambito dei carburanti sostenibili per il settore dei veicoli commerciali al Fuel Choices Summit di Tel Aviv, Israele

Iveco ha partecipato al Fuel Choices Summit 2016, un evento internazionale tenutosi tra il 2 e il 3
novembre presso l’Habima National Theater di Tel Aviv, Israele. Il brand ha presentato i risultati della sua
attività e le novità legate al Memorandum of Understanding (MoU) firmato a febbraio 2015 da FCA,
Iveco, Magneti Marelli e la Israel Fuel Choices Initiative al fine di stabilire una collaborazione per
sviluppare tecnologie basate sul gas naturale e i carburanti alternativi.
Il Fuel Choices Summit è stato dedicato all’innovazione nell’ambito dei carburanti alternativi e della
mobilità intelligente e ha costituito una piattaforma di confronto sugli approcci più all’avanguardia nel
settore dei trasporti, al fine di promuovere l’ambizioso obiettivo israeliano di ridurre del 60% il consumo
di petrolio entro il 2025. La quarta edizione del Fuel Choices Summit, a cui ha preso parte il primo
ministro israeliano, ha riunito 1500 partecipanti, 1000 imprenditori, 300 ospiti internazionali, 450 startup e
un gran numero di scienziati, relatori e aziende del settore automotive e dell’energia provenienti da oltre
30 paesi. Il governo israeliano ha fissato un obiettivo ambizioso, volto a dimostrare come il paese sia
diventato un polo di conoscenza sui carburanti alternativi. Di conseguenza la Fuel Choices Initiative, il
programma nazionale israeliano per i carburanti alternativi nel settore dei trasporti, funge da
catalizzatore per la riduzione della dipendenza globale dal greggio.
Insieme a FPT Industrial, la divisione di CNH Industrial dedicata ai sistemi di propulsione, Iveco si è
aggiudicata un vantaggio tecnologico nel campo dei motori a gas naturale sviluppando una gamma
completa di veicoli a CNG e LNG (gas naturale liquefatto) – dai veicoli commerciali leggeri Daily alla linea
di autobus urbani Urbanway, fino al Nuovo Stralis LNG per il trasporto su lunghe distanze lanciato lo
scorso giugno. Questi veicoli testimoniano il potenziale del metano come carburante per i veicoli commerciali e dedicati ai trasporti e servizi pubblici,
un’altra area nella quale il brand riveste un ruolo dileader a livello internazionale.
In Israele, il primo risultato concreto ottenuto grazie alla partnership con la Israel Fuel Choices Initiative
risale allo scorso anno, con la consegna del primo veicolo alimentato a gas naturale del paese: un
Iveco Stralis CNG ordinato da Fridenson Group, una delle principali aziende di logistica israeliane. La
transazione è stata gestita da MCA, importatore esclusivo di Iveco in Israele.
Iveco detiene la maggiore quota di mercato in ambito europeo, primeggiando per il numero di veicoli
alimentati a carburante alternativo attualmente circolanti, con un parco operativo di oltre 16000 veicoli,
di cui 5800 dedicati al trasporto pubblico. Lo scorso anno sono stati consegnati oltre 900 veicoli a gas
naturale e il 25% degli autobus urbani a pianale ribassato prodotti da Iveco Bus in Europa è alimentato a
gas naturale.
Oggi, Iveco è pronta a offrire al mercato israeliano una gamma completa di veicoli a gas naturale,
mediante MCA e la sua rete assistenziale sul territorio. Il Nuovo Stralis NP, insieme alla gamma completa
di prodotti a gas naturale di Iveco, rappresenta la soluzione perfetta per raggiungere la massima
sostenibilità nell’ambito di un sistema di trasporto basato sui carburanti alternativi, come quello delineato
dalla Israel Fuel Choices Initiative.
Clément Chandon, Iveco Heavy Line Gas Business Development in EMEA, ha dichiarato durante il
Summit: “La tecnologia Natural Power di Iveco non teme il futuro, perché rappresenta una soluzione a tutti
gli agenti inquinanti, sia locali che globali: i livelli di CO2 sono estremamente ridotti con il gas naturale e
prossimi allo zero con il biometano e le emissioni di NOx e PM sono ridotte al minimo, così come i livelli di
rumorosità, garantiti in tutte le condizioni e fondamentali per le missioni urbane notturne. Iveco offre la più
ampia gamma di veicoli a gas naturale del mercato. Nel segmento dei truck heavy duty, poi, siamo stati a
dir poco lungimiranti. Abbiamo anticipato la domanda del mercato, investendo prima di tutti gli altri e dando
inizio a una rivoluzione già nel 2010, con il primo camion articolato”.
Il Nuovo Stralis NP (Natural Power) è l’unico camion alimentato a gas naturale compresso o liquefatto (o
una miscela dei due) in grado di offrire un adeguato livello di potenza, comodità, tecnologia del cambio e
autonomia per sostenere missioni sulle lunghe distanze. Il nuovo motore Cursor 9 Natural Power Euro VI è
il primo della sua categoria a offrire la stessa potenza e coppia del suo equivalente diesel. La versione
LNG del Nuovo Stralis NP raggiunge l’autonomia record di 1500 km, diventando il camion a gas per le
lunghe dis

La rete Iveco ancora più capillare: nuova sede della Saicar a Massafra (Ta)

È stata inaugurata a Massafra (Ta) lo scorso giovedì 6 ottobre la nuova sede di Saicar Spa, dal 1987 storica Concessionaria di Iveco che opera nella sede di Lecce in Puglia, per le province di Brindisi, Lecce e Taranto.

Massafra rappresenterà un punto di riferimento per il territorio provinciale di Taranto. Al taglio del nastro erano presenti Giulio Musca, Presidente del Consiglio di Amministrazione, con i figli Angelo, Antonio e Francesco, istituzioni, industriali e numerosi clienti.

Per Iveco hanno partecipato all’inaugurazione Mihai Daderlat, Business Director Italy & Mediterranean Area e Alberto Rota, Network Manager. “L’inaugurazione di oggi è un segno tangibile dello spirito imprenditoriale di Saicar Industriali,– ha commentato Mihai Daderlat – una Concessionaria che da sempre rivolge lo sguardo al futuro, con determinazione e coraggio.

La famiglia Musca da tempo persegue l’obiettivo di avere un maggior presidio territoriale, avendo compreso le esigenze dei clienti che danno vita al tessuto aziendale locale”. L’inaugurazione della sede di Massafra rappresenta inoltre un’ulteriore conferma della capillarità della rete distributiva Iveco che, con i suoi 123 punti vendita in Italia, gli oltre 530 punti di assistenza e le 466 officine autorizzate dimostra concretamente di essere sempre vicino ai propri clienti.

La nuova sede è stata realizzata per offrire un unico punto di riferimento delle eccellenze di Iveco: dalla vendita di veicoli nuovi e usati, ai servizi di post-vendita di assistenza, reperimento e distribuzione dei ricambi. La sede di Massafra si estende su un piazzale complessivo di 6.500 mq, con una superficie coperta di 1.500 mq, di cui 1000mq destinati all’officina e 500mq dedicati al magazzino ricambi. Sono stati inoltre predisposti degli uffici dedicati al commerciale e all’amministrazione, una sala d’attesa per i clienti d’officina.

Nell’area esterna insiste un’ampia zona dedicata all’esposizione dei veicoli commerciali e industriali. 2 Nella stessa giornata è avvenuta la consegna di un’importante fornitura al cliente Igeco Costruzioni S.p.A., nella persona di Tommaso Ricchiuto.

La fornitura riguarda sei Trakker, modello AD410T50, allestiti con ribaltabili posteriori e due Daily modello 35C11, doppia cabina, che saranno impiegati per i lavori sull’intero territorio nazionale. Sono stati inoltre consegnati dieci Eurocargo, di cui quattro, modello ML180E28P, e sei modello ML140E22P, oltre a due Daily, 35C11, tutti destinati al servizio di ecologia per il comune di Manduria (TA). Igeco Costruzioni S.p.A. opera nel settore delle costruzioni generali da quarant’anni nell’ambito delle opere edili, stradali, idrauliche e marittime su tutto il trasporto nazionale.

FCA, IVECO e Snam firmano Memorandum of Understanding per lo sviluppo del gas naturale come carburante alternativo ed ecocompatibile

Alfredo Altavilla (Chief Operating Officer di FCA Region EMEA), Pierre Lahutte (Brand President IVECO) e Marco Alverà (Chief Executive Officer di Snam) hanno firmato oggi – alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio – un Memorandum of Understanding finalizzato a favorire lo sviluppo del gas naturale come carburante per autotrazione, nel più ampio scenario della mobilità sostenibile e delle iniziative per la sua promozione.
Forte di una tecnologia consolidata e all’avanguardia nel mondo, l’Italia è il primo mercato europeo per i consumi di metano per autotrazione, con oltre 1 miliardo di metri cubi consumati nel 2015 e circa 1 milione di veicoli attualmente in circolazione.
L’Italia vanta una filiera industriale del gas naturale nel settore trasporti che rappresenta un’eccellenza tecnologica e ambientale riconosciuta a livello mondiale, potendo inoltre far leva sulla rete di metanodotti più estesa e accessibile d’Europa, lunga oltre 32 mila chilometri.
Secondo i termini del memorandum, FCA, IVECO e Snam collaboreranno attivamente per accelerare l’ulteriore sviluppo del metano per autotrazione (CNG – Compressed Natural Gas), alternativa immediatamente disponibile e più sostenibile rispetto ai carburanti tradizionali, in grado di generare importanti benefici ambientali ed economici per i consumatori, le imprese e la pubblica amministrazione.
FCA persegue tra le sue linee strategiche lo sviluppo delle motorizzazioni a carburanti alternativi: è leader nel campo delle tecnologie CNG, nel recente passato ha sviluppato significativamente la gamma, attualmente composta da dodici modelli, una delle più complete nel panorama automobilistico.
IVECO ha acquisito un vantaggio tecnologico nelle motorizzazioni a gas naturale e sviluppato una gamma completa di veicoli sia CNG sia LNG (Liquefied Natural Gas), dal veicolo commerciale leggero Daily all’autobus urbano Urbanway, al nuovo Stralis LNG per trasporto merci a lungo raggio, lanciato sul mercato lo scorso giugno. Una conferma delle potenzialità del metano nei veicoli commerciali, nel trasporto pubblico e nel pubblico servizio, settori nei quali il brand è protagonista a livello internazionale.

Iveco e Gruppo Arcese siglano un accordo strategico per la consegna di 120 veicoli entro il 2017

Iveco ha consegnato i primi 30 Stralis Hi-Way AS440S46 al Gruppo Arcese, multinazionale del
settore trasporti, spedizioni e logistica integrata con una competenza diversificata in vari ambiti – tra
cui automotive, industria cartaria, moda, chimica, tecnologia – e che dispone di 51 società, in diversi
settori, per garantire un servizio capillare ed efficiente su scala mondiale.
La consegna si è svolta presso la sede operativa del Gruppo Arcese di Rovereto (Trento), alla
presenza di Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Mihai Daderlat, Iveco Business Director Italy &
Mediterranean Area, di Eleuterio e Matteo Arcese, e Marco Manfredini, Responsabile della Divisione
FTL del Gruppo.Iveco ha consegnato i primi 30 Stralis Hi-Way AS440S46 al Gruppo Arcese, multinazionale del
settore trasporti, spedizioni e logistica integrata con una competenza diversificata in vari ambiti – tra
cui automotive, industria cartaria, moda, chimica, tecnologia – e che dispone di 51 società, in diversi
settori, per garantire un servizio capillare ed efficiente su scala mondiale.
La consegna si è svolta presso la sede operativa del Gruppo Arcese di Rovereto (Trento), alla
presenza di Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Mihai Daderlat, Iveco Business Director Italy &
Mediterranean Area, di Eleuterio e Matteo Arcese, e Marco Manfredini, Responsabile della Divisione
FTL del Gruppo.
I veicoli oggetto della consegna fanno parte di una più ampia fornitura di 120 veicoli, di cui 40
Stralis Hi-Way nel 2016. Nel 2017, Iveco consegnerà altri 80 Nuovi Stralis TCO2 Champion, il
veicolo presentato a giugno nello stabilimento di Madrid, protagonista all’edizione 2016 del salone
dei veicoli commerciali IAA di Hannover.
Pierre Lahutte ha così commentato: “Sono orgoglioso di essere qui oggi per questa consegna che
conferma ancora una volta la partnership tra Arcese e Iveco. Una collaborazione ulteriormente
rafforzata oggi con la sigla di un accordo che vedrà il nostro Nuovo Stralis TCO2 Champion,
progettato per diminuire il costo totale di esercizio e le emissioni di CO2, protagonista della loro flotta.
Con il Nuovo Stralis TCO2 Champion, Iveco varca nuove frontiere nella logistica green, a conferma
del proprio ruolo di partner per un trasporto sempre più sostenibile”.
Soddisfazione condivisa da Marco Manfredini che commenta: “La nostra azienda è da sempre
attenta all’evoluzione tecnologica e all’innovazione, consapevoli della necessità di implementare
soluzioni sempre più sostenibili collaboriamo con partner di eccellenza. Iveco si è dimostrato un
fornitore ideale con cui condividere non solo obiettivi di business ma anche valori di efficienza e
salvaguardia dell’ambiente”.
I veicoli oggetto della consegna fanno parte di una più ampia fornitura di 120 veicoli, di cui 40
Stralis Hi-Way nel 2016. Nel 2017, Iveco consegnerà altri 80 Nuovi Stralis TCO2 Champion, il
veicolo presentato a giugno nello stabilimento di Madrid, protagonista all’edizione 2016 del salone
dei veicoli commerciali IAA di Hannover.
Pierre Lahutte ha così commentato: “Sono orgoglioso di essere qui oggi per questa consegna che
conferma ancora una volta la partnership tra Arcese e Iveco. Una collaborazione ulteriormente
rafforzata oggi con la sigla di un accordo che vedrà il nostro Nuovo Stralis TCO2 Champion,
progettato per diminuire il costo totale di esercizio e le emissioni di CO2, protagonista della loro flotta.
Con il Nuovo Stralis TCO2 Champion, Iveco varca nuove frontiere nella logistica green, a conferma
del proprio ruolo di partner per un trasporto sempre più sostenibile”.
Soddisfazione condivisa da Marco Manfredini che commenta: “La nostra azienda è da sempre
attenta all’evoluzione tecnologica e all’innovazione, consapevoli della necessità di implementare
soluzioni sempre più sostenibili collaboriamo con partner di eccellenza. Iveco si è dimostrato un
fornitore ideale con cui condividere non solo obiettivi di business ma anche valori di efficienza e
salvaguardia dell’ambiente”.

TRANSPOTEC 2017: IVECO E’ A BORDO

Iveco, brand di CNH Industrial N.V., che progetta, costruisce e commercializza un’ampia gamma di veicoli commerciali industriali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava-cantiere, sarà presente alla prossima edizione di Transpotec Logitec, il Salone dedicato ad autotrasporto e logistica organizzato da Fiera Milano e in programma a Verona dal 22 al 25 febbraio 2017.

«Iveco, nonostante un lungo periodo di recessione economica, ha attuato una lungimirante strategia volta a investire in maniera importante nella ricerca delle soluzioni tecnologie più all’avanguardia sotto il profilo della sostenibilità economica e ambientale – ha dichiarato Mihai Daderlat, Business Director Iveco Mercato Italia. – Il conseguente processo di completo rinnovamento della flotta ha portato, già a giugno 2014, alla nascita del Daily eletto Van of The Year, quindi il Nuovo Eurocargo, a settembre 2015, che ha vinto il premio International Truck of the Year 2016. Nel corso del presente anno sono state ben due le gamme rinnovate da Iveco, protagoniste di altrettanti lanci sui mercati internazionali: il Nuovo Daily Euro 6 e il Nuovo Stralis: TCO2 Champion, presentato assieme all’attesissimo Stralis NP, un veicolo a gas naturale rivoluzionario per il trasporto su lungo raggio. In un momento economico di crescita del nostro settore, siamo certi l’impegno di Iveco verrà messo in luce in uno stand molto rappresentativo dove i nostri veicoli saranno protagonisti assieme all’offerta di servizi con cui vengono accompagnati, in una vision di business partnership che da sempre ci contraddistingue».

“Siamo lieti che Iveco sia presente con una partecipazione rilevante in questa edizione; il progetto è stato peraltro apprezzato anche da diverse altre case costruttrici, che stanno a loro volta confermando una presenza importante in fiera. Transpotec sta raccogliendo feedback positivi da tutti i comparti dell’autotrasporto, prova ne sia il fatto che ci sono molti attori chiave del comparto che per la prima volta si presenteranno in fiera nel 2017, al punto che la superficie espositiva da noi inizialmente prenotata per la manifestazione a Verona è, ad oggi, già sold-out, per cui ci siamo già accordati con Veronafiere per poterne disporre di aggiuntiva – afferma Giuseppe Garri, Exhibition Manager di Transpotec Logitec. – Le aziende hanno capito che, in questo momento di ripresa, occorre creare strategie utili per far fruttare al meglio le occasioni di mercato emergenti, entrando in contatto con i potenziali clienti che stanno ridando forza al lato della domanda. In questo senso, la manifestazione diventa fondamentale per presentare direttamente servizi e prodotti e per crescere, approfondendo i contatti di business già esistenti e creandone di nuovi”.

Accanto alle proposte delle case, continua a crescere l’offerta di prodotti e servizi che gli operatori potranno trovare in manifestazione. Tante le novità dei produttori di rimorchi e allestimenti, con una proposta particolarmente ricca per i trasporti a temperatura controllata che presenterà soluzioni a misura di ogni comparto, dal food al farmaceutico.

Innovazione, sostenibilità e risparmio saranno linee guida di tutta l’offerta espositiva, dai produttori di mezzi di tutte le categorie, fino ai fornitori di servizi, carburanti e additivi e ai sistemi di controllo e gestione ottimale delle flotte.

Non mancherà un’area espressamente dedicata all’offerta degli accessori e dei ricambi per truck, l’Aftermarket Village, pensata per i professionisti che operano nel campo della manutenzione dei mezzi.

Eventi ed esperienze formative completeranno le proposte presenti in manifestazione, con un ricco programma di convegni e workshop, cui si aggiungerà l’opportunità di esperienze emozionali e test-drive. Nell’ambito di Transpotec troveranno in particolare spazio di riflessione le tematiche emerse recentemente durante il Forum Internazionale della Logistica e dell’Autotrasporto, che si è tenuto a Fiera Milano lo scorso 16 settembre e che ha visto autorevoli rappresentanti del mondo associativo, istituzionale e aziendale confrontarsi alla presenza di più di 300 operatori del settore, animati dalla voglia di “fare sistema” e capire dove va il mercato.

La prossima edizione di Transpotec offrirà, inoltre, un’opportunità in più: la contemporaneità con SaMoTer, International Earth Moving and Building Machinery Exhibition (triennale), manifestazione di Veronafiere punto di riferimento per le macchine da costruzioni, darà agli operatori in visita la possibilità di fruire di un’offerta ancora più ampia, con un unico ingresso.

Per favorire il business networking e supportare la presenza in mostra delle aziende, Transpotec ripropone, ampliandolo, il progetto di incoming buyer: più di 100 big spender internazionali provenienti dai mercati più interessanti saranno ospitati a Verona e attraverso Expo Matching Programme, il software creato da Fiera Milano per mettere in contatto domanda e offerta, potranno fissare gli appuntamenti con gli espositori, costruendo la propria agenda già prima che la fiera abbia inizio.

Iveco illustra la sua strategia ambientale in occasione dell’Assemblea Anita 2016: “Diamo respiro al trasporto sostenibile”

Iveco ha partecipato all’Assemblea Nazionale 2016 di Anita, l’Associazione nazionale delle imprese

di autotrasporto merci e logistica, che si è tenuta lo scorso 18 giugno a Mantova. L’assemblea ha

offerto l’opportunità ai principali attori del trasporto stradale, marittimo e ferroviario di confrontarsi sui

temi strategici che impattano il settore, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti,

Graziano Delrio, di uno dei Vicepresidenti del Parlamento Europeo, David Maria Sassoli, e del Capo

della Segreteria Tecnica del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Carlo

Maria Medaglia.

Pierre Lahutte, Iveco Brand President, ha confermato l’impegno di Iveco a favore di un trasporto

sempre più sostenibile, rispondendo al quesito sui progressi compiuti dai veicoli commerciali in

termini di efficienza nei consumi, emissioni inquinanti e sicurezza negli ultimi venti anni. In

particolare, Lahutte ha sottolineato l’assoluta necessità di un approccio integrato che coinvolga

istituzioni, costruttori e rappresentanti del settore dei trasporti al fine di migliorarne l’efficienza

energetica, di cui un vero esempio virtuoso e concreto è il progetto “Diciotto” che risponde, in

maniera efficace e innovativa, alla necessità di ridurre i consumi, le emissioni di CO2 e il livello di

congestione delle strade, aumentando la produttività grazie dall’utilizzo di autoarticolati con

lunghezza fino a 18 metri.

Il Progetto “Diciotto”, combinato con l’utilizzo di motorizzazioni a gas naturale, come il gas naturale

liquefatto, aumenta le proprie potenzialità in termini di sostenibilità. Lahutte, inoltre, ha ricordato

l’importanza di adottare decisioni risolute ma sostenibili, volte a ridurre in particolare le emissioni di

CO2, come definito dallo storico accordo di Parigi sul clima alla COP21.

Pierre Lahutte ha commentato: “È necessario investire in nuove tecnologie, come sta facendo

Iveco, in modo da favorire l’anticipazione di soluzioni che contribuiscono a ridurre ulteriormente

l’impatto ambientale del comparto dei trasporti. In tal senso Iveco, è oggi il leader europeo nel settore

dei carburanti alternativi e il partner ideale per ogni necessità di trasporto sostenibile, così come

ampiamente riconosciuto dai nostri clienti”.

Nel corso del suo intervento, Lahutte ha ricordato il recente lancio internazionale, avvenuto a Madrid,

del Nuovo Stralis Natural Power, il veicolo pesante di Iveco alimentato a gas naturale compresso e

Iveco S.p.A.

Via Puglia 35

10156 Torino, Italia

www.iveco.com

liquefatto, ribadendo come nuovo veicolo sia basato sulla grande capacità di Iveco di saper guardare

al futuro.

Il Nuovo Stralis Natural Power è infatti il primo camion a gas a lunga percorrenza presente sul

mercato a offrire un’alternativa ai veicoli diesel per un trasporto di lungo raggio più sostenibile di

sempre, in grado di fornire una risposta immediata ai problemi di oggi, come quello della qualità

dell’aria a livello locale, dal momento che le emissioni di NOx e di PM sono molto basse; del

riscaldamento globale, attraverso un miglioramento dei consumi di carburante e quindi una riduzione

delle emissioni di CO2, e, infine, quello del rumore, che è un aspetto chiave per le missioni di

trasporto in ambito urbano e notturno.

Lo Stralis Natural Power è equipaggiato con un nuovo motore Iveco Cursor 9 Natural Power Euro

VI, ed è il primo camion alimentato a gas naturale con un cambio automatizzato a 12 velocità, che

garantisce un basso consumo di carburante e un incredibile comfort di guida. Nella versione con

doppio serbatoio LNG, il Nuovo Stralis NP garantisce un’autonomia record di 1500 km.

Nuovo Stralis: TCO2 Champion

Iveco lancia il Nuovo Stralis NP, alimentato a gas naturale compresso e liquefatto, il camion per il trasporto internazionale più sostenibile di sempre. Un vero e proprio prodotto all’avanguardia con diverse novità.

Questo veicolo dispone del nuovo motore Iveco Cursor 9 Natural Power Euro VI, il primo del suo genere a offrire la stessa potenza e coppia del suo equivalente diesel. È il primo camion alimentato a gas naturale con un cambio automatizzato a 12 velocità: il cambio Eurotronic garantisce un basso consumo di carburante e un incredibile comfort di guida. Nella versione con doppio serbatoio LNG il Nuovo Stralis NP raggiunge un’autonomia record di 1500 km.

Il veicolo dispone anche della cabina Hi-Way, introdotta sullo Stralis “International Truck of the Year 2013”, molto apprezzata dai clienti per la sua funzionalità e il suo comfort nelle missioni di lungo raggio.

Pierre Lahutte, Iveco Brand President, ha commentato: “Iveco è stato il primo costruttore al mondo nel settore del trasporto commerciale a comprendere il potenziale del gas naturale. Abbiamo introdotto sul mercato camion, veicoli commerciali e autobus alimentati a gas naturale. Il risultato è che a oggi abbiamo un parco di oltre 15.000 veicoli a gas circolanti in Europa. Il nuovo Stralis NP è basato sulla grande capacità di Iveco nel saper guardare al futuro: è il primo camion a gas a lunga percorrenza presente sul mercato a offrire un’alternativa ai veicoli diesel per un trasporto di lungo raggio più sostenibile di sempre”.

I miglioramenti introdotti nel Nuovo Stralis NP contribuiscono alla riduzione del 3% del costo totale di esercizio (TCO) rispetto al modello precedente, già in grado ridurre fino a 40% il costo del carburante rispetto al suo equivalente diesel.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner