Articoli marcati con tag ‘lavori’

Genova, nel 2017 lavori per 180 milioni

L’ultimo bilancio dell’Autorità portuale di Genova, prima della trasformazione in Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale e la fusione con il porto di Savona e Vado ligure, sarà votato lunedì dal Comitato portuale. Nel preventivo del 2017 nove milioni saranno destinati alle nuove progettazioni strategiche, altri 23,6 per le manutenzioni e le nuove opere. E sono confermati tutti gli impegni sui cantieri in corso, per 149 milioni di euro. Sono le cifre del preconsuntivo 2016 e del bilancio preventivo 2017, tappe obbligatorie per chiudere l’Autorità portuale di Genova e far nascere la nuova Autorità di sistema portuale.
Il preconsuntivo 2016 si chiuderà con un avanzo di amministrazione di 195 milioni di euro di cui 149 milioni vincolati per opere e 11,5 milioni impegnati in opere e manutenzioni. Il preventivo 2017 ipotizza un avanzo a fine anno di 169 milioni di euro, di cui 133 milioni vincolati per opere.
Il prossimo sarà l’anno dedicato alle progettazioni esecutive di tre opere strategiche con nove milioni di euro di investimento: l’ampliamento dell’imboccatura di ponente del bacino di Sampierdarena del porto, considerato a tutti gli effetti il primo lotto della nuova diga, la nuova Torre piloti all’ imboccatura di levante e il ribaltamento a mare nelle aree Fincantieri di Sestri Ponente che consentirà l’ampliamento e la razionalizzazione. Se non ci saranno ritardi, nel 2018 potranno aprire i cantieri.
Per il 2017 sono inoltre stati stanziati 23,6 milioni di euro per opere e lavori: tra gli altri, 12 milioni serviranno per l’elettrificazione delle banchine del terminal Vte (meno rumore e meno inquinamento), 2,2 milioni per le nuove passerelle d’imbarco passeggeri su Ponte Doria, 1,5 milioni per verde nel canale di calma di Pra’ e 0,6 milioni per lavori propedeutici ala realizzazione del secondo binario di Voltri. Un altro capitolo riguarda i lavori in corso per cui sono confermati tutti i finanziamenti a partire dall’elettrificazione dei Bacini di carenaggio, Calata Bettolo, il nuovo autoparco, la realizzazione impiantistica dei Capannoni di Levante, sistemazione del Ped, sistemazione della foce del Leira, copertura del Bacino numero, ripresa dei lavori su Ronco-Canepa e Ponte Etiopia. Ancora, le manutenzioni ammonteranno a 6,3 milioni di euro, di cui due per viabilità e fabbricati, 1,3 milioni per le opere marittime, 1 milione per la rete ferroviaria e 1,5 per gli impianti.

Renzi a Genova: dal Bisagno alle Torri MSC, gli appuntamenti del premier

Una giornata ricca di appuntamenti per il premier Matteo Renzi a Genova, dove è andato nel pomeriggio di ieri per una serie di eventi istituzionali. Obbiettivo focalizzato sull’inaugurazione dei lavori per il Bisagno, appuntamento al quale il Presidente del Consiglio tiene molto dopo il disastro, ambientale e di gestione, dell’ultima alluvione.
L’altro appuntamento clou della giornata del Premier, tra un tweet e un selfie, sarà alle Torri MSC per un incontro con Gianluigi Aponte, Fondatore MSC, e Pier Francesco Vago, Executive Chairman MSC. L’occasione dell’incontro sarà anche la visita della nuova sede MSC, svelata da Liguria Nautica in anteprima, che proprio questa settimana, giovedì sera per l’esattezza, verrà inaugurata ufficialmente. Le Torri MSC, situate nel Complesso San Benigno, fanno parte del processo di riqualificazione del quartiere e hanno definitivamente modificato la sky line della città

Palermo: al via gli interventi per chiudere l’Anello ferroviario

Consegnati oggi i lavori per la realizzazione degli interventi di chiusura dell’Anello ferroviario cittadino.

L’atto ufficiale si è svolto nella Sala consiliare di Palazzo delle Aquile, presenti Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, Michele Del Principe, Direzione Investimenti Area Sud di RFI, e Roberto Romano, Direttore Operativo di Italferr per il Nodo di Palermo.

La chiusura dell’ anello ferroviario palermitano sarà finanziata con le risorse comunitarie previste dal PO FESR (Programma Operativo Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) 2007/2013: circa 28 milioni di euro, costo complessivo dell’opera 152 milioni. Fondi ricevuti grazie all’attività congiunta di Regione Siciliana, Comune di Palermo e RFI, impegnati a reperirli per garantire il completamento dell’anello ferroviario in circa tre anni, con un impatto per la città limitato a poco più di 24 mesi.

I cantieri saranno avviati per fasi, in modo da ridurre le interferenze con la viabilità urbana, prendendo il via dalla zona del porto, dove Rete Ferroviaria Italiana (soggetto tecnico attuatore) ha ottenuto la disponibilità delle aree da adibire a cantiere.

Nello specifico, nei primi nove mesi, durante lo spostamento dei sottoservizi che interferiscono con l’opera, in via Emerico Amari saranno sempre garantiti almeno un senso di marcia veicolare, il transito pedonale e gli accessi carrabili, oltre alla percorribilità sulle strade trasversali e parallele alla stessa via.

Successivamente sarà avviato lo scavo delle gallerie artificiali, con la tecnica “cut and cover”: nella prima fase saranno realizzati i diaframmi laterali e sarà gettato il solettone di copertura. Al termine di queste attività sarà ripristinata in superfice la viabilità stradale.

Nella seconda fase le gallerie saranno scavate senza interrompere il traffico veicolare.
Una scelta operativa che limiterà al minimo le ripercussioni sulla viabilità. La chiusura di via Amari avverrà per tratti alternati (fra i cinque e i nove mesi per tratto) e sarà sempre garantita la percorribilità delle strade parallele e perpendicolari.

La suddivisione per fasi delle attività di cantiere consentirà a RFI di condividere in sinergia con Comune di Palermo e Tecnis (ditta appaltatrice dei lavori) le soluzioni migliori per ridurre gli inevitabili disagi per i cittadini nel corso della realizzazione di questa importante opera infrastrutturale che, in prospettiva, porterà significativi benefici alla collettività.

L’anello ferroviario di Palermo, con gli interventi in corso di realizzazione, integrerà il Passante ferroviario, attraverso il nodo di scambio della stazione di Notarbartolo. Il progetto prevede il prolungamento del tracciato Notarbartolo – Giachery (già in esercizio) per circa 1,6 km fino a Politeama, quasi interamente in galleria, e la realizzazione di tre nuove fermate: Libertà, Porto e Politeama, che serviranno i quartieri Dante, Libertà, Politeama e Sampolo-Ucciardone.

La chiusura dell’anello ferroviario si inserisce tra gli interventi in corso di realizzazione per il potenziamento della rete ferroviaria dell’Isola, definiti nel 2001 con la sottoscrizione di un Accordo di Programma Quadro siglato da RFI con Regione Siciliana e i Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell’Economia e delle Finanze.

Bologna: partono i lavori di riqualificazione via de’ Carracci

Prenderanno il via mercoledì 25 giugno i lavori di riqualificazione definitiva di via de’ Carracci.
L’intervento, progettato da Italferr (Gruppo FS Italiane) per conto di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), è stato condiviso con il Comune di Bologna e darà un nuovo e definitivo assetto alla strada cittadina che, in questi anni, ha subìto i disagi maggiori per i lavori di realizzazione della stazione AV di Bologna, e che oggi rappresenta un’importante porta di accesso al nuovo terminal sotterraneo e al centro storico della città.

Il progetto, prevede in particolare:
• il completamento dell’intero fronte della nuova stazione con: rimozione delle barriere antirumore, realizzazione di un nuovo marciapiede, installazione di una pensilina nel tratto compreso tra l’incrocio con via Matteotti e l’atrio della stazione e in direzione di via Fioravanti, sistemazione esterna di tutti gli accessi alla stazione;
• la realizzazione di una nuova pista ciclabile bidirezionale sul lato nord di via de’ Carracci, opposto al fronte stazione;
• la creazione di una nuova piazza pubblica, in parte a gradonata, all’angolo fra via de’ Carracci e il ponte Matteotti;
• lavori di rinnovo di tratti di condotte fognarie, di rifacimento del manto stradale e di adeguamento della segnaletica.

I lavori saranno suddivisi in quattro fasi:
prima fase: da mercoledì 25 giugno a venerdì 1 agosto – chiusura del tratto compreso fra via Matteotti e via dell’Arca – incrocio escluso. Mappa delle modifiche alla viabilità.
seconda fase: da lunedì 4 agosto a lunedì 11 agosto: chiusura di parte dell’incrocio fra via de’ Carracci e via Fioravanti. Mappa delle modifiche alla viabilità.
terza fase: da martedì 12 agosto a giovedì 11 settembre – chiusura del tratto compreso fra via dell’Arca e via Fioravanti – metà incrocio escluso. Mappa delle modifiche alla viabilità.
quarta fase: da venerdì 12 settembre a giovedì 16 ottobre – chiusura del tratto compreso fra via Fioravanti e il passaggio a livello su via de’ Carracci. Mappa delle modifiche alla viabilità.

Durante tutta la durata dei lavori:
• l’accesso pedonale ai civici di Via de’ Carracci, prospicienti il cantiere, sarà garantito attraverso l’attuale marciapiede nord;
• sarà sempre disponibile l’accesso pedonale all’atrio Carracci della stazione, che garantirà l’attuale collegamento diretto con Piazza delle Medaglie d’Oro e con i binari sotterranei e di superficie;
• la realizzazione dei lavori secondo le quattro fasi sopra descritte comporterà l’inibizione della circolazione stradale lungo i tratti di via de’ Carracci di volta in volta interessati dai lavori stessi. Pertanto l’avvicinamento all’atrio Carracci mediante auto, taxi, veicoli NCC e bus sarà impedito. A coloro che avranno necessità di raggiungere o allontanarsi dalla stazione con tali mezzi si consiglia l’ingresso da Piazza delle Medaglie d’Oro;
• il servizio di assistenza ai viaggiatori a mobilità ridotta, in arrivo o in partenza dalla stazione di Bologna, sarà garantito dalla Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana con le consuete modalità e gli attuali punti di ritrovo – Sala Blu, atrio partenze o arrivi su Piazza delle Medaglie d’Oro e atrio Carracci – fermo restando per quest’ultimo le già citate limitazioni di accesso con auto;
• ai residenti dei civici interclusi dal cantiere sarà garantita la possibilità di sosta gratuita presso il nuovo parcheggio a servizio della stazione di Bologna Centrale (con ingresso da via Matteotti); gli aventi diritto, individuati attraverso gli amministratori dei condomini interessati, sono stati già contattati. Per eventuali informazioni rivolgersi a Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. – via Matteotti 5 40129 Bologna (BO).

Presidente e Direttore ENAC incontrano vertici SEA per monitoraggio investimenti e lavori a Malpensa e Linate

Si è svolto presso la Direzione Generale dell’ENAC, un incontro ENAC – SEA convocato dal Presidente Vito Riggio e dal Direttore Generale Alessio Quaranta al quale hanno partecipato Pietro Modiano, Presidente della società SEA che gestisce gli scali di Milano Malpensa e Linate, e Giulio De Metrio Chief Operating Officer e Deputy CEO, oltre alle rispettive strutture tecniche.
Facendo seguito all’incontro già avvenuto con Aeroporti di Roma – ADR, società di gestione degli scali romani, l’ENAC, attraverso le proprie strutture tecniche, sta continuando l’attività di monitoraggio sull’andamento degli investimenti realizzati secondo quanto previsto dai singoli piani di investimento contenuti nei contratti di programma stipulati con le società di gestione aeroportuale.
Tale attività di monitoraggio dell’ENAC sarà condotta sulle società con cui l’Ente ha stipulato contratti di programma in deroga alla normativa vigente in materia di regolazione tariffaria (Legge n. 102 del 3 agosto 2009 e successive modifiche), ovvero ADR per gli aeroporti di Roma, SEA per quelli di Milano e SAVE per l’aeroporto di Venezia, anche attraverso appositi incontri con cadenza semestrale.
Nella riunione odierna con SEA, l’ENAC ha rilevato che gli investimenti attuati sono risultati sostanzialmente in linea con quanto programmato e che la società aveva già avviato una serie di opere prima dell’entrata in vigore del nuovo regime tariffario.
L’ENAC, inoltre, ha preso atto dell’impegno assunto dalla SEA nella realizzazione dei lavori previsti per l’EXPO 2015 entro i termini previsti, nonché degli altri interventi di riqualificazione dei servizi infrastrutturali finalizzati a migliorare il comfort dei passeggeri. A tal proposito, su entrambi gli scali milanesi, si sono registrati risultati ampiamente positivi, sia con riferimento agli aspetti della qualità dei servizi offerti all’utenza, sia con riferimento agli aspetti connessi alla tutela ambientale.
L’Ente ha infine valutato positivamente il fatto che la società SEA abbia sostanzialmente rispettato gli obblighi assunti e si sia impegnata a continuare a farlo, pur in presenza di una riduzione del traffico passeggeri.

Aeroporti, Ciampino chiuso per lavori fino al 2 ottobre

L'aeroporto di Ciampino

L’aeroporto di Ciampino resterà chiuso da oggi al 2 ottobre. Lo comunica la società Aeroporti di Roma. La chiusura si è resa necessaria per consentire i lavori di rifacimento della pista. Tutto l’operativo dei voli sarà trasferito temporaneamente presso lo scalo principale di Roma, il Leonardo da Vinci.

I passeggeri in partenza nei prossimi 10 giorni dovranno dunque recarsi ai Terminal 2 e 3 di Fiumicino per check-in e imbarco. In ogni caso è consigliabile tenere d’occhio eventuali cambiamenti di orario consultando i siti web delle compagnie aeree operanti a Ciampino.

Anas, aggiudicato appalto sulla SS76

Aggiudicataria dei lavori la ditta “Dapam Srl”.

L’Anas ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’esito della gara d’appalto per lavori di chiusura dei varchi lungo lo spartitraffico della statale 76 “della Val d’Esino”, in provincia di Ancona. Il progetto prevede l’installazione di barriere amovibili di acciaio che impediscono eventuali salti di carreggiata in caso di incidente, innalzando i livelli di sicurezza dell’arteria e consentendo una rapida apertura temporanea dei varchi in caso di lavori o emergenze.

Ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta “Dapam Srl”, con sede in provincia di Brescia. Il termine dei lavori è fissato per contratto entro quattro mesi dalla data di consegna.

Maggiori informazioni su www.stradeanas.it.

Lombardia, senso unico alternato sulla SS42

Entrerà in vigore alle 8.00 di mercoledì 16 novembre.

L’Anas comunica che tra il km 95,500 e 96,000 della strada statale 42 “del Tonale e della Mendola”, nel comune di Ceto, verrà istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico. Il senso unico rimarrà in vigore dalle ore 8.00 di mercoledì 16 fino alle 17.00 di venerdì 18 novembre per consentire alla Società Ferrovie Nord SpA di effettuare lavori di manutenzione straordinaria al passaggio a livello situato sul km 95,800 della SS42.

Maggiori informazioni attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

Ravenna, terminati i lavori e riaperto lo scalo

Lo scalo di Ravenna è stato riaperto ieri.

Dopo una chiusura di circa quaranta giorni ieri l’Aeroporto di Ravenna è stato riaperto. Lo scalo è stato interessato da lavori di riqualifica della pista di volo, terminati in anticipo rispetto alle previsioni contrattuali consentendo la tempestiva riapertura.

Gli interventi hanno riguardato il rifacimento della pavimentazione della pista di volo e la sistemazione dei collettori laterali di raccolta delle acque, per un investimento complessivo di circa 320.000 euro, finanziati dall’Enac nell’ambito del programma triennale a favore degli scali minori.

Fs, restyling per la stazione di Fidenza

Il restyling della stazione parte dalla biglietteria.

Al via il restyling della stazione di Fidenza (PR). Per dare inizio ai lavori di ampliamento dell’atrio e di costruzione di una nuova biglietteria, la biglietteria attuale chiuderà alle ore 18.00 di mercoledì 19 ottobre per poi riaprire la mattina successiva nella sede provvisoria posta sul marciapiede del primo binario.

I lavori che interessano la stazione prevedono anche nuovi pavimenti e rivestimenti, la tinteggiatura delle pareti interne e l’ammodernamento degli impianti elettrico e telematico, per un investimento totale di 800mila euro. Il progetto è condiviso da Rete Ferroviaria Italiana, del Gruppo FS, con la Sopraintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Provincie di Parma e Piacenza. Prevista anche una fase successiva di interventi, attualmente in finanziamento, relativi al rifacimento delle facciate esterne e del coperto.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner