Articoli marcati con tag ‘LNG’

Il cambio automatizzato Scania Opticruise debutta sui veicoli a metano

L’interesse nei veicoli alimentati a metano sta rapidamente crescendo e Scania continua a rafforzare la sua posizione d’avanguardia introducendo soluzioni di trasporto sostenibile per differenti applicazioni. L’ultima di queste consiste nella possibilità di combinare il potente motore a metano 9 litri con lo Scania Opticruise. Questo permette a Scania di ampliare la sua offerta di soluzioni basate su CNG o LNG, ad esempio nel trasporto a lungo raggio.

“Prima non era possibile combinare i motori a metano con lo Scania Opticruise e i clienti dovevano necessariamente scegliere o il cambio manuale o quello totalmente automatico” ha sottolineato Magnus Höglund, Director Sustainable Solution. “Entrambe queste alternative sono tutt’ora disponibili, ma con l’ulteriore attrattiva dello Scania Opticruise per il trasporto a lungo raggio e la distribuzione regionale”.

Sia i clienti che i media di settore hanno elogiato il motore a metano Scania 9 litri a 5 cilindri. Esso è disponibile in due potenze, che combinano la guidabilità con bassi livelli di rumore e riducono notevolmente l’impatto ambientale. La coppia massima erogata di 1.600 Nm per la variante da 340 CV viene raggiunta già a 1.050 giri/min, evidenziando ancora una volta il carattere distintivo dei propulsori Scania.

“Stiamo sperimentando un aumento significativo nella domanda di veicoli alimentati a metano, sia negli stati con gli standard di emissioni Euro6 che in quelli con un abbondante fornitura di gas naturale” ha affermato Magnus Höglund. “La domanda europea è guidata principalmente da considerazioni ambientali: sia le istituzioni che i principali acquirenti hanno l’ambizione di migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’inquinamento. Noi siamo in costante dialogo con i decisori più autorevoli sia a livello municipale che regionale, così come con i rappresentanti di importanti catene di distribuzione alimentare con lo scopo di ridurre l’impatto ambientale”.

Scania attualmente offre i motori a metano con la sua cabina P, G e Low Entry della gamma attuale. La migliore combinazione di motori, cambi e cabine per le varie applicazioni e operazioni è determinata grazie al dialogo diretto fra Scania con ogni singolo cliente sulla base delle sue esigenze. I motori alimentati a metano di Scania offrono prestazioni impareggiabili sia con il CNG (metano naturale compresso), che con l’LNG (metano naturale liquefatto) che anche con il biometano rinnovabile. In più, possono essere selezionate diverse capacità di serbatoio, arrivando a garantire la percorrenza di distanze fino a 1.100 km per ogni pieno con l’opzione LNG.

“Il nostro motore a metano 340 CV è in tutto e per tutto comparabile in performance con il nostro diesel della stessa potenza e sprigiona attualmente una coppia leggermente più alta” ha evidenziato Höglund. “Il fatto che adesso possiamo combinare il nostro motore 9 litri con lo Scania Opticruise, permette agli autisti del lungo raggio di avvantaggiarsi di un’ottima guidabilità con livelli di rumore decisamente bassi. Inoltre, i benefici ambientali che si ottengono grazie alla riduzione dei livelli di particolato e delle emissioni di CO2 sono estremamente rilevanti”.

Due aziende leader negli indici Dow Jones sulla sostenibilità insieme per inaugurare una stazione LNG-CNG

Gli Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia
inaugurale della sesta stazione italiana LNG, che si è svolta a Gera Lario (Como) alla presenza di
Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Matteo Lorenzo De Campo, Amministratore Delegato del
Gruppo Maganetti e Stefano Agostini, Amministratore Delegato del Gruppo Sanpellegrino.
L’evento è stata l’occasione per presentare il progetto “LNG Valtellina Logistica Sostenibile”,
fortemente voluto dal Gruppo Maganetti, leader logistico in Provincia di Sondrio, ideato in
collaborazione con Levissima – Gruppo Sanpellegrino.
L’iniziativa nasce con l’obiettivo di promuovere un servizio di trasporto merci su gomma sostenibile
dal punto di vista ambientale che pone al centro l’utilizzo del gas naturale liquefatto (LNG) come
alternativa al Diesel e alla benzina e, quindi, i veicoli Iveco alimentati a LNG. Questa scelta si basa
sulla possibilità di generare un risparmio dal punto di vista ambientale ed economico, visto il minor
costo del gas naturale liquefatto, a parità di rendimento energetico, bilanciando quindi le spese di
investimento legate all’adeguamento tecnologico.
Nel corso della cerimonia sono stati messi in evidenza i vantaggi del gas naturale liquefatto,
carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato dall’Iveco
Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia. Il Nuovo Stralis NP è il primo veicolo
a gas naturale progettato per missioni di lunga distanza, dotato di motore Iveco Cursor 9 da 400 Cv,
cambio Eurotronic e doppio serbatoio di LNG, con capacità di 540 litri ciascuno, in grado di garantire
fino a 1500 km di autonomia.

Il Nuovo Stralis NP di Iveco fa il pieno a Pontedera (Pisa)

Gli Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia
inaugurale della quinta stazione italiana LNG, che si è svolta  a Pontedera (PI), alla presenza di
un folto numero di partecipanti tra clienti, giornalisti e addetti ai lavori, a conferma di quanto sia alto
l’interesse per questa innovativa fonte energetica.
Nel corso della cerimonia sono intervenuti esperti del settore per spiegare i vantaggi del gas naturale
liquefatto, carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato
dall’Iveco Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia.
Nel corso del suo intervento, Fabio Pellegrinelli, Gas Business Development Iveco Mercato
Italia, ha richiamato l’attenzione sull’importanza di questa nuova apertura strategica per numerosi
player del settore dotati di basi logistiche adiacenti a Pontedera, e per tutti i trasporti afferenti le
importanti aree portuali di Livorno e La Spezia. Ha proseguito Pellegrinelli: “I Nuovi Stralis NP grazie
alla loro elevata autonomia, rifornendosi a questa nuova stazione Eni, potranno coprire con ancora
maggiore efficacia la rotta di collegamento Nord-Centro-Sud Italia sul versante tirrenico. La nuova
stazione conferma e supporta la crescente domanda di trasporto sostenibile, esigenza oggi
imprescindibile, verso la quale Iveco punta da sempre, e nella quale può vantare un’esperienza di
oltre 20 anni”.
L’attenzione e la ricerca continua di Iveco alle nuove tecnologie hanno permesso al brand di essere
leader europeo nel settore dei combustibili alternativi, anticipando soluzioni che contribuiranno a
ridurre ulteriormente l’impatto ambientale del settore dei trasporti e divenendo il partner ideale per un
trasporto sostenibile, come dichiarato nel pay-off del brand: “Iveco. Il tuo Partner per un trasporto
sostenibile”.

Iveco e il Gruppo Maganetti guidano il cambiamento per un futuro più sostenibile

Iveco ha consegnato al Gruppo Maganetti di Tirano (Sondrio) dodici veicoli Stralis a gas naturale
liquefatto con motore Iveco Cursor 8 C-LNG Euro VI da 330 cv e un Eurocargo a gas naturale
compresso modello ML 120EL21/P, che il gruppo lombardo si è aggiudicato lo scorso dicembre nel
corso dell’asta a favore di Telethon.
Pierre Lahutte, Iveco Brand President, durante la consegna ufficiale a Matteo Lorenzo De Campo,
Amministratore Delegato del Gruppo Maganetti, ha così commentato: “Sono particolarmente lieto di
rappresentare il brand Iveco nella consegna odierna dove i veri protagonisti sono i veicoli consegnati
e i valori intrinseci da loro rappresentati: sostenibilità ambientale e responsabilità sociale, che da
sempre distinguono il nostro Gruppo. Siamo convinti che percorrendo questa strada al fianco di
business partner come il Gruppo Maganetti, saremo in grado di guidare il cambiamento oggi
diventato ormai imprescindibile, rappresentando ancora una volta il simbolo dell’Italia che vince e, in
questa occasione, di un’Italia che vince con la testa e con il cuore”.
Testimonial d’eccezione dell’Italia che vince è proprio l’Eurocargo, messo a disposizione da Iveco in
occasione dell’asta Telethon, permettendo di donare l’intero ricavato di 85mila euro alla Fondazione
Telethon, impegnata dal 1990 a finanziare e sviluppare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche.
Si tratta di un modello ML 120EL21/P in versione cabinato da 12 ton, dotato di motore Tector 5 da
210 Cv alimentato a CNG e sospensioni pneumatiche.

Iveco: quindici Stralis LNG per la logistica green di Pe.Tra

Iveco ha fornito quindici Stralis Hi-Way LNG Euro VI a Pe.Tra, azienda di Brembate (BG) che, con
due sedi operative in Italia e quattro filiali all’estero (Germania, Spagna e Romania), si occupa di
trasporto intermodale a livello nazionale ed europeo e servizi logistici.
La cerimonia di consegna si è svolta presso la sede dell’azienda, alla presenza di Mihai Radu
Daderlat, Business Director di Iveco Mercato Italia, Noach Dror, Vice President Transport Logistics di
CNH Industrial, Gianandrea Pellegrinelli, Titolare di Pe.tra e Paolo Zanardi, titolare di Auto Industriale
Bergamasca, concessionaria Iveco di riferimento per la società Pe.Tra.
Gli Stralis Natural Power, modello AT440S33T/P alimentati a gas naturale liquefatto (LNG), oggetto
della fornitura, sono equipaggiati con motore Iveco Cursor 8 C-LNG Euro VI da 330 cv. Questi veicoli
hanno un serbatoio criogenico LNG da 510 litri e 4 serbatoi CNG da 70 litri che permettono
un’autonomia complessiva di oltre 750 chilometri, consentendo così il loro impiego anche sulla media
e lunga percorrenza. Da un punto di vista della sostenibilità economica, il risparmio complessivo del
costo totale di esercizio (TCO) di un veicolo LNG è oltre al 10%. Il gas naturale ha infatti un costo
inferiore rispetto al Diesel, consentendo una sensibile riduzione del costo del combustibile, che
rappresenta la voce più importante del TCO.
Mihai Daderlat, Business Director di Iveco, ha commentato: «Il nostro impegno per la sostenibilità si
declina ulteriormente nel “Progetto Logistica Green” che prevede, entro il 2018, una sostanziale
riduzione delle emissioni connesse alle attività logistiche all’interno del nostro Gruppo. Poter contare
su clienti come Pe.Tra, che condivide l’importanza del nostro impegno nei confronti dell’ambiente,
accresce il valore del brand Iveco che si fonda sulla qualità dei prodotti, l’avanguardia delle
tecnologie e business partnership, valori perfettamente sintetizzati dalla consegna odierna».

Gli Stralis Iveco LNG si riforniscono alla nuova stazione di Novi Ligure

Sono tre gli Iveco Stralis Hi-Road, alimentati a gas naturale liquefatto (LNG), arrivati martedì scorso
a Novi Ligure per l’inaugurazione della nuova stazione di servizio LNG di HAM ITALIA, società
specializzata nella progettazione e nella costruzione di impianti per il riformimento di gas naturale
liquefatto.
La stazione di rifornimento di Ham Italia è situata a ridosso dell’uscita autostradale di Novi Ligure,
nodo strategico per le tratte verso il nord e il centro Italia e verso Francia e Spagna.
Alla cerimonia di inaugurazione, che si è svolta alla presenza di numerose autorità, della stampa
specializzata e degli addetti ai lavori, erano presenti – tra gli altri – Vincenzo Zezza, in
rappresentanza del Ministero dello Sviluppo Economico, il Sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere,
e Mihai Radu Daderlat, Business Director Iveco Mercato Italia.
Nel contesto comunitario europeo che pone l’attenzione allo sviluppo delle infrastrutture a favore
delle trazioni alternative e alla luce della recente elaborazione della Strategia Nazionale sul Gas
Naturale Liquefatto da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, l’inaugurazione della seconda
stazione di rifornimento di gas naturale liquefatto in italia è un passo strategico e molto significativo
per lo sviluppo futuro dei veicoli commerciali e industriali alimentati a gas naturale liquefatto.
L’autonomia è un fattore fondamentale per i veicoli a gas naturale impegnati in missioni di medialunga
percorrenza. Lo Stralis Natural Power alimentato a Gas Naturale Liquefatto permette
un’autonomia di oltre 750 chilometri. Il trattore AT440S33T/P LNG, nella configurazione standard, è
equipaggiato con 4 serbatoi a Gas Naturale Compresso da 70 litri e un serbatoio criogenico a gas
naturale liquefatto da 525 litri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido alla temperatura di -
130°C e alla pressione di 9 bar e, prima di essere iniettato nel motore, viene convertito allo stato
gassoso. I vantaggi dell’utilizzo dei veicoli alimentati a gas naturale sono molteplici, sia dal punto di vista della
sostenibilità ambientale sia da un punto di vista della profittabilità per i clienti.
Sotto il profilo delle emissioni sia inquinanti sia di CO2, infatti, i motori alimentati a gas naturale sono
più ecologici delle motorizzazioni tradizionali. L’utilizzo di questi veicoli permette di ridurre le
emissioni veicolari di CO2 dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. Infine, la riduzione
del rumore in media di 5 Decibel rispetto alle versioni Diesel lo rendono il veicolo ideale per le
missioni di raccolta rifiuti e di distribuzione notturna.
Da un punto di vista della sostenibilità economica, il risparmio complessivo del TCO (Total Cost of
Ownership), il costo totale di esercizio di un veicolo, è fino al 10%. Il gas naturale ha infatti un costo
decisamente inferiore rispetto al Diesel, consentendo una riduzione fino al 40% del costo del
carburante, che rappresenta la voce più importante del TCO.
Iveco è leader europeo nel settore dei veicoli alimentati a gas naturale e, in particolare, sono oltre
400 i mezzi a Gas Naturale Liquefatto già attivi sui mercati europei, principalmente in Spagna e nei
Paesi Bassi, in cui l’infrastruttura è già fortemente presente.
Con il nuovo pay-off “Iveco. Il tuo partner per il trasporto sostenibile”, il brand sottolinea la propria
attenzione e ricerca continua nei confronti di nuove tecnologie che gli ha permesso di essere leader
europeo nel settore dei combustibili alternativi, anticipando soluzioni che contribuiranno a ridurre
ulteriormente l’’impatto ambientale del settore dei trasporti.

DALL’UE UN BUDGET DI 322MILA EURO AL NAPA

L’Unione Europea, all’interno dell’ultimo bando Ten-T, ha concesso ai porti dell’Alto Adriatico un cofinanziamento al 50% (322mila euro) per la realizzazione di un Masterplan per lo sviluppo di infrastrutture portuali per LNG (gas naturale liquefatto) e altre soluzioni a basso impatto ambientale. Queste azioni hanno l’obiettivo di aumentare competitività, efficienza e sistenibilitò delle flotte e allo stesso tempo sono in grado di dare concretezza agli obiettivi delle più recenti e stringenti normative europee in materia di riduzione dell’impatto ambientale.
Si tratta del primo progetto in Adriatico e Mediterraneo per lo stoccaggio e rifornimento del gas naturale liquefatto (LNG) e il primo progetto Europeo, che coinvolge anche Paesi extra Ue, con l’obiettivo di trovare adeguate soluzioni per l’uso di carburanti alternativi in linea con i trend dello shipping mondiale e in relazione alle infrastrutture locali e le caratteristiche ambientali.

Stralis Natural Power Euro VI: campione di sostenibilità ecologica ed economica

Sono stati consegnati i primi veicoli della nuova gamma di pesanti Stralis Euro VI alimentati a gas
naturale, che Iveco ha lanciato sui mercati europei. Una scommessa su cui l’azienda ha da sempre
puntato, in particolare per le missioni di trasporto nei settori della distribuzione, logistica a corto e
medio-lungo raggio e servizi municipali, come la raccolta e la movimentazione dei rifiuti.
Iveco conferma così la propria leadership nel settore delle trazioni a gas naturale con una gamma
completa di veicoli commerciali leggeri, medi, pesanti e autobus per un totale di oltre 12mila
unità consegnate, di cui solo 2mila nel corso del 2013.
L’ampia offerta di prodotto Stralis è in grado di soddisfare numerose esigenze dei clienti Iveco con i
cabinati a due e tre assi e i trattori a due assi. I veicoli, prodotti nello stabilimento Iveco di Madrid e
assemblati sulla stessa linea delle versioni Diesel, sono equipaggiati con motore Cursor 8 Natural
Power, da 270 a 330 Cv. Il motore è abbinato a un cambio meccanico ZF a 16 rapporti o un cambio
automatico Allison a sei marce con convertitore idraulico di coppia.Per le versioni CNG, la capacità
complessiva delle bombole va da 400 a 1300 litri, con un layout che può essere personalizzato in
base alle esigenze del cliente.
Per i veicoli impegnati nelle missioni a medio-lungo raggio, lo Stralis Natural Power è disponibile
anche con LNG, che permette un’autonomia di oltre 750 chilometri. Il trattore AT440S33T/P LNG,
nella configurazione standard, è equipaggiato con 4 serbatoi CNG da 70 litri e un serbatoio
criogenico LNG da 525 litri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido alla temperatura di -
130°C e alla pressione di 9 bar e, prima di essere iniettato nel motore, viene convertito allo stato
gassoso.
Iveco è l’unico costruttore europeo ad aver confermato la propria scelta tecnologica nel
passaggio da Euro V a Euro VI: i motori FPT Industrial a gas naturale sono caratterizzati da
combustione stechiometrica, ossia con rapporto tra aria e combustibile chimicamente corretto;
alimentazione 100% gas naturale e ciclo Otto con candele di accensione che provocano la
combustione della miscela aria-gas immessa da un rail, con due iniettori per cilindro. Il trattamento dei gas di scarico è effettuato con un semplice catalizzatore a tre vie passivo che non richiede
aggiunta di additivi.
I vantaggi dell’utilizzo di questo tipo di veicoli sono molteplici, sia dal punto di vista della sostenibilità
ambientale sia da un punto di vista della profittabilità per i clienti. Sotto il profilo delle emissioni,
infatti, i motori a gas naturale sono molto più ecologici dei Diesel Euro VI. Il gas naturale è un
combustibile decisamente pulito grazie a emissioni di particolato (-95% rispetto al Diesel) e di NOx (-
35%) ridotte al minimo. Inoltre, l’utilizzo di questi veicoli permette di ridurre le emissioni veicolari di
CO2 dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. Infine, la riduzione del rumore in media di
5 Decibel rispetto alle versioni Diesel lo rendo il veicolo ideale per le missioni di raccolta rifiuti e di
distribuzione notturna.
Da un punto di vista della sostenibilità economica, il risparmio complessivo del TCO (Total Cost
of Ownership), il costo totale di esercizio di un veicolo, è fino al 10%. Il gas naturale ha infatti un
costo decisamente inferiore rispetto al Diesel, che consente una riduzione fino al 40% del costo
del combustibile, la voce più importante del TCO.

Sono Iveco Stralis i primi veicoli LNG in Italia

Sono partiti  da Piacenza con il serbatoio pieno i primi cinque Iveco Stralis alimentati a gas
naturale liquefatto (LNG) che circoleranno in Italia: i veicoli sono stati consegnati a LC3 azienda
specializzata nel settore del trasporto merci a temperatura controllata e portacontainer, da sempre
impegnata nell’applicazione sui propri veicoli di soluzioni tecnologiche alternative, volte alla riduzione
dell’impatto ambientale.
Gli Stralis AT440S33T/P LNG sono stati tra i protagonisti della cerimonia di inaugurazione della
prima stazione di rifornimento LNG in Italia di Eni a Piacenza. La stazione rientra nel progetto ”LNG
Blue Corridors” che, nell’ambito del 7° Programma Quadro, ha lo scopo di promuovere il gas
naturale liquefatto (LNG) come un’alternativa reale al gasolio nei trasporti a medio e lungo raggio. Il
progetto prevede l’apertura di 14 stazioni di rifornimento distribuite in Europa su quattro direttrici
principali che attraversano il continente. Iveco ed Eni, leader tecnologici nei rispettivi settori, sono
due dei 27 partner del progetto in Europa.
Alla cerimonia di inaugurazione è intervenuto, tra gli altri, Federico Gaiazzi, General Manager
Iveco Mercato Italia, che ha illustrato l’impegno dell’azienda nella ricerca e nell’innovazione
tecnologica a favore della sostenibilità ambientale ed economica dei propri clienti.
L’autonomia è un fattore fondamentale per i veicoli a gas naturale impegnati in missioni di medialunga
percorrenza. Lo Stralis Natural Power LNG permette un’autonomia di oltre 750 chilometri.
Il trattore AT440S33T/P LNG, nella configurazione standard, è equipaggiato con 4 serbatoi CNG da
70 litri e un serbatoio criogenico LNG da 525 litri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido
alla temperatura di -130°C e alla pressione di 9 bar e, prima di essere iniettato nel motore, viene
convertito allo stato gassoso. Il riempimento è molto semplice, sicuro e può essere effettuato in non
più di cinque minuti.

Iveco è leader europeo nel settore dei veicoli alimentai a gas naturale e, in particolare, sono
oltre 200 i mezzi LNG già attivi sui mercati europei, principalmente in Spagna e nei Paesi Bassi, in
cui l’infrastruttura è già fortemente presente.
I vantaggi dell’utilizzo dei veicoli alimentati a gas naturale sono molteplici, sia dal punto di vista della
sostenibilità ambientale sia da un punto di vista della profittabilità per i clienti.
Sotto il profilo delle emissioni, infatti, i motori alimentati a gas naturale sono molto più ecologici dei
Diesel Euro VI. Il gas naturale è un combustibile decisamente pulito grazie a emissioni di particolato
(-95% rispetto al Diesel) e di NOx (-35%) ridotte al minimo. Inoltre, l’utilizzo di questi veicoli permette
di ridurre le emissioni veicolari di CO2 dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. Infine,
la riduzione del rumore in media di 5 Decibel rispetto alle versioni Diesel lo rendono il veicolo ideale
per le missioni di raccolta rifiuti e di distribuzione notturna.
Da un punto di vista della sostenibilità economica, il risparmio complessivo del TCO (Total Cost
of Ownership), il costo totale di esercizio di un veicolo, è fino al 10%. Il gas naturale ha infatti un
costo decisamente inferiore rispetto al Diesel, consentendo una riduzione fino al 40% del costo del
combustibile, che rappresenta la voce più importante del TCO.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner