Articoli marcati con tag ‘low cost’

Air One, nuova base low cost a Venezia

Air One si amplia

Dodici destinazioni, di cui 3 in Italia e 9 all’estero, a partire da Venezia. Air One amplia l’offerta dalla nuova base veneziana, che diventa così il terzo polo in Italia della compagnia aerea. E i passeggeri ringraziano: i primi due voli della nuova tranche (per Palermo e per Praga) hanno fatto registrare un tasso di riempimento dell’80%.

“Comincia la nostra presenza su Venezia con un’offerta – ha dichiarato Lorenzo Caporaletti, Direttore di Air One – di voli a tariffe estremamente competitive e senza compromessi sulla qualità del servizio. E’ per noi una grande sfida che abbiamo voluto avviare proprio qui perché crediamo nelle grandi potenzialità di questo aeroporto e di questo territorio”. Positivi i primi risultati: 85mila i clienti che hanno prenotato i voli Air One da e per l’aeroporto Marco Polo.

Ma ecco le 12 destinazioni: Brindisi, Cagliari, Palermo, Barcellona, Praga, San Pietroburgo, Varsavia, Istanbul, Bruxelles, Atene, Palma di Maiorca e Minorca. I prezzi di questi nuovi voli nazionali e internazionali partono da 18 euro a tratta, tasse incluse. Circa 400 i nuovi posti di lavoro preannunciati.

Vuoi viaggiare in testa all’aereo? Paghi di più

Il 6A è il posto preferito

Il posto più ambito sui voli aerei? E’ il numero 6A. Lo rivela un sondaggio effettuato dal portale di voli low cost Skyscanner.it, su un campione di 1.000 passeggeri. Come mai? Da un lato ci sono le statistiche sulla maggior sicurezza dei posti in testa all’aereo, dall’altro motivazioni ben più frivole: si viene serviti prima e si rimane a distanza di sicurezza dalle famigliole in gita con pargoli al seguito. E si è anche più vicini all’uscita, una volta atterrati.

Le prime sei file dell’aereo restano comunque tutte di gran lunga le più desiderabili. Tant’è che alcune compagnie aeree hanno cominciato a farle pagare di più: da poche sterline a oltre 100 euro. Tra le low cost sia EasyJet che Ryanair offrono già la possibilità di scegliersi il proprio posto. Un servizio che, ovviamente, si paga.

Restano più abbordabili, poiché meno desiderati, i posti centrali, in corrispondenza delle ali, che non offrono particolari vantaggi, né una buona visuale del panorama. Ma il posto più temuto di tutti è il 31E: centrale nella fila e centrale nell’aereo, il massimo della scomodità. Nessuno sconto in vista, però, per chi desiderasse sedersi proprio qui.

Alitalia compra Wind Jet e si butta sul low cost

Wind Jet, la prima low cost italiana

Alitalia compra Wind Jet e punta sul low cost. Dopo l’acquisto di Air One, si rafforza dunque il progetto “qualità a basso costo” avviato dalla compagnia di bandiera, che ha già fruttato 25 milioni di passeggeri nel 2011, con 144 aerei. A questa flotta si aggiungono adesso 12 Airbus e una dote di quasi 3 milioni di passeggeri annui.

Non è invece andata in porto l’integrazione con Blue Panorama, la compagnia privata (che ha 12 Boeing e ha trasportato circa 2 milioni di passeggeri nel 2011) che opera servizi di linea e charter intercontinentali e di corto e medio raggio con il marchio low cost Blu-Express. Alla scadenza del 31 marzo non è stato raggiunto un accordo. Nel gennaio scorso Alitalia aveva firmato con entrambe le compagnie protocolli d’intesa con l’obiettivo del consolidamento per affrontare il mercato del trasporto aereo dove i ‘matrimoni’ fra le compagnie sembrano essere l’unica soluzione alternativa al fallimento. Ma per il momento dovrà accontentarsi di un solo partner.

I cieli 2011 in Italia secondo Enac

L’Enac rende noto che sono stati pubblicati i “Dati di
traffico 2011” da cui risulta che durante lo scorso anno negli aeroporti italiani sono transitati
147.946.210 passeggeri, con un incremento del 6,5% rispetto al 2010.

Nella graduatoria degli scali nazionali per numero di passeggeri, Roma Fiumicino si attesta
sempre al primo posto con 37.406.099 registrando un incremento del 4% rispetto al 2010,
seguito da Milano Malpensa con 19.087.098 e un aumento del 2%.
Al terzo posto vi è Milano Linate con 9.061.749, al quarto Venezia con 8.507.691, Bergamo
al quinto posto con 8.338.656, al sesto Catania con 6.774.782, al settimo Bologna con
5.815.971, all’ottavo Napoli con 5.725.033, al nono Palermo con 4.944.311, al decimo posto
Roma Ciampino con 4.776.919, fino a un totale di 46 infrastrutture considerate.

Tra le novità della corrente edizione si segnalano, oltre ai grafici sul confronto mensile del
traffico passeggeri e cargo 2010/2011, la Graduatoria dei primi 50 vettori operanti in Italia
in base al numero totale dei passeggeri trasportati nel 2011.
Si precisa che al fine di una corretta graduatoria i passeggeri nazionali sono stati conteggiati
solo in partenza.
La classifica vede nelle prime 5 posizioni:
1. Alitalia Gruppo CAI  con 25.896.582 passeggeri trasportati
2. Ryanair    con 22.114.392
3. Easyjet    con 10.526.297
4. Deutsche Lufthansa  con 6.447.057
5. Meridiana    con 4.323.926.

Altra novità è costituita dalla Graduatoria dei primi 10 vettori operanti in Italia in base al
numero dei passeggeri trasportati per tipo di traffico (nazionale e internazionale) nel 2011.

2011 nero per i cieli d’Europa. Tengono solo le low cost

Sorridono solo le low cost

Si chiude un anno nero per le compagnie di volo europee. E le prospettive per il 2012 non fanno ben sperare. Segno meno per quasi tutte, dai colossi Air France-Klm e Lufthansa alla nostra Alitalia, che pur riducendo le perdite ha mancato l’obiettivo del pareggio operativo nel 2011, previsto dal piano industriale.

Tra le major va meglio al gruppo British Airways-Iberia. Non si lamentano neanche le low cost. Per tutte le altre c’è poco da sorridere. Tra i big, nel 2011 Lufthansa ha chiuso con un utile operativo pari a 820 milioni di euro, 200 in meno rispetto al 2010. Il fatturato complessivo è salito dell’8,6%, ma il risultato netto del gruppo è sceso drasticamente, da 1,131 miliardi di euro del 2010 a un passivo di 13 milioni di euro. Nel 2012, anche se il costo del carburante dovesse rimanere elevato, Lufthansa prevede un utile operativo intorno ai 500 milioni di euro. Perdite in crescita anche per Air Berlin. A picco i conti di Air France – Klm: il gruppo franco-olandese chiude il 2011 con una perdita netta di 809 milioni di euro.

Spagna low cost, nuovi voli da Genova

Ryanair amplia le rotte da e per Genova

Ryanair inaugura la stagione estiva e lancia nuovi voli low cost da Genova per la Spagna. A partire dal 2 giugno la Liguria sarà in diretto collegamento con Madrid, Valencia e Ibiza. Con questa operazione le rotte-Ryan da Genova arrivano a quota otto e la compagnia irlandese si augura di arrivare a trasportare 350mila passeggeri nel giro di un anno, da e per lo scalo genovese.

“Grazie a questi nuovi voli – dichiara Marco Arato, presidente dell’aeroporto di Genova – potremo avere un incremento anche del 15% dei traffici, superando così quota un milione e 660 mila passeggeri”.

Resta il rammarico per la chiusura da parte di Ryanair del collegamento con Roma. “Forse l’orario del volo non era così attraente – continua Arato – ma speriamo che, se ci sarà una base Ryanair, anche questo volo possa essere ripristinato, magari con orari anticipati in partenza da Genova e quindi con una maggior attrattiva”. Sulla possibilità di una base Ryanair nel capoluogo ligure le trattative sono ancora aperte.

Il miglior cibo a bordo? Cose turche

Vince la Turkish Airlines

Il miglior cibo ad alta quota? Quello della Turkish Airlines. Lo rivela una ricerca indipendente realizzata da Skyscanner.it, il sito web specializzato nei voli low cost. Il sondaggio ha preso in considerazione 19 compagnie aree internazionali, provenienti da ogni angolo del pianeta e le ha classificate in base ai voti dati dai passeggeri.

A ottenere il punteggio più alto le melanzane ripiene e la torta di noci e pere di Turkish Airlines. Ma nel menu ci sono anche frutti di mare, pasti per vegetariani e speciali per i bimbi. Al secondo posto si piazza Singapore Airlines, a cui Gordon Ramsay ha già offerto la sua esperienza come parte del loro panel culinario, mentre Etihad ha guadagnato la terza posizione davanti al rivale degli Emirati Arabi Uniti, Emirates, che si è posizionato al quinto posto dietro l’irlandese Aer Lingus. Air France si classifica solo al decimo posto, mentre va ancora peggio al piatto made in Italy: Alitalia è diciassettesima.

Ottobre record per l’Aeroporto di Torino

Aeroporto di Torino Caselle.

Per l’Aeroporto di Torino Caselle ottobre è stato un mese molto positivo. La crescita, rispetto allo stesso periodo del 2010, è stata del 4% per un totale di 316.164 passeggeri in transito. Oltre 205mila i passeggeri dei voli nazionali (+8,5%), diretti a Roma (+6%), Brindisi (+40%) e Trapani (+38,5%), ma anche a Palermo, Catania e Reggio Calabria.

Più di 63mila i passeggeri transitati dai principali hub europei a ottobre e Francoforte la prima direttrice internazionale, con oltre 17mila passeggeri. La prima compagnia dello scalo di Torino per numero di passeggeri (+12%) e di movimenti è Alitalia, seguita da Ryanair (+21%), Lufthansa (-7%) e Wind Jet (+73%).

Ma il vero record lo hanno incassato le compagnie low cost, scelte da quasi 93mila passeggeri, il 22% in più rispetto allo scorso ottobre. Si parla di 885mila passeggeri nei primi 10 mesi del 2010, oltre il 28% del traffico totale.

Da Milano a Praga con 27 euro

Praga

Da Milano a Praga e Atene con una trentina di euro. Sono attive da oggi le nuove rotte Air One Smart Carrier da Malpensa verso le due capitali europee.

I collegamenti per Atene e Praga sono operati con aerei Airbus A320 da 180 posti. I biglietti per il volo Milano – Praga partono da 27 euro a tratta, tasse incluse. Per il volo Milano – Atene si parte da 37 euro solo andata, sempre tasse incluse. Le nuove destinazioni internazionali di Atene e Praga si aggiungono alle altre 18 destinazioni italiane e internazionali servite quest’estate con voli Air One da Milano Malpensa.

Da giugno ad agosto lo Smart Carrier del Gruppo Alitalia ha trasportato da e per Malpensa oltre 500mila passeggeri, il 32% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel periodo estivo, nonostante l’importante incremento di voli e passeggeri, la low cost del Gruppo Alitalia è riuscita a mantenere indici di puntualità superiori all’88% e di regolarità al di sopra del 99.8%.

Da Firenze a Pisa in 10 minuti, con l’eli-taxi

L'elicottero-taxi

Da Pisa a Firenze (e viceversa) con 50 euro. La nuova declinazione del volo low cost si chiama “eli-taxi”: con 250 euro ci si assicura un passaggio dalla Torre pendente al Cupolone, nel giro di 10 minuti di volo. Bastano 5 passeggeri per far scendere il costo del biglietto a una banconota arancione. E già si studia una piattaforma di eli-sharing, sulla scia del carpooling, dove i viaggiatori interessati possano aggregarsi e dividere il costo del viaggio.

Studiato da Skyplann, il servizio di eli-taxi è stato recentemente presentato a Pisa. Funziona proprio come un taxi, chiunque può chiamare l’elicottero e assicurarsi il viaggio.

La rete è ancora in fase di costruzione. Gli elicotteri che si alzeranno da Pisa non potranno atterrare sulla pista dell’aeroporto di Firenze, ma lì vicino, nel comune di Sesto Fiorentino. O in alternativa a Firenze sud, nel parco del Resort Villa Olmi. E sono già allo studio tour enogastronomici nel Chianti e nel Senese. Ulteriori informazioni su www.skyplann.com.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner