Articoli marcati con tag ‘Lufthansa’

Dot multa Air France, Lufthansa e British Airways per risposte inadeguate ai reclami dei disabili

Il Dipartimento dei trasporti statunitense (Dot) ieri ha multato Air France, Lufthansa e British Airways per non rispondere in maniera adeguata ai reclami dei passeggeri con disabilità. Ai primi due vettori aerei è stata comminata una sanzione pari a 200.000 dollari ciascuna, mentre alla terza una da 150.000 dollari. Alle compagnie è stato anche ordinato di cessare e di desistere da future simili violazioni.
Air Carrier Access Act (Acaa) è una norma che vieta alle compagnie di discriminare le persone con disabilità. In base alla normativa Dot le aviolinee sono tenute a fornire una risposta scritta ad ogni reclamo scritto, entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo stessoa.
Le sanzioni sono frutto dei diversi controlli in loco di conformità alla normativa condotti dall’Office of Aviation Enforcement and Proceeding del dipartimento. Nel corso di queste ispezioni il dipartimento ha esaminato un certo numero di schede-reclami relativi ai disabili, ed ha scoperto che in molte occasioni Air France, Lufthansa e British Airways non hanno fornito risposte ai reclami dei passeggeri

LUFTHANSA VUOL FARE DI EUROWINGS IL TERZO VETTORE LOW-COST EUROPEO

Eurowings terzo vettore low cost in Europa. È questo l’obiettivo del gruppo Lufthansa, che va avanti a testa bassa nel suo progetto di espansione. “Abbiamo bisogno di stabilità finanziaria con una solida redditività – ha dichiarato il presidente del cda Carsten Spohr – abbiamo anche bisogno di rinnovare continuamente la nostra flotta e le infrastrutture e di garantire gli investimenti necessari. La nostra missione è quella di essere la scelta numero uno dei nostri clienti, azionisti e del personale e di far evolvere ulteriormente il nostro posizionamento sul mercato”.
Così il top manager, nel corso del general meeting del gruppo, mette chiaramente in luce la volontà del colosso di procedere nel piano di crescita, lasciandosi alle spalle la tragedia Germanwings dello scorso 24 marzo, le cui vittime sono comunque state ricordate con un minuto di silenzio. Spohr ha voluto porre l’accento sui progetti di espansione, continuando lungo la strada avviata con il programma ‘7to1–La via giusta’.
Non c’è spazio per le esitazioni, dunque, in casa Lh, che punta su tre pilastri la propria strategia. Oltre al focus sul core business premium, rappresentato da Lufthansa, Swiss e Austrian, l’obiettivo è infatti il consolidamento di Eurowings. Il target dichiarato è quello di far diventare il “marchio giovane e paneuropeo che si propone di attuare i collegamenti point-to-point del Gruppo Lufthansa, in pochi anni – si legge in una nota diffusa dal player tedesco -, il terzo vettore nel settore delle compagnie low cost in Europa, con oltre 100 aerei”. E l’intenzione, già annunciata nei mesi scorsi, è quella di far scomparire il brand Germanwings, per far confluire in Eurowings le operazioni low cost europee e a lungo raggio.
Il terzo pilastro si fonda infine sulla ulteriore crescita delle società di servizi del Gruppo Lh. I singoli progett focalizzeranno degli investimenti ben mirati: per il 2015 Lh ha in programma investimenti lordi per 2,9 miliardi di euro, con un equilibrio di free cash flow; per il 2016 e il 2017 il piano prevede invece impegni per 2,5 miliardi di euro l’anno. Entro il 2015 potrà essere concluso tutto il piano di restyling delle cabine, mentre viene rinviato di almeno due anni il progetto di costruzione denl nuovo centro Lh Cargo a Francoforte.

Il Gruppo Lufthansa ordina 10 Airbus A320ceo per Eurowings e fino a 25 A320neo per Swiss International

Il Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Lufthansa ha approvato l’acquisto di 10
Airbus A320ceo per la propria consociata Eurowings. Il nuovo aeromobile diventerà il
perno del nuovo modello di business del vettore low cost annunciato dal Gruppo
Lufthansa lo scorso luglio, che prevede che Eurowings operi collegamenti diretti in
Europa.
Con oltre 400 aeromobili Airbus in attività e oltre 580 ordinati, incluso questo
ultimo ordine, il Gruppo Lufthansa, il principale operatore di aeromobili Airbus al
mondo, è il maggior cliente del costruttore europeo. Il Gruppo Lufthansa opera una
delle maggiori flotte di aeromobili della Famiglia Airbus A320 al mondo, con quasi
300 aeromobili attualmente in servizio. Eurowings ha già operato aeromobili A319 tra
gli anni ’90 e 2000. 

Swiss International

Il Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Lufthansa ha annunciato che Swiss, vettore
parte del Gruppo, accrescerà la propria flotta di A320 con un ordine fermo per 15
aeromobili Airbus A320neo, più 10 ulteriori aeromobili, la cui categoria verrà
confermata in un momento successivo. La flotta NEO, efficiente in termini di
riduzione dei consumi di carburante, rinnoverà e sostituirà gradualmente la flotta
esistente di Swiss composta da aeromobili della Famiglia A320.

Con aeromobili A319, A320, A321, A330 e A340 nella propria flotta, Swiss sarà in
grado di trarre il massimo beneficio dalla communalità propria degli aeromobili
Airbus.

Al via gli ‘Early Long Flights’ dell’Airbus A350 XWB in tipiche condizioni di funzionamento

L’Airbus A350 XWB ha intrapreso la campagna degli ‘Early Long Flights’ (ELF), cioè
voli a lungo raggio con a bordo membri dell’equipaggio e passeggeri. L’A350 (MSN002)
– aeromobile adibito ai test ed equipaggiato con la cabina – è decollato il 2 giugno
per il primo dei due ELF dall’aeroporto Tolosa-Blagnac. I due voli, che saranno
operati in ambiente aereo reale, avranno personale di volo sia Lufthansa che Air
France.
Simulando tutte le possibili condizioni di volo, i due voli – che saranno completati
nel corso della settimana – ospiteranno a bordo circa 250 passeggeri. Tra loro, una
trentina di tecnici di cabina e numerosi dipendenti Airbus, insieme ai produttori
delle apparecchiature.
Gli ELF non fanno parte del programma di certificazione tecnica ma restano comunque
un passaggio importante per il raggiungimento della piena maturità dell’A350 prima
della sua entrata in servizio.

Lufthansa, il più importante cliente di Airbus tra le compagnie aeree, sottoscrive un impegno fino a 55 aeromobili A350

Il Consiglio di Supervisione di Lufthansa, il più importante cliente e operatore di
aeromobili Airbus tra le compagnie aeree, ha deciso di ampliare e ammodernare la
flotta a lungo raggio con un impegno d’acquisto fino a 55 aeromobili A350-900 (di
cui 25 in ordine fermo e 30 in opzione). Nell’ambito dell’accordo Lufthansa potrà
convertire parte dell’ordine alla versione A350-1000.
Questo importante ordine per l’A350 segue la decisione strategica assunta da
Lufthansa sei mesi fa di utilizzare solo aeromobili Airbus nella propria flotta a
corridoio singolo. Fino ad oggi nel corso del 2013 Airbus ha ricevuto il maggior
numero di ordini fermi (125) in un singolo anno da Lufthansa rispetto a qualsiasi
anno precedente. Prendendo in considerazione tutti gli impegni di acquisto (ordini
fermi e opzioni) il numero raggiunge i 232 aeromobili – uno in più rispetto ai 231
aeromobili attualmente presenti nella sola flotta Lufthansa.
“L’A350 XWB risponde perfettamente alle esigenze della nostra rete di collegamenti
sia in termini di dimensioni sia di autonomia e giocherà un ruolo chiave
nell’ammodernamento della nostra flotta riducendo nel contempo i costi operativi e
il nostro impatto sull’ambiente”, ha dichiarato Nico Buchholz, Executive Vice
President, Lufthansa Group Fleet Management. “Questi aeromobili particolarmente
silenziosi ed eco efficienti si integreranno perfettamente nella nostra attuale
flotta Airbus. Dall’A319 all’A380, Lufthansa beneficerà delle più moderne
tecnologie, di elevati livelli di efficienza, di una cabina più ampia, di
flessibilità operativa, e di risparmi – oltre che dei vantaggi assicurati dalla
communalità offerta dalla flotta Airbus”.

Lufthansa, ordine fino a 100 aeromobili della Famiglia A320

Il Gruppo Lufthansa, ha confermato una decisione assunta dal Consiglio di Supervisione lo scorso mese di marzo e ha siglato oggi in occasione del salone di Le Bourget un ordine per 100 aeromobili della Famiglia A320 (35 A320neo, 35 A321neo, 30 A320ceo dotati di sharklets).

Il Gruppo Lufthansa opera aeromobili della Famiglia A320 dall’ottobre 1989. Il Gruppo è stato cliente di lancio per l’A321 e tra i primi operatori dell’A319 e A320. Con il nuovo ordine il Gruppo si conferma quale maggiore operatore e cliente di Airbus in Europa e porta il proprio ordini complessivo per l’A320 a 299 aeromobili di cui 150 già consegnati.

In poco più di due anni dal lancio, la Famiglia A320neo ha ad oggi catturato il 60% del mercato dimostrando chiaramente la propria leadership. Utilizzando nuovi propulsori e gli stabilizzatori d’ala Sharklets questi nuovi aeromobili assicureranno una riduzione del consumo di carburante del 15%. Inoltre la Famiglia A320neo assicurerà una riduzione percentuale a doppia cifra delle emissioni di NOx oltre ridurre l’inquinamento acustico. L’A320neo entrerà in servizio verso la fine del 2015 seguito dall’A319neo e dall’A321neo nel 2016. La Famiglia A320 è la famiglia di aeromobili più moderni e leader nel segmento a corridoio singolo. Ad oggi Airbus ha ricevuto 9.500 ordini per questa famiglia di cui 5.600 sono già stati consegnati a oltre 380 clienti e operatori nel mondo.

Airbus fornisce 100 aerei alla Lufthansa

Il Consiglio di Sorveglianza di Lufthansa ha approvato l’acquisto di 100 aeromobili della Famiglia A320 (35 A320neo, 35 A321neo e 30 A320ceo dotati di Sharklet) e due aeromobili A380 per un valore stimato di 11,2 miliardi di USD (prezzo di listino). La scelta della motorizzazione sarà comunicata dal vettore in una seconda fase.

Questo ultimo acquisto riconferma il Gruppo Lufthansa come il principale cliente di Airbus, con un totale di 532 aeromobili ordinati. A oggi, il Gruppo Lufthansa è inoltre il maggiore operatore del mondo con 385 aeromobili Airbus attualmente in servizio, di cui 271 aeromobili della Famiglia A320, 41 A330, 63 A340 e 10 A380.

“L’A380 risponde a tutte le nostre aspettative, è un aeromobile estremamente affidabile che ottiene ottimi riscontri da parte dei nostri passeggeri”, ha dichiarato Nico Buchholz, Executive Vice President, Lufthansa Group Fleet Management. “Siamo lieti di poter integrare due ulteriori A380 nella nostra flotta che, con i nuovi 100 aeromobili della Famiglia A320, contribuiranno significativamente nella riduzione dei costi operativi e dell’impatto ambientale, offrendo ai passeggeri un nuovo standard di comfort grazie alle più ampie cabine nelle rispettive categorie”.

“Ringraziamo Lufthansa per il forte segnale di fiducia nei confronti dei nostri aeromobili di punta”, ha affermato John Leahy, COO Clienti di Airbus. “Il terzo ordine di A380 è un chiaro segnale di quanto l’aeromobile si adatti alle necessità di Lufthansa, nostro prestigioso cliente. Inoltre, sono lieto di poter annunciare che con questo ultimo ordine, in soli due anni, ci stiamo avvicinando alla soglia dei 2.000 ordini di NEO, che si confermano così gli aeromobili a corridoio singolo più richiesti”.

Gli aeromobili della Famiglia A320neo e A320ceo saranno utilizzati da parte del Gruppo Lufthansa nello sviluppo del proprio network e nella modernizzazione della flotta. Mentre gli aeromobili CEO dotati di Sharklet saranno in grado di offrire un risparmio di carburante del 4%, i NEO permetteranno di ridurre il consumo di carburante di un ulteriore 15%. L’A380 offre inoltre un maggiore risparmio di carburante, il 12% in più rispetto al suo diretto competitor

Sono più di 36 milioni i passeggeri che hanno già potuto provare l’esperienza unica di volare a bordo di uno dei 100 aeromobili A380 consegnati fino a oggi. Con gli odierni 140 voli giornalieri, l’intera flotta ha totalizzato 100.000 voli commerciali e 850.000 ore di volo.

La Famiglia A320 afferma la propria posizione di famiglia di aeromobili di linea a corridoio singolo più moderna e più venduta al mondo. A oggi, sono stati ordinati oltre 9.150 aeromobili e consegnati più di 5.450 a oltre 385 clienti e operatori nel mondo.

Airbus ad Amburgo: Lufthansa riceve il suo primo Airbus A320 dotato di Sharklet

Il vettore diventa il primo operatore in Europa del nuovo dispositivo alare in grado
di ridurre il consumo di carburante
Lufthansa ha ricevuto il suo primo aeromobile A320 dotato di Sharklet presso lo
stabilimento Airbus di Amburgo, diventando così il primo vettore europeo a poter
beneficiare dei nuovi dispositivi d’ala in grado di ridurre il consumo di
carburante. Lufthansa riceverà la consegna di ulteriori 21 aeromobili della Famiglia
A320 dotati di Sharklet entro il 2015.
Gli Sharklet sono alti 2,4m e costituiti da materiali compositi. Questi dispositivi
sono offerti come opzione sugli aeromobili di nuova costruzione della Famiglia A320
e sono standard in tutti gli aeromobili della Famiglia A320neo. Gli Sharklet
permettono agli operatori di ridurre il consumo di carburante fino al 4% sul lungo
raggio e offrono la flessibilità di poter incrementare l’autonomia di 100mn o di
aumentare la capacità di carico fino a 450kg aggiuntivi.

A oggi, con oltre 9.000 aeromobili già venduti in tutto il mondo e più di 5.400
consegnati a oltre 380 clienti e operatori, la Famiglia A320 afferma la propria
posizione di famiglia di aeromobili di linea più venduta al mondo.

Lufthansa Technik Switzerland cessa le attività su Basilea

Lufthansa Technik Switzerland, la filiale elvetica con sede a Basilea della società di manutenzione del gruppo aeronautico tedesco , “non è più in grado di sostenere le sue operazioni e chiuderà le sue due linee di servizi maintenance e di logistica il 30 aprile 2013”. I dipendenti in esubero sono 31, mentre altri 29 sono stati integrati, sempre a Basilea, dalla Swiss. “A causa della caduta della domanda e il declino della nostra clientela sulla base ” ha detto il ceo di Lufthansa Technik, Rainer Lindau ” la chiusura è tristemente non più rinviabile”.

Wind Jet e le altre, estate nera per gli aerei

Wind Jet si è autosospesa

Estate nera per gli aerei, sia dal punto di vista dei passeggeri che dell’industria del volo. A gettare nello scompiglio i turisti non solo il caso Wind Jet, ma scioperi, cancellazione di voli e ritardi. E ad oggi il destino di molte compagnie resta appeso ad un filo sottile.

WIND JET, PASSATO E FUTURO. Ancora nessuna buona nuova sul fronte Wind Jet. Dopo una stagione di tribolazioni, tra annunci di acquisizione e voci di fallimento, la compagnia siciliana è ancora appesa ad un ipotetico piano di salvataggio. Fallita la trattativa per l’acquisizione da parte di Alitalia, che aveva tenuto banco fino ai primi di agosto, Wind Jet si è autosospesa il 13 dello scorso mese, in via cautelativa. Oltre 300 i voli cancellati, più di 50mila i passeggeri lasciati a terra (e recuperati da altre compagnie aeree con un sovrapprezzo). Solo la scorsa settimana sembrava essersi aperta una luce in fondo al tunnel: una cordata di imprenditori si era fatta avanti per salvare il salvabile e rilanciare Wind Jet. Finché, nel giorno in cui il piano sarebbe dovuto arrivare sul tavolo del ministro dello Sviluppo Corrado Passera, la gelata: ritiro dell’offerta e cambio di rotta. La cordata si sarebbe orientata piuttosto sul lancio di una nuova compagnia aerea.

CASSA INTEGRAZIONE. Nel frattempo è stato dato il via libera alla cassa integrazione per i 504 dipendenti del vettore catanese. Sul futuro e su eventuali garanzie occupazionali, però, nessuno osa ancora esprimersi.

CORSI E RICORSI. Wind Jet dovrà ora rispondere anche alle invettive del Codacons, che ha già depositato un esposto-denuncia per truffa e appropriazione indebita dei soldi dei biglietti e insolvenza fraudolenta da parte della compagnia aerea ai danni dei clienti. “Al momento della conclusione dei contratti con i singoli consumatori – si legge nella diffida – la Wind Jet era già pienamente cosciente della pericolosa situazione che la vedeva coinvolta, eppure, in spregio alle norme a tutela del contraente, concludeva ugualmente i contratti che sapeva di non essere in grado di onorare”. E adesso si profila una class action. Leggi il resto di questo articolo »

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner