Articoli marcati con tag ‘malta’

Onorato potenzia la rotta Genova-Livorno-Catania

Una nave ‘ro-pax’ per dare il via alla linea merci e passeggeri Malta-Catania con una rete di collegamenti che consentirà agli autotrasportatori di poter usufruire di una vasta offerta, con navi e orari pensati per soddisfare le necessità di tutti i professionisti del settore.

Sono le novità del Gruppo Onorato Armatori per “confermare la nostra politica di investimenti e rafforzamento del network da e per la Sicilia, con operativi e unità capaci di trasportare qualsiasi tipologia di merci e veicoli con dimensioni eccezionali”.

La prima novità riguarda i collegamenti da Genova e Livorno per Catania e viceversa: dal 18 aprile Tirrenia garantirà tre partenze settimanali sia dal capoluogo ligure che da Livorno.

Per queste rotte verranno impiegate due ‘ro-ro’ di cui una da 178×26 metri, che può trasportare sino a 2.600 metri lineari, l’altra da 166×25 metri, anch’esso in grado di contenere fino a 2.500 metri lineari, entrambe con una velocità di servizio di 20 nodi. “Viaggeranno lungo il Mar Tirreno – spiegano dal Gruppo Onorato Armatori – in affiancamento al servizio già esistente sull’Adriatico, offriranno un network completo per soddisfare al meglio le necessità del mercato”.

A questo si aggiunge, sempre dal 18 aprile, un nuovo collegamento con nave dedicata sulla tratta Malta-Catania.

L’obiettivo del Gruppo Onorato Armatori è “quello di voler ulteriormente incrementare i traffici commerciali da e per l’Isola di Malta verso la Penisola ed il resto d’Europa e aprire al traffico passeggeri”. Per questo ci saranno quattro collegamenti settimanali da Malta per Catania e viceversa.

Con la nave ro-pax Barbara Krahulik, dunque, già dai prossimi giorni sarà attiva la nuova offerta del Gruppo leader nei trasporti del Mediterraneo.

“Con questa nuova opportunità – dichiara il Vice presidente di Moby e consigliere delegato al commerciale di Moby e Tirrenia, Alessandro Onorato – Tirrenia consolida ulteriormente la sua presenza sul territorio nel quale crede fortemente e ha già prodotto risultati importanti. Crediamo che si possano sviluppare nuovi traffici tra i due Paesi grazie alla possibilità di poter usufruire di un servizio nuovo e conveniente in termini di prezzi e frequenza”

Incontro ENAC – vettore maltese FlyHermes su disservizi scorse settimane

A seguito di alcuni disservizi che hanno coinvolto nelle scorse settimane dei voli della compagnia maltese FlyHermes e sui quali l’ENAC aveva avviato accertamenti, nella giornata di ieri, 19 gennaio, si è svolto un incontro presso la Direzione Generale dell’Ente con i responsabili della società Hermes Aviation Ltd per esaminare le motivazioni dei ritardi e delle cancellazioni.
La società ha evidenziato nel dettaglio le circostanze che hanno determinato i disservizi tra cui alcuni ritardi nell’esecuzione di alcune manutenzioni che hanno comportato la necessità di riprogrammare l’operativo, una riparazione che ha privato il vettore della disponibilità di una macchina che ha presentato danni piuttosto gravi e che hanno richiesto interventi tecnicamente e finanziariamente impegnativi.
Inoltre, come richiesto dall’ENAC in merito al rispetto del Regolamento comunitario 261 del 2004 in materia di assistenza e informazioni ai passeggeri in caso di ritardo prolungato, cancellazione del volo e negato imbarco, la compagnia ha evidenziato che tutti i ritardi, le cancellazioni e le riprotezioni sono state seguite e coordinate dalla Hermes Aviation attraverso la società a cui Hermes aveva affidato tutto il sistema di prenotazione e vendita biglietti al pubblico, società che si è adoperata a minimizzare i disservizi agli utenti.
La Hermes Aviation, nel confermare all’ENAC la disponibilità alla riprotezione e ai rimborsi previsti dalla normativa di riferimento, ha comunicato anche la decisione di sospendere temporaneamente i voli in attesa di riprendere la riprogrammazione dell’operativo.
L’ENAC continua comunque a tenersi tiene in contatto con l’omologa Autorità maltese per vigilare sul rispetto degli standard europei pena la sospensione definitiva.

Canale di Sicilia, al via il monitoraggio delle correnti

Canale di Sicilia sotto stretta osservazione

Al via il monitoraggio delle correnti del Canale di Sicilia, per limitare i danni in caso di sversamenti di idrocarburi. Il controllo avverrà tramite radar: la prima antenna Hf-Radar a radiofrequenze sarà installata nell’area portuale di Pozzallo, in provincia di Ragusa, mentre altri due dispositivi del genere saranno collocati a Malta e saranno in grado di dialogare l’uno con l’altro.

Si tratta del programma “Calypso”, finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, che propone azioni congiunte tra Sicilia e Malta, mirate alla prevenzione dei rischi sia di natura antropica, sia naturale.

A coordinare il progetto un team di esponenti della comunità scientifica e di enti territoriali provenienti dalla zona transfrontaliera Italo-Maltese. Lead Partner del progetto è l’University of Malta, affiancata da partner maltesi (Transport Authority, Civil protection department, Armed forces of Malta) e siciliani (Arpa Sicilia, Cnr-Istituto per l’Ambiente marino costiero di Capo Granitola, Università degli Studi di Palermo – Polo di Trapani e Università degli Studi di Catania – Cutgana).

Thetis sale sui bus di Malta

Thetis sbarca su Malta

Localizzazione dei mezzi, bigliettazione elettronica e conteggio dei passeggeri: a controllare gli autobus di Malta ci pensa Thetis. La società di ingegneria con sede all’Arsenale di Venezia è stata scelta dalla multinazionale Arriva per fornire le tecnologie di gestione del trasporto pubblico nell’isola del Mediterraneo.

La fornitura si inserisce in un contratto decennale recentemente assegnato dal Governo Maltese ad Arriva: a partire da luglio 2011 la società, acquisita dal Deutsche Bahn lo scorso agosto, si occuperà del rinnovo di gran parte della flotta, 264 autobus tra Malta e Gozo, e del rinnovo del servizio. Anche grazie all’impiego delle nuove tecnologie messe a punto da Thetis. Sarà la società italiana, infatti, a fornire i sistemi per la localizzazione in tempo reale dei bus, la bigliettazione elettronica, la videosorveglianza, il conteggio dei passeggeri e la gestione di tre parcheggi scambiatori. Il tutto sarà controllato da un unico “cervellone” che a sua volta invierà i tempi previsti di percorrenza dei bus a circa un centinaio di paline elettroniche installate alle principali fermate.

Socio ordinario di TTS Italia, Thetis non è la primo progetto internazionale: la società ha già esportato in Cina e India il proprio know how, grazie al quale sono stati realizzati sistemi innovativi a sostegno della mobilità sostenibile.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner