Articoli marcati con tag ‘maltempo’

Allerta per vento forte e nebbia sulle autostrade

Continua la situazione legata al maltempo ancora nella giornata di oggi lunedì 13 febbraio 2017. Nonostante non ci saranno grosse precipitazioni ci sarà da fronteggiare la situazione legata soprattutto al vento e alla nebbia. Il vento tirerà durante la giornata di oggi da sud verso nord, mentre la nebbia sarà importante sia al nord che nella parte dell’entroterra al confine tra Abruzzo e Lazio. C’è il consiglio sempre di fare attenzione dove ci sarà l’obbligo di tenere a bordo le catene come sull’A6 Torino-Savona tra Marene e il bivio A6/A10 Savona come indicato dal sito istituzionale di autostrade italiane, Autostrade.it, nella notte. Attenzione poi al vento forte che viene indicato sull’A10 Genova-Savona-Ventimiglia tra Genova Voltri e il bivio A10/fine Complanare Savona. La nebbia invece viene ravvisata sull’A1 Bologna-Firenze con visiblità ridotta a novanta metri tra Roncobilaccio e Aglio km 255.

Il maltempo imperversa sulla penisola e condiziona la viabilità al sud

Anche nella giornata di oggi, lunedì 16 gennaio 2017, il maltempo continua a condizionare la viabilità. Sono diversi gli allarmi che lancia nella notte il sito istituzionale delle autostrade italiane proprio in base al tempo.

La neve viene segnalata sull’A16 Napoli-Canosa tra Baiano e Candela e sull’A25 Torano-Pescara tra Pescina e Scafa-Alanno. Inoltre c’è un’emergenza vento legata a forte raffiche che hanno colpito nella notte il centro Italia e lanciato l’allarme sull’A24 Roma-Teramo tra Valle del Salto e Tornimparte e anche sull’A12 Roma-Civitavecchia tra Civitavecchia nord e cambio competenza SAT/SS1 Aurelia. Bisognerà fare attenzione nella giornata di oggi anche al fatto che la neve cadrà con grande importanza sulla catena dell’Appennino dalle Marche alle Calabria e che cadrà fin dalle prime ore del mattino. In alcune zone sarà obbligatorio portare le catene da neve a bordo mentre in altre zone l’obbligo sarà esteso proprio nel montarle sulle ruote.

RFI, Maltempo: già attivato il piano neve e gelo

Rete Ferroviaria Italiana, Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, informa che, a causa dell’arrivo di flussi di aria polare dal Nord Europa, che porteranno una fase di maltempo su gran parte del Paese, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un “avviso di condizioni meteorologiche avverse” con previsioni di precipitazioni a carattere nevoso, che nei prossimi giorni interesseranno diffuse macroaree della Penisola e della Isole maggiori.

L’avviso prevede nevicate su Marche, Lazio orientale, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Puglia settentrionale, inizialmente al di sopra dei 500-800 metri e in progressivo abbassamento fino al livello del mare, con apporti al suolo generalmente moderati (cioè compresi tra 5 e 20 cm), ma localmente abbondanti (con valori superiori a 20 cm) sulle regioni adriatiche.

Mentre dal primo pomeriggio, attese nevicate su Puglia centro-meridionale, Calabria e Sicilia settentrionale, inizialmente sopra 1000-1200 metri in progressivo abbassamento dapprima fino ai 300-500 metri e successivamente, dalle prime ore di venerdì 6 gennaio, fino al livello al mare, con apporti al suolo generalmente moderati, localmente abbondanti alle quote collinari e montuose della Sicilia settentrionale.

In relazione all’ondata di maltempo, Rete Ferroviaria Italiana ha già attivato il Piano Neve e Gelo.

Stanti le previsioni meteorologiche della Protezione Civile, è confermata al momento la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie e conseguentemente sono confermati tutti i servizi ferroviari dell’orario in vigore.
Il servizio potrà essere ridotto qualora la situazione dovesse peggiorare oltre le normali condizioni di circolabilità.

In particolare:

  • presidiati, da parte dei tecnici di RFI, gli impianti nevralgici con particolare attenzione ai nodi delle principali città;
  • approntato un massiccio piano di corse raschia-ghiaccio in Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo, Campania, Basilicata e Puglia per mantenere in efficienza le linee di alimentazione elettrica;
  • attivate le scaldiglie sugli scambi degli impianti dotati di tali sistemi;
  • incrementata la presenza del personale ferroviario sui punti nevralgici della rete;
  • attivi in tutte le regioni interessate, i Centri Operativi Territoriali per il monitoraggio della situazione minuto per minuto, sotto il coordinamento della Sala Operativa Centrale di Roma;
  • attuate, in periodo notturno, particolari manovre dei deviatoi negli impianti non dotati di scaldiglie, per impedire fenomeni di congelamento durante le ore di punta del mattino;
  • allertato il personale delle ditte appaltatrici per un rapido intervento al fine di garantire la fruibilità delle stazioni (ad esempio pulizia marciapiedi, spargimento sale).

RFI invita a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso i mezzi di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it, FSNewsRadio e su twitter @Lefrecce e @FSnews_it.

Sud: in Calabria riattivate le tratte ferroviarie Roccella Jonica – Bianco e Roccella Jonica – Monasterace

Il maltempo che flagella il Sud, in particolare in Calabria, Campania e Sicilia, ha provocato danni ingenti e diversi disagi alla mobilità ferroviaria, oltre che stradale.

Basti pensare che nella sola zona montana calabrese la pioggia caduta negli ultimi giorni è pari a quella di un anno intero.

Dopo un primo sopralluogo alla Prefettura di Reggio Calabria, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio parla di una situazione “molto seria”, aggiungendo che insieme al Presidente di Regione Mario Oliverio e alla Protezione Civile si sta procedendo a fare la conta dei danni, in particolare nella zona ionica, la più colpita.

In serata lo stesso ministro Delrio ha aggiunto: “Abbiamo 250 uomini impegnati nelle operazioni per ripristinare al massimo entro dieci giorni la ferrovia calabrese, che è interrotta per circa 750 metri. Lavoreremo 24 ore al giorno su turni costanti”.

CALABRIA

Sul versante ferroviario nella giornata odierna sono state riaperte al traffico le tratte calabresi Roccella JonicaMonasterace (linea Catanzaro Lido – Roccella Jonica) e Roccella JonicaBianco (linea Roccella Jonica – Melito Porto Salvo), rispettivamente alle ore 11.30 e alle ore 13.

Resta invece interrotta la circolazione ferroviaria fra Bianco e Melito Porto Salvo.

Nel pomeriggio di ieri le abbondanti piogge sono state la causa di uno smottamento che ha interessato sia la sede ferroviaria, fra le stazioni Ferruzzano e Brancaleone, sia la Strada Statale 106.

Per ripristinare l’infrastruttura danneggiata è necessario ricostruire circa 700 metri di rilevato ferroviario, distrutto dall’esondazione del torrente Ferruzzano.

Per garantire la mobilità sono stati istituiti servizi di autobus sostitutivi fra Roccella Jonica, Rosarno e Reggio Calabria, nei limiti consentiti dalle condizioni della viabilità stradale.

Due treni a lunga percorrenza (Intercity 562 e 559) sono stati limitati a Catanzaro e Reggio Calabria e autosostituiti con bus via Lamezia Terme.

Alle 20.50 di ieri, domenica 1 novembre, dopo gli interventi di pulizia dell’alveo sotto il ponte ferroviario è ripresa la circolazione ferroviaria fra Bagnara e Villa San Giovanni Cannitello (linea Paola – Reggio Calabria).

Sono comunque previsti allungamenti dei tempi di viaggio per la riduzione di velocità (30 km/h) imposta ai treni, in via precauzionale, su alcuni tratti di linea per l’allarme meteo ancora in atto.

Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e di una ditta esterna di manutenzione – circa 250 uomini – stanno monitorando l’evolversi della situazione e in particolare le condizioni di sicurezza per la percorribilità dei binari da parte dei treni.

Intanto il livello di criticità contenuto nel bollettino meteo della Calabria – aggiornato dal Centro Funzionale Multirischi dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Calabria – è sceso a “giallo”, con valore dalle 16 di oggi alla stessa ora di domani.

CAMPANIA

Per quello che riguarda il traffico ferroviario in Campania, la circolazione dei treni è sospesa dal 29 ottobre  fra BaronissiAcquamela e FiscianoMercato San Severino (linea Salerno – Mercato San Severino), per i danni provocati dalla grande mole d’acqua caduta nei giorni scorsi sulla regione.

Fra Salerno e Mercato San Severino è attivo un servizio sostitutivo con autobus.

Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e delle imprese esterne di manutenzione sono al lavoro per ripristinare l’infrastruttura danneggiata da frane e smottamenti.

L’ultimazione degli interventi di ripristino e messa in sicurezza dei binari, in relazione agli ingenti danni registrati, è prevista entro fine novembre 2015.

Maltempo: la situazione nel Sud Italia

Campania, aggiornamento ore 7:30 di mercoledì 21 ottobre 2015
È ripresa la circolazione ferroviaria fra Castelvetrano e Salemi, sulla linea Alcamo Diramazione – Trapani, sospesa da ieri per verifiche sulla tratta, da parte dei tecnici di RFI.

Nel corso dell’interruzione la mobilità è stata garantita con autobus sostitutivi.

Basilicata e Campania, aggiornamento ore 15:30 di martedì 20 ottobre 2015
Le avverse condizioni meteo hanno provocato una frana fra Romagnano e Bella Muro, sulla linea Battipaglia – Potenza.

Il traffico ferroviario è sospeso dalle 17.55. Per venire incontro alle esigenze di mobilità è stato attivato un servizio di autobus sostitutivi fra Romagnano e Potenza.

Il maltempo ha causato in mattinata rallentamenti sulle linee Napoli – Salerno, via Monte del Vesuvio, e Battipaglia – Potenza, dove si sono registrati guasti ai sistemi di gestione della circolazione.

In seguito alle anormalità i treni hanno registrato rallentamenti, dalle 6 alle 11.10, sulla linea a monte del Vesuvio che collega Napoli a Salerno. Coinvolti 15 treni veloci e 15 Regionali, con ritardi fino a 40 minuti.

Giovedì 22 ottobre sarà invece riaperta al traffico ferroviario la linea Caserta – Benevento, le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e delle ditte esterne di manutenzione sono impegnate senza sosta nei lavori di ripristino dell’infrastruttura ferroviaria gravemente danneggiata, nei giorni scorsi, dall’esondazione del fiume Calore.

Campania, aggiornamento ore 14:00 di martedì 20 ottobre 2015
Linee Napoli – Salerno, via Monte del Vesuvio e Battipaglia – Potenza: modifiche alla circolazione dei treni nella mattinata di martedì 20 ottobre 2015. Per maggiori informazioni consultare il comunicato stampa.

Campania: programma di circolazione treni regionali per martedì 20 e mercoledì 21 ottobre 2015
Linea Benevento – Caserta: modifiche alla circolazione dei treni regionali di martedì 20 e mercoledì 21 ottobre. Consulta qui il programma.

Campania: programma di circolazione treni regionali per lunedì 19 ottobre 2015
Linea Benevento – Caserta: modifiche alla circolazione dei treni regionali di lunedì 19 ottobre. Consulta qui il programma.

Interrotta ancora per sei giorni la circolazione ferroviaria fra Benevento e Caserta, a causa dei danni provocati dall’esondazione del fiume Calore nella tratta Vitulano – San Lorenzo. L’interruzione comporta allungamenti dei tempi di viaggio che, tra Roma e la Puglia, potranno raggiungere anche le due ore e mezza.

In particolare sarà modificato il programma di circolazione di Frecciargento, Intercity e Regionali con l’istituzione di servizi sostitutivi su strada tra Caserta e Benevento per Frecciargento e Regionali e la deviazione di percorso di alcuni Intercity via Salerno –Potenza –Taranto – Brindisi – Lecce. Per i clienti che rinunciano al viaggio è previsto il rimborso integrale del biglietto. Intanto le squadre tecniche di RFI sono al lavoro per riparare la massicciata ferroviaria, danneggiata in quattro punti e per un’estensione di circa 500 metri, ripristinarne le condizioni di sicurezza e la piena funzionalità.

Sicilia: programma di circolazione treni regionali in vigore da lunedì 19 ottobre 2015
Linea Palermo – Agrigento: modifiche alla circolazione dei treni regionali. Consulta qui il programma

Linea Catania – Palermo: modifiche alla circolazione dei treni regionali. Consulta qui il programma

Sicilia, aggiornamento ore 15:30 di martedì 20 ottobre 2015
Sulla linea Trapani – Alcamo Diramazione, il traffico dei treni è sospeso dalle 12.30 fra Salemi e Castelvetrano per la presenza di detriti sui binari portati dalle abbondanti piogge.

Per garantire i collegamenti è stato attivato un servizio sostitutivo con bus tra le due località interessate dai disagi.

Containers volanti al Nuovo Borgo Terminal

Il maltempo che imperversa sul levante ligure e che ha colpito in particolare la zona del Tigullio causando danni gravi a Chiavari e dintorni, non ha risparmiato neanche il ponente, dove più che la pioggia si è fatto sentire il vento. Una tromba d’aria ha infatti investito la costa con venti oltre 50 nodi nella zona del Nuovo Terminal Borgo Containers. Le fortissime raffiche hanno causato il “volo” di alcuni container, che sono caduti in prossimità di una pista ciclabile, fortunatamente deserta in quel momento date le avverse condizioni meteo.

RFI : Circolazione rallentata tra Pisa e La Spezia per l’esondazione di due torrenti

Circolazione rallentata dalle 6 di questa mattina fra le stazioni Massa Centro e Carrara Avenza, sulla Direttrice Tirrenica Genova – Pisa, per l’esondazione dei torrenti Carrione e Parmignola.

Il traffico ferroviario era stato sospeso alle 0.55 di questa notte, ma l’intervento delle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana ha permesso la riattivazione del binario in direzione Sud alle ore 6.

l’Intercity Notte 799 Torino Porta Nuova – Salerno, è stato deviato sulla linea Pontremolese per poi proseguire su Salerno via Firenze – Roma con un allungamento dei tempi di viaggio di circa 120 minuti

L’Intercity Notte 796 Salerno – Torino Porta Nuova è stato deviato sulla linea Pisa – Firenze – Bologna – Piacenza – Genova con un allungamento dei tempi di viaggio di circa 120 minuti.

Solo alcuni treni del traffico regionale sono attestati a Sarzana e Massa Centro, previsti tra le due città servizi con autobus sostitutivi

Tutte le informazioni utili ai viaggiatori vengono comunicate a bordo dei treni e nelle stazioni interessate.

Arriva Sandy, cancellati più di 7.400 voli da e per NY

Un'immagine dell'uragano Sandy

Grande allerta per l’arrivo di Sandy, l’uragano che minaccia la città di New York. Bloccati i trasporti, sia urbani che non, cancellati migliaia di voli da e per la Grande Mela, chiusa la Borsa di Wall Street. Il peggio dovrebbe avvenire nella notte tra oggi e domani, ma le prime avvisaglie si faranno sentire fin dalla mattinata di oggi. Il sistema di trasporti pubblici cittadino, il più grande degli Stati Uniti con 8,5 milioni di persone al giorno, si ferma con le stazioni della metropolitana, inclusa quella di Times Square, una delle più affollate al mondo, che appare spettrale. Chiuse le caffetterie Starbucks e i grandi magazzini Macy’s e Bloomingdale’s. Wall Street oggi non apre e forse neanche domani: è la prima volta dall’11 settembre 2001 e la prima volta in 27 anni per condizioni climatiche, che la Borsa resta chiusa.

Ma tutta la East Coast è in allarme: le compagnie aeree hanno cancellato finora oltre 7.400 voli, gli evacuati sono centinaia di migliaia, 375.000 solo a New York. Il presidente americano Barack Obama ha firmato la dichiarazione per lo stato di emergenza per New Jersey, New York, Maryland, Distretto di Columbia e Massachusetts. Cancellati diversi comizi pre-elettorali del Presidente e dello sfidante Romney.

Maltempo, allagamenti e strade innevate al centro-nord

Torna la neve

E’ tornato a farsi sentire d’improvviso il maltempo su tutta Italia. Strade innevate e allagamenti hanno causato ieri non pochi disagi alla circolazioni. Oggi è prevista una breve tregua, ma domani il cielo preannuncia di nuovo bufera.

In Valle d’Aosta, così come in Veneto e Lombardia, è tornata la neve, al di sopra degli 800 metri. Nonostante il piccolo miglioramento di ieri, il tempo resterà instabile oggi con possibili nevicate sparse sopra i 1.500 metri mentre venerdì ci saranno piogge diffuse e neve da 1.300 metri in tutto il Nord. Ancora piogge in pianura, dove le temperature hanno subito un brusco abbassamento.

Situazione critica su gran parte della Toscana, la regione che finora aveva subito maggiormente la siccità. Ieri a Massa si sono verificati allagamenti delle strade e dei sottopassi, ostruiti da oltre mezzo metro d’acqua. Mare in tempesta nell’Arcipelago toscano almeno fino a questa mattina.

La neve ha imbiancato anche il tracciato ligure della A6 Torino-Savona, problemi alla circolazione anche a Genova città. E domani la pioggia si scatenerà di nuovo.

Treni e maltempo, ecco come chiedere il rimborso

Rimborsi fino al 31 marzo

Ancora disagi sulla rete ferroviaria di tutta Italia ieri. Ma per chi ha subito le conseguenze di ghiaccio e neve arriva almeno una buona nuova: c’è tempo fino al 31 marzo 2012 per chiedere il rimborso integrale del biglietto non fruito. Chi ha acquistato il biglietto in una delle 5.500 agenzie di viaggio partner Trenitalia e poi non ha potuto viaggiare potrà rivolgersi direttamente all’agenzia emittente.

Per gli acquisti online è necessario rivolgersi al Call Center (89 20 21) o inviare una mail a rimborsi@trenitalia.it specificando il codice PNR dei biglietti da rimborsare o allegando la ricevuta di pagamento. Stessa modalità per i ticketless acquistati in agenzia di viaggio, se la richiesta è presentata dopo l’orario di partenza del treno. Per far fronte alle richieste Trenitalia ha anche aumentato la capienza della propria casella di posta.

Trenitalia riconoscerà un’indennità anche a chi è rimasto vittima dei ritardi. I provvedimenti riguardano i viaggiatori dei treni nazionali, della lunga e media percorrenza, incluse quindi le Frecce AV. Per ritardi oltre le 4 ore sarà rimborsato il prezzo completo del biglietto, mentre per i ritardi dai 60 ai 119 minuti sarà riconosciuta un’indennità pari al 25% del prezzo del biglietto, che sale al 50% per ritardi dai 120 ai 239 minuti. L’indennizzo potrà essere richiesto trascorsi 20 giorni dalla data del viaggio e fino a 12 mesi successivi.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner