Articoli marcati con tag ‘Mare’

L’energia viene dal mare: 20 mln di sterline per un progetto

L'energia viene dal mare

La prossima fonte di energia pulita? E’ il mare. La Gran Bretagna ha deciso di investire 20 milioni di sterline per premiare i due migliori progetti in grado di sfruttare il moto ondoso e le maree per produrre elettricità. Obiettivo dichiarato: far fronte al 20% del fabbisogno energetico del Paese. Il megafinanziamento verrà utilizzato dalle aziende vincitrici (annunciate entro la fine dell’anno) per realizzare i progetti pilota.

Il Regno Unito ha tutte le carte in regola per diventare leader mondiale dello sfruttamento dell’energia del mare: degli otto dispositivi del genere installati in tutto il mondo, sette sono in acque britanniche e circa la metà delle aziende leader nel settore si trovano nel Paese. E lo scorso febbraio i parlamentari hanno chiesto al Governo di aumentare il sostegno economico sulle tecnologie che sfruttano vento e mare.

Assoporti chiarisce sullo Statuto vigente

Francesco nerli presidente di Assoporti

In relazione ad alcuni articoli apparsi su testate quotidiane locali e nazionali, ed al fine di fugare ogni dubbio relativo allo statuto vigente dell’Associazione Porti Italiani, si chiarisce che l’attuale Presidente Sen. Francesco Nerli è stato eletto nel mese di giugno 2008, secondo le previsioni dell’articolo 8, che recita:

Gli eletti durano in carica quattro anni e sono rieleggibili. Il Presidente, eletto tra i rappresentanti legali dei soci, non può essere eletto più di due volte consecutive.

“Quando fui eletto nel 2008 ero Presidente dell’Autorità Portuale di Napoli,  e il mio incarico scade regolarmente a giugno del 2012,” ha dichiarato Nerli. “Oggi, non essendo Presidente di Autorità Portuale, non sono eleggibile. Mi dispiace leggere qua e là imprecisioni che non solo ledono la mia persona, ma anche la serietà di tutti i soci che mi hanno eletto.”

Porti Alto Adriatico, al via linea container verso l’India

Linee Adriatico-India via Port Said West.

Un collegamento settimanale veloce e dedicato tra i porti NAPA di Venezia, Ravenna e Capodistria (Slovenia) e quelli indiani di Nhava Sheva e Mundra. Prende il via la prima linea container operata da Sermar Line e The Shipping Corporation of India (SCI), che collegherà l’Adriatico all’India in soli 23 giorni.

L’intesa è stata sottoscritta tra il Gruppo Fremura (agente generale SCI per l’Italia), Transagent (agente per la Slovenia) e Sermar Line (società di navigazione veneziana). Permetterà di rafforzare il ruolo dell’Alto Adriatico come luogo di arrivo e partenza privilegiato per gli scambi commerciali tra l’India e i mercati del Triveneto e dell’Europa Centrale.

Il servizio operato da Sermar Line – che ha già annunciato l’inserimento di una seconda nave portacontainer – collegherà i porti dell’Alto Adriatico a Port Said West (Egitto), Salalah (Oman), Colombo (Sri Lanka), Nhava Sheva e Mundra (India).

La nautica mondiale in mostra al Salone di Genova.

Panoramica del Salone nautico di Genova.

1.300 espositori, 2.000 barche – di cui 450 esposte in acqua – e 450 modelli presentati in anteprima. Questi i numeri del Salone nautico internazionale, inaugurato sabato scorso e in programma fino al 9 ottobre alla Fiera di Genova. “Un’occasione irrinunciabile di incontro con gli operatori di un comparto che ha raggiunto negli anni alti livelli qualitativi”, come lo ha definito il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, presente alla cerimonia di apertura.

La manifestazione, giunta alla cinquantunesima edizione, riesce da sempre a coniugare la migliore produzione internazionale con le eccellenze del design, dell’artigianato e dell’imprenditoria tipiche del Made in Italy. All’interno di un settore, quello della nautica italiana, che coinvolge oltre 150mila famiglie, genera un fatturato che contribuisce al Pil per 5,5 miliardi di euro e – sottolinea Matteoli – ha resistito meglio degli altri comparti alla crisi globale.

L'esposizione copre tutti i settori della nautica.

DALLA PICCOLA NAUTICA AI MEGAYACHT.

L’ampio ventaglio di soluzioni e merceologie proposte fa del Salone di Genova la rassegna più completa al mondo oggi a disposizione di professionisti e appassionati del mare. La mega esposizione allestita per la nove giorni, infatti, abbraccia tutti i settori della nautica, dalle piccole imbarcazioni ai megayacht passando per le barche a vela.

Se la piccola nautica rappresenta il 60% del totale delle imbarcazioni esposte – dalle canoe ai gommoni, dai gozzi ai package – il settore della vela conta 124 barche in acqua per un totale di 160 esemplari. E poi c’è l’area dedicata ai megayacht – segmento in cui l’industria nautica italiana eccelle nel mondo – che accoglie 30 barche fino a 50 metri di lunghezza. Mentre, per gli operatori professionali, da non mancare è la visita di Techtrade, la sezione rivolta a componentistica e accessori che, per il 3 e 4 ottobre, ha previsto una serie di incontri B2B. 

Tra le novità 2011, le prove in mare delle barche.

LE NOVITÀ.

Tra le novità, l’edizione 2011 del Salone nautico offre ai cantieri la possibilità di provare in mare 25 barche da 12 a 24 metri di lunghezza. E introduce la prima edizione del Genoa International Boating Forum, una tavola rotonda internazionale tra i principali protagonisti dell’industria nautica mondiale.

CONVEGNI, INCONTRI E INIZIATIVE.

Il Forum si inserisce poi in un fitto calendario di convegni e iniziative collaterali. Incontri istituzionali organizzati da UCINA Confindustria Nautica attorno a temi importanti legati al mondo della nautica per fornire suggerimenti sulle problematiche del settore. Ma anche eventi collaterali dedicati ai giovanissimi come il programma Navigar M’è Dolce, pensato per permettere ai bambini di provare l’emozione dell’andar per mare.

IL SALONE DIGITALE.

Con una veste grafica completamente rinnovata, completa di menù e pulsanti user-friendly e adesione ai principali social network, anche il sito web del Salone Nautico – www.genoaboatshow.com – imbocca la strada della trasformazione tecnologica. Mentre è già pronto iNautico, una mobil app per iPhone dedicata ai visitatori della manifestazione, da scaricare gratis dall’Apple Store di iTunes.

Zaino, bici e costume: in treno con le due ruote

In treno con la bici

Da Roma al mare in treno, ma con la bici al seguito. Dal primo agosto si può fare, anche nelle prime ore della mattina e anche nei giorni feriali. Il servizio è stato attivato dall’Atac in via sperimentale sulla linea che collega la Capitale con il lungomare di Ostia. Il trasporto delle bici sui convogli è dunque ampliato a tutta la settimana, dall’inizio del servizio alle 9 e dalle 20 al termine del servizio in direzione Lido. Verso Roma, invece, l’ingresso con la bicicletta sarà permesso dalle ore 12 alle ore 16 e dalle ore 20 alla fine del servizio.

Insieme all’estensione del trasporto delle biciclette sulla ferrovia Roma-Lido, resta confermata la possibilità di salire sulle due linee della metropolitana nei giorni feriali dopo le ore 20, mentre il sabato e i festivi per tutta la durata del servizio. Le biciclette pieghevoli, inoltre, possono viaggiare gratuitamente ogni giorno della settimana per tutta la durata del servizio. Sulle due linee della metropolitana e sulla ferrovia Roma-Lido è consentito anche il trasporto di biciclette elettriche, ad esclusione di quelle dotate di batterie al piombo.

I titolari di abbonamenti Metrebus possono trasportare gratuitamente ogni tipo di bicicletta, in caso contrario si paga il biglietto anche per la ‘due ruote’.

Non solo Fs, Arenaways lancia altri treni per andare al mare. Gratis per bimbi

Arenaways amplia il proprio bacino di utenza e arriva fino alle sponde liguri e toscane.

Arenaways, compagnia privata di trasporto ferroviario diffusa nel Nord-Italia, amplia il proprio bacino di utenza e arriva fino alle sponde liguri e toscane. Dal 18 giugno ai primi di settembre ogni giorno saranno attivi “collegamenti balneari” da Torino a Livorno.

Trentacinque euro il costo di andata e ritorno, a prescindere dalla stazione di salita e di discesa (lungo il percorso il treno si fermerà ad Asti, Alessandria, Genova, Levanto, Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore, La Spezia e Pisa). I bambini fino a 12 anni, invece, viaggeranno gratis, purché accompagnati da due persone paganti tariffa intera.

I biglietti possono essere acquistati nelle Agenzie Patti Travel e Promotur di Torino oppure direttamente a bordo previa prenotazione telefonica ai numeri 0131/202920 – 0131/202921. Le prenotazioni verranno limitate al numero di posti disponibili, 264 per treno.

Venezia, in 15mila per “Porto Aperto”

Una scolaresca in visita al porto

Si è conclusa con un grande successo di adesioni l’edizione 2011 di “Porto Aperto”, tradizionale appuntamento dedicato alla scoperta di Venezia e del suo mare. Ogni anno l’Autorità portuale di Venezia apre le porte dello scalo e sostiene numerose iniziative del territorio con lo scopo di coinvolgere i cittadini.

“Siamo lieti di farci promotori e di sostenere queste manifestazioni come La Festa dell’acqua nella splendida cornice di San Giuliano – ha dichiarato il segretario generale Franco Sensini – Appoggiamo molte iniziative nella convinzione che la creazione di un solido rapporto tra la risorsa portuale e tutte le altre risorse del territorio siano un asset di importanza strategica per il rilancio socio-economico del porto e della città”.

Alcune delle manifestazioni previste nell’ambito di Porto Aperto accompagneranno i cittadini per tutta l’estate, contribuendo a stringere i rapporti tra il porto e la sua gente.

Avanzo di amministrazione e nuovi investimenti per l’autorità portuale di Venezia

porto di venezia

Per l’autorità Portuale di Venezia il 2010 si è concluso con un avanzo di amministrazione pari a 7,1 milioni di Euro. La situazione patrimoniale dello scorso anno ha presentato un valore complessivo delle immobilizzazioni pari a 292 milioni di euro con un utile pari a 135 mila euro, con un risultato di parte corrente di 13,3 milioni di euro utilizzati per investimenti e la gestione del conto capitale. Il valore degli investimenti è in linea con quello del 2009 e raddoppiato rispetto a 2008, investimenti finanziati con risorse proprie e ricorrendo a programmi europei con un co-finanziamento di 13 milioni di euro. I dati di traffico di marzo confermano il trend positivo segnando un +37,7% nel settore dei container. Gli investimenti riguardano gli escavi, nuove infrastrutture, manutenzioni straordinarie e adeguamenti e per ultimo l’acquisizione di nuove aree.

Fallimento dell’accordo su tempi d’attesa a La Spezia

porto di La Spezia

Ancora una volta Trasportounito non sottoscrive il Pre-accordo siglato dall’Autorità Portuale di La Spezia, che dovrebbe prefigurare l’accordo di programma relativo ai tempi d’attesa del ciclo portuale. L’associazione ha denunciato come tale intesa sia priva dei necessari requisiti richiamati nella legge 127/10 e quindi ai criteri che dovrebbero garantire il miglioramento dell’efficienza e dell’operatività dei veicoli in porto e la remunerazione agli autotrasportatori dei tempi d’attesa oltre franchigia oltre ai disservizi già verificatisi. Il Pre-Accordo, debole nei suoi contenuti rischia di vanificare l’obiettivo della tracciabilità del ciclo operativo nei terminal; coloro i quali invece lo avessero sottoscritto dovranno assumersi le loro responsabilità nei confronti dell’intera categoria.

Arriva “Costa Favolosa” la più grande nave passeggeri della storia

Costa Favolosa la più grande nave passeggeri made in Italy

Sarà battezzata il 2 luglio, “Costa Favolosa” la più grande nave passeggeri battente bandiera taliana di Costa Crociere. Scenario dell’inaugurazione sarà la piazza sul mare più grande d’Europa, Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste. Con le sue 114.500 tonnellate di stazza e la capienza di 3800 ospiti totali, Costa Favolosa sarà un grande simbolo del made in italy che solcherà i mari del mondo.
Per realizzarla e costruirla sono state impiegate 500 imprese italiane, tra le quali grandi firme del design e della progettazione che hanno collaborato con Costa Crociere. Il presidente e Ad Foschi ha dichiarato che la scelta di battezzare la nave a Trieste vuole essere un tributo all’eccellenza italiana e alla storia del nostro Paese. “La nascita di una nuova nave è segno tangibile del nostro successo” conclude Foschi.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner