Articoli marcati con tag ‘marocco’

Austrian Airlines da domani il via al Vienna-Marrakech

Austrian Airlines investe sulle destinazioni turistiche e, a distanza di pochi
giorni dal lancio dei voli verso le tre perle del relax Miami, Colombo e Mauritius,
dà il via alle operazioni anche sul Marocco. Da domani, 14 novembre, fino al
prossimo 2 aprile i passeggeri potranno raggiungere Marrakech con partenze da Roma,
Milano Malpensa, Bologna e Venezia, contando sulla facilità di cambio nell’hub di
Vienna e su un’esperienza di viaggio altamente personalizzabile e di qualità, ancora
prima di salire a bordo. Voli dall’Italia a partire da € 211 a/r tasse incluse
(Economy Light) acquistabili su tutti i canali di vendita.

“Nel 2015 abbiamo messo in atto un cambiamento strategico molto importante,
inaugurando diverse destinazioni turistiche, soprattutto di lungo raggio. Con
Marrakech, ampliamo ulteriormente l’offerta che comprende un’interessante rosa di
mete “al sole” sia nei mesi estivi che in quelli invernali, e i nostri piani di
espansione non finiscono qui. Seguiranno presto anche altre novità”, ha dichiarato
Glauco Grossi, Country Manager Italy & Malta di Austrian Airlines.

Anche Marrakech nell’operativo invernale di Austrian Airlines.

Ancora una nuova destinazione turistica nel network di Austrian Airlines: dal prossimo 14 novembre il vettore, membro di Star Alliance, ti porta tutti i sabati da Vienna direttamente a Marrakech, la vivace e affascinante “città rossa” del Marocco. I voli operati con Airbus A319 saranno attivi durante tutta la stagione invernale, fino al 2 aprile 2016. I voli sono già acquistabili su http://myholiday.austrian.com, oppure tramite il call center 02 89634296 o presso le agenzie viaggi.

Con Marrakech, Austrian Airlines amplia ulteriormente l’offerta verso le destinazioni turistiche di medio-lungo raggio, proponendo ai passeggeri un’interessante rosa di destinazioni al sole sia nei mesi estivi che in quelli invernali. Questo nuovo collegamento va, infatti, ad aggiungersi a Mauritius, Miami e Colombo in Sri Lanka attivi dal prossimo ottobre.

Conthip Italia mantiene posizione Italia e Marocco

Contship Italia Group, leader per quote di mercato in Italia nel settore dei terminal container marittimi e del trasporto intermodale ha mantenuto nel 2014 una solida posizione in Italia e Marocco. I Terminal Container Marittimi partecipati da Contship hanno movimentato 6,6 milioni di TEU (+5.7% rispetto al 2013) mentre i TEU trasportati dagli operatori intermodali del gruppo sono in linea con i risultati del 2013.

Lo precisa una nota del gruppo sottolineando che le attività di Transhipment negli hub di Gioia Tauro, Cagliari e Tangeri registrano un’ulteriore crescita complessiva rispetto all’anno precedente, trainata da Eurogate Tanger, che registra le sue migliori performance di sempre. I porti gateway di La Spezia, Ravenna e Salerno confermano i progressi in un difficile contesto di mercato, dove i potenziali risultati risentono dei ritardi nello sviluppo delle infrastrutture. In Italia, Medcenter Container Terminal (MCT), il “MEGA-HUB” di Gioia Tauro, ha registrato una modesta contrazione, rispetto al trend di crescita degli ultimi 2 anni, con una flessione del numero di movimentazioni totali (conseguenza sia del rallentamento estivo relativo al cambio di sistema informatico, sia alla temporanea interruzione delle attività legata alla gestione di una operazione sotto egida dell’O.N.U.) A Dicembre 2014, MCT ha registrato un totale cumulato di 50 milioni di TEU movimentati e si prepara a infrangere un nuovo record a Settembre 2015, quando festeggerà il suo 20° anno di attività. Cagliari International Container Terminal (CICT), conferma il suo duplice ruolo di centro di transhipment per il Mediterraneo e porto di riferimento per le merci sarde in importazione ed esportazione. La Spezia Container Terminal (LSCT) continua ad eccellere nell’area del Nord Tirreno, registrando le sue migliori performance in termini di TEU movimentati. La completa acquisizione della Speter, avvenuta a Maggio 2014, ha aggiunto ulteriori volumi ad un trend di crescita comunque già presente. LSCT continua anche a incrementare i volumi trasportati su rotaia, con una crescita del 10% dei carri ferroviari smistati, portando la quota via ferrovia al 35% del totale movimentato in banchina. Il Terminal Container Ravenna (TCR) ha registrato una performance leggermente negativa nel 2014, nonostante una forte crescita avvenuta negli ultimi mesi. I limiti di profondità delle acque e di accessibilità alle banchine, che l’Autorità Portuale conferma di voler risolvere durante il 2015, hanno certamente influenzato questo risultato. Il Salerno Container Terminal (SCT), ha aumentato considerevolmente le proprie quote di mercato nel Sud Italia e per il secondo anno consecutivo registra una crescita dei volumi a doppia cifra.Fuori dell’Italia, Eurogate Tanger, l’Hub marocchino, ha registrato i suoi migliori risultati di sempre, con 1347 navi lavorate rispetto al 2013 (+6%).

Primo DAF CF85 assemblato in Marocco

CFAO Motors assembla due modelli della popolare serie CF di DAF in Marocco: una motrice a due assali per applicazioni generali e un veicolo non articolato a quattro assali (8×4) per l’utilizzo in settori come l’industria mineraria.
“Questi veicoli sono ideali per gli mpieghi pesanti per il trasporto nazionale, poiché uniscono affidabilità e comfort
ottimale per il conducente, oltre a un consumo carburante ridotto”, spiega Philippe de
Condé, amministratore delegato della Divisione veicoli industriali di CFAO Motors
Maroc. “Vogliamo migliorare ulteriormente la posizione sul mercato di DAF nel
segmento dei veicoli superiori a 19 tonnellate. Entro il 2012 intendiamo raggiungere una
quota di mercato superiore all’11%, rispetto al 9% conseguito l’anno scorso.”
In media, CFAO Motors Maroc assembla cinque veicoli CF ogni settimana utilizzando i
cosiddetti kit “CKD” (“Completely Knocked Down”‘), spediti dalla sede di Eindhoven di
DAF Trucks a Casablanca. DAF ha formato il personale addetto all’assemblaggio
presso CFAO. Questo garantisce, insieme alla certificazione ISO 9001, che la qualità di
un veicolo assemblato in Marocco sia dello stesso livello elevato di un veicolo prodotto
a Eindhoven.

l’Alta velocità sbarca in Marocco

Il tracciato delle linee dell'Alta velocità marocchina

Sono stati sbloccati i fondi per la costruzione della nuova rete ferroviaria ad Alta Velocità. La linea LGV Tangeri-Kénitra (350 km) è la prima fase di un progetto redatto nel 2005 che punta alla realizzazione di una rete AV di 1.500 km organizzata su 2 assi: Casablanca-Oujda in 2h (linea magrebina, 600 km) e la Tangeri-Agadir in 3h (linea atlantica, 900 km). La linea Tangeri- Kénitra offre la possibilità di estendere il servizio AV verso Casablanca (350 km in tutto) sfruttando le potenzialità della linea esistente tra Rabat/Kénitra e Casablanca. Il costo per realizzare i primi 350 km (completati nel 2015/2016) è di circa 1,8 miliardi di dollari, finanziati dal Governo centrale alla compagnia ferroviaria del Paese, l’Office National des Chemins de Fer. L’opera è particolarmente rilevante se si pensa che l’ONCF attualmente gestisce una rete di “soli” 2.167 km di cui 1.022 elettrificati (3 kVcc) e solo 578 a doppio binario. Il Marocco (32.309.239 ab. al 1/1/2012) è un Paese in forte crescita economica: con un PIL stimato in 110.720 miliardi di $ a ha registrato una crescita annua (dal 2000) del 5,7%. La popolazione si concentra prevalentemente nella costa nordoccidentale del Paese e nell’altopiano del Medio Atlante. Casablanca (ad-Dāru-l-Baydā) è una delle più grandi metropoli del nord africa, con un’area urbana di 4.067.063 ab. su 1.249 kmq. A soli 94 km dalla “città bianca” sorge la capitale del Paese, Rabat: con Salé e Témara forma un’area urbana di 2.103.095 ab. su 743 kmq. Le capitali dell’interno sono Fès (1.118.114 ab., 657 kmq) e Marrakesh (1.030.589 ab., 431 kmq). Al nord del Paese sorge Tangeri (Tanja in arabo, 930.949 ab. su 257 kmq). Queste 5 città ospitano circa il 30% della popolazione del Paese e con il 75% del PIL nazionale rappresentano il traino per tutte le attività economiche: da questa considerazione si è mossa l’ONCF nel pensare la struttura della futura rete AV marocchina.

www.cityrailways.it

Tanger Med, boom di traffico sullo stretto di Gibilterra

I cantieri del Tanger Med

Crisi o non crisi, il Tanger Med, porto marocchino di Tangeri, continua a crescere. Realizzato sullo stretto di Gibilterra, il porto è la seconda via più trafficata al mondo, con oltre 100mila navi l’anno. Il complesso, che comprende i porti Tanger Med 1, divenuto operativo, dopo tre anni di lavori, nel luglio 2007, e Tanger Med 2, estensione nata per portare, entro il 2016, la capacità complessiva a 8,5 milioni di container, può gestirne attualmente fino a 3,5 milioni.

Secondo i dati forniti dall’autorità portuaria locale (TMPA), Tanger Med ha registrato, nel 2011, un traffico globale di circa 27 milioni di tonnellate: una crescita esponenziale, quantificata in oltre il 17 per cento rispetto all’anno precedente. La vera spinta è stata data dal traffico su traghetti che, rispetto al 2010, ha registrato un aumento del 67% dei tir trasportati. Questa forte crescita è spiegata anche dall’efficacia delle infrastrutture autostradali che collegano Tanger Med, passando per Rabat, Casablanca e Marrakech, ad Agadir. Buona performance anche del traffico passeggeri (oltre 1,7 milioni) e veicoli leggeri (oltre 600 mila), con aumenti rispettivamente del 51 e del 67%. E il 2012 fa ben sperare, grazie all’avvio, a inizio anno, del sito produttivo Renault a Melloussa, la cui produzione è destinata per il 90% all’esportazione.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner