Articoli marcati con tag ‘marsiglia’

Votate per gli i-NOVO Awards NauticExpo

16 settembre scorso NauticExpo ha lanciato ufficialmente gli i-NOVO Awards. Questo concorso premia i prodotti più innovativi presentati al salone METS, in due categorie distinte:
● i-NOVO Design, che premia i prodotti con un design innovativo e fuori dal comune
● i-NOVO Tech, che premia i prodotti più innovativi dal punto di vista tecnologico

Il concorso è aperto ai fabbricanti dei seguenti settori: attrezzature, equipaggiamento e accessori, settore portuale e delle marine e costruzione navale.
Hanno aderito al concorso un centinaio fabbricanti europei.

La giuria di esperti, composta degli esperti della nautica e del settore marittimo che curano il contenuto web di NauticExpo, ha selezionato i prodotti più innovativi fra quelli partecipanti. I prodotti selezionati nelle due categorie sono contraddistinti da design e tecnologie rivoluzionari. Vi invitiamo a cliccare sul link seguente per vedere le liste: inovo.nauticexpo.com/voting.

Le votazioni, invece, saranno aperte dal 17 al 19 novembre 2015. Il pubblico potrà votare direttamente in fiera nonché tramite internet: inovo.nauticexpo.com/voting.
Il voto per eleggere i vincitori dei diversi i-NOVO Awards è aperto al pubblico.

I visitatori scopriranno i candidati agli i-NOVO Awards all’apertura del salone professionale METS grazie ad appositi adesivi i-NOVO apposti sugli stand delle aziende selezionate. I prodotti in lizza saranno contrassegnati da un bollino i-NOVO corrispondente a una delle categorie del concorso.

I vincitori saranno annunciati il 24 novembre 2015 sia sul sito inovo.nauticexpo.com sia attraverso i vari media di comunicazione di NauticExpo. Il vincitore di ogni categoria riceverà un premio e un tag “Winner” identificherà in maniera permanente il prodotto vincente su www.nauticexpo.com.

Zones Portuaires: Marsiglia chiama Genova

Genova sarà città ospite d’onore dell’edizione 2016 di ‘Zones Portuaires’ a Marsiglia, il Festival dedicato alle città porto, occasione di incontro e di scambio tra il mondo al di là delle realtà doganali e lo spazio urbano.

‘Zones Portuaires’, le iniziative parallele a Genova

Per l’occasione, Genova ospiterà una anticipazione di ‘Zones Portuaires’ con una tre giorni, dal 10 al 12 settembre, di proiezioni incontri, musica, conferenze esposizioni, arte e letteratura dedicati alla relazione tra porto e città.

Nato nel 2012 come festival cinematografico, ‘Zones Portuaires’ si è svolto nelle prime quattro edizioni a Marsiglia tra proiezioni in luoghi inediti, incontri, performances. Quest’anno, in concomitanza con l’anteprima genovese si tiene anche una rassegna a Saint-Naizaire. A Genova la manifestazione si snoderà tra il Parco della Lanterna l’area di confine tra città e porto che include il Galata Museo del Mare, la Scuola di Economia dell’Università, l’ex Silos Granai Hennebique e Ponte Parodi, il retroporto di Pre.

Tra gliappuntamenti in programma la visita alla centrale termoelettrica Enel, le uscite in mare in collaborazione con il gruppo antichi ormeggiatori del porto, passeggiate in aree del porto normalmente non accessibili (prenotazioni all’indirizzo zpge15@gmail.com), la vsita alle mostre ‘Camalli’ e ‘#shootyourport’ allestite al museo della Lanterna. Un convegno dal titolo “Porto e città: un incontro possibile” metterà a confronto, venerdi’ pomeriggio, esperti al dipartimento di economia dell’Università di Genova.

I conti del Porto di Marsiglia non tornano

Guai per il porto di Marsiglia

La stampa francese ha anticipato i contenuti di un rapporto della Corte dei Conti sullo stato del porto di Marsiglia, che verrà pubblicato nei prossimi giorni, nel quale viene apertamente denunciato il grave stato di inefficienza in cui langue lo scalo.

L’analisi dell’organo di controllo dello Stato transalpino inizia evidenziando che il porto, ad eccezione del segmento delle crociere, continua a perdere quote di mercato e che, a differenza dei suoi concorrenti, non è riuscito ad inserirsi nel eccezionale dinamismo del mercato dei container.
Secondo la Corte, un fattore chiave del declino, se non quello principale, è costituito dall’affidabilità insufficiente del porto a causa del deterioramento del clima sociale, peggioramento che ha portato ad un conflitto sociale incessante di cui i poteri pubblici sarebbero corresponsabili non avendo sempre dato prova della determinazione necessaria per risolvere i problemi.
La Corte dei Conti, inoltre, sottolinea gli eccessivi costi dell’ente portuale, tra cui quelli del personale. Il rapporto evidenzia come lo stipendio medio annuo lordo di un dipendente del porto sia aumentato del 21% in quattro anni, percentuale decisamente superiore rispetto agli aumenti praticati nei servizi pubblici, e come a questi salari si aggiungano premi di entità tale che, oltre al suo stipendio base, un dipendente della Grand Port Maritime de Marseille riceve il 70% della cifra percepita in bonus e indennizzi.
Nel mirino della Corte c’è anche la produttività di un porto dove, ad esempio, i gruisti lavorano solo 14 ore alla settimana nel bacino portuale di Fos e 12 ore alla settimana in quello di Marsiglia a fronte di una remunerazione netta di 3.500-4.500 euro.
L’analisi della Corte dei Conti, così come anticipata dalla stampa, è stata criticata aspramente dal sindacato CGT che la ritiene una manovra del governo tendente a screditare il movimento sociale dei lavoratori portuali francesi.
da Informare
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner