Articoli marcati con tag ‘messina’

Messina promuove itinerario con altre isole Med

L’autorità portuale di Messina ha sottoscritto un protocollo d’intesa con alcuni porti delle isole del Mediterraneo occidentale per la promozione congiunta con le compagnie crocieristiche di un itinerario che metta insieme realtà accomunate da radici storiche e culturali, tradizioni, enogastronomia. Nello stand “Cruise Italy, one country many destinations”, organizzato da Assoporti per i 30 porti italiani, le tre autorità portuali di Messina-Milazzo, Catania e Palermo hanno congiuntamente promosso il sistema portuale siciliano al Seatrade Cruise Globale di Fort Lauderdale. “I porti di competenza delle tre AP – dice l’Autorità portuale di Messina – hanno ancora una volta riscosso grande successo per la vasta offerta turistico, culturale, enogastronomica, naturalistica dell’isola, sicuramente fra le più diversificate al mondo”.

Messina avrà numeri importanti anche nell’anno in corso. “Il 2017 vedrà i porti siciliani confermare il milione di passeggeri, condotti nell’isola da una trentina di compagnie internazionali – prosegue l’Authority – e in particolare Messina registrerà una crescita del 5% di crocieristi, dato importante perché in controtendenza rispetto al calo del 9,68% previsto nei porti italiani (dato Cemar Agency Network 2017)”.

Msc entra in società con Messina

Msc si prepara a entrare in società con il gruppo Messina, che gestisce un flotta di otto navi e un terminal in porto a Genova, acquisendo una quota che secondo le indiscrezioni dovrebbe essere del 49%. Oggi a Genova si è svolto un incontro fra i vertici del gruppo Msc, guidato da Gianluigi Aponte, e del gruppo Messina con il top management di Banca Carige, che segna un passo avanti nella trattativa. “Msc e Messina, grazie anche alla disponibilità manifestata dalla banca, proseguiranno il percorso con l’obiettivo di pervenire ad un accordo”, affermano le parti in una nota che sottolinea il “clima di forte e condivisa collaborazione”. L’ingresso di Msc nella compagine azionaria del gruppo Messina (che oltre al terminal portuale di Genova ha sei terminal intermodali e circa 15 agenzie in Europa e Africa) è legato alla possibilità di sfruttare sinergie nei core business dei due gruppi. L’accordo con il colosso internazionale guidato da Aponte, che spazia dai container alle crociere e ai traghetti, dovrebbe riguardare sia la parte armatoriale sia quella terminalistica dell’attività della ‘Ignazio Messina’. Con l’operazione che potrebbe essere firmata a breve, grazie appunto al passaggio con Banca Carige con cui la Messina ha una forte esposizione, si rafforzerà la presenza di Msc nel capoluogo ligure, dove detiene già metà del terminal contenitori di Calata Bettolo (l’altra metà è dell’imprenditore genovese Luigi Negri, che sta vendendo la sua quota al fondo Infracapital), e detiene la maggioranza di Stazioni Marittime spa, la società che gestisce il terminal crociere e traghetti dello scalo. Msc crociere è inoltre la principale compagnia crocieristica che scala Genova con le sue navi e fa capo al gruppo Msc anche la compagnia di traghetti Gnv che ha nel capoluogo il suo quartier generale. Proprio ieri il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale (Genova e Savona), Paolo Signorini aveva incontrato Aponte a Ginevra discutendo le possibilità di sviluppo ulteriore del gruppo nello scalo.

Italo “getta” un ponte con la Sicilia

Italo "getta" un ponte con la Sicilia. Un ponte virtuale
proteso sul Mediterraneo che avvicina l'isola al continente.  Grazie alla
partnership con Caronte Tourist, Ntv completa lo scacchiere del suo itinerario
turistico, che dalla costiera amalfitana si proietta verso le isole più suggestive
del Sud d'Italia. Da Salerno, via Italo, i Viaggiatori italiani e stranieri possono
ora usufruire di un comodo servizio che li porta senza stress dal porto campano
direttamente a Messina. Sulla rotta di Ulisse. In viaggio per Messina, a bordo di Caronte, la compagnia di

navigazione Caronte Tourist: grazie all'accordo i viaggiatori Ntv in possesso di un
biglietto con origine o destinazione Salerno hanno diritto a uno sconto del 10% sui
collegamenti via nave.
L'acquisto è semplice: basta andare sul sito
www.carontetourist.it<http://www.carontetourist.it>, inserire il codice biglietto
Italo nell'apposita sezione dedicata alle convenzioni o telefonare al Contact center
di Caronte Tourist (800-627414). In entrambi i casi il viaggiatore Italo dovrà
esibire al momento dell'imbarco il proprio documento di identità e il biglietto
Italo in formato elettronico o cartaceo.
Per raggiungere il porto di Salerno è possibile sfruttare anche la convenzione con
UnicoCampania, che consente a tutti i passeggeri di Italo in arrivo o in partenza
dalla città costiera di viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici di trasporto
nell'area urbana e suburbana per i 60 minuti precedenti la partenza con Italo e per
i 60 minuti seguenti l'arrivo del treno in stazione.

Mercantile si incaglia a Messina, aperte due inchieste

Il mercantile arenato a Messina

Sono state aperte due inchieste giudiziarie sull’incidente avvenuto domenica scorsa a largo di Messina. Qui, nelle acque antistanti il rione Ganzirri, il mercantile Hc Rubina, battente bandiera Antigua Barbuda, si è incagliato sugli scogli.
Il cargo, che era vuoto, proveniva dal porto turco di Iskenderun ed era diretto a Marina di Carrara. La nave, lunga 126 metri, si trova ora arenata sugli scogli; sul posto operano la Guardia Costiera e i rimorchiatori che hanno escluso l’eventualità di un affondamento.

A condurre le indagini sull’accaduto, sia la Procura che la Guardia Costiera. I 16 membri dell’equipaggio non hanno riportato ferite e sono tutti in buone condizioni. Secondo le prime indagini il Vts di Messina (Vessel Traffic Service), sistema realizzato per controllare il traffico marittimo, ha più volte segnalato che la nave era fuori rotta ma le ripetute chiamate all’equipaggio non hanno avuto alcuna risposta fino al momento dell’incidente.

Sicilia, 30 regionali soppressi al dì. La denuncia della Cisl

La stazione di Palermo

Una trentina di treni soppressi ogni giorno che, insieme ai collegamenti cancellati già dall’orario, provocano una diminuzione quotidiana di almeno il 27% dell’offerta. La denuncia arriva dalla Fit Cisl Sicilia. “Abbiamo continuato a monitorare il traffico dei treni, i ritardi e le soppressioni, tramite il nostro osservatorio – spiega Amedeo Benigno Segretario Generale Fit Cisl Sicilia – con particolare attenzione verso questa settimana che ritenevamo cruciale per la riapertura della tratta Palermo-Punta Raisi. Ai 30 treni soppressi ogni giorno, aggiungiamo quelli soppressi da programma che non garantiscono più la frequenza di 30 minuti sulla Palermo-Termini e la soppressione dei treni sulla metroferrovia di Messina in cui si è investito molto spendendo per la nuova linea soldi pubblici e la paventata chiusura della linea Canicattì-Gela. Per non parlare poi della mancanza perenne dei collegamenti tra i capoluoghi di provincia”.

Le tratte più colpite dalla soppressione sono infatti quelle del palermitano come Palermo-Termini Imerese, Palermo-Punta Raisi. La metro-ferrovia di Messina, invece, è passata da 16 a 4 corse al giorno, ma muoversi all’interno della regione risulta quasi impossibile la domenica e nei festivi, a causa della scarsità di collegamenti tra i capoluoghi.

Porti, Messina al top per passeggeri

Il porto di Messina

Oltre 27 milioni di passeggeri in tre anni e una netta ripresa nel movimento merci. Secondo uno studio presentato in questi giorni, basato sui dati 2008-2010, il porto di Messina è al primo posto in Italia come numero di passeggeri in transito.

Il vero e proprio boom si è registrato nel 2010, grazie alla crescita dei passeggeri dei mezzi veloci del 9,1% e un incremento ancor più significativo di crocieristi (+47,9%). Dai dati mensili del 2010 emerge inoltre, che la movimentazione passeggeri è soprattutto di natura turistica, concentrata nei mesi estivi (luglio, agosto e settembre) e in quelli in cui ricadono le principali festività (aprile e dicembre).

Sorprendente anche la ripresa del movimento merci, a +7,2% rispetto al 2009, grazie soprattutto alla movimentazione di prodotti petroliferi. Tutto ciò nonostante la crisi economica abbia fatto registrare, proprio nel triennio 2008-2010, una netta contrazione del traffico merci.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner