Articoli marcati con tag ‘mestre’

Clean Venice si rivela un progetto vincente

La sperimentazione dà i suoi frutti e raggiunge un risultato significativo: PM 10 abbattuti del 60% e CO2 diminuite del 10%. Questi i numeri più rilevanti di Clean Venice, il progetto della Regione Veneto sull’impiego dell’additivo per gasolio Magigas D7 negli autobus Actv, l‘azienda del trasporto pubblico di Venezia, illustrati  a Mestre, in un convegno tenutosi all’hotel B4.
Il progetto è stato coordinato da Envicon, società veneziana di consulenza ambientale e partner commerciale di Magigas, azienda toscana che ha ideato e fornito “Magigas D7”, additivo a base di bioetanolo che nasce dagli scarti delle attività di viticoltura, trasformando rifiuti organici in carburante.
Dopo una fase iniziale sulla flotta degli autobus Actv operativi al Lido di Venezia, che ha registrato un riscontro positivo, l’ultima fase della sperimentazione è stata avviata su mezzi pubblici in circolo a Mestre nel periodo giugno – agosto 2011. Le rilevazioni sono state elaborate dal Joint Research Centre (Centro ricerca della Commissione Europea) di Ispra per la parte scientifica e di validazione.
Sui motori euro II degli autobus dove il carburante è stato addizionato con il D7, l’emissione di particolato (PM10) si è ridotta del 60%, il monossido di carbonio del 40% , mentre l’emissione di CO2 ed i consumi, direttamente collegati fra di loro, sono entrambi calati del 10%. Risultati che ricondotti all’intero biennio di sperimentazione fanno emergere valori ancora più importanti: su 80 autobus Actv che hanno percorso complessivamente 2 milioni di chilometri tra Lido di Venezia e Mestre, sono state immesse nell’atmosfera, grazie all’applicazione di Magigas, 200 tonnellate in meno di CO2 e 326 kg in meno di PM10.
Soddisfatto per l’esito della sperimentazione l’Assessore alla Mobilità ed alle Infrastrutture della Regione Veneto Renato Chisso, convinto fin dalla prima ora della bontà dell’operazione e che ha finanziato con 200.000 euro: “Sebbene l’osservatorio sulla mobilità sostenibile collochi Venezia tra le città più eco-mobili d’Italia, non bisogna abbassare la guardia anche perché il parco dei mezzi pubblici inizia a mostrare segni di invecchiamento. Il test dimostra come il Magigas possa risultare un efficace intervento per contrastare l’inquinamento delle nostre città, in attesa che le aziende di trasporto pubblico rinnovino le flotte, dove purtroppo ancora è alta la percentuale di motori di vecchia generazione responsabili di una scarsa efficienza non solo in termini ambientali ma anche nei consumi”.

Bolzano e Mestre le più ciclabili d’Italia

Bici a Bolzano

Medaglia green per Bolzano e Mestre, le più ciclabili d’Italia. Ma le grandi città arrancano ancora sui pedali.

I dati arrivano da un dossier di Fiab, Legambiente e Città in bici. Lo studio, realizzato incrociando i dati disponibili sulla mobilità ciclabile delle città italiane, incorna Bolzano, dove il 29% degli spostamenti avviene in bici e il 66% è sostenibile (in bici, a piedi e con i mezzi pubblici). Risultati positivi anche per Mestre, con il 20% di spostamenti in bici e il 55% sostenibili.
Va peggio alle grandi città, come Roma, Palermo e Genova, dove gli spostamenti in bici sono zero su 100.

E se le ultime due recuperano con i mezzi pubblici e le passeggiate, nella Capitale si registra il 66% di spostamenti in auto e moto. Napoli ha l’1% di spostamenti in bici, Torino il 2% e Milano, che pure si distingue per i 15mila cicloparcheggi, solo il 4%. Firenze è al 7%, Verona al 9 e Padova al 17%.

Da Mestre a Venezia in tram, entro il 2013

Il tram di Mestre

Da Mestre a Venezia senza scendere dal tram. Entro un paio d’anni il percorso sarà completato: c’è il via libera del Ministero delle Infrastrutture.

Ad annunciarlo è stato l’assessore comunale alla mobilità Ugo Bergamo, specificando il percorso del tram: i convogli passeranno dal cavalcavia di San Giuliano e quindi per il Ponte della Libertà.

Il Ministero ha valutato positivamente e approvato gli approfondimenti presentati circa il percorso della linea da viale San Marco, dove attualmente si attestano i binari, a Venezia-Piazzale Roma.

”Il tram – ha detto Bergamo – arriverà a Venezia al massimo tra un paio d’anni” mentre ha assicurato che il tram giungerà da Favaro a Marghera nel marzo del 2013.

Il primo giro d’Italia in auto elettrica arriva a Mestre il 1° giugno

Thetis ha fornito hardware e software alle 500 auto a emissioni zero.

Il primo giro d’Italia in auto elettrica, promosso da “Corrente in Movimento” con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, arriva oggi a Mestre alle ore in Piazza Ferretto. Qui saranno disponibili stand, materiale informativo, laboratori didattici, prova dei mezzi elettrici.

Il tour, partito da Roma l’8 maggio, è un’occasione per far conoscere e incontrare le piccole e medie imprese, le pubbliche amministrazioni, le università e i centri di ricerca.

Il complesso sistema hardware/software applicato alla 500 elettriche è nato dalle esperienze della società Thetis in sistemi intelligenti dei trasporti (ITS) sviluppati in Italia e a livello internazionale. I suoi sistemi permettono di tracciare la posizione dell’auto per coordinare al meglio il tragitto del pilota, ad esempio: con le posizioni dei punti di ricarica.

Nethum presenta ARTEMIS

Nethum, società del porto di Venezia,ha presentato ARTEMIS

Nethum, società del porto di Venezia,  ha presentato a Mestre il progetto ARTEMIS- Advanced Rational Transport Evaluator and Multi modal Information System – un progetto da 2,3 milioni di euro per aiutare a scegliere il trasporto più conveniente, nell’ambito del Programma Marco Polo.
Si tratta di costruire un’applicazione informatica in grado di Informare gli imprenditori e tutti coloro che vogliono trasferire delle merci in Europa quale sia la modalità più efficace, efficiente ed economica. Il progetto, della durata di 24 mesi, ha come obiettivo costruire una piattaforma informatica in grado di supportare i decision maker del settore dei trasporti e della logistica, favorendo così una ripartizione modale più efficiente e meno costosa. Il progetto ha un valore complessivo di 2.344.650 euro ed il 50% sarà finanziato dal programma Marco Polo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner