Articoli marcati con tag ‘Michele Mario Elia’

Il Segretario Generale dell’ONU Ban Ki – moon in viaggio sul Frecciarossa 1000

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon in viaggio sul Frecciarossa 1000 da Torino Porta Susa a Rho Fiera Milano Expo 2015.

Il numero uno dell’ONU – per la prima volta su un treno italiano – è partito dalla stazione piemontese di Porta Susa alle 10.10, per raggiungere il capoluogo meneghino, alle 10.47, e visitare l’Esposizione Universale, dove sarà accolto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

A fare gli onori di casa a Torino, il Ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni, il Sindaco Piero Fassino, e l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Michele Mario Elia, in viaggio insieme all’alto rappresentante ONU a bordo del più bel treno al mondo.

Ban Ki-moon ha voluto visitare la cabina di pilotaggio del Frecciarossa 1000 alla velocità di 300 Km/h.

Il Frecciarossa 1000 e Expo Milano 2015 dunque: due storie di un successo tutto italiano che ha visto protagonista il Gruppo FS Italiane. Dall’inizio della manifestazione le Frecce di Trenitalia hanno trasportato più di 10 milioni di visitatori che si sono recati nel sito espositivo milanese.

Un modello, quello di Expo Milano 2015, da esportare anche a Roma in vista del Giubileo della Misericordia.

Elia: “Expo un successo, esportiamo il modello a Roma per il Giubileo”

Expo è andata oltre le più rosee aspettative di Ferrovie dello Stato. E’ l’amministratore delegato del Gruppo, Michele Mario Elia, a tracciare un bilancio della manifestazione milanese ormai agli ultimi venti giorni di “vita”. E lo fa, Elia, dal palco del conference center di Expo, confermando i 10 milioni di passeggeri trasportati con le “Frecce” al sito espositivo.

Quando il moderatore del dibattito, Roberto Arditti, gli chiede quale fosse stata la previsione iniziale, Elia le Ferrovie si aspettavano il 30% di passeggeri dei circa 20 milioni di visitatori stimati durante i sei mesi della sua durata. E aggiunge: è la dimostrazione che “abbiamo creduto nell’Esposizione , ma poi i numeri sono cresciuti con il tempo”.

Ora bisogna fare in modo di non disperdere il successo acquisito. Spiega l’ad del Gruppo FS italiane: “Il modello Expo non va abbandonato. Noi abbiamo portato 10 milioni di visitatori a Milano in questo periodo. Questo ha contribuito in modo incredibile ai risultati di Expo. Replicherei questo modello sul Giubileo di Roma, cercando di far parcheggiare le macchine nei grandi parcheggi di confine e portando tutte le persone al centro con il treno. Il Giubileo è un’occasione importante per ritestare questa macchina”. Come? Cercando, è ancora il pensiero di Elia, “di portare tutti dentro con il treno”. Ci sarà anche da lavorare, sottolinea, per i collegamenti ad altri luoghi di pellegrinaggio “come Assisi e Loreto”.

Elia: “Privatizzazione positiva, ma in un quadro di regole certe”

Le Ferrovie Italiane sono pronte alla privatizzazione, ma è importante che essa avvenga in una cornice di regole ben definite.

Lo ha detto l’AD di FS Italiane, Michele Mario Elia, nel corso di un’audizione alla Commissione Lavori Pubblici del Senato in merito al processo di privatizzazione del Gruppo. A Palazzo Madama il top manager ha insistito sulla necessità di stabilire un quadro regolatorio chiaro, sia per quanto riguarda il calcolo dei pedaggi per l’utilizzo della rete, sia per le modalità di gestione delle gare per il trasporto pubblico locale

Riferendosi all’ipotesi di vendita dell’AnsaldoBreda, Elia ha auspicato che la produzione dei treni rimanga in Italia: “Se la vendono e poi rimane nel Paese a noi va bene, non è importante come si chiami ma che rimanga qui. Ansaldo, Bombardier e Alstom – ha proseguito – hanno una grande competenza e assicurano molti posti di lavoro. Non dobbiamo fare come l’Inghilterra, dove i produttori di treni sono scomparsi”, ha sottolineato l’AD, spiegando che “il treno Frecciarossa 1000 che sta vendendo AnsaldoBreda è una grande conquista”.

Un capitolo dell’audizione in Senato ha riguardato anche il problema del dissesto idrogeologico. Le Ferrovie monitorano 2.900 punti su 17mila chilometri di rete. “Per metterla a posto tutta servono 2 miliardi, quest’anno – ha ricordato Elia – abbiamo cominciato a lavorare con 125 milioni”.

“Stiamo lavorando nella zona di Genova dove abbiamo 50 punti che sono tutti sotto controllo. Sulla metà di questi – ha aggiunto – stiamo intervenendo e alcuni sono già risolti. Si tratta di un lavoro capillare, svolto distinguendo tra fenomeni lenti e fenomeni improvvisi. Un lavoro che la Struttura di missione di Palazzo Chigi contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche ha lodato perché molto accurato”.

Elia: “Al lavoro per velocizzare la linea Adriatica”

“Con questo accordo vengono sanciti i nostri progetti sulla linea ferroviaria Adriatica, molti dei quali sono già opere significative in corso d’appalto”.
Così l’AD di FS Italiane, Michele Mario Elia, commentando la firma del Protocollo d’Intesa tra Regione Abruzzo e Ferrovie dello Stato Italiane per il miglioramento e lo sviluppo del servizio ferroviario sul territorio abruzzese.
“Abbiamo avuto 350 milioni di euro dallo Sblocca Italia che ci consentono di realizzare la velocizzazione della linea Adriatica – ha detto Elia – e ci sono interventi significativi anche nel potenziamento del trasporto delle merci, il tutto a vantaggio del servizio. Stiamo lavorando per velocizzare la linea Roma – Pescara – ha proseguito il top manager – dove potremmo arrivare a 3 ore, migliorando qualche condizione impiantistica e facendo soste nelle stazioni più importanti. Gli interventi sono comunque legati al tipo di servizio che si vuole fare. Stiamo pensando anche a un collegamento più veloce con l’Aquila e stiamo realizzando importanti interventi tecnologici sulla Roma – Sulmona. Ovviamente – ha proseguito – per poter migliorare sempre di più il servizio servono finanziamenti, che stanno arrivando. Il nostro obiettivo rimane migliorare i tempi di percorrenza nelle grandi aree urbane e aumentare le capacità di trasporto per i treni dei pendolari”.
Interpellato dai giornalisti sul tema della privatizzazione di FS Italiane, l’AD ha rassicurando che questa non potrà bloccare le attività e gli interventi in corso, ribadendo la positività di questa operazione.
Nello specifico, l’intesa siglata oggi dal Presidente della Regione Luciano D’Alfonso e dall’AD di FS Italiane prevede la conferma da parte di Rete Ferroviaria Italiana del progetto di potenziamento tecnologico della tratta Guidonia – Sulmona e l’impegno di programmare tracce veloci per i collegamenti Pescara – Roma e Avezzano – Roma, attraverso una rivisitazione complessiva del modello di offerta ferroviaria attuale.
Per quello che riguarda la linea ferroviaria L’Aquila – Pescara, RFI si impegna invece a progettare il ripristino della bretella di collegamento diretto, con una diminuzione dei tempi di percorrenza di circa 15 minuti. Attenzione anche alla sicurezza e al decoro delle stazioni, per le quali RFI e Regione si impegnano a perseguire il mantenimento degli standard finalizzati al miglioramento della qualità del servizio ferroviario.
Lungo la linea ferroviaria Pescara – Bologna RFI dovrà velocizzare i collegamenti sulla linea Adriatica, attraverso gli interventi tecnologici ed infrastrutturali finanziati nella legge di stabilità 2014, confermando inoltre il proprio impegno a realizzare l’adeguamento del piano della stazione di Pescara Porta Nuova con la liberazione delle aree non più funzionali .

Ministero Economia e Finanze, FS Italiane: a l’AD Elia le deleghe di definizione strategie e privatizzazione

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato che in data odierna si è tenuta l’assemblea di Ferrovie dello Stato Italiane per assumere le necessarie determinazioni a seguito dell’avvenuta rinuncia da parte del Presidente del Consiglio di Amministrazione, Prof. Marcello Messori, a deleghe e incarichi attribuiti lo scorso maggio dallo stesso Consiglio, fatta eccezione per la delega in materia di coordinamento delle attività di controllo interno.

Il Mef, di intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha ritenuto opportuno un assetto di governance che possa assicurare una più completa unitarietà nella conduzione aziendale della Società e del Gruppo, invitando quindi il Consiglio di Amministrazione ad attribuire all’Ing. Michele Mario Elia, in qualità di Amministratore Delegato della Società, le deleghe in materia di definizione delle strategie e relazioni esterne e istituzionali, nonché l’incarico per lo svolgimento delle attività di impulso e di coordinamento per l’assunzione di ogni iniziativa funzionale alla valorizzazione del Gruppo, anche nell’ottica della privatizzazione.

In questo contesto il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in qualità di azionista, assumerà, in raccordo con le altre competenti autorità di Governo, ogni opportuna determinazione di indirizzo per la realizzazione del suddetto processo di valorizzazione e privatizzazione della Società. Al fine di accelerare tale processo sarà creato uno specifico Gruppo di lavoro presso il Mef.

FS Italiane: Michele Mario Elia nuovo Amministratore Delegato

Il nuovo Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane, riunitosi oggi sotto la presidenza del Professor Marcello Messori, ha nominato all’unanimità Amministratore Delegato della Società l’ing. Michele Mario Elia.
Su invito dell’azionista, FS Italiane ha quindi affidato al Presidente il coordinamento delle attività di controllo e governance e, in raccordo con l’Amministratore Delegato della Società, la definizione delle strategie, nella consapevolezza delle sfide che l’azienda dovrà affrontare in un contesto caratterizzato dalla crescente competitività determinata dai processi di liberalizzazione in corso sui mercati dei servizi e delle infrastrutture. Al Presidente è inoltre affidato il compito di curare i rapporti istituzionali ed esterni e di dare impulso alle iniziative connesse alla prospettiva di una privatizzazione.
Il CdA ha ringraziato il Presidente, i membri del Consiglio di Amministrazione e l’Amministratore Delegato uscenti per l’attività svolta e i risultati raggiunti. Ha inoltre formulato al nuovo Vertice aziendale un augurio di buon lavoro per il raggiungimento di nuovi obiettivi.

Diventa operativa la Fondazione FS Italiane

Nel corso del primo Consiglio di Amministrazione della neonata Fondazione,
presieduto da Mauro Moretti, è stato nominato Direttore Luigi Cantamessa.
La missione della Fondazione FS, costituita il 6 marzo, è quella di promuovere,
valorizzare e divulgare l'immenso patrimonio del Gruppo FS Italiane, composto da
treni storici, beni bibliotecari e archivistici, oltre ai materiali audiovisivi.

La Fondazione FS Italiane diventa quindi operativa, in un mese ricco di significato
per il mondo ferroviario nazionale. Nel luglio del 1905, infatti, le Ferrovie dello
Stato rilevarono la gestione delle reti ferroviarie del Regno d'Italia: Adriatica,
Mediterranea e Sicula.

L'obiettivo della Fondazione FS Italiane, nel cui board siedono con Mauro Moretti
anche Michele Mario Elia e Vincenzo Soprano, AD rispettivamente delle due altre
Società fondatrici (Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia), non è quello di
celebrare il passato ma dare impulso nel Paese alla riscoperta della storia delle
ferrovie nazionali divulgandone la cultura, valorizzando il Museo Ferroviario
Nazionale di Pietrarsa, struttura museale unica nel suo genere, organizzando
l'attività di treni storico-turistici, "gioielli di famiglia" del Gruppo FS
Italiane, perfettamente restaurati e funzionanti, che in circa 10 regioni italiane
con i treni d'epoca consentono la riscoperta dell'Italia "minore" dai paesaggi
mozzafiato, agli itinerari alternativi per un turismo "dolce" nella provincia
italiana.

Venezia : ampliamento scalo ferroviario di Porto Marghera

È stato presentato nei giorni scorsi l’ampliamento dello scalo ferroviario a servizio del Porto di Venezia (Marghera). L’evento si è tenuto alla presenza dell’Amministratore Delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane Mauro Moretti, dell’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana Michele Mario Elia e delle Autorità veneziane e Venete.

L’investimento sostenuto per l’ampliamento del parco ferroviario pre-esistente è stato pari a 12,2 milioni di euro cofinanziato per 900 mila euro dall’Unione Europea attraverso il programma TEN-T (Trans European Transport Network).

L’intervento ha visto la realizzazione di sette nuovi binari, tre dei quali elettrificati, più un ulteriore ottavo binario a servizio dell’isola portuale e di due tronchini per il ricovero dei locomotori.

ALLO STUDIO:

DUE NAVETTE DA VENEZIA PER GLI INTERPORTI DI PADOVA E VERON

Il  raddoppio del parco ferroviario ha consentito di attivare già FS cargo per mettere a punto un nuovo sistema di collegamenti via treno che metta in relazione diretta il Porto di Venezia con i due principali Interporti veneti: Padova e Verona.

AV Firenze, firmato l’accordo.

Il ministro Matteoli era presente alla firma.

OGGI – I tre punti dell’intesa sottoscritta dal ministro Matteoli: nuovo collegamento ferroviario fra la nuova stazione AV Firenze Belfiore e la stazione di Firenze Santa Maria Novella, miglioramento dell’accessibilità alle stazioni, realizzazione di opere collaterali per il miglioramento del traffico ferroviario.

L’accordo è stato firmato dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, dal Vicepresidente della Provincia di Firenze Laura Cantini, dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi e da Michele Mario Elia, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).

Rete Ferroviaria Italiana stanzierà oltre 90 milioni di euro a Comune e Provincia di Firenze. 300Mila euro per la campagna informativa.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner