Articoli marcati con tag ‘mobilità elettricca’

CAMPIONATO FIA FORMULA E – EPRIX MOSCA

Parallelamente al lavoro in corso per preparare la seconda stagione, Renault Sport Technologies e la scuderia e.dams-Renault arrivano in Russia con la ferma intenzione di consolidare la loro posizione di leader nella classifica dei team.

Tra i piloti, Sébastien Buemi e Nicolas Prost, rispettivamente secondo e quarto nell’attuale classifica del campionato, faranno di tutto per strappare la leadership a Nelson Piquet prima della doppia prova di Londra. I due piloti saranno ancora più motivati dal fatto che l’Alleanza Renault-Nissan detiene il 30% di quota di mercato in Russia, un Paese chiave per il futuro dei veicoli elettrici. Il Gruppo Renault ha avviato la transizione fin dal 2013, fornendo dei Kangoo Z.E. e delle Twizy a Potchta Rossii, l’azienda postale russa, in cinque delle più importanti città del Paese, tra cui Mosca.

Nella sua qualità di partner tecnico associato allo sviluppo delle Spark-Renault SRT01_E, Renault Sport Technologies proseguirà in parallelo la propria missione, accertandosi dell’equità tra i concorrenti in questa nona tappa del Campionato FIA di Formula E.

L’ePrix si svolgerà su un tracciato di 2.390 metri orientato in senso antiorario. Con una linea di partenza lungo la Moscova e tredici curve, il circuito si dirige verso il Quartiere Staraya per poi ritornare verso la Piazza Rossa e il Cremlino, passando per la Cattedrale di San Basilio, dove una serie di curve a gomito concluderà il giro. Questa pista sarà percorsa 35 volte.

Nell’eVillage, il pubblico potrà incontrare alcuni concorrenti, tra cui Sébastien Buemi e Nicolas Prost, durante la sessione di autografi. I fan potranno supportare i loro piloti preferiti votandoli al FanBoost.

«Ogni prova rappresenta una sfida esaltante per tutti i concorrenti, e a maggior ragione in questo sprint finale», dichiara Jean-Pascal Dauce, Direttore della Competizione di Renault Sport Technologies. «I rapporti tra Renault e la Russia sono molto stretti. Dopo essere stati i primi ad organizzare un evento internazionale al Moscow Raceway con le World Series by Renault, torniamo oggi con la Formula E per accompagnare l’evoluzione dello sport automobilistico in Russia. Questo ePrix rappresenta anche un’occasione per consolidare il titolo per team. La competizione è decisamente ardua, ma faremo il massimo per riuscirci. A loro volta, Nicolas e Sébastien si batteranno fino in fondo per lasciare la Russia in testa al campionato. La configurazione del circuito dovrebbe assicurare una corsa spettacolare, con tre lunghi rettilinei, la chicane seguita da un lungo tornante a sinistra che porta a due curve a gomito e una a 90 gradi. La gestione dell’energia si rivelerà fondamentale se ci saranno poche neutralizzazioni.»

Mobilità elettrica, il Renault Twizy numero 15mila è fiorentino di staff | 9 aprile 2015 in Italia · 0 Commenti

E’ stato acquistato dalla municipalità di Firenze il Renault Twizy numero 15,000, tanti sono i quadricicli elettrici venduti dalla Casa francese su 40 mercati nazionali dal 2012 ad oggi.

La consegna è avvenuta ad inizio Aprile nel merito di una fornitura di veicoli elettrici al capoluogo toscano iniziata nel 2011 e che conta in tutto 69 EV marchiati Renault.

Nello specifico, l’allora sindaco Matteo Renzi sottoscrisse un accordo per portare 53 Twizy e 17 Kangoo Zero Emission nelle flotte municipali: il cambio della guardia alla guida del Comune non ha modificato la rotta in merito alla mobilità sostenibile, con l’attuale sindaco Dario Nardella impegnato a ribadire come l’utilizzo degli automezzi a trazione elettrica sia fondamentale per preservare qualità dell’ambiente e patrimonio storico.

Mentre i Kangoo Z.E. rientrano nella categoria dei veicoli da lavoro, disponendo di un ampio vano di carico come i gemelli Kangoo endotermici, i Twizy offrono un’agilità di spostamento notevole, definita ideale per i centri storici italiani.

Quello di Firenze, città particolarmente impegnata sul fronte dell’elettromobilità (Silfi, la società che distribuisce l’energia alla città, iniziò in tempi non sospetti ad installare capillarmente prese di ricarica per veicoli elettrici leggeri nei quartieri fiorentini), è per l’Alliance Nissan-Renault uno dei 120 progetti a sostegno dei veicoli elettrici in atto in Europa.

Coinvolte negli accordi di fornitura si trovano municipalità ed istituzioni varie, società del mondo dell’energia e partner privati, con utilizzi che vanno dai progetti pilota nel campo della pianificazione urbanistica ai car sharing ed alle applicazioni turistiche.renze il Renault Twizy numero 15,000, tanti sono i quadricicli elettrici venduti dalla Casa francese su 40 mercati nazionali dal 2012 ad oggi.

La consegna è avvenuta ad inizio Aprile nel merito di una fornitura di veicoli elettrici al capoluogo toscano iniziata nel 2011 e che conta in tutto 69 EV marchiati Renault.

Nello specifico, l’allora sindaco Matteo Renzi sottoscrisse un accordo per portare 53 Twizy e 17 Kangoo Zero Emission nelle flotte municipali: il cambio della guardia alla guida del Comune non ha modificato la rotta in merito alla mobilità sostenibile, con l’attuale sindaco Dario Nardella impegnato a ribadire come l’utilizzo degli automezzi a trazione elettrica sia fondamentale per preservare qualità dell’ambiente e patrimonio storico.

Mentre i Kangoo Z.E. rientrano nella categoria dei veicoli da lavoro, disponendo di un ampio vano di carico come i gemelli Kangoo endotermici, i Twizy offrono un’agilità di spostamento notevole, definita ideale per i centri storici italiani.

Quello di Firenze, città particolarmente impegnata sul fronte dell’elettromobilità (Silfi, la società che distribuisce l’energia alla città, iniziò in tempi non sospetti ad installare capillarmente prese di ricarica per veicoli elettrici leggeri nei quartieri fiorentini), è per l’Alliance Nissan-Renault uno dei 120 progetti a sostegno dei veicoli elettrici in atto in Europa.

Coinvolte negli accordi di fornitura si trovano municipalità ed istituzioni varie, società del mondo dell’energia e partner privati, con utilizzi che vanno dai progetti pilota nel campo della pianificazione urbanistica ai car sharing ed alle applicazioni turistiche.

7000 taxi elettrici per rivoluzione traffico a Londra

Attivare 7000 taxi elettrici entro il 2020 per fare di Londra la prima grande città del Continente a soddisfare il traguardo fissato dalla Unione Europea per le emissioni di ossido d’azoto, i pericolosi NOx, con ben dieci anni di anticipo rispetto alla scadenza già stabilita per il 2030. Un obbiettivo che, ovviamente, passa attraverso provvedimenti radicali, come la riduzione della circolazione dei mezzi privati e la trasformazione del parco dei veicoli a disposizione dei cittadini, come bus (si stanno sperimentando quelli a idrogeno) e appunto i taxi.

Così, dopo l’annuncio di una tassa supplementare di 10 sterline, circa 13 euro, per chi vorrà entrare nell’Area C di Londra con una vettura alimentata a gasolio in aggiunta al pedaggio già esistente, il sindaco della capitale inglese Boris Johnson ha svelato un altro provvedimento per rivoluzionare il traffico nell’area metropolitana. “Voglio avere almeno 7.000 taxi elettrici sulle strade di Londra entro il 2020″ ha detto il sindaco Johnson, ed ha precisato che il sistema di propulsione di questi veicoli EV con range extender potra permettere un taglio del 75% delle emissioni generate dai taxi.

I tipici ‘cab’ londinesi con motore a gasolio (in molti casi fornito dalla italiana VM di Cento) dovrebbero dunque gradualmente essere rimpiazzati con modelli ad emissioni ‘ultra basse’, al di sotto dei 50 grammi di CO2 ogni chilometro. Questo valore, che è del 75 per cento inferiore ai modelli di taxi attuali, aiuterà a ridurre l’inquinamento dell’aria della Capitale inglese.

Johnson ha guidato personalmente uno dei primi taxi elettrici Metrocab progettati e costruiti dalla Ecotive e dalla Frazer-Nash Research e ne è rimasto impressionato. ”E’ superbo, una macchina assolutamente affascinante, un capolavoro dell’engineering britannico – ha commentato con enfasi – ed è anche totalmente silenzioso, è la Rolls-Royce dei taxi e può fare 100 miglia con un gallone” alludendo al consumo complessivo del sistema con motore 1.0 che serve come range extender e richiede appunto 4,54 litri ogni 161 chilometri.

Secondo il costruttore l’autonomia è pari a 560 km e, grazie alla ricarica elettrica (che avviene durante le soste fuori dal turno) e al limitato utilizzo della sezione termica del sistema EV con range extender, il costo di utilizzo del nuovo Metrocab sarà inferiore di 20-40 sterline al giorno rispetto agli attuali taxi alimentati a gasolio.

Renault ha festeggiato il traguardo delle 10.000 immatricolazioni di Kangoo Z.E.

La rete Renault ha festeggiato il traguardo delle 10.000 immatricolazioni di Kangoo Z.E., la furgonetta elettrica leader del suo segmento in Europa. Béatrice Foucher, Direttrice del Programma Veicoli Elettrici di Renault, Uwe Hochgeshurtz, Direttore Vendite Aziende, e Achim Schaible, Direttore di Renault Germania, hanno consegnato ufficialmente le chiavi del Kangoo Z.E. numero 10.000 al Direttore Tecnico e Acquisti di Deutsche Bahn, Gerhard Dech, in occasione del Motor Show di Francoforte lo scorso 10 settembre. Il veicolo verrà utilizzato dagli addetti alla manutenzione delle ferrovie tedesche. Kangoo Z.E. è la furgonetta elettrica più venduta in Europa, e rappresenta il 10% delle vendite complessive del veicolo commerciale Kangoo. Inoltre, è il veicolo elettrico più venduto in Francia, dove ha conquistato 6.000 clienti aziendali. Sin dal suo lancio, a fine 2011, Kangoo Z.E. ha ottenuto molti riconoscimenti dai media ed è stato insignito del titolo di “International Van of The Year” nel 2012. Anche i clienti sono molto soddisfatti: il 95% esprime la sua soddisfazione nei confronti della furgonetta e dichiara di apprezzarne il piacere di guida, la silenziosità e la generosa capacità di carico. Sottoposto a restyling a giugno di quest’anno, il veicolo commerciale elettrico a zero emissioni vanta ora un nuovo frontale, oltre a nuovi equipaggiamenti, come il tablet multimediale R-Link. Kangoo Z.E. è prodotto esclusivamente nello stabilimento MCA di Maubeuge, Francia, ed è commercializzato in circa 20 paesi d’Europa.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner