Articoli marcati con tag ‘mobilità sotenibile’

L’autobus del futuro? E’ ibrido-elettrico e si ricarica in wireless in pochi minuti

In Scandinavia prende il via il test del primo servizio di ricarica rapida wireless
(induttiva) alla fermata dell’autobus. Il veicolo? Un innovativo autobus
ibrido-elettrico sviluppato da Scania e pronto ad affrontare il traffico urbano di
Södertälje, in Svezia. Un segnale concreto che riconferma il costante impegno di
Scania nell’offrire sempre nuove soluzioni di trasporto sostenibili anche nel
contesto urbano.

Ricarica rapida wireless (induttiva) alla fermata dell’autobus: si tratta di una
tecnologia che viene testata per la prima volta in Scandinavia. Sia la tecnologia
per la ricarica wireless che l’autobus ibrido-elettrico fanno parte di un progetto
di ricerca che ha l’obiettivo di dare vita ad un sistema di trasporto pubblico
silenzioso e sostenibile e vede l’impegno di Scania, l’operatore per il trasporto
pubblico nella regione di Stoccolma SL (Storstockholms Lokaltrafik), Vattenfall, la
municipalità di Södertälje e il Royal Institute of Technology (KTH). Il progetto è
in parte finanziato dall’Agenzia Svedese dell’Energia.

Sette minuti di ricarica wireless per 10 chilometri di autonomia
Per la prima volta in assoluto questa tecnologia viene testata in Paesi con
condizioni climatiche maggiormente estreme. Un test importante per far sì che
acquisisca rilevanza anche in aree settentrionali del mondo. La fermata dell’autobus
con ricarica wireless prevede che il processo di ricarica avvenga in maniera
automatica nel momento in cui l’autobus arriva alla fermata e si posiziona al di
sopra di una piattaforma di ricarica che si trova sotto il manto stradale. Il design
della tecnologia induttiva è praticamente invisibile, è stato appositamente
progettato per non impattare in alcun modo sull’ambiente urbano. Sette minuti di
ricarica wireless sono sufficienti per coprire un percorso di 10 chilometri che i
bus effettueranno nella città di Södertälje.

“L’autobus ibrido-elettrico parte di questo progetto è un importante passo avanti
nel dare vita a soluzioni di trasporto maggiormente sostenibili. La tecnologia per
la ricarica induttiva è silenziosa e al tempo stesso invisibile. Il test sul campo
effettuato a Södertälje è estremamente importante per agire in maniera concreta sia
sulla società che sull’industria dell’automotive al fine di eliminare le emissioni e
ridurre il rumore del traffico in aree urbane sensibili”, ha evidenziato Hedvig
Paradis, Project manager di Scania e responsabile della partecipazione di Scania a
questo progetto di ricerca.

“Questo è soltanto uno dei tanti progetti che Scania sta portando avanti con
l’obiettivo di dare vita a future soluzioni di trasporto sostenibili per il
trasporto urbano”, ha evidenziato Anders Grundströmer di Scania. “Stiamo lavorando
per identificare i bisogni delle città e per creare tecnologie che diano vita a
soluzioni di trasporto eco-compatibili, veloci, sicure e sostenibili in grado di
sfruttare i carburanti alternativi prodotti localmente e l’elettrificazione”.

L’elettrificazione nel settore dei trasporti richiederà diverse tecnologie e
soluzioni, sia per quando riguarda il luogo che le modalità di ricarica dei veicoli.
La ricarica può avvenire sia quando i veicoli sono fermi presso i depositi o le
fermate degli autobus o mentre sono in circolazione. La ricarica durante la
circolazione può avvenire in modo conduttivo via pantografo o tramite ricarica
induttiva – o una combinazione delle tue tecnologie.

La scelta della soluzione dipende da quale tipo di trasporto viene effettuato. Le
dimensioni e il peso delle batterie, che possono essere trasportate a bordo del
veicolo, per esempio, determina quanta ricarica deve essere effettuata durante il
tragitto. L’autobus Scania utilizzato per il test è ibrido, questo significa che la
batteria si ricarica anche mentre il veicolo è in funzione sfruttando la forza
frenante. La ricarica può inoltre avvenire utilizzando il motore a combustione
dell’autobus, che funziona con carburante non fossile.

Scania a Ecomondo: debutto nazionale del veicolo Ibrido

Il sistema di trasporto svolge un ruolo determinante nel guidare il cambiamento verso un futuro maggiormente sostenibile. Lo sa bene Scania, impegnata da sempre nell’offrire soluzioni di trasporto sostenibili sia dal punto di vista ambientale che economico. Un impegno basato su tre pilastri: la produttività del trasporto, l’efficienza energetica, i carburanti alternativi e l’elettrificazione. Il tutto supportato dalla connettività, ambito in cui Scania è all’avanguardia.

L’approccio dell’azienda prenderà forma ad Ecomondo, manifestazione fieristica di assoluto rilievo dedicata al mondo delle energie rinnovabili, della sostenibilità ambientale e del riciclo, che si terrà a Rimini dall’8 all’11 novembre prossimi. Lo spazio espositivo di Scania, posizionato nel padiglione fieristico C7 (stand 6) in prossimità dell’ingresso Ovest, è pronto ad accogliere i numerosi visitatori presenti in fiera e a mostrare loro l’ampiezza dell’approccio di Scania al trasporto sostenibile. Presso lo stand saranno esposti il nuovo veicolo ibrido e un autocarro della nuova generazione Scania.

Per il nuovo veicolo ibrido (P 320 DB 6×2*4 MNB) si tratta del debutto ufficiale in Italia: tra le sue peculiarità, il fatto che può funzionare in modalità “solo elettrica”, a biodiesel o HVO, consentendo di risparmiare carburante e ridurre le emissioni di CO2 e sonore. È un veicolo pensato per soddisfare a pieno le sfide associate al trasporto nelle città e per facilitare notevolmente impieghi come la distribuzione urbana notturna in aree sensibili al rumore o gli spostamenti in magazzini e parcheggi sotterranei in cui è necessario evitare i gas di scarico.

I visitatori di Ecomondo potranno inoltre toccare con mano la nuova generazione Scania: presso lo stand sarà esposta infatti la nuova serie S (S 580 B6x2*4 NB) da poco premiata con il prestigioso riconoscimento “International Truck of the Year 2017”. Una nuova generazione che si presenta ricca di novità per garantire ai propri clienti la massima profittabilità nel segno della sostenibilità: i consumi, in particolare, sono stati ridotti del 5% grazie alle innovazioni apportate alla catena cinematica e a un’aerodinamica ulteriormente migliorata. Da sottolineare, inoltre, che tutta la nuova generazione Scania può essere interamente alimentata con HVO, con una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 90%.

Presso lo stand Scania saranno presenti inoltre delle aree tematiche per entrare nel vivo e conoscere tutte le peculiarità dell’approccio Scania. In evidenza i dettagli sui carburanti alternativi e i servizi a supporto dell’offerta Scania, resi possibili grazie alla connettività. Ecomondo sarà anche un’occasione preziosa per approfondire la nuova manutenzione con piano flessibile, l’innovativo servizio di assistenza e manutenzione “su misura” non più basato sul solo chilometraggio, ma anche sulle reali condizioni di utilizzo di ogni veicolo.

UNILEVER IN PRIMA LINEA PER RIDURRE LE EMISSIONI NEI TRASPORTI

Unilever e la Commissione Europea, rappresentata dalla Innovation & Network Executive Agency (INEA), hanno firmato un accordo della durata di tre anni per lo sviluppo di un progetto europeo per l’impiego di Gas Naturale Liquefatto (GNL) come carburante per i trasporti logistici internazionali. In linea con l’impegno di Unilever nell’ambito della sostenibilità, il Gas Naturale Liquefatto risulta, ad oggi, l’alternativa più valida tra i carburanti per il rispetto dell’ambiente.

L’accordo raggiunto, che prevede la costruzione di cinque stazioni di rifornimento di GNL lungo le principali rotte europee, permetterà un nuovo collegamento tra Europa Nord-Occidentale e Europa Meridionale incentivando notevolmente l’investimento in autotrasporti a Gas Naturale Liquido che, fino ad oggi, era limitato dalla mancanza di infrastrutture. Il risultato è stato ottenuto grazie al lavoro del consorzio Connect2LNG*, che comprende realtà che rappresentano sia la domanda che l’offerta di GNL, e sarà supportato dalla Commissione Europea attraverso un investimento di €4,5 milioni finanziato da fondi provenienti dal Connecting Europe Facility (CEF)**.

“Un risultato così importante è stato reso possibile da una proattiva collaborazione a tutti i livelli e dimostra che, insieme, aziende e istituzioni possono fare la differenza. Questo traguardo segna una svolta che impatterà positivamente sulla catena del valore di Unilever in Italia e in Europa.” – afferma Luca D’Ambrosio, Vice President Supply Chain di Unilever Italia. Il progetto, nato e sviluppato grazie al braccio italiano di Unilever, toccherà in partenza gli hub logistici dell’azienda nel nord Italia e raggiungerà gli altri stabilimenti presenti sulla Penisola a partire dal 2018. Oggi, con il nostro esempio, aspiriamo a dare vita a un cambiamento necessario che possa contribuire a ridurre significativamente le emissioni dei trasporti.” – conclude Giuseppe Galantuomo, Logistic Director Southern Europe di Unilever.

Il progetto Connect2LNG trova perfetta corrispondenza con lo Unilever Sustainable Living Plan, l’ambizioso piano per la crescita sostenibile dell’azienda che punta, tra gli altri obiettivi, a ridurre sensibilmente le emissioni di CO2. In tal senso, infatti, i vantaggi del GNL rispetto al diesel sono molteplici:

·        Riduzione delle emissioni di CO2 dell’11,5%

·        Riduzione delle emissioni di ossido d’azoto del 35%

·        Riduzione del 95% delle polveri sottili emesse nell’atmosfera

·        Riduzione del rumore del 25-50%

Dirk Beckers, Executive Director della Innovation & Network Executive Agency (INEA), l’organismo della Commissione Europea grazie al quale verrà implementato il progetto, ha dichiarato: “La riduzione dell’impatto ambientale derivante dal trasporto su strada e la contestuale promozione dell’utilizzo di combustibili alternativi è il tema sul quale si fonda il lavoro dello stesso Connecting Europe Facility (CEF). INEA è testimone del valore di diversi progetti che si muovono in questo senso e sono certo che Connect2LNG dimostrerà di essere un programma cruciale per il settore nonché per tutto il contesto europeo poiché potrà stimolare un numero sempre maggiore di organizzazioni a presentare proposte di qualità al CEF.”

“Attraverso la promozione di una transizione verso carburanti alternativi, Unilever acquisisce un ruolo chiave nella trasformazione del settore dei trasporti in ottica sostenibile. Il GNL è un’alternativa pulita e sicura che risponde alle necessità del trasporto pesante su scala internazionale. – commenta Jan Zijderveld, Presidente di Unilever Europa – Unilever, in questo modo, potrà lanciare un segnale positivo verso la promozione di un cambiamento importante del settore. Ci auspichiamo che, in tanti, possano seguire quanto tracciato da Unilever, così da dare una spinta necessaria, alle compagnie di trasporti nonché alle aziende che forniscono il carburante, per muoversi nella direzione corretta”.

Nei prossimi tre anni, il consorzio esaminerà diversi modelli da applicare per incrementare, e allo stesso tempo trasferire ad altre realtà del settore, l’impiego del GNL e la tecnologia necessaria. Gli studi realizzati per l’attuazione e la fase pilota per la costruzione del network permetteranno infatti di comprendere la fattibilità e i costi di realizzazione di una rete logistica, di medie o lunghe distanze, per trasporti pesanti su strada a GNL.

La Toscana viaggia in Scania

La qualità della vita di una città deve molto a servizi di trasporto moderni ed
efficienti, se ha questi si aggiungono benefici di tempo per i cittadini e di
risparmio per la comunità il successo è garantito. Questi motivi hanno spinto la
Tiemme S.p.A., azienda di trasporto pubblico locale impegnata in diverse provincie
toscane, a ringiovanire il suo parco di mezzi pubblici. E la scelta è ricaduta sugli
Scania CityWide. Il 10 marzo Franco Fenoglio, amministratore delegato di Italscania
S.p.A., ha consegnato a Massimo Roncucci, presidente di Tiemme S.p.A. le chiavi dei
nuovi veicoli, schierati per l'occasione in piazza della Libertà ad Arezzo.
«I veicoli Scania rappresentano l'avanguardia - dichiara Franco Fenoglio -. Sono la
perfetta fusione tra redditività e alti standard ambientali. Crediamo che ciò
consentirà agli Scania Citywide di aiutare le città a migliorare ulteriormente
l'immagine che di esse hanno sia i passeggeri locali sia i turisti che da tutto il
mondo giungono a visitare questi luoghi».
Alla cerimonia hanno preso parte anche Roberto Caldini, direttore della Divisione
Buses & Coaches di Italscania S.p.A.; Giuseppe Introini, responsabile Italscania per
il Trasporto Pubblico; Massimiliano Dindalini,  consigliere di Amministrazione di
Tiemme Spa; Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme S.p.A.; Vincenzo Ceccarelli,
 assessore della Regione Toscana ai Trasporti; Stefano Gasperini, Pro Sindaco di
Arezzo; Franco Dringoli, assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Arezzo;
Roberto Vasai, Presidente della Provincia di Arezzo.
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner