Articoli marcati con tag ‘modena’

YOKOHAMA A SKIPASS 2014

E come raggiungere le località montane se non con i giusti pneumatici invernali? Proprio per comunicare l’utilità, l’importanza e la sicurezza offerta dall’equipaggiamento invernale Yokohama approda quest’anno a Skipass con una novità assoluta, presentata per la prima volta in Italia proprio in occasione di questa rassegna: Yokohama W.drive V905, il nuovo pneumatico invernale high performance. Yokohama sfrutta così l’immediato link fra gli sport invernali, e la sicurezza che li devono contraddistinguere, e la guida sicura in inverno, garantita da un corretto montaggio di pneumatici ad hoc.

Yokohama avrà il proprio spazio espositivo all’interno del padiglione A, stand n.A202, e mostrerà in primis il nuovo W.drive V905, ma anche la propria gamma completa di pneumatici invernali. Il nuovo V905 è destinato al mercato passenger car come il V902 che andrà progressivamente a sostituire e, grazie alla sua particolare mescola e al suo battistrada di ultima generazione, offre le performance più elevate in casa Yokohama in condizioni di freddo, neve e ghiaccio. Oltre ad esso, la gamma presenta prodotti adatti ad ogni situazione e vettura: Yokohama infatti offre al mercato anche il Geolandar G071, per Suv e 4×4, il Geolandar G073, con mescola nordica, sempre adatto a SUV e 4×4 utilizzati però principalmente in montagna, dove le condizioni climatiche invernali sono particolarmente rigide e si incontrano più facilmente e più a lungo neve e ghiaccio. Oltre alla gamma da SUV, a completare la linea vettura insieme al nuovo W.drive V905 ci sono il W.drive V903, dedicato alle auto compatte, e l’IceGuard IG50, sempre con mescola nordica e adatto a vetture utilizzate principalmente in montagna.
Yokohama non dimentica infine il trasporto leggero con il pneumatico invernale W.drive WY01, destinato proprio alla sicurezza di guida in inverno di light truck, camper, e van.

Fiat Industrial dona 125 mila euro a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna

A seguito della catastrofe naturale che nei mesi scorsi ha colpito l’Emilia Romagna, Fiat Industrial ha offerto un aiuto concreto alla popolazione donando oltre 125 mila euro. La somma raccolta tra tutti i dipendenti nel mondo e raddoppiata dalle società del Gruppo,
la è stata devoluta a favore della Croce Rossa, impegnata in prima linea nelle operazioni di soccorso
e della Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi (Modena), centro di accoglienza per le persone diversamente abili.
La donazione si aggiunge a una serie di altri interventi straordinari che Fiat Industrial ha messo in atto subito dopo la catastrofe naturale. Sotto il coordinamento della Protezione
Civile, infatti, il Gruppo è intervenuto con mezzi e uomini. CNH ha messo a disposizione un’unità di soccorso di emergenza composta da 12 mezzi movimento terra leggeri
(sollevatori telescopici, mini escavatori, mini pale compatte e terne) e pesanti (escavatori e pale gommate) dei marchi New Holland, cinque officine mobili e autocarri Iveco per il
trasporto macerie e 20 persone, tra operatori e meccanici, dipendenti di CNH o delle concessionarie della rete. Iveco ha inviato al campo di San Prospero (Modena) un’officina
mobile e una squadra di tecnici operativi 24 ore al giorno per garantire il perfetto funzionamento dei veicoli e il rifornimento di eventuali parti di ricambio. FPT Industrial, infine,
ha consegnato un gruppo elettrogeno che è stato utilizzato per alimentare una delle tendopoli di Cento (Ferrara).
Questa iniziativa conferma l’impegno di Fiat Industrial nel fornire supporto tecnico, economico e umanitario alle popolazioni colpite da catastrofi naturali attraverso atti di
sostegno concreto che testimoniano l’attenzione del Gruppo nei confronti delle comunità in cui opera.

Nasce Seta, società unica per i trasporti su gomma in Emilia

Un filobus a Modena

Un solo operatore per il trasporto su gomma in Emilia occidentale. Nascerà ufficialmente il 17 ottobre prossimo Seta, Società emiliana trasporti autofiloviari, in cui confluiranno Atcm spa, che opera nel modenese e sulla costa, Tempi spa, che si occupa del trasporto a Piacenza, e il ramo gomma di Act Reggio Emilia.

Il percorso è cominciato tre anni fa, con la privatizzazione del 49% di Atcm e il risanamento dei conti. Poi la scelta di unificare i trasporti di Modena, Reggio e Piacenza, con i vari passaggi attraverso i rispettivi consigli comunali.

Seta sarà operativa dal 1 gennaio 2012, con un organico di 1.134 dipendenti, 892 mezzi marcianti e un valore della produzione superiore a 87 milioni di euro. Bus e filobus copriranno circa 32 milioni di chilometri tra urbano ed extraurbano.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner