Articoli marcati con tag ‘navi cargo’

Porti Alto Adriatico, al via linea container verso l’India

Linee Adriatico-India via Port Said West.

Un collegamento settimanale veloce e dedicato tra i porti NAPA di Venezia, Ravenna e Capodistria (Slovenia) e quelli indiani di Nhava Sheva e Mundra. Prende il via la prima linea container operata da Sermar Line e The Shipping Corporation of India (SCI), che collegherà l’Adriatico all’India in soli 23 giorni.

L’intesa è stata sottoscritta tra il Gruppo Fremura (agente generale SCI per l’Italia), Transagent (agente per la Slovenia) e Sermar Line (società di navigazione veneziana). Permetterà di rafforzare il ruolo dell’Alto Adriatico come luogo di arrivo e partenza privilegiato per gli scambi commerciali tra l’India e i mercati del Triveneto e dell’Europa Centrale.

Il servizio operato da Sermar Line – che ha già annunciato l’inserimento di una seconda nave portacontainer – collegherà i porti dell’Alto Adriatico a Port Said West (Egitto), Salalah (Oman), Colombo (Sri Lanka), Nhava Sheva e Mundra (India).

Cagliari, sconto del 90% su tasse ancoraggi

Il Porto Canale di Cagliari.

Tasse di ancoraggio ridotte del 90% per le navi container al Porto Canale di Cagliari. L’Autorità portuale del capoluogo sardo – insieme al Centro di programmazione – è riuscito a reperire i fondi necessari per lanciare anche quest’anno il mega-sconto alle grandi compagnie del trasporto merci.

I fondi che consentono di applicare la riduzione sono in arrivo dal Ministero, ma l’Autorithy ha deciso di dare il via libera comunque.

“Grande soddisfazione – ha commentato il presidente dell’Autorità portuale di Cagliari, Paolo Fadda – perché anche con questi interventi possiamo essere competitivi con gli altri porti del Mediterraneo”.

da Ansa – canale Mare

Kawasaki mette in costruzione 10 nuove porta-rinfuse

Nuove commesse per i cantieri nipponici

I cantieri giapponesi Kawasaki Heavy Industries hanno rivelato di aver incamerato, lo scorso ottobre, un maxi-ordine per la costruzione di 10 rinfusiere, oltre a un sottomarino.

Per gli impianti, si tratta del primo ordine per navi commerciali destinate alla navigazione oceanica dalla fine della crisi economica globale.

Nel periodo aprile-dicembre 2010, la divisione navi & offhsore dell’azienda ha incassato 919 milioni di dollari per nuovi ordini, 6,4 volte rispetto a quelli di un anno prima.

Nei primi tre trimestri dell’anno però le infrastrutture sono scese del 17 per cento, mentre l’utile operativo ha registrato un lieve incremento.L’intero anno finanziario (aprile 2010 – marzo 2011) della divisione navi & offshore dovrebbe avere un calo delle entrate pari al 21%, e una diminuzione dell’utile operativo del 33%

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner