Articoli marcati con tag ‘navi.’

L’Ue chiede il monitoraggio del CO2 emesso dalle navi

Il 30 giugno 2019 l’Ue pubblicherà per ciascuna nave europea e ciascun armatore i dati sulle emissioni di C02, una ‘mappa’ completa dell’inquinamento. Il percorso individuato con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria coinvolgerà anche il trasporto marittimo e il lavoro inizia adesso per gli armatori chiamati a organizzarsi per monitorare le emissioni, e le società dei verificatori che dovranno validare i piani. L’argomento è stato al centro del workshop organizzato dal Popeller Club del porto di Genova a Palazzo San Giorgio quest’oggi proprio su “Mrv (Monitoring, recording and verification) delle emissioni CO2 delle navi previsto dal regolamento europeo 2015/757″. Gli armatori dovranno presentare entro il 31 agosto di quest’anno i piani del monitoraggio che partirà il primo gennaio 2018 e durerà un anno. “Ci stiamo preparando – spiega Federico Beltrami, direttore flotta della Premuda che conta in tutto 20 navi di cui 5 gestite a Genova – per iniziare a raccogliere i dati”. Il sistema “deve essere pronto presto perché la raccolta dati è complessa e richiede notevole impegno finanziario per la scelta tecnica per fare il monitoraggio ma soprattutto di risorse umane: c’è una grossa mole di dati da trattare, controllare, accumulare e inviare. Stiamo realizzando un manuale, una procedura per la società e una personalizzata per ciascuna nave per tenere conto dell’eventuale differenza nel monitoraggio nei sistemi di bordo. Abbiamo scelto un sistema con i contatori fuel”.

MSC CROCIERE FIRMA UNA LETTERA DI INTENTI PER LA COSTRUZIONE DI MASSIMO 4 NAVI DA OLTRE 200.000 TONNELLATE DI STAZZA LORDA ALIMENTATE DA GNL

MSC Crociere, la più grande compagnia privata di crociere e leader di mercato in Europa, Sud America e Sud Africa, ha annunciato in data odierna di aver firmato una lettera di intenti con STX France per la costruzione di un massimo di quattro navi da oltre 200.000 tonnellate di stazza lord (GRT), alimentate da gas naturale liquefatto (GNL). Le quattro navi, la prima delle quali verrebbe consegnata nel 2022, saranno sviluppate su un prototipo avanzato di nuova generazione e formeranno quello che sarà conosciuta come la “World Class” delle navi di MSC Crociere.  L’annuncio è stato fatto al Palazzo dell’Eliseo, alla presenza del Presidente della Repubblica francese, François Hollande, del Fondatore e Presidente Esecutivo di MSC Group Gianluigi Aponte, e del CEO di STX France Laurent Castaing.
MSC Crociere è il primo operatore crocieristico ad aver sviluppato un piano di investimenti di queste dimensioni ed estensione nel tempo, che copre un orizzonte di oltre dieci anni, a partire dal 2014 fino al 2026, per un totale massimo di undici navi di nuova generazione. I nuovi ordini corrisponderebbero ad aumento di circa € 4 miliardi di investimenti, che porterà il valore complessivo del piano decennale della Società a circa € 9 miliardi.
Pierfrancesco Vago, Presidente Esecutivo di MSC Crociere, ha dichiarato: “L’annuncio di oggi è un’ulteriore prova, se necessario, delle opportunità significative di crescita che crediamo questo settore offra per il nostro brand e per il nostro prodotto, oltre che del nostro fermo impegno ad essere ben posizionata per coglierle al meglio. Per questo motivo, il nostro piano di investimenti di oltre dieci anni comprende ora fino a undici nuove navi MSC Crociere, che prenderanno servizio tra il 2017 e il 2026. Si tratta anche del risultato del nostro costante impegno verso l’innovazione, dal momento che avremo modo di collaborare con STX France per progettare ancora una volta un prototipo completamente nuovo – già il sesto nella nostra storia.  Infatti, il prototipo MSC Crociere World Class presenterà, per la prima volta nel settore, un design futuristico che segnerà nuovi record e renderà la nave un posto davvero unico per viaggiare in mare, massimizzando lo spazio all’aria aperta disponibile per gli ospiti”.
Pierfrancesco Vago ha proseguito: “Il nostro focus di lungo periodo sull’innovazione renderà il nuovo prototipo completamente diverso dall’esistente nel settore delle crociere. La nave sarà: la più ricca di comfort e funzionalità per gli ospiti, sia per le famiglie e i loro bambini che per gli adulti; all’avanguardia nel design a 360 gradi; con la migliore e più avanzata tecnologia smart; dotata delle più evolute tecnologie a disposizione in termini di impatto ambientale, per arrivare ai motori alimentati da GNL. Inoltre, sarà una nave per tutte le stagioni e per tutte le aree geografiche”.

Laurent Castaing, Amministratore Delegato di STX France, ha commentato: “Abbiamo siglato un accordo senza precedenti con MSC Crociere, che ci permetterà di avere una chiara visione della nostra capacità industriale per i prossimi dieci anni! Abbiamo una relazione positiva con MSC Crociere da molti anni ora, di cui questo accordo rappresenta un ulteriore rafforzamento. Abbiamo già ideato quattro differenti classi di navi per MSC Crociere – Opera, Musica, Fantasia e Meraviglia – ognuna rappresentata da quattro navi; ora stiamo lavorando insieme per la nuova generazione di navi “World Class”. Nel 2026, un totale di 20 navi sarà stato disegnato e costruito dal STX France a Saint-Nazaire”.

“MSC Crociere ha ampliato la propria presenza globale e la propria flotta di navi all’avanguardia, che combinano le ultime tecnologie disponibili, comfort e intrattenimento senza eguali, con il minore impatto sull’ambiente” ha aggiunto Laurent Castaing. “Per realizzare questa nuova fase di crescita, MSC Crociere ha scelto STX France per le nostre competenze ingegneristiche e produttive in una logica di partnership di lungo periodo – una decisione che mi rende davvero felice”.

Le quattro navi previste nella lettera di intenti – due ordini e due ulteriori opzioni – saranno consegnate nel 2022, nel 2024, nel 2025 e nel 2026. Saranno caratterizzate da una stazza lorda di oltre 200.000 tonnellate, più di 2.700 cabine e circa 5.400 letti bassi.

Il piano di investimenti di MSC Crociere comprende gli ordini con STX France per due Meraviglia e due ulteriori navi Meraviglia Plus, nonché gli ordini con Fincantieri in Italia per un massimo di tre navi Seaside di nuova generazione. Inoltre, il piano comprende il Programma Rinascimento da €200 milioni per 4 delle 12 navi della flotta della compagnia, già la più moderna in funzione, eseguito da Fincantieri.

MSC CROCIERE CONFERMA IN ANTICIPO A STX FRANCE LE OPZIONI PER DUE ULTERIORI NAVI DI NUOVA GENERAZIONE

Oggi durante la ‘coin ceremony’ di MSC Meraviglia celebrata a Saint-Nazaire in Francia, MSC Crociere – la più grande compagnia crocieristica a capitale privato al mondo e leader di mercato in Europa, Sudamerica e Sudafrica – ha confermato a STX France, in anticipo rispetto ai tempi previsti, le opzioni esistenti per la costruzione di due ulteriori navi di classe Meraviglia. Queste due navi della nuova generazione “Meraviglia-Plus”, così è chiamata la nuova classe di navi, saranno caratterizzate da una stazza lorda e da dimensioni maggiori, con un totale di 2.444 cabine e una capacità massima di 8.000 persone, tra passeggeri ed equipaggio.

La consegna delle due nuove navi è ora prevista rispettivamente a ottobre 2019 e settembre 2020, anticipando così di quasi due anni la consegna dell’ultima delle quattro navi Meraviglia commissionate ai cantieri STX France.

Le due navi di nuova generazione Meraviglia-Plus saranno anche le prime e uniche ad essere dotate di un museo d’arte classica e contemporanea a bordo, ennesimo primato di MSC Crociere nel settore.

La cerimonia di oggi, che risale a un’antichissima tradizione marinara in cui viene saldata una moneta nella chiglia delle navi in costruzione, si è tenuta presso i cantieri di STX France alla presenza, tra gli altri, di Emmanuel Macron, Ministro francese dell’Economia, dell’Industria e del Digitale, e di Edouard Philippe, Sindaco di Le Havre, ed è stata l’occasione per presentare ai media e alle autorità presenti lo stato di avanzamento della costruzione di MSC Meraviglia, che entrerà in servizio a giugno 2017.

Collisione tra due navi container nel canale di Suez

Una collisione avvenuta tra due navi container nel Canale di Suez ha determinato numerose problematiche per la circolazione marittima. Il sito del quotidiano egiziano al Ahram ha riferito che la nave Susan Maersk ha colliso con la Margret Oldendorff vicino a Ismailia, mentre era in rotta verso il Mare Mediterraneo. Non ci sono feriti, solo alcuni danni alla Margret Oldendorff.

Intergroup ha concluso l’acquisto di attrezzature speciali e kit di sollevamento per “Special Cargo” ed “Heavy Lift

L’impresa portuale di intergroup (operante nei porti di Gaeta e Civitavecchia, Savona e Ravenna) ha concluso l’acquisto di attrezzature speciali e kit di sollevamento per “Special Cargo” ed “Heavy Lift”.
Tale materiale, composto da bilancini di sollevamento modulari, funi speciali e attrezzature di corredo, permetteranno all’azienda di operare in questi due porti con strumenti che garantiranno il sollevamento di carichi di grandi dimensioni e peso.
Tali attrezzature entrate in dotazione sono di ultima generazione: innovative e modulabili, permettono la composizione di kit personalizzati in funzione delle dimensioni e del peso del carico da movimentare. Sono inoltre debitamente certificate e saranno utilizzate a corredo delle gru portuali di grande portata già disponibili presso i terminal portuali, conformemente a quanto previsto dal DM 585/95 e normative vigenti.
I bilancini e le gru intergroup potranno essere utilizzati per sollevamenti di pezzi con particolari dimensioni e forme a tiro singolo fino a 100 tonnellate, mentre potranno garantire in accoppiata sollevamenti e movimentazione per componenti speciali fino  130 tonnellate,  esclusivamente con le attrezzature di terra dell’impresa portuale.
Questo investimento consentirà – in conformità a quanto disposto dal Regolamento  emanato dall’Autorità Portuale dei porti di Roma e del Lazio, che disciplina lo svolgimento della attività portuali -  l’integrazione dei mezzi e delle attrezzature  già presenti e l’assoluta capacità tecnica dei Terminal Portuali di Gaeta e Civitavecchia di soddisfare con mezzi propri di terra ogni eventuale esigenza di sollevamento e movimentazione, escludendo in tal modo la possibilità di dover ricorre a mezzi di bordo come stabilito dall’art. 10 del Predetto Regolamento.

“Per la nostra azienda è stato un notevole sforzo economico in periodo di forte contrazione dei mercati. Ma servirà a fare da volano e ulteriore incentivo alle movimentazioni portuali, elevando i nostri Terminal portuali all’eccellenza, offrendo  nuovi servizi all’insegna della innovazione tecnologica e della sicurezza” recita una nota diramata dalla società.

Allargamento in corso del canale di accesso al Porto di Livorno

Tutto e’ pronto per l’allargamento del canale di accesso al porto di Livorno che permettera’ l’ingresso delle navi da 8 mila contenitori a pieno carico. Ad annunciarlo la Port Authority che oggi ha pubblicato il bando per la gara d’appalto dei lavori: ”Dopo anni di attesa e passacarte burocratici con i ministeri e gli enti competenti, e’ stato pubblicato il bando di gara per la realizzazione del micro-tunnel di attraversamento del canale di accesso al porto”. ”Quest’opera – ha dichiarato il presidente della Port Authority di Livorno, Giuliano Gallanti-e’ di fondamentale importanza per il nostro porto. Con l’allargamento della sezione navigabile del canale d’accesso verranno meno tutte quelle restrizioni che sino ad oggi hanno impedito alle navi di ultima generazione di raggiungere lo scalo”. I lavori (l’importo a base di gara e’ di 6 milioni 154 mila euro, con aggiudicazione per l’offerta economicamente piu’ vantaggiosa) interessano la parte finale della strettoia che oggi di fatto impedisce alle navi di 8 mila teus di navigare a pieno carico, complice la presenza degli oledotti dell’Eni, che ne restringe il passaggio.

Con il trasferimento di queste tubazioni all’interno di un tunnel sara’ finalmente possibile resecare la sponda nord del Canale e costruire una nuova banchina sul lato della Torre del Marzocco arretrata di 25 metri. Gli interventi di riprofilamento porteranno la sezione navigabile ad una larghezza utile di 120 metri, mentre attualmente le navi hanno a disposizione 75 metri per la navigazione. L’intervento era atteso da luglio del 2010, quando Authority ed Enel hanno cominciato ad incontrarsi per definire un progetto condiviso che consentisse lo spostamento degli oleodotti. Progetto la cui versione definitiva e’ stata presentata al Ministero dell’Ambiente a settembre del 2011. Da quel momento e’ trascorso quasi un anno e mezzo prima che da Roma dessero il via libera ai lavori.

Crociere, Costa Fascinosa pronta a maggio

Costa Fascinosa, la nuova ammiraglia di Costa Crociere.

Costa Fascinosa, la nuova ammiraglia di Costa Crociere, verrà battezzata a Savona il prossimo 6 maggio. La nave, attualmente in allestimento nello stabilimento Fincantieri di Marghera, si aggiungerà alle altre 15 della flotta Costa.

Insieme alla gemella Costa Favolosa, sarà la più grande nave da crociera battente bandiera italiana: 114.500 tonnellate di stazza per una capacità di 3.800 passeggeri. Lo ha annunciato il presidente e ad di Costa Crociere, Pierluigi Foschi, parlando di “un traguardo importante non solo per Costa, ma più in generale per la marineria italiana”.

L’allestimento di Costa Favolosa ha richiesto un investimento di 510 milioni di euro. “Costa Fascinosa – ha affermato Foschi – sarà la prima nave da crociera ad essere battezzata nella città di Savona. Il suo battesimo avverrà nel corso della sua prima crociera, in partenza il 2 maggio 2012 da Venezia”.

Porto Torres, 43 navi da crociera attese nel 2012

Arriveranno dal marzo al novembre 2012.

Quarantatre maxi-navi da crociera sbarcheranno a Porto Torres da marzo a novembre del prossimo anno. Ciascuna imbarcazione – della compagnia Ibero Cruceros – ospiterà dai 1.200 ai 1.800 passeggeri che approderanno nell’isola quasi una volta alla settimana.

“Una svolta – ha dichiarato il presidente dell’Autorità portuale del Nord Sardegna, Paolo Piro – che ci riempie di soddisfazione: Porto Torres ha grandissime potenzialità sotto il profilo delle infrastrutture. E ha dimostrato sempre una grande propensione all’accoglienza dei croceristi”.

L’offerta prevede escursioni nei principali centri del Nord Sardegna mentre quattro grandi compagnie di navigazione hanno già avviato contatti per far attraccare le proprie navi nello scalo turritano.

Da Ansa – canale Mare

Cagliari, sconto del 90% su tasse ancoraggi

Il Porto Canale di Cagliari.

Tasse di ancoraggio ridotte del 90% per le navi container al Porto Canale di Cagliari. L’Autorità portuale del capoluogo sardo – insieme al Centro di programmazione – è riuscito a reperire i fondi necessari per lanciare anche quest’anno il mega-sconto alle grandi compagnie del trasporto merci.

I fondi che consentono di applicare la riduzione sono in arrivo dal Ministero, ma l’Autorithy ha deciso di dare il via libera comunque.

“Grande soddisfazione – ha commentato il presidente dell’Autorità portuale di Cagliari, Paolo Fadda – perché anche con questi interventi possiamo essere competitivi con gli altri porti del Mediterraneo”.

da Ansa – canale Mare

Trasporto marittimo, al via la sfida per tagliare un terzo delle emissioni

Meno emissioni, più efficienza

Meno 30% di CO2 entro il 2024: al via la corsa per il taglio delle emissioni anche per il trasporto marittimo.

A stabilire obiettivo e cronoprogramma è stata l’Organizzazione Marittima Internazionale, che fa capo alle Nazioni Unite. I Paesi membri (solo Cina, Brasile, Arabia Saudita, Kuwait e Cile si sono schierati contro) hanno varato nuove norme specifiche sulle emissioni di CO2, che entreranno in vigore per le navi di nuova costruzione a partire dal 2019, mentre entro il 2024 anche l’efficienza energetica dovrà migliorare. Ciò vale anche per le oltre 60mila navi che già oggi solcano gli oceani.

L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di oltre 50 milioni di tonnellate già entro il 2020. In termini assoluti l’inquinamento prodotto dai trasporti via mare equivale al 3% circa di tutte le emissioni causate dall’uomo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner