Articoli marcati con tag ‘neve’

Unimog, un amico per l’inverno in tutta Europa

Nelle stagioni invernali con temperature estremamente rigide come quelle di quest’anno, l’Unimog è un mezzo indispensabile per combattere neve e ghiaccio. Come accade a Leogang nella regione del Salisburghese. Nel comprensorio sciistico della zona nelle ore notturne le temperature toccano anche i -20°C e non è raro che si verifichino precipitazioni a carattere nevoso anche di 50 cm nel giro di poche ore. In questi casi è necessario che i mezzi spazzaneve siano su strada fin dalle cinque del mattino per garantire che le strade più trafficate siano sgombre di neve prima che inizino le ore di punta mattutine. Verso mezzogiorno vi è un nuovo turno di lavoro, per fare in modo che tutte le strade siano libere dalla neve nelle ore serali. In queste condizioni è indispensabile disporre di tecnologie affidabili e sofisticate, come quelle di cui si avvale la municipalità di Leogang, che nel 2016 ha acquistato un U 430 forte di dotazioni quali quattro ruote sterzanti, Electronic Quick Reverse e alleggerimento della lama sgombraneve.
Quattro ruote sterzanti per la massima maneggevolezza
Grazie alle quattro ruote sterzanti sia le ruote anteriori che quelle posteriori possono percorrere esattamente la stessa carreggiata, caratteristica importante, ad esempio, nei casi in cui l’Unimog effettui lo sgombero su un tratto in curva con neve alta e debba poi successivamente ripercorrere tale tratto. L’‘Electronic Quick Reverse’ garantisce invece rapidità nel passaggio tra marce avanti e retromarce, queste ultime ben 3 anziché una. Nel caso dello sgombero neve dalle aree di parcheggio, è infatti spesso necessario che il mezzo si sposti avanti e indietro e la rapidità dello shift marcia avanti/retromarcia e viceversa è garanzia di maggiore tempestività ed efficienza del servizio.

Centro-Sud bloccato dalla neve: viabilità nel caos

Nevica debolmente sulla A1 Milano-Napoli tra Rioveggio e Aglio e sulla A14 Bologna-Taranto tra Val Vibrata e Lanciano. A chi viaggia in A1 tra Firenze e Bologna si consiglia di percorrere la A1 Direttissima.

A causa della caduta di un cavo elettrico è stata disposta la chiusura della A14 tra Pescara ovest e Lanciano verso Bari e tra Val di Sangro e Ortona verso Pescara. A seguito di un’ ordinanza Prefettizia di Teramo fino alle ore 14 del 18 gennaio è interdetto il transito ai mezzi pesanti con peso superiore a 7,5 tonnellate tra San Benedetto del Tronto e Pescara nord in direzione sud; la suddetta ordinanza interessa anche la viabilità ordinaria.

Sui tratti non gestiti da Autostrade per l’Italia nevica intensamente sulla A24 Roma-Teramo tra Tornimparte e Teramo e debolmente tra Valle Del Salto e Tornimparte, sulla A25 Torano-Pescara tra Pescina ed il bivio per la A14. Per agevolare le operazione dei mezzi antineve sulla A24 tra Assergi eValle Del Salto in entrambe le direzioni è in atto il divieto temporaneo di circolazione ai  mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate

Il maltempo imperversa sulla penisola e condiziona la viabilità al sud

Anche nella giornata di oggi, lunedì 16 gennaio 2017, il maltempo continua a condizionare la viabilità. Sono diversi gli allarmi che lancia nella notte il sito istituzionale delle autostrade italiane proprio in base al tempo.

La neve viene segnalata sull’A16 Napoli-Canosa tra Baiano e Candela e sull’A25 Torano-Pescara tra Pescina e Scafa-Alanno. Inoltre c’è un’emergenza vento legata a forte raffiche che hanno colpito nella notte il centro Italia e lanciato l’allarme sull’A24 Roma-Teramo tra Valle del Salto e Tornimparte e anche sull’A12 Roma-Civitavecchia tra Civitavecchia nord e cambio competenza SAT/SS1 Aurelia. Bisognerà fare attenzione nella giornata di oggi anche al fatto che la neve cadrà con grande importanza sulla catena dell’Appennino dalle Marche alle Calabria e che cadrà fin dalle prime ore del mattino. In alcune zone sarà obbligatorio portare le catene da neve a bordo mentre in altre zone l’obbligo sarà esteso proprio nel montarle sulle ruote.

Ancora neve sulle strade del sud

Sarà ancora alto il pericolo neve oggi, 9 gennaio 2017, sul centro-sud del nostro paese. Questo ovviamente condizionerà anche le autostrade italiane come riporta il sito istituzionale che se ne occupa. Nella notte è stato lanciato l’allarme al centro-sud dove continuerà a cadere la neve anche se non con la stessa intensità degli ultimi giorni.

Partiamo dalla A24 Roma-Teramo dove nella notte sono state evidenziate abbondanti nevicate tra il bivio A24/A25 Torano-Pescara e San Gabriele-Colledara. Si prosegue poi sull’A14 Ancona-Bari con neve tra Pescara ovest e Poggio Imperiale. Neve anche sull’A16 Napoli-Canosa tra Avellino est e Vallata. Attenzione anche al vento che sarà una predominante anche nel nostro settentrione. Il sito istituzionale delle autostrade in questo caso parla di fare attenzione sull’A6 Torino-Savona tra Millesimo e bivio A6/A10 Savona.

L’ultimo bollettino traffico di Autostrade per l’Italia segnala che a metà mattina nevica debolmente sulla A14 Bologna-Taranto tra Pescara sud e Vasto sud: non ci sono però disagi per la circolazione e per la viabilità. A tutti gli automobilisti che devono effettuare spostamenti nelle prossime ore Autostrade per l’Italia raccomanda di mettersi in viaggio solo se equipaggiati di pneumatici invernali o in alternativa muniti di catene a bordo che, in caso di necessità, devono essere sempre montate in Area di Servizio, Area di Parcheggio o piazzola di sosta. Le news sulla viabilità e sulle previsioni meteo sono aggiornate costantemente e quest sono le varie modalità con le quali gli automobilisti possono rivecere informazioni: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulle App My Way e My Way Truck, scaricabili gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del Digitale Terrestre; sul sito autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si può chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.

RFI, Maltempo: già attivato il piano neve e gelo

Rete Ferroviaria Italiana, Gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, informa che, a causa dell’arrivo di flussi di aria polare dal Nord Europa, che porteranno una fase di maltempo su gran parte del Paese, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un “avviso di condizioni meteorologiche avverse” con previsioni di precipitazioni a carattere nevoso, che nei prossimi giorni interesseranno diffuse macroaree della Penisola e della Isole maggiori.

L’avviso prevede nevicate su Marche, Lazio orientale, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Puglia settentrionale, inizialmente al di sopra dei 500-800 metri e in progressivo abbassamento fino al livello del mare, con apporti al suolo generalmente moderati (cioè compresi tra 5 e 20 cm), ma localmente abbondanti (con valori superiori a 20 cm) sulle regioni adriatiche.

Mentre dal primo pomeriggio, attese nevicate su Puglia centro-meridionale, Calabria e Sicilia settentrionale, inizialmente sopra 1000-1200 metri in progressivo abbassamento dapprima fino ai 300-500 metri e successivamente, dalle prime ore di venerdì 6 gennaio, fino al livello al mare, con apporti al suolo generalmente moderati, localmente abbondanti alle quote collinari e montuose della Sicilia settentrionale.

In relazione all’ondata di maltempo, Rete Ferroviaria Italiana ha già attivato il Piano Neve e Gelo.

Stanti le previsioni meteorologiche della Protezione Civile, è confermata al momento la piena disponibilità di tutte le linee ferroviarie e conseguentemente sono confermati tutti i servizi ferroviari dell’orario in vigore.
Il servizio potrà essere ridotto qualora la situazione dovesse peggiorare oltre le normali condizioni di circolabilità.

In particolare:

  • presidiati, da parte dei tecnici di RFI, gli impianti nevralgici con particolare attenzione ai nodi delle principali città;
  • approntato un massiccio piano di corse raschia-ghiaccio in Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo, Campania, Basilicata e Puglia per mantenere in efficienza le linee di alimentazione elettrica;
  • attivate le scaldiglie sugli scambi degli impianti dotati di tali sistemi;
  • incrementata la presenza del personale ferroviario sui punti nevralgici della rete;
  • attivi in tutte le regioni interessate, i Centri Operativi Territoriali per il monitoraggio della situazione minuto per minuto, sotto il coordinamento della Sala Operativa Centrale di Roma;
  • attuate, in periodo notturno, particolari manovre dei deviatoi negli impianti non dotati di scaldiglie, per impedire fenomeni di congelamento durante le ore di punta del mattino;
  • allertato il personale delle ditte appaltatrici per un rapido intervento al fine di garantire la fruibilità delle stazioni (ad esempio pulizia marciapiedi, spargimento sale).

RFI invita a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, anche attraverso i mezzi di informazione del Gruppo FS Italiane: FSnews.it, FSNewsRadio e su twitter @Lefrecce e @FSnews_it.

Allerta meteo: continua il freddo sull’Italia, neve in Liguria


Per la giornata di oggii la Protezione Civile prevede deboli nevicate al di sopra dei 300-500 metri su Campania centro-meridionale, Basilicata e Calabria settentrionale; al di sopra dei 600-800 metri sul resto della Calabria e sulla Sardegna; al di sopra degli 800 metri sulla Sicilia.
Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna Nord-Orientale con quantitativi moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania meridionale e sul resto della Sardegna.
Temperature senza variazioni significative, con valori minimi bassi su tutto il territorio nazionale, molto bassi sul Nord-Est e sulle regioni adriatiche centrali. Gelate mattutine, serali e notturne nelle zone interessate dalle nevicate.

Viaggiare di inverno, analisi delle diverse marche di pneumatici invernali

La scelta dei migliori pneumatici invernali
Montare le gomme termiche diventa un’esigenza non solo quando si vive in zone dove facilmente nevica o ghiaccia ma anche perché lo impone la legge.

Gli automobilisti sanno che il 15 novembre è la data
entro la quale devono effettuare questo cambio, ma tutti si domandano quali possono essere quelli più adatti, di qualità e con prestazioni eccellenti.
Gli esperti sono concordi nel puntare ai prodotti di grandi marche, che garantiscano sicurezza e prestazioni elevate anche in termini di minore consumo di carburante. Ovviamente però, una buona marca equivale ad un costo superiore, che non tutti sono capaci di sostenere. Per fortuna Internet ci viene incontro grazie ai codici sconto, che ci permettono di risparmiare notevolmente sull’acquisto di molti prodotti, tra cui ovviamente gli pneumatici. Diversi siti offrono questi sconti, tra questi va citato codice-sconto365.it che permette ai suoi utenti di usufruire di diversi
codici sconto da usare su Gommadiretto
, uno dei leader nella vendita di gomme online.
Vediamo quali sono quelli tra i quali poter scegliere anche rispamiando on line, dove potete trovare per esempio il codice sconto per Gommadiretto.it, un sito che commercializza pneumatici di qualità e tra i quali ci sono occasioni convenienti che soddisfaranno le vostre esigenze.

Pneumatici invernali Bridgstone
Sono le Bridgestone Blizzak LM001 le gomme proposte da questo marchio noto, che propone la tecnologia avanzata delle lame di cui porta il nome.
La stabilità che garantiscono è davvero eccellente e vale anche sui percorsi asciutti.
Buona la performance su strade innevate o ghiacciate, dove anche la trazione è garantita nella fase di partenza in modo stabile.
La zona superiore di questi pneumatici è caratterizzata da molte lame per cui l’aderenza è di buon livello.
Anche la distanza di frenata è ridotta e migliorata rispetto ad altri brand, specie sulla neve. Ottime anche per contrastare il fenomeno dell’acquaplannig. Costo medio 90 euro per misure 205/55 R16 91H.

Pneumatici invernali Pirelli
Il marchio italiano propone invece le Winter SnowControl Serie III con un disegno a “V” che direziona acqua e neve con un alto livello di drenaggio e presenta un arrotondamento del battistrada. Si favorisce così la trazione e l’aderenza al suolo ,con un livello decisamente elevato di grip.
Il costo è di circa 85 euro per misure 205/55 R16 91H.

Pneumatici invernali Goodyear
Sono un buon prodotto le Goodyear UltraGrip 8 che si presentano con un battistrada dal disegno simmetrico e dal quale si notano subito le scanalature a doppia “V”.
E’ questo particolare che promette un ottimo drenaggio per acqua e neve, anche quando il pneumatico si avvicina alla durata massima.
Il sistema di costruzione si basa su una struttura rigida e per lo stesso modello di gomme si può richiedere la tecnologia Run Flat. On line il prezzo si aggira intorno ai 100 euro con le misure già citate e da 155/70 R13.

Pneumatici invernali Michelin
Le Michelin Alpin A4 sono tra gli pneumatici dell’eccellenza del marchio francese. Il livello di sicurezza che offrono infatti è molto alto, con una perfetta aderenza anche in presenza di neve o ghiaccio, la distanza di frenata corta, la stabilità su strada.
Una qualità così alta è dovuta al sistema “Helio Compound +” che garantisce il 35% in più di km percorsi rispetto ad altre marche. Significa che potrete probabilmente utilizzarle per più inverni. Gomme al top della qualità.
Il prezzo online è in media di 90 euro con misure 205/55 R16 91H.

Pneumatici invernali Yokohama
Facciamo riferimento al modello W.drive V905, che secondo gli esperti è quello con la migliore performance.
Il drenaggio è eccellente per le scanalature ai lati e l’angolatura che è variabile.
Sono fatte in silicio con l’aggiunta di succo d’arancia, che ha la capacità di rendere il pneumatico più elastico e meno rigido al rotolamento, anche con la neve e temperature decisamente fredde.
Il prezzo per misure 205/55 R16 91H è di 78 euro.

RFI: Nevicate in atto nel Nord e Centro Italia, circolazione regolare.

Nevicate in atto nel Nord e Centro Italia, circolazione regolare.

Il traffico ferroviario avviene secondo quanto previsto dai Piani neve e gelo, attivi già da domenica sera.

Alle ore 11.00, in Piemonte ha circolato il 95% dei treni programmati; in Toscana l’90% e in Liguria circa 85%. Nelle altre regioni il traffico è regolare.

In Liguria, i treni hanno una cadenza ogni 30 minuti nel nodo ferroviario di Genova e ogni 60 minuti sulle linee Genova – Busalla e Savona – Sestri Levante.

Al momento sono registrate nevicate in Lunigiana e sulle linee Viareggio – Pistoia – Lucca, Torino – Cuneo, Torino – Savona e Alessandria – San Giovanni di Cairo.

Nel corso della notte sono state effettuate oltre 110 corse dei mezzi raschia-ghiaccio e locomotori diesel di soccorso, dislocati in punti nevralgici previsti dai Piani neve e gelo.

Le variazioni a quanto previsto dall’orario ufficiale saranno tempestivamente comunicate ai clienti, utilizzando tutti i media del Gruppo FS (siti web trenitalia.com e fsnews.it, @LeFrecce; @Fsnews_it; e FSNewsRadio e LaFreccia.TV dal sito web fsitaliane.it), a cui si aggiungono i tradizionali canali delle biglietterie, degli Uffici di Assistenza di Trenitalia, dei tabelloni elettronici e delle locandine affisse nelle stazioni.

Maltempo, allagamenti e strade innevate al centro-nord

Torna la neve

E’ tornato a farsi sentire d’improvviso il maltempo su tutta Italia. Strade innevate e allagamenti hanno causato ieri non pochi disagi alla circolazioni. Oggi è prevista una breve tregua, ma domani il cielo preannuncia di nuovo bufera.

In Valle d’Aosta, così come in Veneto e Lombardia, è tornata la neve, al di sopra degli 800 metri. Nonostante il piccolo miglioramento di ieri, il tempo resterà instabile oggi con possibili nevicate sparse sopra i 1.500 metri mentre venerdì ci saranno piogge diffuse e neve da 1.300 metri in tutto il Nord. Ancora piogge in pianura, dove le temperature hanno subito un brusco abbassamento.

Situazione critica su gran parte della Toscana, la regione che finora aveva subito maggiormente la siccità. Ieri a Massa si sono verificati allagamenti delle strade e dei sottopassi, ostruiti da oltre mezzo metro d’acqua. Mare in tempesta nell’Arcipelago toscano almeno fino a questa mattina.

La neve ha imbiancato anche il tracciato ligure della A6 Torino-Savona, problemi alla circolazione anche a Genova città. E domani la pioggia si scatenerà di nuovo.

Treni e maltempo, ecco come chiedere il rimborso

Rimborsi fino al 31 marzo

Ancora disagi sulla rete ferroviaria di tutta Italia ieri. Ma per chi ha subito le conseguenze di ghiaccio e neve arriva almeno una buona nuova: c’è tempo fino al 31 marzo 2012 per chiedere il rimborso integrale del biglietto non fruito. Chi ha acquistato il biglietto in una delle 5.500 agenzie di viaggio partner Trenitalia e poi non ha potuto viaggiare potrà rivolgersi direttamente all’agenzia emittente.

Per gli acquisti online è necessario rivolgersi al Call Center (89 20 21) o inviare una mail a rimborsi@trenitalia.it specificando il codice PNR dei biglietti da rimborsare o allegando la ricevuta di pagamento. Stessa modalità per i ticketless acquistati in agenzia di viaggio, se la richiesta è presentata dopo l’orario di partenza del treno. Per far fronte alle richieste Trenitalia ha anche aumentato la capienza della propria casella di posta.

Trenitalia riconoscerà un’indennità anche a chi è rimasto vittima dei ritardi. I provvedimenti riguardano i viaggiatori dei treni nazionali, della lunga e media percorrenza, incluse quindi le Frecce AV. Per ritardi oltre le 4 ore sarà rimborsato il prezzo completo del biglietto, mentre per i ritardi dai 60 ai 119 minuti sarà riconosciuta un’indennità pari al 25% del prezzo del biglietto, che sale al 50% per ritardi dai 120 ai 239 minuti. L’indennizzo potrà essere richiesto trascorsi 20 giorni dalla data del viaggio e fino a 12 mesi successivi.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner