Articoli marcati con tag ‘off-road’

Volvo Trucks presenta cinque nuove funzionalità per operazioni su terreni sconnessi.

«La qualità e le catene cinematiche sono elementi fondamentali della solida reputazione dei veicoli Volvo. Con l’aggiunta di caratteristiche nuove e all’avanguardia, offriamo ai nostri clienti la possibilità di accedere a un’ancor più vasta gamma di opzioni e modi esclusivi per migliorare la produttività», spiega Ricard Fritz, Vice President, Volvo Trucks Brand.

Oltre al paraurti rinforzato per la serie Volvo FH e alla funzione Controllo automatico della trazione (ATC) per il Volvo FMX (novità nel settore), ora sono disponibili cinque nuove funzionalità:

Sterzatura dinamica Volvo per assi anteriori doppi: la Sterzatura dinamica Volvo è ora disponibile anche per veicoli con assi anteriori doppi, una configurazione molto comune nel settore della cantieristica. Poiché questi veicoli spesso trasportano carichi o sovrastrutture particolarmente pesanti, i vantaggi per l’autista sono davvero evidenti. Oltre a produrre una resistenza alla sterzata molto minore, il volante ritorna automaticamente al centro dopo una sterzata completa, riducendo drasticamente gli sforzi necessari per le manovre in spazi ristretti e facendo risparmiare all’autista tempo e fatica. Introdotta nel 2013 e messa in luce ad esempio nel successo YouTube “The Hamster Stunt”, la Sterzatura dinamica Volvo presenta un motore elettrico che compensa le vibrazioni e i movimenti del volante, minimizzando al contempo la forza necessaria per far girare il veicolo.

Maggiori carichi sugli assi anteriori per assi anteriori doppi: nei veicoli pesanti Volvo con assi anteriori doppi, la capacità tecnica massima passa da 18 a 20 tonnellate. Il risultato? Migliore produttività e più flessibilità per il cliente. La capacità extra si traduce direttamente in una maggiore capacità di guadagno, aspetto particolarmente importante nelle attività di trasporto di materiali pesanti tipiche del settore della cantieristica. Inoltre, in un veicolo a 4 assi con massa totale di 32 tonnellate, il pianale di carico è più lungo e il posizionamento su un ribaltabile di ghiaia e altri carichi è più flessibile. Ciò significa che, durante le operazioni di carico, il peso massimo può essere raggiunto più rapidamente e che l’autista può essere sicuro di rispettare i limiti di peso. Con una maggiore capacità di carico sugli assi anteriori è inoltre disponibile una più ampia varietà di configurazioni di gru e sono possibili applicazioni che comportano un peso elevato sugli assi anteriori.

Veicoli cinque assi, 10×4 e 10×6: in molti mercati, si tende a preferire combinazioni di peso molto elevato, tra 50 e 76 tonnellate. Per soddisfare la richiesta di applicazioni più pesanti sia in autostrada sia in cantiere, Volvo Trucks ora propone combinazioni a 5 assi realizzate in fabbrica. I due assi anteriori consentono di caricare fino a un massimo di 20 tonnellate, mentre i tre ponti possono gestire fino a 36 tonnellate. Il risultato è una maggiore capacità di carico e una migliore flessibilità per i clienti. Questa soluzione è adatta anche per pompe calcestruzzo e camion con gru di grandi dimensioni, che necessitano di una distribuzione uniforme del carico. Grazie alla riduzione della pressione sugli assi, è possibile portare questi veicoli su tragitti lunghi in autostrada, con conseguente maggiore rapidità dei trasporti e migliore potenziale di profitto.

Sospensioni pneumatiche posteriori con asse anteriore trattivo (Volvo FMX): la novità è che è possibile coniugare un ponte con sospensioni pneumatiche e un asse anteriore trattivo, per ottenere massimi livelli di comfort anche per veicoli con trazione integrale. Mentre in genere le sospensioni a balestra sono dimensionate per i carichi più pesanti, le sospensioni pneumatiche sono più flessibili e si adattano al peso del carico. Il risultato è un’esperienza di guida più fluida e una minore usura per il camion, l’autista e il manto stradale. Grazie alla riduzione delle vibrazioni (specie a camion scarico), l’autista può mantenere una velocità media più elevata sulle dissestate strade dei cantieri, che si traduce in un numero maggiore di consegne per ogni turno. Oltre al maggiore comfort, le sospensioni pneumatiche Volvo Trucks offrono anche un’altezza da terra di almeno 300 mm e una protezione efficace per tutti i componenti più delicati.

EBS per freni a tamburo: ora i vantaggi del sistema EBS (Electronic Brake System, sistema frenante elettronico) di Volvo sono disponibili anche per i clienti che scelgono i freni a tamburo per operazioni in ambienti particolarmente polverosi o umidi. L’elettronica del sistema apre le porte a tutta una serie di funzionalità intelligenti, come l’Aiuto allo spunto in salita per un migliore controllo su pendenze ripide. Inoltre la funzione Frenata combinata, ovvero l’integrazione tra freno motore e rallentatore, migliora ulteriormente la sicurezza. Oltre a fornire funzionalità di frenata migliorate, il sistema EBS con freni a tamburo offre la possibilità di scegliere la Sterzatura dinamica Volvo (non con trazione anteriore) e di ottenere cambi marcia più efficienti, poiché I-Shift ricava alcune informazioni dal sistema frenante elettronico.

«Il nostro obiettivo è essere il marchio leader nel settore della cantieristica proprio come lo siamo nel trasporto a lungo raggio. Le nuove funzionalità, coniugate con una gamma di prodotti completamente rinnovata, definiscono chiaramente un nuovo standard per i veicoli da cantiere», dichiara Ricard Fritz, Vice President Volvo Trucks Brand.

L’offerta Volvo Trucks per il settore della cantieristica

Oltre ai modelli Volvo FMX, Volvo FH e Volvo FH 16, la gamma di veicoli da cantiere Volvo Trucks comprende anche il Volvo FL, con trazione integrale e peso totale di 18 tonnellate, e il Volvo FE, con peso totale massimo di 26 tonnellate. Tutto questo si affianca a una vasta rete di officine e servizi avanzati per la massima disponibilità, con l’obiettivo di offrire ai clienti tutta la flessibilità necessaria per creare soluzioni personalizzate e sicure.

OPTITRACK SULLA GAMMA C DI RENAULT TRUCKS: CONSUMI E MOBILITA’ OTTIMIZZATI

Il sistema OptiTrack di Renault Trucks, lanciato nel 2010 sul Renault Premium Lander, è stato favorevolmente accolto dai clienti e, proprio per questo motivo, si è deciso di mantenerlo sulla nuova Gamma C di Renault Trucks. OptiTrack consente di disporre di potenza motrice extra solo quando necessario attraverso due motori idraulici, integrati nei mozzi delle ruote anteriori. Questa soluzione permette di superare i limiti di un convenzionale veicolo a trazione integrale, in particolare in termini di consumi di carburante, altezza di carico, costi di manutenzione e peso addizionale.
OptiTrack è disponibile sulla Gamma C di Renault Trucks, per le configurazioni 4×2 e 6×4 trattore e motrice, con le motorizzazioni DTI 11 e DTI 13, nelle potenze da 380 a 520 cv Euro 6.

Eccezionale trazione da 0 km/h
Semplicemente premendo un pulsante sul cruscotto, l’autista può attivare o disattivare il sistema in avanti o in retromarcia. OptiTrack è operativo da 0 km/h e si disconnette automaticamente ogni volta che la velocità del veicolo raggiunge i 25 km orari. Il sistema si attiva grazie ad una presa di forza sul motore, lasciando così le prese di forza al cambio completamente disponibili. OptiTrack è associato al cambio robotizzato Optidriver, fornito di serie su tutti i veicoli Renault Trucks. Inoltre, per la massima sicurezza, OptiTrack è ora compatibile con il rallentatore idraulico Voith.

Carico utile ottimizzato
Il Renault Trucks C, equipaggiato con OptiTrack, può uscire da situazioni difficili mantenendo un carico utile superiore a quello di un veicolo a trazione integrale (differenza di 600 kg). Rispetto alla precedente gamma Euro 5, Renault Trucks ha ridotto il peso del sistema di 90 kg. Grazie ad un peso a vuoto ottimizzato, i veicoli della gamma C di Renault Trucks offrono un carico utile eccezionale.
La priorità data al comfort, alla sicurezza e alla produttività
Scegliendo un veicolo dotato di OptiTrack, gli operatori migliorano la propria produttività: il lavoro diventa più sicuro, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, e i consumi sono ottimizzati. Grande attenzione è stata anche rivolta al comfort di guida. Prima di tutto, la semplicità del sistema permette all’autista di uscire da situazioni potenzialmente difficili rimanendo in totale sicurezza. Il comfort è migliorato anche grazie al più agevole accesso in cabina e grazie al nuovo telaio che rende l’impianto più stabile.
La nuova offerta OptiTrack sulla gamma C di Renault Trucks prevede ora anche il motore DTI 13, il retarder Voith oltre al cambio robotizzato Optidriver di serie; in questo modo Renault Trucks offre ai suoi clienti – in particolare nelle zone di montagna – lo strumento perfetto per migliorare la loro produttività.

Nuovo Mercedes-Benz Sprinter 4×4 – L’alleato perfetto per il trasporto professionale off-road

Il nuovo Sprinter 4×4, grazie alla maggiore trazione disponibile nelle condizioni di impiego più gravose, dà il meglio proprio dove gli altri si fermano. Condizioni difficili o addirittura critiche possono creare ben presto qualche difficoltà ad un veicolo commerciale di tipo tradizionale, non è il caso di Sprinter 4×4 che supera con disinvoltura i valichi più impegnativi, anche in inverno ed in condizioni estreme, è instancabile sui percorsi fangosi e si trova a suo agio su strade di sabbia e ghiaia. Sprinter 4×4 è semplicemente perfetto in cantieri e zone montuose, regioni innevate e grandi spazi aperti. Anche i settori di impiego sono i più disparati: edilizia ed indotto cantieristico, industria energetica e silvicol

DAF presenta i modelli LF e CF Euro 6 Construction

Il primo elemento che colpisce dei nuovi modelli CF Construction è il design caratteristico. Sono dotati di un forte impatto visivo grazie alla calandra nera distintiva con grandi feritoie e al nuovo design del paraurti, realizzato in acciaio galvanizzato per garantire la massima robustezza. Per lo stesso motivo, gli accattivanti coprifari sono realizzati in Lexan infrangibile e sotto il paraurti è montata una piastra in acciaio spessa 3 mm per proteggere il radiatore. Tale piastra di protezione è in grado di sopportare carichi fino a 4 tonnellate, mentre la sezione inferiore si estrae e rende disponibile un gradino pratico e ampio.
Il paraurti del nuovo DAF CF Construction è disponibile con luci di svolta e fanali antinebbia integrati ed è composto da tre parti separate sostituibili individualmente per minimizzare i costi di esercizio. Il robusto paraurti è montato in posizione elevata per creare un ampio angolo di attacco di 25o. Insieme a una distanza da terra di 40 cm (in parte grazie all’utilizzo di assali anteriori diritti) il paraurti fornisce caratteristiche di guida eccellenti su strade non asfaltate.

Comfort ottimale

Un livello elevato di comfort per il conducente e la massima facilità d’uso sono stati altri importanti requisiti imposti da DAF durante lo sviluppo del nuovo CF Construction.
Su richiesta, è disponibile un pratico gradino sul lato della cabina per agevolare l’ispezione del carico da parte del conducente, con una pratica staffa sul tetto per fornire un’ulteriore presa. Gli ampi gradini forniscono un accesso agevole e sicuro alla cabina. I modelli con motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri sono dotati di tre gradini, mentre quelli con il motore PACCAR MX-11 da 10,8 litri di serie ne hanno due. Su questi modelli è disponibile, su richiesta, un gradino inferiore aggiuntivo. È montato in modo flessibile per ridurre al minimo la vulnerabilità.
Naturalmente, il CF Construction è dotato degli stessi comodi sedili degli altri modelli della versatile gamma CF, nonché dello stesso cruscotto elegante con Driver Performance Assistant integrato e i nuovi interruttori posizionati in modo ergonomico. Anche il volante con comandi integrati, progettato con cura, è di serie sui veicoli per il settore edilizio.

Assale tandem a doppio azionamento
Il nuovo DAF CF Construction è disponibile come cabinato a tre assali 6×4 con assale anteriore da 8 o 9 tonnellate e assale tandem da 19, 21 o 26 tonnellate, che rende questo veicolo ideale per il settore edile e per l’industria del legname. Come trattore 6×4, il CF Construction è ideale per le applicazioni di trasporto speciale e per trasportare alberi o pilastri
Il cabinato 8×4 è la base ideale per un cassone ribaltabile o una betoniera. Con assali anteriori sterzanti doppi da 7,5, 8 o 9 tonnellate, in combinazione con un assale tandem da 19, 21 o 26 tonnellate, questo cabinato fornisce un’elevata PTT da 32 a 56 tonnellate. Tutti i modelli sono dotati del noto assale tandem DAF, caratterizzato dall’elevata stabilità di rotolamento e dall’ampia articolazione (270 mm) per una mobilità fuori strada superiore.

Motori PACCAR efficienti

La potenza fornita dal motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri è compresa tra 303 kW (410 CV) e 375 kW (510 CV) e quella fornita dal nuovo motore PACCAR MX-11 da 10,8 litri è compresa tra 210 kW (290 CV) e 320 kW (440 CV). Il consumo medio di carburante del motore PACCAR MX-11 è fino al 3% inferiore rispetto al già efficiente motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri, mentre la riduzione di peso di oltre 180 kg consente un carico utile ancora maggiore.
Su richiesta, è disponibile il cambio automatizzato AS Tronic con un’impostazione specifica per l’utilizzo fuori strada, con strategie di cambio marcia sviluppate appositamente. Ciò garantisce cambi più veloci con un funzionamento più rapido della frizione. Ovviamente, per il CF Construction è disponibile anche una gamma di PTO. Sulle versioni con motore PACCAR MX-11 è dispo disponibile anche una versione leggera “a ore 11″ con una coppia massima trasmissibile di 250 Nm.

Canter protagonista anche OFF ROAD

Prodotto presso gli stabilimenti Mitsubishi Fuso Trucks Europe S.A. a Tramagal in Portogallo, il nuovo Fuso Canter, nel 2011 è stato profondamente rinnovato sia dal punto di vista tecnico che estetico. Ora la nuova gamma dispone, a richiesta, del nuovo cambio a doppia frizione Duonic, di un carico utile maggiore, di un telaio adattabili a numerosi allestimenti e trasformazioni e, non da ultimo, di intervalli di manutenzione più lunghi (40.000 km) che lo pongono ai vertici della categoria.

Da oggi il “camioncino” più venduto del Gruppo Daimler è disponibile in versione 4×4. Pensato per l’impiego su fondi accidentati o sdrucciolevoli, il Fuso Canter 4X4 è l’ideale per le imprese edili, i vigili del fuoco, le amministrazioni comunali montane (come mezzo spazzaneve o spandisale) e tutte quelle situazioni di lavoro su terreni disagiati e impervi.

Le note caratteristiche che hanno decretato il successo internazionale di questo veicolo, anche in versione 4×4, ne risaltano l’efficienza come: carico utile elevato per lo specifico segmento, buona maneggevolezza (diametro di volta pari a 13,5 m con passo di 3.415 mm), cabina avanzata dal minimo ingombro,

scarsa usura dei freni grazie al freno motore, disponibile di serie. Nella nuova versione 4×4 la trazione integrale non è permanente, agevolando i consumi in condizioni di marcia normali, ma inseribile elettronicamente dopo il preventivo bloccaggio manuale dei mozzi. Il bloccaggio del differenziale posteriore è di serie. Anche sul Canter 4×4 è disponibile a richiesta la funzione Start&Stop tanto utile per il portafoglio. Ora andiamo a conoscerlo meglio.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Il Fuso Canter 4×4, identificato con la sigla 6C18, è disponibile con PTT da 6,5 tonnellate. Proposto con due tipi di cabina (modello comfort da 2 mt di larghezza), singola o doppia (3 o 7 posti) e due passi, corto, da 3.415 mm, e lungo da 3.865 mm, il Canter 4×4 dispone di portate che variano dai 3.500 ai 3.735 kg. Interessanti le caratteristiche off-road con angoli di attacco di 35° all’anteriore e  25° al posteriore. Leggi il resto di questo articolo »

L’Unimog miglior veicolo fuoristrada secondo i lettori di Off Road

Per l’ottava volta di seguito i lettori della rivista “Off-Road” hanno scelto Mercedes-Benz Unimog come migliore veicolo fuoristrada dell’anno nella categoria “veicoli speciali”. Il premio è stato consegnato nel corso di una serata di gala tenutasi presso il teatro “Das Schloss” di Monaco. Hanno votato, per i 101 veicoli in concorso, più di 53.000 lettori della rivista “Off-Road”. Nella categoria veicoli speciali il primo posto è andato a Unimog con uno straordinario 34,3% dei voti.
Il premio è stato assegnato sulla base dei voti espressi dai lettori della storica rivista di Monaco per veicoli off-road, le categorie in gara erano le seguenti: “veicoli off-road”, “veicoli off-road di lusso”, “sports utility vehicles (SUV)”, “SUV di lusso”, “classici”, “pick-up”, “veicoli speciali” e “veicoli crossover”. Tra i veicoli speciali in lizza, dove per speciali si intendono veicoli off-road progettati per il trasporto di merci e carichi in zone remote o da utilizzare come base per sovrastrutture particolari destinate ad attività antincendio, esplorative e militari, Unimog ha dimostrato di essere nettamente in vantaggio sui concorrenti. Particolarmente apprezzate sono state le peculiari caratteristiche del veicolo, quali l’eccezionale mobilità off-road garantita dagli assi a portale e l’estrema flessibilità torsionale unite alla caratteristica robustezza e affidabilità di Mercedes-Benz Unimog.
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner