Articoli marcati con tag ‘off shore’

Fincantieri spera in Carnival per la ripresa

Fincantieri si aggiudica commessa da 1 miliardo

Fincantieri si aggiudica un nuovo ordine per due navi da crociera dagli statunitensi di Carnival e intravede la ripresa. La commessa supera infatti il miliardo di euro e fa tirare un sospiro di sollievo ai cantieri italiani.

La riorganizzazione, però, prosegue: l’obiettivo dell’ad Giuseppe Bono resta il recupero della competitività in un mercato lento. Prima della crisi, infatti, la produzione globale di nuove navi da crociera era tra le 12 e le 15 unità l’anno, mentre adesso si attesta tra le 6 e le 7.

I nuovi ordini portano a 61 il numero di navi Carnival realizzate da Fincantieri. Le nuove unità saranno destinate ai brand Holland America Line e Carnival Cruise Line e avranno capacità da 2.660 e 4mila passeggeri. La prima dovrebbe essere consegnata nell’autunno 2015, mentre la seconda entrerà in servizio non prima dell’inverno 2016.

Se da un lato il numero dei dipendenti di Fincantieri è diminuito dall’inizio dell’anno di circa 500 unità (oggi gli addetti sono 8.400), il futuro si preannuncia di crescita: prossimamente il gruppo potrebbe mettere in atto l’acquisizione dei coreano-norvegesi di Stx Osv, specializzati nelle piattaforme off shore.

Eolico off-shore, dal Mediterraneo al Mar Nero in rete

Eolico offshore

Una rete di piattaforme eoliche off-shore in grado di connettere il Mediterraneo e il Mar Nero. E di produrre una rilevante quantità di energia pulita. E’ il progetto CoCoNet, finanziato dall’Unione europea e presentato nei giorni scorsi a Roma da un pool di oltre 100 ricercatori, provenienti da 39 istituti di ricerca e 22 Stati distribuiti sulle sponde dei due mari.

L’idea di base è quella di dare vita ad una rete di tutela marina e capire se c’è la possibilità di installare dei parchi eolici a largo delle coste. Undici milioni di euro il costo complessivo dell’impresa, coordinata da Ferdinando Boero dell’università del Salento (in questo caso per il Cnr) insieme con Conisma (Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze del mare) e l’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar).

Sul fronte delle piattaforme off-shore, in particolare, verranno studiate delle linee guida ad hoc. “Con questo progetto – spiega Boero – diventano tre gli ambiti di studio italiano sul mare: gli altri due sono ‘Perseus’ che si concentra sugli ambienti costieri e ‘Vectors’ sui fattori di cambiamento, specie climatici, nel Mediterraneo”.

Porti, va avanti il progetto off-shore a Venezia

Rendering del terminal off shore di Venezia

“A dicembre avrò la fattibilità dell’off-shore a Venezia e la poterò al Cipe”. Ad annunciarlo è Paolo Costa, presidente dell’Autorità portuale di Venezia. Oltre alla Serenissima, anche Trieste, Capodistria e Ravenna stanno portando avanti i lori progetti di sviluppo. “Vogliamo sostenerli a vicenda – dichiara Costa – per cui posso dire che i motivi che ci devono unire sono molto più potenti di quelli che ci possono dividere”.

Ma il punto, secondo Costa, è un altro. “E’ a Bruxelles che si sta giocando la partita, non qui da noi. Ed è una partita con riflessi anche sulle ferrovie, oltre che sui porti”. Insomma è l’Ue che sta decidendo se rafforzare i porti del Nord Europa, come Rotterdam o Amburgo, e di conseguenza se investire in treni e strade per far arrivare le merci in Italia, oppure privilegiare direttamente i porti dell’Alto Adriatico e dell’Alto Tirreno. Un investimento, quest’ultimo, che potrebbe essere ripagato anche in termini ambientali. Ma che può essere fatto solo a una condizione: “che in Italia si garantiscano capacità di lavoro comparabili con quelle del Nord Europa”, conclude Costa.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner