Articoli marcati con tag ‘Olivier Jankovec’

ACI Europe: aprile 2012 in stallo

Il traffico passeggeri complessivo negli aeroporti europei è aumentato del 2% ad aprile 2012 rispetto allo stesso mese del 2011. Rimane invece negativo il traffico merci, a “4,2% confrontato con il dato di aprile dell’anno scorso. I movimenti di aeromobili (indicatore della capacità) negli sono inoltre diminuiti dell’1,8%.O Per Olivier Jankovec, direttore generale di ACI Europe, «il traffico passeggeri in Europa è in stallo, a dimostrazione dell’impatto sul trasporto aereo della crisi e dell’indebolimento delle economie dell’Europa occidentale e meridionale». «Anche i grandi hub europei ” aggiunge Jankovec – stanno vedendo una crescita dei passeggeri in indebolimento, sotto della soglia del 3%, cosa che riflette il rallentamento delle economie, in particolare di Stati Uniti, Cina, India e Brasile. Il momento della zona Euro lascia imprese e consumatori con il fiato sospeso e questo non fa ben sperare per la stagione estiva di molti aeroporti europei».
I maggiori incrementi in termini di passeggeri si sono registrati su Istanbul Ataturk (+19,8%) per scali con più di 25 milioni di transiti all’anno, Mosca Seremetevo (+22,5%) per aeroporti tra 10 e 25 milioni di passeggeri, Bucarest (+55,3%) nella categoria tra i 5 e i 10 milioni di passeggeri, con Venezia (+15,5%) e Bergamo (+15,1%) in evidenza, e lo scalo georgiano di Batumi sul Mar Nero con +75,9%.

Aeroporti: per ACI Europe preoccupanti prospettive per il 2012

«I dati di gennaio indicano preoccupanti prospettive per i prossimi mesi». Ad affermarlo è Olivier Jankovec, direttore generale di ACI Europe, nel commentare i risultati degli aeroporti europei nel primo mese del 2012. Il traffico passeggeri complessivo è aumentato del 3,2% rispetto a gennaio 2011. Tuttavia, il traffico merci complessivo tra gli aeroporti europei si mantiene fermo su indici negativi, con un drastico calo del 7,5% a gennaio 2012 rispetto allo stesso mese del 2011. Diminuiscono anche i movimenti sugli aeroporti, con un “2,1 %. Per Jankovec sul fronte passeggeri il quadro resta «piuttosto contrastato», con gli aeroporti dell’Unione europea che crescono solo dell’1,4%. «Il traffico cargo ” prosegue Jankovec ” riflette chiaramente la debolezza dell’economia europea, ed il numero di movimenti aerei è destinato ad un ulteriore declino» come dimostrato dalla scomparsa ad esempio di Spanair e Malev e dalla rinnovata pressione del costo carburante sul trasporto aereo. Tra gli aeroporti con più di 25 milioni di passeggeri, cresce parecchio Istanbul con +25,4%, mentre fino a 25 milioni di passeggeri bene Mosca Sheremetyevo (+20,1 %). Nel gruppo da 5 a 10 milioni di passeggeri Kiev è a +14,6%, mentre Linate chiude gennaio a +6,2%.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner