Articoli marcati con tag ‘Osservatorio Federmetano’

In Italia le auto ecologiche (elettriche, ibride, a metano e a gpl) sono solo il 7,5% del parco circolante

Le auto ecologiche in circolazione in Italia sono il 7,5% del parco circolante
totale. Questo dato emerge da un'elaborazione dell'Osservatorio
Federmetano (struttura di ricerca sul metano per autotrazione) su dati Aci. Su un
totale di 36.943.151 di auto circolanti nel nostro Paese quelle elettriche, ibride,
a metano e a gpl sono 2.762.379 (che corrispondono, come si diceva, al 7,5% del
parco), mentre quelle a benzina e a gasolio sono 34.180.772, e cioè il 92,5% del
parco circolante.

Se si considerano i dati regionali emerge che la regione in cui vi è la percentuale
maggiore di auto ecologiche è l'Emilia Romagna (16,89%, quasi una ogni sei),
seguita da Marche (15,73%) e Umbria (10,19%). All'opposto di questa
graduatoria si trovano la Sardegna (dove solo il 2,71% delle auto circolanti è
ecologico), il Friuli Venezia Giulia (2,88%) e la Valle d'Aosta (3,05%).

Dall'elaborazione dell’Osservatorio Federmetano emerge con estrema
chiarezza che le auto alimentate a metano, a gpl, ibride ed elettriche nel nostro
Paese rappresentano ancora una quota marginale del parco circolante, ma in rapida
crescita, soprattutto per merito della crescente affermazione del metano. A farla da
padrone sono ancora le auto a benzina e gasolio, che però, purtroppo, sono più
inquinanti di quelle alimentate con carburanti alternativi. A questo bisogna
aggiungere che il parco circolante nel nostro Paese è particolarmente vecchio, e
quindi la maggioranza delle auto in circolazione ha livelli di emissioni nocive
particolarmente alti. Come fare, quindi, per ridurre in tempi brevi l’impatto
ambientale del parco di autovetture in circolazione? Una soluzione efficace è
certamente puntare su una maggiore diffusione dei veicoli alimentati a metano, anche
attraverso la trasformazione dei veicoli in circolazione. L'uso di
un'auto a metano – sottolinea Dante Natali, a capo dell'Osservatorio Federmetano
- consente anche di risparmiare nella spesa per il carburante. Il metano
infatti è il carburante più economico tra quelli maggiormente diffusi. Il maggior
investimento necessario per l'acquisto di u'auto a metano si ripaga in
tempi brevi grazie al risparmio che si ottiene ogni volta che si riempie il
serbatoio. Oggi in Italia è presente una rete composta da più di mille
distributori di metano, rete che è la più sviluppata a livello europeo, e sul
mercato sono disponibili molti modelli a metano, prodotti direttamente dalle case
automobilistiche ed inoltre vi è la possibilità di trasformare a metano le vetture
a benzina già circolanti. Vi è quindi una sempre maggiore possibilità di scelta,
per chi è interessato ad utilizzare un'auto a metano. "Oggi i veicoli a
metano -conclude Natali - garantiscono le stesse prestazioni, gli
 stessi livelli di sicurezza dei veicoli a benzina e a gasolio. In più consentono di
inquinare meno e di risparmiare. Non è una qualità da sottovalutare, soprattutto in
questi tempi di cris".

È Ancona la città italiana con più auto alimentate a metano

Ad Ancona l’11,5% delle autovetture circolanti sono alimentate a metano. Questo dato fadel capoluogo marchigiano la città con la maggior quota di auto a metano in Italia. Nella speciale graduatoria delle città in cui il parco circolante di auto a metano “pesa” di più, ad Ancona seguono Ravenna (8,9%), Parma (8,4%), Bologna (7,8%) e Ferrara (7,1%). Questi dati emergono da un’elaborazione dall’Osservatorio Federmetano su dati ACI. Dall’indagine effettuata dall’Osservatorio Federmetano emerge che i primi dieci posti della classifica sono tutti occupati da città dell’Italia centro-settentrionale, area in cui storicamente è più diffuso l’utilizzo del metano per autotrazione.

Ma il dato significativo è la presenza di ben 8 città dell’Emilia-Romagna nella “top ten” (praticamente tutti i capoluoghi di provincia eccetto Piacenza, che comunque è in buone posizione, essendo piazzata al dodicesimo posto). Questo a riprova che l’Emilia-Romagna è una delle regioni più virtuose per ciò che riguarda la diffusione delle auto a metano.

Naturalmente il primato dell’Emilia Romagna non dipende solo dalla sensibilità ecologica della regione, ma anche da una rete di distribuzione molto capillare ed efficiente. Campobasso, al sedicesimo posto, è invece la prima città del sud con il 2,6% di auto a metano, seguita subito da Foggia (2,4%) e, con un piccolo distacco, da Bari (2,1%). “La distanza che separa le ultime città dalle prime in classifica – commenta Dante Natali, presidente di Federmetano – testimonia come per i veicoli a metano

nel nostro Paese vi siano ancora importanti possibilità di crescita. Le strategie per favorire lo sviluppo del settore del metano per autotrazione in Italia si basano su due fattori di fondamentale importanza: da un lato deve crescere l’offerta di veicoli alimentati a metano presenti sul mercato, dall’altro lato va potenziata la rete distributiva (soprattutto al Sud), anche se va detto che negli ultimi anni sono stati fatti importanti passi avanti”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner