Articoli marcati con tag ‘ottobre’

Ottobre: bene le immatricolazioni di veicoli commerciali (+16,3%),

A ottobre le immatricolazioni di veicoli commerciali nel nostro Paese sono aumentate del 16,3% rispetto allo stesso mese del 2013. Questo dato, elaborato da Acea e diffuso dal Centro Ricerche Continental Autocarro, è ben al di sopra della crescita media europea delle immatricolazioni di veicoli commerciali, che a ottobre è stata del 10,8%. Considerando i primi dieci mesi dell’anno, l’aumento italiano è stato del 17%, mentre l’aumento medio europeo è stato del 9,8%. Confrontando la performance italiana con i dati dei maggior paesi europei emerge che, sempre nei primi dieci mesi del 2014, solo in Spagna l’incremento delle immatricolazioni di veicoli commerciali (+33,5%) è stato superiore all’Italia, mentre in Germania (+7,8%) e Regno Unito (+13,9%) gli aumenti sono stati inferiori a quello italiano, ed in Francia vi è stata addirittura una diminuzione (-0,4%).

Se le immatricolazioni dei veicoli commerciali in Italia sembrano avviate alla ripresa, altrettanto non si può dire di quelle degli autobus. Infatti ad ottobre nel nostro Paese vi è stato un calo delle immatricolazioni di autobus del 38,3% rispetto allo stesso mese del 2013. Nei primi dieci mesi del 2014 la diminuzione è dell’8,7%. Mediamente nell’UE, al contrario dell’Italia, da gennaio ad ottobre le immatricolazioni di autobus sono aumentate, e la crescita registrata è stata del 3,9%.

Italo: Di martedì e giovedì il viaggio costa la metà

Per tutto il mese di ottobre, NTV dedica ai suoi oltre 450 mila iscritti Italo Più l’offerta Speciale Più una riduzione del 50% rispetto al prezzo in Base, per viaggiare dal martedì al giovedì su tutti i treni, negli ambienti Smart, Smart XL, Prima e su tutte le tratte servite da Italo. Per utilizzare l’offerta, basta effettuare il login con le proprie credenziali Italo Più prima dell’acquisto del biglietto. La tariffa è soggetta a disponibilità ed è utilizzabile nel mese di ottobre per viaggi fino a gennaio.

Trasportounito: autotrasporto fermo ad ottobre

Tir fermi per cinque giorni consecutivi alla fine del prossimo mese di ottobre. Questa la decisione assunta dal Consiglio Nazionale da parte dell’Associazione di rappresentanza Trasportounito, svoltasi a Roma lo scorso 7 settembre.
La scelta è stata adottata “con profonda amarezza”, difronte a una strada senza alternative.
“Con la totale latitanza del governo, capace solo di organizzare tavoli inconcludenti, e una crisi scandita da centinaia di fallimenti e chiusure di aziende di autotrasporto – spiega Franco Pensiero, Presidente nazionale di Trasportounito – quella del fermo è quasi una non scelta. L’autotrasporto italiano sta collassando e con l’autotrasporto sta collassando l’intero indotto nonchè quell’accenno di sistema logistico del paese che ancora funzionava e, complessivamente, vengono meno tutti gli standard minimi di sicurezza sulle strade”.
All’uscita di scena di centinaia di imprese italiane (da gennaio a oggi si conta che fra fallimenti, chiusure, liquidazioni ne siano sparite ulteriori 3.000) le strade e le autostrade italiane sono ormai in balia di vettori esteri che molto spesso viaggiano in condizioni di sicurezza largamente al di sotto degli standard minimi, attuando anche su questo fronte, una concorrenza sleale.
“Nella totale assenza di referenti politici e istituzionali – prosegue Maurizio Longo, Segretario Nazionale di Trasportounito -la reintroduzione del Sistri, l’assenza dei controlli nel rispetto di leggi vigenti, il caro gasolio, l’aumento generalizzato dei costi, una pressione fiscale che spesso assesta il colpo finale alle imprese che già sono in crisi, hanno avvicinato drammaticamente il punto del non ritorno. Per altro, tutte le tematiche che in qualche modo avrebbero potuto consentire alla categoria di tenere duro e continuare ad operare, sono ormai confinate nel dimenticatoio. Dai costi minimi, alle garanzie di pagamento dei servizi di autotrasporto, ai mancati controlli alla committenza, alla intermediazione parassitaria. Tutto accantonato e dimenticato, almeno fino a quando , dai corridoi politico-istituzionali, spunteranno provvedimenti di modifica, che – è sin troppo facile presumere – risulteranno peggiorativi per le imprese italiane di autotrasporto”.

Assaeroporti: a ottobre passeggeri in discesa del 4,7%

Negli aeroporti italiani arriva il segno meno. A ottobre i passeggeri sugli scali italiani ” i 38 monitorati da Assaeroporti, associazione dei gestori ” hanno registrato un calo del 4,7% rispetto allo stesso mese del 2011 arrivando a quota 12.539.225. Dopo diversi mesi di stabilità, in cui il traffico si è mantenuto più o meno sullo stesso livello del 2011, ottobre si chiude in negativo. Roma Fiumicino archivia il mese a -4,4% (3.259.830), Malpensa a -6,8% e Linate a -3,3%. Dei 38 scali monitorati meno di 10 hanno chiuso il mese di ottobre in positivo.

Ottobre: le immatricolazioni di autocarri pesanti in Italia segnano un calo del 19,6%

In Italia ad ottobre le immatricolazioni di autocarri pesanti (e cioè con portata di 16 tonnellate ed oltre) sono diminuite del 19,6% rispetto allo stesso mese del 2011. Si tratta di un dato evidentemente negativo, ma che rappresenta un piccolo passo in avanti se si pensa che la percentuale di diminuzione rilevata mensilmente nelle immatricolazioni di autocarri pesanti in Italia fino ad ottobre era intorno al 30% ed in alcuni casi anche maggiore. Il Centro Ricerche Continental Autocarro (che ha effettuato l’elaborazione da cui provengono questi dati basandosi sul report mensile dell’Acea) mette inoltre in evidenza che se si prendono in considerazione i primi dieci mesi del 2012 il calo fatto registrare dalle immatricolazioni di autocarri pesanti nel nostro Paese è del 28,8%. La diminuzione registrata mediamente nei Paesi dell’UE da gennaio a ottobre è del 7,4%, e quindi molto minore rispetto a quella italiana. Sono minori rispetto al calo fatto registrare nel nostro Paese anche le diminuzioni delle immatricolazioni di autocarri pesanti di Francia (-7%), Germania (-6,5%), Spagna (-18,3%). Nel Regno Unito, invece, sebbene ad ottobre si sia registrato un calo del 9,7%, nei primi dieci mesi le immatricolazioni di autocarri pesanti sono aumentate del 3,8%.

Mercedes, ottobre da record: +6% di vendite

La nuova Classe A

Ottobre da record per il gruppo Daimler: i nuovi modelli (in particolare la rinnovata Classe A) spingono le vendite mondiali a +6,2% su base annua. Il gruppo, che include Mercedes-Benz, Smart e Maybach, è andato forte soprattutto negli Stati Uniti e in Cina, con 118.609 unità vendute in un mese e oltre 1,1 milioni dall’inizio dell’anno.

La parte del leone la fa ancora una volta Mercedes-Benz, con vendite globali a ottobre pari a 109.632 vetture (+6,0%) mentre nei primi dieci mesi il totale è di 1.074.558 unità (+5,1%). Se in Europa spicca la crescita di Mercedes su grandi mercati, come Germania (+3,0% a ottobre) e Francia (+19,9%), il brand conferma il periodo positivo negli Usa dove il mese scorso ha toccato nuovi record con 23.978 unità vendute (215.596 dall’inizio dell’anno, +11,9%). Bene anche la Cina (inclusa Hong Kong), con un ottobre vicino al dato dello scorso anno e una crescita nei primi dieci mesi del 5.5% a 160.425 vetture. Numeri che, secondo il vicepresidente Joachim Schmidt, confermano “le aspettative per l’intero anno di nuovi record a livello mondiale”.

NTV chiude ottobre a + 24 % di viaggiatori

Si è chiuso il sesto mese di esercizio di NTV, 1-31 ottobre, con i seguenti numeri relativi al traffico servito:
- 1.052 treni effettuati con un tasso di puntualità pari al 93,6%;
- 336.535 viaggiatori trasportati (+ 24% rispetto a settembre);
- 48% di Load Factor medio;
- 141.243 iscritti al programma fedeltà Italo Più.

Dall'inizio dell'attività (28 aprile 2012) sono stati effettuati 4.109 treni con un tasso di puntualità pari al 95,3 % e un totale di 1.249.115 viaggiatori trasportati.
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner