Articoli marcati con tag ‘pedaggi autostradali’

AUMENTO PEGAGGI: CNA-FITA NON STARA’ A GUARDARE CHI, COME LUPI, SUI TEMI IMPORTANTI CONTINUA A FARE ORECCHIE DA MERCANTE

Al Ministero dei Trasporti le riforme non sono gradite e hanno il sapore della restaurazione di vecchie logiche. Sulle concessioni autostradali il Ministro Lupi mostra tutta la sua incapacità, o ancora peggio la non volontà, nello sciogliere uno dei nodi più antipatici che sta strangolando la mobilità in Italia. CNA-Fita denuncia, da tre anni a questa parte, come le nostre autostrade godano, ogni anno, di aumenti intollerabili per il trasporto professionale in conto terzi che così viene messo fuori mercato e vessato senza alternative di sorta. “Lupi ci aveva promesso un triennio senza aumenti – ha dichiarato Cinzia Franchini presidente nazionale dell’associazione degli autotrasportatori artigiani – e ora scopriamo che si prepara a concedere incrementi dell’1,5%, percentuale che rimane molto al di sopra dell’inflazione, ferma allo 0,20. Come se tutto questo non bastasse, si trasforma la Bre.Be.Mi., l’autostrada di soli capitali privati, in un’impresa a carico delle casse dello Stato che, con lo stanziamento degli ultimi 300 e passa milioni inseriti nella Legge di Stabilità, porta la sua esposizione a favore dell’opera a oltre 1,8 miliardi di euro e con un’ Autorità dei Trasporti a cui hanno preventivamente “messo il bavaglio”, completamente impossibilitata ad intervenire su questi temi. Non parliamo poi – ha proseguito la presidente della CNA-Fita – del rinvio concesso per sistemare e concedere i rinnovi delle concessioni senza nuove gare. Tutto ciò senza che i concessionari garantiscano al Paese e agli operatori professionali, come grandi utenti, alcunché in un momento in cui si chiedono agli artigiani e ai veri imprenditori sacrifici enormi. “Al Mit si fa la voce grossa con i deboli e si china pavidamente lo sguardo quando si incrocia quello dei cosiddetti potenti – ha concluso la Franchini”. CNA-Fita ha fatto molte proposte e per il 2015 alzerà il livello di denuncia nella convinzione che su questi nodi la Politica debba veramente cambiare verso.

MLFF la soluzione smart per i pedaggi

“Una soluzione al contenimento delle tariffe autostradali, che garantirebbe una gestione più efficiente e un servizio migliore per l’utente finale potrebbe derivare – sostiengono dalla kapsch Traffic Com, società specializzata nell’ITS che ha realizzato sistemi per la gestione delle ZTL in 35 città italiane e sistemi per l’esazione elettronica su autostrade senza caselli in tutto il mondo incluse le concessioni estere di Autostrade per l’Italia in Austria e in Cile – dall’adozione anche in Italia di tecnologie più moderne per l’esazione elettronica dei pedaggi.”
Scelta che tra l’altro diventerà obbligata a breve per via della Direttiva comunitaria 2004/52/CE sull’interoperabilità dei sistemi di tele pedaggio che chiede ai Paesi membri di uniformare il sistema di esazione elettronica dei pedaggi al fine di consentire agli automobilisti di avere un unico contratto, un’unica fattura e un’unica unità di bordo per circolare su tutta la rete stradale europea.

La Direttiva Ue e il MLFF

La Direttiva sull’interoperabilità rappresenta un’opportunità per modernizzare il sistema di esazione esistente e rendere l’infrastruttura autostradale italiana più competitiva. Molti Paesi si stano muovendo nella direzione de Multi-Lane Free-Flow (MLFF) un sistema di pedaggiamento senza barriere che sostituisce ai caselli un’infrastruttura a portali che registra il passaggio dei veicoli grazie a telecamere e sensori che comunicano con i dispositivi di bordo. Tale sistema permetterebbe di: Leggi il resto di questo articolo »

Autotrasporto-caro pedaggi: bene Lupi, adesso però convochi la CNA-Fita insieme alle associazioni che hanno reso possibile il dialogo.

CNA-Fita accoglie con soddisfazione l’apertura del ministro Lupi sul problema del rincaro dei pedaggi autostradali in risposta alla lettera aperta scritta dal Presidente Franchini al Presidente del Consiglio Enrico Letta, lo scorso primo gennaio. Che Il Ministro sia disposto finalmente a rivedere, migliorandola, la questione pedaggi, riconoscendo così l’insostenibilità di simili aumenti, è un passo avanti verso la richiesta di concretezza che l’autotrasporto e tutto il Paese hanno più volte invocato. Ora riteniamo fondamentale che il Ministro dei Trasporti riconvochi il tavolo di confronto con le rappresentanze dell’autotrasporto che hanno firmato il protocollo d’intesa del 28 novembre scorso, mettendo al primo punto all’ordine del giorno il tema pedaggi in modo che si possa condivedere una tempestiva soluzione che calmieri questo aumento indiscriminato. Ben venga l’idea dell’abbonamento per gli utilizzatori abituali proposta dal Ministro ma sicuramente anche la CNA-Fita sarà in grado di portare altre idee. Per questo da domani come associazione riteniamo urgente e necessaria una riunione straordinaria di Unatras affinché, anche il coordinamento unitario, affronti la questione nel modo corretto ed opportuno oltre che trasparente. “Bizzarra la preoccupazione di alcuni rappresentanti dell’autotrasporto – ha dichiarato Cinzia Franchini presidente nazionale CNA-Fita – per le sorti economiche dei concessionari autostradali! Preoccuparsi in questo momento se simili snodi di potere economico possono o meno permettersi di scontare aumenti ingiustificabili sembra una barzelletta, purtroppo non lo è e per questo auspichiamo che tutto l’autotrasporto, in modo unitario e trasparente, torni a schierarsi là dove è bene evidente l’interesse da tutelare. Diversamente – ha preseguito Cinzia Franchini – sarebbe utile a tutta la categoria che taluni rappresentanti si trasferissero altrove. Invitiamo invece i “poveri” concessionari – ha concluso Cinzia Franchini – a riflettere come sarebbe giusto comportarsi in frangenti economici di crisi come quelli che stanno travolgendo il nostro Paese e su come il loro ruolo, così come oggi impostato, non calzi più al futuro sviluppo dell’Italia”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner