Articoli marcati con tag ‘pendolari’

Trenitalia Regionale Toscana, stop ai viaggi senza biglietto. Prosegue la lotta all’evasione

Non cala – in Toscana –  il rigore contro i “furbetti” del treno, che intendono viaggiare sui convogli di Trenitalia Regionale senza biglietto o con un titolo di viaggio irregolare.
Circa 6.000 i controlli nella sola giornata di ieri. Risultato: 519 persone allontanate prima di salire a bordo perché prive di biglietto, 141 regolarizzate a bordo treno.
In 4 casi è stato necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine. Oggetto delle verifiche anche la titolarità degli abbonamenti a tariffa Isee per i quali, come noto, è necessario esibire il tagliando rilasciato dalla Regione Toscana.
Fra le realtà più controllate ieri le linee: Firenze – Pisa – La Spezia, Firenze – Prato – Viareggio e Firenze – Borgo San Lorenzo.
E’ la quinta volta dal novembre scorso che la Toscana finisce sotto la lente di ingrandimento della nuova attività strutturale e sistematica di controlli messa in piedi da Trenitalia.
L’attività è svolta da agenti toscani che, periodicamente, sono affiancati da un pool di colleghi provenienti da altre regioni.

Il pool nazionale svolgerà la sua attività in Toscana per due settimane: in tutto circa 50 agenti divisi in varie squadre che stanno concentrando i controlli soprattutto sui treni e nelle stazioni dove il fenomeno dell’evasione è più significativo.

Rispetto alle campagne precedenti l’elemento di novità è il nuovo biglietto regionale.
Introdotto ad agosto, ha dato un importante aiuto nella diminuzione nel numero di persone con biglietto irregolare.
Dettagli come il giorno di utilizzo, la città di partenza ed arrivo sono elementi che rendono più difficile la contraffazione o l’uso improprio del titolo di viaggio.

Viaggiare in regola è sempre più facile: solo in Toscana sono 4.700 i punti vendita di biglietti per treni regionali presso i tabaccai o le ricevitorie Lis Paga di Lottomatica e SisalPay, cui si aggiungono oltre 200 emettitrici self service, 35 biglietterie tradizionali, il sito internet trenitalia.com e l’app Trenitalia.
Inoltre dal 1° agosto i titolari di abbonamento regionale, acquistato on line, possono viaggiare mostrando direttamente la schermata del proprio smartphone, senza dover stampare il titolo di viaggio.

Trenitalia Regionale: videosorveglianza live sui treni per i pendolari, undici i convogli consegnati

Cresce la flotta dei Treni ad Alta Frequentazione di Trenitalia Regionale dotati di telecamere e monitor per la diffusione d’immagini “live” e di “people counter”, per calcolare con esattezza i passeggeri saliti e discesi in ogni stazione.

Da oggi sono complessivamente 11, otto nel Lazio e tre nel Veneto, i convogli che, primi assoluti in Europa, possono vantare questi particolari dispositivi tecnologici.

Ogni treno è equipaggiato con 22 monitor che diffondono in diretta le immagini di 32 telecamere: una novità assoluta in grado di offrire un viaggio più sereno e confortevole sui treni regionali di Trenitalia, diventando anche un deterrente per malintenzionati e vandali.

Infatti, la loro presenza è già servita, nelle scorse settimane, a individuare gli autori di alcuni atti vandalici e permettere così alle forze dell’ordine di poterli fermare e contestare loro i danni causati.

Altra importante novità è l’introduzione del “people counter”, un dispositivo che, mediante particolari sensori posti alle porte di accesso, consente di calcolare con esattezza il numero di passeggeri saliti e scesi dal treno durante tutta la sua corsa.
Questo permetterà di acquisire dati utilissimi per una sempre migliore pianificazione dell’offerta dei servizi: numero di corse e capacità dei treni.

La rivoluzione tecnologica intrapresa da Trenitalia riguarda in questa fase i 44 convogli TAF del Lazio e tutta la flotta TAF del Veneto, ma è prevista la sua estensione anche su altri convogli destinati ai pendolari.

Il programma d’installazione prevede il completamento dei lavori su tutti i treni a dicembre nel Lazio e a fine ottobre in Veneto.

L’investimento complessivo, nelle due Regioni, assomma a circa 13,5 milioni.

A usufruirne, a regime, saranno quasi 200mila passeggeri, di cui circa 170mila nel Lazio, in viaggio ogni giorno sulle linee del nodo ferroviario e dell’hinterland capitolino.

Software e apparecchiature di bordo sono il frutto di tecnologie di assoluta avanguardia, interamente made in Italy, realizzate in collaborazione con la società Almaviva, particolarmente attiva in Italia nell’ambito dell’ICT applicato al settore dei Trasporti e della Logistica.

Per l’implementazione di tutte queste funzionalità è stata realizzata una tecnologia di supporto: da una rete per il treno ad altissima performance (2Gbps), agli apparati di telecomunicazione (2/3/4 G) fino alla intranet WiFi del treno.

Trenitalia Regionale Campania: consegnato il primo treno jazz

La cerimonia del tradizionale taglio del nastro si è svolta sui binari dell’Impianto Frecciarossa di Gianturco, in occasione di una visita del Presidente della Regione Campania,Vincenzo De Luca, ai capannoni del più importante polo manutentivo dei treni veloci nel Mezzogiorno.

A fare gli onori di casa, gli amministratori delegati di Ferrovie dello Stato Italiane, Renato Mazzoncini, e di Trenitalia, Barbara Morgante.
Tra gli ospiti, Pierre-Louis Bertina, Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria, l’azienda costruttrice del Jazz, ultimo modello della famiglia Coradia Meridian, prodotto da Alstom Italia e commissionato da Trenitalia per il trasporto regionale.

Il treno consegnato oggi è il primo dei 12 esemplari destinati alla Campania entro il 2016, che già a settembre avranno raggiunto le 10 unità.

L’arrivo dei nuovi treni costituisce l’inizio della progressiva sostituzione delle ormai vetuste “Ale 724” che dall’inizio degli anni ‘80 effettuano i collegamenti di tipo metropolitano sulla Linea 2 e sull’itinerario Napoli – Torre Annunziata – Salerno.

Primi in Campania ad apprezzare le caratteristiche dei nuovi convogli, i passeggeri del Regionale 21280 in partenza oggi da Salerno (15.24) per Napoli Campi Flegrei (17.22).

I nuovi treni Jazz per i pendolari del Lazio

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato alla stazione Termini insieme all Amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, e all’Assessore regionale alle Politiche del Territorio e alla Mobilità, Michele Civita, uno dei nuovi treni Jazz in esercizio sulle ferrovie regionali.

Prosegue il miglioramento del comfort e della performance sulle linee ferroviarie regionali del Lazio gestite da Trenitalia grazie al rinnovo della flotta che, dallo scorso mese di Dicembre ad oggi, è passato dal 70% all’82% di nuovi treni. Grazie alla messa in servizio di 11 convogli Jazz e 19 carrozze Vivalto (che rientrano nel piano di investimenti che la Regione sta per firmare con Trenitalia) e in aggiunta alle 130 carrozze Vivalto già consegnate insieme ai 5 treni Jazz per il Leonardo Express e a 26 nuovi locomotori, si avvicina l’obiettivo del rinnovo di tutto il materiale rotabile a disposizione dei pendolari del Lazio. Con gli arrivi nel mese di Aprile di ulteriori treni (17 vetture Vivalto e 8 convogli Jazz), viene completato il rinnovo della flotta su alcune linee e incrementata la composizione di alcuni treni per i pendolari.

I miglioramenti sono apprezzabili sia in termini di comfort di viaggio che per l’incremento di posti offerti per treno, in particolare sulle linee:

FL 4 (Roma – Albano, Roma – Frascati, Roma – Velletri)dove viene completato il rinnovo della flotta con l’introduzione dei nuovi treni Jazz con allestimento base, adatto a percorsi suburbani a media frequentazione, con 308 posti a sedere compresi 2 posti per disabili, con accesso a raso al binario (senza gradini), bagni attrezzati per disabili e ampie aree di accesso;

FL 7 (Roma – Formia) dove è stato completato il passaggio dai convogli a media distanza ai nuovi treni Vivalto per ulteriori 18 treni. Si tratta di un ulteriore passo avanti verso il rinnovo completo della flotta della linea con l’utilizzo di nuovi complessi Vivalto su 30 treni giorno rispetto a i 12 precedenti: il numero di treni completamente rinnovati è pari al 45% di quelli in circolazione. Un’ulteriore novità è rappresentata dal fatto che i nuovi convogli Vivalto sono composti da 6 carrozze con 720 posti a sedere (+14% rispetto alla composizione attuale). Giornalmente sulla FL 7 sono offerti 1.620 posti in più con un aumento dei posti offerti nei giorni feriali pari al 3,7%.

Andamento performance

Grazie agli sforzi gestionali e finanziari continua il miglioramento della puntualità anche nel primo trimestre 2016 sia considerando l’impatto delle cause esterne che al netto di queste ultime.

Puntualità intero network (%) media 2016 media 2015 2016 vs 2015
entro 0-5′ ( con esclusione cause esterne) 93,9 88,9 5,0
entro 0-5′ ( comprese le cause esterne) 92,1 86,5 5,6

Le cancellazioni dei treni nel primo trimestre 2016 rispetto al 2015 si sono ridotte del 51% passando da 887 a 431 rispetto ad oltre 74 mila treni programmati .

I prossimi passi saranno rivolti soprattutto all’incremento della capacità di trasporto su diverse linee e al miglioramento ulteriore di puntualità e regolarità di trasporto.

Sule linee principali del Lazio, nel corso dell’ultimo triennio, sono stati incrementati i collegamenti ed è stato migliorato il comfort di viaggio per i pendolari. Rispetto al 2012, il numero di collegamenti giornalieri è passato da 838 a 906 corse (+8,1%).

Gli interventi descritti hanno generato un miglioramento del comfort di viaggio, percepito chiaramente dalla clientela che, nell’ultima rilevazione della customer satisfaction, si è ritenuta soddisfatta nel 70,5% dei casi contro il 60,6% dell’omologo periodo del 2015 (marzo). Mentre dal 2012, quando le rilevazioni erano pari al 55,7 di viaggiatori soddisfatti, l’incremento è stato di circa + 14,8%.

Un robusto aumento del trasporto su ferro è il cuore del Piano della Mobilità regionale e delle azioni messe in campo in questi mesi dalla Giunta regionale.

Con la linea ferroviaria FL3 passante, nuove linee di servizio metropolitano nella Capitale: con il prolungamento da Roma Ostiense a Roma Tirburtina della FL3 (Roma – Viterbo) e lo sviluppo dei servizi in occasione del Giubileo (52 collegamenti in più rispetto ai precedenti 154), finalmente Roma ha una nuova linea passante che, collegando la zona Nord Ovest della città con il versante Est, si configura come un vero e proprio servizio metropolitano con l’aggiunta di ulteriori 24.000 posti a sedere in più/giorno tra Roma Tiburtina e Roma Ostiense, 200 chilometri di rete su ferro al servizio di Roma e della sua area metropolitana.

Attraverso interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale da parte di Rete Ferroviaria Italiana , che in alcuni casi permettono già il passaggio di un treno ogni 7,5 minuti, è previsto un aumento della capacità delle linee per consentire un incremento della frequenza dei treni nell’area metropolitana.

Chiusura dell’anello ferroviario a Nord. Messo a regime il nuovo assetto infrastrutturale e tecnologico e rimodulati gli orari dei treni, il prossimo passo sarà la chiusura dell’anello ferroviario a nord. Aggiornando l’accordo con Rete Ferroviaria Italiana e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle “Opere infrastrutturali su ferro”, la Regione punta alla chiusura dell’anello per farlo diventare il fulcro del trasporto pubblico locale dell’intera area metropolitana.

Leonardo Express Roma Termini – Fiumicino Aeroporto
Dal mese di marzo sono aumentati i collegamenti no- stop da Roma Termini a Fiumicino Aeroporto: 110 collegamenti giornalieri, con un incremento di 2.200 posti pari al 7,8% in più. Dalle 7.35 alle 20.05 in partenza da Roma e dalle 8.23 alle 20.00 da Fiumicino, la frequenza del Leonardo Express è di un treno ogni 15 minuti

Alta Velocità a Fiumicino Aeroporto. Dallo scorso mese di dicembre. Grazie ad un accordo sottoscritto con Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, viaggiano due coppie di treni ad alta velocità diretti da Fiumicino a Venezia, passando per Roma, Firenze e Bologna, che stanno contribuendo al rilancio competitivo del principale aeroporto internazionale italiano e dei trasporti verso la Capitale.

Trenitalia regionale Lazio: in arrivo nuovi treni, più corse e più posti a sedere per i pendolari

Sono le novità in arrivo da domenica 13 marzo nel trasporto regionale del Lazio gestito da Trenitalia.

Da domenica prossima Trenitalia Regionale, in accordo con la Regione Lazio, arricchirà l’offerta per i pendolari introducendo in servizio altri nuovi treni Jazz e Vivalto, aumentando i posti a sedere su alcune corse e potenziando l’offerta da Roma all’aeroporto di Fiumicino. Proseguendo, così, nel percorso di miglioramento delle performance di qualità, puntualità e regolarità del viaggio dei treni regionali.

L’arrivo di nuovi convogli avviene nel pieno rispetto dei tempi previsti, secondo quanto stabilito nel piano di rinnovo della flotta regionale di Trenitalia Lazio: a oggi l’82% dei convogli sono nuovi.  Solo a novembre 2015 la percentuale era del 70%. In poco meno di quattro mesi, alle 130 carrozze Vivalto, cinque Jazz aeroportuali e 26 locomotori E464 già recentemente acquisiti,  Trenitalia ha aggiunto ulteriori 19 nuove carrozze Vivalto e 11 convogli Jazz.

Nel dettaglio, le principali variazioni all’offerta, in vigore da domenica:

FL4 Roma – Albano/Frascati/Velletri
Sulle linee per i Castelli, i nuovi treni Jazz sostituiranno i convogli MD (Media Distanza), vecchi di 31 anni, migliorando il viaggio in termini di comfort. Il Jazz è moderno e offre più servizi ai viaggiatori: prese di corrente a 220 V, predisposizione per wi-fi, ampi finestrini e un sistema di climatizzazione di ultima generazione. Sono 308 i posti a sedere e l’ingresso alle carrozze è “a raso” del marciapiede e facilita la salita e discesa dei passeggeri.

Linea FL7 Roma – Formia
Circoleranno sulla FL7 due nuovi Vivalto, dei quattro previsti entro aprile, con un incremento del 3,7% dei posti a sedere, pari a 1.620 posti in più al giorno. Entro aprile anche sulla Roma – Formia sarà completata la sostituzione di tutti i tradizionali convogli MD con i più capienti Vivalto: per ogni viaggio l’incremento dei posti a sedere sarà pari al 14%.

Leonardo Express  Roma Termini – Fiumicino Aeroporto

Aumentano i collegamenti no- stop da Roma Termini a Fiumicino Aeroporto: otto corse giornaliere in più. Dagli attuali 102 treni giorno si passerà a 110, con un incremento di 2.200 posti pari al 7,8% in più di quelli attualmente offerti. Dalle 7.35 alle 20.05 in partenza da Roma e dalle 8.23 alle 20.00 da Fiumicino, la frequenza del Leonardo Express è di un treno ogni 15 minuti.

Trenitalia Veneto, aumentano i treni e i posti a disposizione dei pendolari

Più corse ferroviarie e treni più capienti, e quindi più confortevoli, a vantaggio dei pendolari veneti.

Le novità prenderanno il via dal prossimo 14 settembre e accolgono molte delle richieste dei pendolari, presentate e discusse nel corso dei tavoli tecnici con la Regione Veneto, committente del servizio.

I principali interventi
Sulla linea Verona – Venezia nei giorni feriali l’offerta commerciale verrà ulteriormente potenziata con due nuovi Regionali Veloci: il 2733 (Verona 6.48 – Venezia 8.10) e il 2734 (Venezia 20.40 – Verona 22.02).

Inoltre, cinque coppie di treni, fra cui il RV 2707 (Verona 6.29 – Venezia 8.48) e il RV 2722 (Venezia 17.12 – Verona 18.39) verranno effettuate con materiale Vivalto a 7 vetture, i posti a sedere passeranno dagli attuali 628 a 810 per ciascun convoglio.

Con questi provvedimenti Trenitalia incrementa il livello di comfort e il numero di posti offerti complessivamente sulla linea che passeranno da 53700 a 55700 (numeri relativi al giorno feriale medio), un incremento dell’offerta pari al 4%.

Analogo provvedimento per cinque coppie di treni sulla linea Bologna – Venezia, dove si è mirato a ridurre in particolare l’affollamento del RV 2222 (Bologna 6.20 – Venezia 8.18) e del RV 2245 (Venezia 17.42 – Bologna 19.43). Anche i questo caso aumenteranno i posti offerti sulla linea, da 31000 a 32900, un incremento dell’offerta pari a al 6%.

Novità anche sulla linea Belluno – Conegliano. In risposta alla richiesta – avanzata dal comitato “Treno dei Desideri” e dai Sindaci dei territori interessati – di un collegamento che consentisse ai pendolari bellunesi di raggiungere Venezia intorno alle 8.00 del mattino, è stata istituita con periodicità feriale la nuova corsa stradale VE301 in partenza da Belluno alle 5.43, con arrivo a Conegliano alle 6.55 e prosecuzione per Venezia con il RV 2441 (Conegliano 7.05 – Venezia Santa Lucia 7.56).

Dall’inizio dell’anno sono state molteplici le modifiche all’offerta commerciale di Trenitalia volte a potenziare il servizio offerto nel trasporto regionale. Regione Veneto e Trenitalia stanno analizzando ulteriori richieste dei comitati pendolari, fra queste vi sono alcune implementazioni all’offerta sulle linee Bassano – Venezia e Portogruaro – Venezia che si realizzeranno a partire dal mese di dicembre 2015.

Firenze, Santa Maria Novella: i nuovi Jazz e Swing presentati venerdì 13 febbraio

I nuovi treni Jazz e Swing, dedicati ai pendolari, saranno presentati alla Regione Toscana venerdì prossimo, 13 febbraio, alle 12.30 al binario 5 della stazione di Firenze Santa Maria Novella.

Alla cerimonia saranno presenti il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, l’Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Vincenzo Cecarelli, l’AD di Trenitalia Vincenzo Soprano, l’AD di Alstom Italia Pierre-Louis Bertina e il Presidente del CdA PESA Tomasz Zaboklicki, oltre al Direttore Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia Orazio Iacono e al Direttore Regionale Trenitalia Toscana Gianluca Scarpellini.

Per sottolineare l’importanza della doppia consegna dei treni, il taglio del nastro sarà accompagnato dalle note dal vivo di un complesso jazz & swing. All’inaugurazione seguirà la visita dei treni.

Alto Adige, wifi e sedili personalizzati sui regionali

Un treno Flirt

Saranno i cittadini a scegliere il modello dei sedili per i nuovi treni regionali dell’Alto Adige. Con 2.826 preferenze su 5.199 espresse nell’ambito di un ”comfort test” la versione blu dei sedili è risultata vincente agli occhi dei viaggiatori e quindi sarà adottata per gli allestimenti dei nuovi treni Flirt. Complessivamente, ha detto l’assessore Thomas Widmann, saranno circa 2mila le sedute ad essere installate negli 8 nuovi treni Flirt e nei vagoni accessori per i treni attualmente in circolazione.

Più comfort per i passeggeri ma anche più spazio per il trasporto delle bici sui nuovi treni, che prenderanno servizio a partire da dicembre 2013. Gli otto nuovi treni a pianale ribassato saranno dotati anche di Wifi per permettere ai passeggeri di accedere a internet durante il viaggio. Il ”comfort test” era stato proposto nelle stazioni di Bolzano, Merano e Brunico dove erano state esposte quattro diverse coppie di sedili da confrontare e provare ‘dal vivo’.

La Toscana multa Trenitalia: condizionatori fuori uso

Caldo&treni

In quindici giorni trovati il 15% dei condizionatori guasti a bordo dei treni regionali. E ora la Toscana medita di elargire salate sanzioni a Trenitalia. Duecento i controlli effettuati nelle ultime due settimane: l’85% degli impianti funzionava, ma si tratta di “una percentuale troppo bassa in base agli standard di qualità fissati dal contratto tra la Regione e Trenitalia”, secondo l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao. La percentuale minima di funzionamento prevista da contratto, infatti, prevede la soglia del 94%. “Se l’andamento resterà questo – avverte Ceccobao – scatteranno le sanzioni previste dal contratto perché è inaccettabile che nel 15% dei casi l’aria condizionata non funzioni”.

Le penali previste nei confronti di Trenitalia sono progressive: più alta sarà la percentuale dei disagi verificati, maggiore sarà la multa. ”Invito i cittadini a continuare a segnalarci le situazioni di disagio – aggiunge l’assessore – chiamando il numero verde del trasporto pubblico 800-570 530 oppure scrivendo a numeroverdetpl@regione.toscana.it”. La campagna straordinaria degli ispettori regionali per il monitoraggio del funzionamento dei climatizzatori sui treni, conclude una nota, proseguirà per tutta l’estate in aggiunta ai normali controlli.

Roma-Abruzzo, una nuova stazione allarga la rete metropolitana

Più treni tra Roma e Valle d'Aniene

E’ stata inaugurata ieri la nuova stazione Valle dell’Aniene (già Mandela-Sambuci), che da oggi, con l’entrata in vigore del nuovo orario, avrà un ruolo centrale nei collegamenti ferro-gomma tra il territorio di riferimento e la città di Roma.

Il potenziamento del nodo di scambio Valle dell’Aniene, infatti, include il coordinamento degli orari bus Cotral con quelli ferroviari. I Comuni della via Sublacense vengono collegati attraverso l’istituzione di una navetta Express fra la stazione Valle dell’Aniene e il Comune di Subiaco, in coincidenza con l’arrivo dei treni da Roma. Gli obiettivi del nuovo modello d’esercizio della linea ferroviaria Fr2 Roma-Tivoli-Avezzano, fa sapere la Regione, prevedono treni più veloci per i percorsi più lunghi e più confortevoli per chi utilizza il servizio metropolitano. L’organizzazione del modello sulla Fr2 è avvenuta suddividendo l’offerta ferroviaria su tre livelli di servizio distinti: un servizio di breve e brevissima distanza (Tivoli e Lunghezza per la Fr2) a carattere suburbano e urbano con due linee di percorso e fermate capillari nel territorio; un servizio di distanza medio-lunga (Avezzano) a carattere generale veloce che esclude le fermate del servizio metropolitano; un servizio sovraregionale veloce a lunga distanza (Sulmona/Pescara) con poche fermate. I nodi principali sono 7: Lunghezza, Guidonia, Tivoli, Valle dell’Aniene, Carsoli, Tagliacozzo, Avezzano.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner