Articoli marcati con tag ‘Piano della Logistica’

La consulta risponde a Passera: ecco le priorità

Il Presidente della Consulta per l'autotrasporto ela Logistica , Mino Giachino

Importante riunione della Assemblea della Consulta dell’autotrasporto e della logistica che esamina le 4 proposte della prima fase della attuazione del Piano nazionale della logistica, approvate dall’Esecutivo su proposta del Comitato scientifico composto dai Prof.Gros-Pietro, Incalza, Bologna, Boitani, Rocco Giordano, Riguzzi e Dallari.

Voto favorevole di tutta l’Assemblea con soli 4 astenuti.

Sostegno sia dall’autotrasporto sia dalla committenza.

Approvazione da parte dei Dirigenti dei vari Ministeri.

Ora le proposte sono state inviate al Ministro Passera e agli Uffici per l’ultimo esame. E’ ragionevole pensare che le proposte normative in particolare delle due prime proposte: accelerazione sportello doganale e distribuzione urbana delle merci siano inseriti nel prossimo decreto sulle infrastrutture.
La decisione è tanto più importante perché proprio ieri è uscita l’analisi della Banca mondiale che  retrocede l’Italia logistica  di due posti nella graduatoria della inefficienza logistica ,dal 22 al 24° posto.
Le cronache ci segnalano da un lato il caso Ikea che minaccia di lasciare un nostro porto importante per la lentezza dei controlli doganali
Nell’attesa che le misure varate dal precedente e dall’attuale Governo per sbloccare le infrastrutture diano i risultati che tutto il Paese si attende, molto possono fare anche le misure che sblocchino le più importanti inefficienze logistiche: la lentezza dei controlli doganali e la congestione urbana del traffico.
La Consulta dell’autotrasporto e della logistica, che per legge ha il compito di lavorare al Piano nazionale della logistica, sulla base della recente direttiva del Ministro Passera che ha chiesto di indicare le azioni del Piano in grado di produrre cambiamenti significativi a breve, nell’efficienza logistica del nostro Paese che assomma a 40 miliardi di euro, una vera e propria tassa sul nostro sistema economico e produttivo, ha definito e approvato quattro proposte operative che potranno dare risultati importanti nel corso di quest’anno, come prima parte della attuazione del Piano nazionale della logistica.
La novità del metodo scelto dalla Consulta sta nel fatto che alle importanti analisi fanno già seguito proposte di norme a costo zero che auspichiamo possano confluire, -dice il Presidente Giachino – nel decreto infrastrutture che il Governo ha al suo esame e che potranno produrre cambiamenti già nei prossimi mesi.
Dopo i due Piani del 2001 e del 2006 che sono finiti nelle biblioteche di lettura degli addetti ai lavori, il lavoro della Consulta rappresenterebbe una bella e importante novità per rendere più competitivo il nostro sistema economico e produttivo per farlo crescere di più.
Sarebbe la prima volta che a un Piano nazionale della logistica seguono proposte concrete di attuazione e di miglioramento dell’efficienza.

Giachino, necessario partire subito con piano della logistica

Secondo Giachino è necessario recuperare 10 punti all’anno in termini di efficienza logistica

“Occorre portare avanti già da quest’anno il piano della logistica per rendere il nostro Paese più competitivo nell’attesa che si realizzino le grandi opere infrastrutturali”. Questo l’invito rivolto agli operatori del settore dal sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Bartolomeo Giachino, intervenuto in un convegno organizzato dall’autorità portuale della Spezia. Secondo Giachino è necessario recuperare 10 punti all’anno in termini di efficienza logistica per risalire la classifica che vede l’Italia solo 80esima a livello mondiale.

Il sottosegretario ha poi ricordato le tre azioni sulle quali intervenire tempestivamente: lo sportello unico doganale, la norma sui tempi di attesa nel carico scarico delle merci e la distribuzione urbana delle merci.

Da Ansa – Canale mare

UIR dice la sua sul Piano logistico 2011/2020

L'opinione dell'Uir sul Piano logistico: poche priorità e azioni concrete

“Un piano per la logistica davvero efficace deve fare scelte ed indicare priorità. Un lungo elenco di obiettivi, senza gerarchie ed effettiva capacità di esecuzione, rischia solo di essere un proclama di buone intenzioni destinato a non lasciare traccia nei comportamenti e nelle aspettative del mercato”. Parole di Alessandro Ricci, Presidente dell’Unione Interporti Riuniti, che così commenta il documento preparato dalla Consulta Generale per l’Autotrasporto e la Logistica. Secondo l’Uir – che ha pubblicato il suo contributo al Piano della Logistica 2011/2020 – la via d’uscita per ribaltare la marginalizzazione dell’Italia nei collegamenti internazionali sarebbe definire una politica semplice ma concreta. Tre gli assi di intervento su cui puntare nel piano: una politica fiscale coerente, il sostegno all’intermodalità e alla co-modalità e la semplificazione delle procedure doganali.

Il piano porti al Cipe entro marzo

Il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino

Il piano del governo per la logistica italiana andra’ al Cipe entro il mese di marzo. Lo ha annunciato oggi il sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino, intervenendo a un convegno promosso dalla Uil a Genova.
”Nel piano – ha ricordato Giachino – ci sono tutte le azioni necessarie per tornare a far crescere di piu’ il Paese. Insieme agli interventi inseriti nel decreto Milleproroghe, appena approvato, sara’ il secondo patto strategico per rilanciare il Paese”.
Il sottosegretario ha evidenziato come ”l’Italia, a causa della minore competitivita’ della logistica, perda traffici diretti all’Italia pari a 4 miliardi di euro oltre ad almeno movimenti di merci per altri due-tre miliardi diretti ai Paesi del centro Europa che seguono altri percorsi”.
Il sottosegretario Giachino ha quindi fatto un invito ”a tutte le parti sociali, a partire da quelle del porto di Genova, a non fare scioperi e a non bloccare le attivita’ in questo anno cruciale in cui si discute e si lavora per lo sviluppo’.

dall’ansa canale mare

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner