Articoli marcati con tag ‘pneumatici’

I pneumatici giunti a fine vita diventano un campo da calcio a 7 e un campo da tennis donati al Comune di Pollica

Due nuovi campi sportivi in gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso per il Comune di Pollica. A donarli all’Amministrazione sarà Ecopneus, la società senza scopo di lucro tra i principali responsabili della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia che domenica 24 aprile alle ore 10,30 presso il Fit Village di Acciaroli inaugurerà un campo da calcio a 7 e uno da tennis.

La giornata si aprirà con il fischio d’inizio sul campo alle ore 9,30 cui seguirà il taglio del nastro alla presenza del sindaco di Pollica Stefano Pisani, dell’attore Sergio Castellitto e del Direttore Generale di Ecopneus, Giovanni Corbetta, che illustrerà i vantaggi di allenarsi e giocare su gomma riciclata da pneumatici fuori uso. A seguire, ci si sposterà presso Palazzo Vinciprova, per l’inaugurazione, curata dal Comune e da Legambiente, del Museo Vivo del Mare e del Museo Vivente della Dieta mediterranea, dove sarà conferita la cittadinanza onoraria di Pollica a Sergio Castellitto, protagonista della fiction Rai “il sindaco pescatore”, dedicata ad Angelo Vassallo.

Realizzati con la collaborazione delle aziende Geos, MGM e RAF, i campi contengono la gomma da riciclo ottenuta dal trattamento di circa 165 tonnellate di Pneumatici fuori Uso, l’equivalente in peso di oltre 18.000 pneumatici per autovettura.

Nel 2015 in Campania sono state raccolte dalla filiera Ecopneus complessivamente 22.887 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso, di cui 9.812 t nella provincia di Napoli, 6.385 t nel Salernitano, 3.387 t a Caserta, 1.842 t ad Avellino e 1.461 t a Benevento. Anche nel 2016 proseguono in linea i prelievi presso gommisti, stazioni di servizio e autofficine in tutta la Regione, con oltre 5.000 tonnellate già raccolte nel primo trimestre.

Ecopneus, in Campania come nel resto d’Italia, coordina le operazioni di rintracciamento, raccolta, trattamento e recupero dei Pneumatici Fuori Uso da cui si ottiene principalmente gomma da riciclo impiegata per realizzare asfalti “modificati”, isolanti acustici, arredi urbani e superfici sportive come quelle realizzate a Pollica.

Vorrei ringraziare Ecopneus per il dono che ha fatto a Pollica restituendo a tutta la comunità la possibilità di fruire di due campi sportivi grazie al ricicloha dichiarato Stefano Pisani, Sindaco di Pollica. “Questa iniziativa si inserisce nella strategia di sviluppo del nostro territorio e ci consente inoltre di continuare ad applicare un concetto per noi molto importante “nulla si distrugge, tutto si trasforma”, come nel caso dei pneumatici. La tutela delle nostre risorse è un messaggio essenziale che dobbiamo trasmettere alle generazioni future, anche attraverso la pratica sportiva“.

A Pollica abbiamo realizzato un intervento come esempio di circular economy per uno sport sostenibile e dalle massime prestazioniha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus. Un’ulteriore conferma dell’impegno che, da anni, Ecopneus porta avanti per il consolidamento dei mercati di impiego della gomma riciclata da PFU. Crediamo, fermamente in un modello di sviluppo sostenibile capace di generare impatti positivi sul territorio e per la comunità”.

Bandag porta le flotte più lontano

Bandag, leader mondiale nella produzione di pneumatici ricostruiti di qualità premium, è lieta di annunciare il lancio in Europa di un nuovo disegno battistrada Ultra Wide Base per mega trailers: un pneumatico per tutte le posizioni per uso Regionale: Bandag BRR-UWB. L’innovativo battistrada offre ai gestori di flotte numerosi benefici quali: prolungata vita dei pneumatici grazie alla maggior resistenza all’usura, notevole risparmio di carburante ed eccellente sicurezza sul bagnato. Ne conseguono un elevato chilometraggio, tempi di inattività minimi, e quindi un basso costo per chilometro, caratteristiche che permettono agli operatori del settore di ottenere il massimo dalle carcasse e dalla loro attività.

Essendo caratterizzato da un’alta resistenza all’usura e da una bassa resistenza al rotolamento, il pneumatico Bandag BRR – UWB consente ai gestori di flotte europee di affrontare le sfide del trasporto regionale e al contempo di ottenere il massimo dalle loro carcasse.

Harald Van Ooteghem, Senior Manager Truck & Bus Pneumatici Category Management: “Frequenti cambi di carico, curve strette, condizioni stradali imprevedibili … il trasporto regionale pone numerose sfide sia per i conducenti, sia per i gestori di flotte. Ed è per questo che Bridgestone ha sviluppato Bandag BRR–UWB: un pneumatico per rimorchio che offre ottime prestazioni, lunga durata, alta affidabilità, e resistenza all’usura , in grado di aumentare ulteriormente la vita del pneumatico negli anni grazie al processo di ricostruzione del leader al mondo Bandag”

YOKOHAMA 110L Il nuovo pneumatico Truck per asse sterzante e per impiego autostradale

Yokohama presenta il nuovo pneumatico per asse sterzante Yokohama 110L. Questo nuovo modello soddisfa le esigenze di quegli utenti che necessitano di ottimizzare la percorrenza e quindi l’efficienza economica dei propri trasporti.
La novità più importante che riguarda Yokohama 110L risiede nella sua carcassa capace di aumentare la capacità di carico a parità di misura. La dimensione 315/60 R22.5 ottiene per esempio lo stesso indice di carico della 315/70 R22.5, ovvero passa da LI 154 a LI 156. La nuova struttura della carcassa, denominata “Spiraloop”, è contraddistinta da una struttura senza giunture che apporta numerosi altri benefici quali:
- Resistenza all’uso e agli urti
- Minor torsione durante l’utilizzo in curva e quindi minore stress sull’intero pneumatico
- Usura regolare grazie a una resistenza migliorata, alle scanalature longitudinali ondulate che favoriscono l’espulsione dei sassi e alle lamelle laterali sui cordoli che ottimizzano il contatto al suolo
Yokohama 110L reca il logo “Spiraloop” sul fianco ed è dotato anche di una mescola BluEarth a basso impatto ambientale. Questo modello è il primo pneumatico autocarro costruito con questa tecnologia, tradizionalmente applicata ai prodotti vettura, che favorisce una diminuzione della resistenza al rotolamento e quindi una maggiore longevità del componente con benefici effetti sui consumi di carburante e sulla resa di esercizio di un mezzo pesante.
Yokohama 110L è disponibile nella misura 315/60 R22.5.

Ecopneus si farà carico di altri 220 mila pneumatici extra target

Facendosi integralmente carico di un ulteriore extra-costo, lunedì e martedì prossimi Ecopneus raccoglierà ulteriori 220 mila PFU, pari a circa 2.000 tonnellate.

La decisione è stata presa ieri a seguito di richiesta del Ministero dell’Ambiente e su interessamento diretto del Ministro Galletti; la raccolta verrà espletata con una procedura straordinaria e in via del tutto eccezionale a causa dell’esaurimento delle risorse disponibili derivanti dai contributi. Già nei giorni scorsi, Ecopneus aveva proseguito l’attività di raccolta anche dopo il raggiungimento del target di legge, seppur in una situazione di sovra-costo rispetto ai contributi ricevuti; i prelievi erano poi stati bloccati lunedì 14 dicembre, una volta terminate le risorse disponibili.

“Per evitare che questo problema si ripresenti anche il prossimo anno – dichiara Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus – bisogna assicurare che tutti gli operatori del ricambio vendano i pneumatici in modo regolare e provvisti di documenti fiscali. Solo così si riescono a raccogliere risorse sufficienti a coprire i costi del recupero di tutti i PFU generati. Bisogna far emergere il giro di affari derivante dalle vendite in nero e affrontarlo con tutti i mezzi a disposizione. A farne le spese sono gli operatori onesti e, soprattutto, i contribuenti: le vendite irregolari provocano un danno all’erario per il mancato incasso dell’IVA e costringono i produttori ad aumentare il contributo per far fronte all’emergenza ambientale derivante dalla mancata raccolta. Ecopneus è pronta a fare tutto il possibile per contrastare abbandoni illegali che potrebbero derivare dalla fermata della raccolta ma un comportamento etico e corretto di tutta la filiera e il sostegno di tutte le associazioni di categoria coinvolte, risolverebbe questa disfunzione che è ormai più che evidente”

Pneumatici Fuori Uso: in Italia 25.000 tonnellate a rischio abbandono

Ecopneus annuncia il superamento del proprio target annuale di raccolta dei Pneumatici Fuori Uso. Si stimano però almeno altre 25.000 tonnellate di PFU “extra” rispetto al target complessivo nazionale da gestire e a rischio di abbandono se non raccolte o correttamente stoccate presso i “gommisti”, derivanti dalla vendita in nero di pneumatici e dal trasferimento nel mercato del ricambio di pneumatici staccati da veicoli in demolizione.

I pneumatici venduti irregolarmente, infatti, oltre ad evadere il contributo ambientale e l’IVA sul prezzo d¹acquisto, costituiscono quantitativi “eccedenti” non contabilizzati nelle quote di responsabilità dei diversi soggetti preposti alla gestione dei PFU. Si tratta di PFU che “non esistono” per il circuito legale, ma che viceversa si trovano presso i punti di raccolta, se non già avviati verso un trattamento altrettanto irregolare.

Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus ha dichiarato: “Per il 5° anno consecutivo Ecopneus ha deciso di accollarsi una parte importante del problema, continuando per ora a raccogliere PFU e alleggerire quindi, con le proprie risorse economiche residuali, il potenziale grave problema nazionale. Lo facciamo perché lo riteniamo un comportamento responsabile, coerente con il mandato dei nostri Soci e con il modo di lavorare che abbiamo scelto di attuare, fin dall’inizio”.

Sin dal primo anno di avvio di attività, infatti, Ecopneus si è fatto carico del problema per quantitativi significativi: rispetto al milione di tonnellate di PFU gestite complessivamente nei primi 4 anni di vita, ben 67.000 tonnellate sono state raccolte e recuperate oltre l’obbligo di legge e senza contare gli interventi negli “stock storici”Nel 2014 è stato toccato il picco del fenomeno con un +13% di raccolta extra-target per Ecopneus, pari a quasi 30.000 tonnellate.

Per legge, il target annuale di raccolta per i sistemi di gestione dei PFU è pari alla quantità di pneumatici immessi al consumo dai rispettivi Soci nell’anno precedente, al netto della quota di pertinenza dei pneumatici usati esportati per il mercato del riuso e della ricostruzione. Su tale quantitativo deve essere calcolato il valore dei contributi e così, raggiunto il target, i Consorzi non hanno più obbligo di raccolta dei Pneumatici Fuori Uso presso gommisti, officine, stazioni di servizio, né risorse economiche per le relative attività.

“Per fare fronte alla situazione descritta” conclude Corbetta “Ecopneus continua ancora per altre giornate la raccolta “extra-target”; una decisione che va a beneficio:

·       dei “gommisti”, che evitano gli inconvenienti di dover provvedere individualmente al trattamento dei propri rifiuti, non gestiti dal sistema nazionale;

·       del Paese, che vede ridotto il rischio di abbandono da parte di operatori poco corretti;

·       delle Istituzioni, che dovranno però impegnarsi nell¹affinamento della normativa vigente per far fronte a questo problema”.

Online il nuovo sito di Continental pneumaticir

Continental presenta una versione completamente rinnovata del sito web della divisione pneumatici, con una progettazione più intuitiva e funzionale, in linea con le esigenze e modalità di ricerca degli utenti.

Il progetto ha un taglio e creazione internazionale e coinvolge le divisioni Tires di Europa, Asia e America. Sempre più spesso il pubblico utilizza il web per informarsi prima dell’acquisto di pneumatici: di conseguenza, il nuovo sito è stato concepito per offrire un accesso più rapido alle informazioni ed aiuta gli utenti nella loro ricerca, consentendo di individuare facilmente -tra tutti gli pneumatici a disposizione- quelli più idonei per le loro esigenze. Proprio il motore di ricerca interno è fra le key-feature del sito, progettato peraltro non solo per le esigenze del pubblico ma anche di partner e giornalisti. Innovativo e disponibile da ora il download di schede tecniche, immagini e video.

Caratterizzato da un design responsive, il sito presenta inoltre una nuova combinazione di colori e la navigazione è ottimizzata anche per smartphone e tablet: l’obiettivo è stato quello di rendere le informazioni immediatamente disponibili, indipendentemente dalla tipologia di consumatore e dal device utilizzato. L’immediata accessibilità a foto e video, anche di grande formato, è migliorata sensibilmente e contribuisce ad agevolare in modo significativo l’esperienza di navigazione del consumatore. Direttamente dal sito della divisione pneumatici, i visitatori potranno accedere ad ogni sezione specifica del sito per consultare le differenti categorie di prodotto -auto, autocarro e veicoli industriali e speciali- ricevendo informazioni specifiche sulle soluzioni Continental e sulle tecnologie che l’azienda può proporre.

Questi i link ai siti specifici delle divisioni auto, autocarro e veicoli industriali e speciali:

• www.continental-pneumatici.it/auto

• www.continental-pneumatici.it/truck-autobus

• www.continental-pneumatici.it/industria-agro

Il lancio del nuovo sito Continental pneumatici, anticipa un profondo rinnovamento da parte dell’Azienda, rispetto alla propria presenza sul web. On-line dal 15 settembre nella versione tedesca e da oggi in Italia, il format del nuovo sito è in fase di progressiva attivazione in altri 50 paesi tra Europa, America ed Asia.

Affronta l’inverno con Bandag

Bandag, leader del mercato dei pneumatici riscostruiti di prima qualità, amplia la sua offerta con il lancio di tre nuovi pneumatici ricostruiti per l’inverno. Con la promessa di garantire maggiore sicurezza, maneggevolezza ed efficienza anche in condizioni invernali, la nuova gamma di pneumatici invernali Bandag, forte delle più innovative tecnologie Bridgestone per il design del battistrada e delle mescole, offre ottima aderenza in condizioni invernali e su fondi ghiacciati e un alto potenziale di chilometraggio. I pneumatici trattivi Bandag W990+ e Bandag M852 e M788 per rimorchio, possono affrontare tutte le tipologie di strada e tutte le condizioni climatiche, dagli inverni più miti a quelli più rigidi delle regioni del nord. I nuovi pneumatici Bandag aiutano le flotte a prolungare la vita dei loro pneumatici e a ridurre il costo totale per km. In questo modo sia le flotte che le attività, possono affrontare l’inverno in sicurezza!

Un parco divertimenti con gomma riciclata: la scelta green di Leolandia, in collaborazione con Ecopneus,

Un’area gioco di 400 metri quadrati con pavimentazioni in gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso per giocare in sicurezza: così Ecopneus – società senza scopo di lucro che si occupa della gestione del 70% dei Pneumatici Fuori Uso presenti in Italia – ha scelto di sostenere Leolandia, il parco divertimenti del bergamasco, nel suo percorso verso la piena sostenibilità intrapreso già da cinque anni.

Grazie al supporto di Ecopneus, nella nuova area parco il “Mondo di Peppa Pig”, sono state realizzate diverse superfici in gomma riciclata, utilizzando granuli dai colori vivaci per consentire ai più piccoli di immergersi nel mondo di uno dei loro cartoni più amati, giocando in massima sicurezza. Sarà qui che, durante tutto “Settembre Gustosamente Verde”, il mese che Leolandia dedica all’eco-divertimento, i bambini potranno comprendere l’importanza del riciclo, tra giochi d’acqua e coloratissimi pannelli illustrativi. Seguendo il percorso “Che fine fanno i pneumatici?” ogni sabato, infatti, sarà possibile scoprire cosa può diventare un pneumatico una volta giunto a fine vita e come può divenire una nuova risorsa da utilizzare. Infine, sabato 19 settembre durante “Puliamo il MiniMondo”, uno degli eventi più amati del parco, organizzato in collaborazione con Legambiente, saranno coinvolti 300 bambini delle scuole del territorio e un gruppo di piccoli ospiti che, divisi in squadre, puliranno “Minitalia” dai rifiuti abbandonati da un gruppo di adulti irresponsabili imparando come differenziarli per produrre nuovi beni utili alla vita di tutti i giorni.

Per pavimentare la nuova area all’interno del “Mondo di Peppa Pig” di Leolandia sono stati impiegati 22,300 kg di gomma riciclata proveniente da Pneumatici Fuori Uso. Un materiale ottimale per realizzare le aree gioco perché antiscivolo in presenza di giochi d’acqua e capace di garantire una maggiore sicurezza antitrauma in caso di caduta. Queste pavimentazioni si distinguono, inoltre, per la capacità di resistere ad urti improvvisi senza spezzarsi, garantendo una lunghissima durata nel tempo e una forte resistenza all’usura. E’ grazie a queste qualità che uno dei principali impieghi dei granuli e polverini di gomma provenienti dal recupero dei pneumatici fuori uso sono proprio le aree gioco, in cui solo nel 2014 sono state impiegate quasi 8 tonnellate di pneumatici.

YOKOHAMA CREDE IN UNA CRESCITA RISPETTOSA DELL’AMBIENTE

Yokohama Rubber annuncia una serie di importanti investimenti in alcuni dei suoi siti produttivi più rilevanti. Le novità in fatto d’incremento e diversificazione della produzione, unitamente al progredire del Forever Forest Program, riguardano vari stabilimenti tra cui i nuovi presenti in Russia, Cina e India.

Yokohama ha dato il via alla produzione di pneumatici di primo equipaggiamento per Nissan X-Trail nella fabbrica russa, fino ad oggi dedicata alla sola produzione di pneumatici after market vettura. Yokohama è stato il primo produttore giapponese di pneumatici ad aver investito in Russia e, data la forte domanda interna di pneumatici OE, la casa madre ha aumentato i propri sforzi per dare pronta fornitura a Nissan Russia. Quest’attività permetterà di aumentare la brand awareneness del marchio in Russia, favorendo anche il mercato del ricambio. LLC Yokohama R.P.Z., questo il nome della fabbrica russa, è ora in grado di produrre oltre 1.6 milioni di pneumatici l’anno.

Lo sviluppo del business del primo equipaggiamento è uno degli asset strategici da sviluppare per la casa madre come previsto nel Grand Design 100, il manifesto della politica aziendale di crescita che vede come punto d’arrivo il centenario del 2017. Altro asset fondamentale per lo sviluppo è rappresentato dalla politica ambientale, perseguita attraverso numerose operazioni quali l’azzeramento degli scarti da inviare in discarica, il completo riciclaggio degli stessi e la piantumazione di aree verdi intorno alle varie fabbriche. Gli impianti cinesi rappresentano il fiore all’occhiello dell’attività green: nei pressi di Yokohama Rubber China sono infatti stati piantati fino ad oggi oltre 1.500 semi e, sommando le attività di tutti i siti cinesi, si contano oltre 36.000 alberi interrati. Lo stabilimento di Hangzhou è invece stato certificato come “Environmental Education Base” dalle autorità della città di Hangzhou proprio perché particolarmente attivo dal punto di vista ambientale, in particolare per lo sforzo nel diminuire l’impiego di acqua (nel 2014 ne sono state risparmiate oltre 10.000 tonnellate). Le fabbriche cinesi, fra le più moderne, sono quindi degli esempi molto interessanti di efficienza energetica e attenzione all’ambiente.

La fabbrica in India rappresenta invece un nuovo importante investimento commerciale di Yokohama Rubber in questo paese, necessario per far fronte alla richiesta interna di un mercato in forte espansione. La fabbrica produrrà circa 700.000 pneumatici nel 2015.

Yokohama testimonia quindi attraverso tutti questi interventi strategici la continua voglia di crescere nel business, accordando le esigenze dello sviluppo economico alle necessità dell’ambiente e delle persone: in questo modo la casa madre, attraverso tutte le sue affiliate, offre il proprio contributo per proteggere il mondo in cui viviamo.

Goodyear si aggiudica un contratto con HOYER per la fornitura di pneumatici autocarro

L’importante fornitore di logistica HOYER ha scelto Goodyear Europa, Medio Oriente e Africa come principale fornitore di pneumatici per la stragrande maggioranza dei veicoli della sua flotta Europea. Per i 4.000 camion e rimorchi HOYER il programma di gestione dei pneumatici Goodyear FleetFirst prevede la fornitura di pneumatici nuovi e ricostruiti, il servizio di assistenza lungo la strada e il programma di gestione di pneumatici su Internet FleetOnlineSolutions. La flotta HOYER sarà servita dalla rete Goodyear TruckForce, che comprende circa 2.000 rivenditori specializzati, ubicati strategicamente in 28 paesi europei.
“La qualità e le prestazioni dei pneumatici Goodyear, l’ampia rete di rivenditori specializzati, i servizi e le soluzioni innovative, nonché la loro affidabilità, ci hanno convinto a prendere questa decisione,” afferma Frans Tutuhatunewa, Direttore Appalti Pubblici di HOYER GmbH. “Uno dei principali motivi che ci ha portato a scegliere Goodyear è l’ultima generazione di pneumatici autocarro Goodyear come i KMAX, che abbiamo testato. Inoltre, i servizi e le soluzioni globali dell’offerta FleetFirst, compresa la FleetOnlineSolutions, rappresentano un ulteriore vantaggio per le nostre attività. Il programma di Goodyear migliora la nostra efficienza e riduce anche le nostre emissioni.”
Il Gruppo HOYER è leader mondiale nel mercato della movimentazione di liquidi su strada, ferrovia e mare. HOYER è pioniere dell’offerta di soluzioni logistiche integrate.
“Siamo contenti e orgogliosi che HOYER abbia scelto Goodyear come fornitore di servizi e pneumatici per la maggior parte dei suoi veicoli in Europa. Il programma FleetFirst non offre soltanto prodotti innovativi, ma anche servizi. Questi includono la ricostruzione dei pneumatici, la piattaforma FleetOnlineSolutions e la rete TruckForce, che aiutano i nostri clienti a ridurre i loro costi di esercizio in molti modi. La partnership con il Gruppo HOYER dimostra che la nostra offerta integrata offre un vero valore ai nostri clienti,” afferma Jan-Piet Huylebroeck, direttore vendite pneumatici autocarro di Goodyear Europa, Medio Oriente e Africa.
Il programma di Goodyear per la gestione dei pneumatici su Internet FleetOnlineSolutions (FOS) riveste un ruolo chiave all’interno del programma FleetFirst. Il sistema infatti fornisce alla rete TruckForce dettagli sulla politica di gestione dei pneumatici concordata e sui dati di ciascun veicolo, consentendo di ridurre i tempi di inattività e di diminuire la mole di documenti cartacei. Inoltre il FOS fornisce un sistema centrale di rendicontazione delle prestazioni dei pneumatici e dei costi ad esso associati.
L’assistenza stradale infine viene fornita da ServiceLine24h, il programma internazionale di assistenza su strada di Goodyear Dunlop, attivo 24 ore su 24.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner