Articoli marcati con tag ‘Politecnico di Milano’

Scania: investire nei giovani per continuare a crescere

Bisogna investire nel fattore umano e nei giovani per continuare a crescere”, di questo ne è fortemente convinta Italscania, costantemente alla ricerca di giovani talenti. Per farlo Italscania ha stipulato accordi con importanti Università, in particolare il Politecnico di Milano e Torino e le Università di Trento e Verona per accogliere studenti in azienda. A tal fine, Italscania ha da poco partecipato alla giornata di Porte Aperte del Politecnico di Milano cogliendo l’occasione per presentarsi ai numerosi ingegneri presenti all’evento. Un processo di ricerca e selezione che vedrà alcuni di loro entrare a far parte del team Italscania, per un percorso di crescita e formazione e di eventuale inserimento in azienda.

Ma non basta: è necessario offrire percorsi di crescita per far sì che anche i dipendenti decidano di investire nell’azienda. Un fattore che emerge chiaramente guardando agli anni di anzianità dei dipendenti. 20 anni: è questa, infatti, la media degli anni di permanenza in Italscania. Un numero da record, unito al fatto che tra i collaboratori sono presenti persone che hanno iniziato a lavorare in azienda oltre 40 anni fa.

Tutto pronto a Tolosa per la finale di Fly your ideas 2013

Airbus, il principale costruttore di aeromobili a livello mondiale, ha annunicato
oggi i membri della prestigiosa giuria internazionale che giudicherà i finalisti del
concorso studentesco Fly Your Ideas 2013. I sei membri della giuria saranno guidati
da Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus. La giuria dovrà
individuare l’idea più innovativa finalizzata a rendere l’aviazione un settore più
sostenibile fra quelle proposte dalle cinque squadre di studenti arrivati in finale,
fra le quali anche il team Flybrid del Politecnico di Milano.
Charles Champion siederà accanto ai colleghi Ardhendu Pathak, Head of Airbus
Innovation Cell in India, e Nicolas Tschechne, Trend Research & Market Intelligence
Specialist presso l’Airbus Cabin Innovation & Design Centre di Amburgo. L’UNESCO,
che ha patrocinato il concorso internazionale, ha il proprio rappresentante in Lidia
Brito, Director of Science Policy and Capacity Building. Bruno Delile, Senior Vice
President New Aircraft and Corporate Fleet Planning del Gruppo Air France, e Charbel
Farhat, Vivian Church Hoff Professor of Aircraft Structures e Chairman of the
Department of Aeronautics and Astronautics presso l’Università di Stanford, ammesso
recentemente alla National Academy of Engineering degli Stati Uniti, completano la
lista dei giurati.
La giuria si riunirà presso la sede di Airbus a Tolosa il 12 giugno, dove le squadre
presenteranno i propri progetti nel tentativo di vincere il primo premio di 30.00
euro, mentre i secondi classificati riceveranno la somma di 15.000 euro. I vincitori
verranno proclamati il 14 giugno a Parigi, presso la sede dell’UNESCO. Il concorso
di quest’anno ha motivato oltre 6.000 studenti provenienti da 82 Paesi a formare le
618 squadre che si sono candidate presentando un progetto. Dopo aver superato le
prime due fasi in cui i loro progetti sono stati valutati in maniera estremamente
rigorosa da parte di 60 esperti di Airbus, le cinque squadre finaliste devono ora
affrontare la parte più dura della sfida.
La squadra Flybrid del Politecnico di Milano ha superato con successo le fasi
eliminatorie e si prepara alla finale con il progetto per un propulsore ibrido
elettrico/turboelica destinato agli aeromobili regionali. Questo sistema prevede
l’utilizzo di batterie pre-caricate a terra e non in volo. La squadra è composta da
due studenti spagnoli, Robert Aroca Bosque e Adrián Gomariz Casado, e tre italiani:
Mattia Bucari, Andrea Castagnoli e il team leader Giorgio Enrico Bona, tutti
studenti di Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico stesso.

La squadra del Politecnico in finale a Fly Yours Ideas

La squadra composta dagli studenti del Politecnico di Milano è una delle cinque selezionate da Airbus, tra 618 partecipanti per prendere parte alla fase finale della terza edizione del concorso internazionale Fly Your Ideas. Le altre squadre che parteciperanno alla finale provengono da Australia, Brasile, India e Malesia. Flybrid, questo il nome della squadra italiana, andrà a Tolosa il 12 giugno 2013 per presentare presso la sede centrale di Airbus il proprio progetto davanti a una giuria costituita da rappresentanti dell’azienda e da esperti del settore dell’aviazione. La squadra vincitrice si aggiudicherà un premio di €30.000, mentre ai secondi classificati andrà un premio di €15.000.

I vincitori saranno proclamati nel corso di una cerimonia esclusiva che si terrà a Parigi, presso la sede centrale dell’UNESCO, il 14 giugno 2013. L’UNESCO ha infatti dato il proprio patrocinio a questo concorso che pone agli studenti del mondo intero la sfida di sviluppare idee innovative al servizio di un’aviazione più sostenibile.

Il concorso di quest’anno ha motivato oltre 6.000 studenti provenienti da 82 Paesi a formare le 618 squadre che si sono candidate presentando un progetto. Le proposte dovevano essere incentrate su uno di sei temi scelti da Airbus, perché ritenute le sei più importanti sfide del 21° secolo che il settore deve affrontare per sviluppare un’industria dell’aviazione più sostenibile.

La squadra Flybrid ha superato con successo le fasi eliminatorie e si prepara alla finale con il progetto per un propulsore ibrido elettrico/turboelica destinato agli aeromobili regionali. Questo sistema prevede l’utilizzo di batterie pre-caricate a terra e non in volo. La squadra è composta da due studenti spagnoli, Robert Aroca Bosque e Adrián Gomariz Casado, e tre italiani: Mattia Bucari, Andrea Castagnoli e il team leader Giorgio Enrico Bona, tutti studenti di Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico di Milano.

Anche il politecnico tra le 100 squadre selezionate da Fly your Ideas

La squadra del Politecnico di Milano selezionata tra le 100 che accedono alla seconda fase del concorso internazionale Fly Your Ideas

Airbus ha selezionato le 100 squadre provenienti dai cinque continenti che parteciperanno alla fase successiva del concorso Fly Your Ideas 2013 (FYI). Fra queste, la squadra proveniente dal Politecnico di Milano, FLYBRID, che si contende uno dei cinque posti riservati ai finalisti. Sono inoltre presenti due studenti italiani che concorrono all’interno di due altre squadre: la IE Business School, in Spagna e la Vienna University of Technology. Ulteriori informazioni sulle attività delle diverse squadre sono disponibili all’indirizzo www.airbus-fyi.com

In questa fase del concorso, Airbus ha identificato le idee più innovative proposte da oltre 600 squadre che si sono iscritte alla terza edizione di FYI, sostenuta dall’UNESCO. Il concorso Fly Your Ideas pone agli studenti del mondo intero la sfida di sviluppare nuove idee al servizio di un’aviazione più sostenibile, e l’edizione di quest’anno ha visto il numero di partecipanti raddoppiare rispetto alla precedente.

Le squadre hanno tempo fino al 12 aprile 2013 per esplorare, testare e sviluppare le loro idee. I membri delle squadre resteranno i detentori dei loro progetti ma potranno avvalersi di un ‘mentore’ e di un esperto Airbus che avranno l’obiettivo di sostenerli, ispirarli e aiutarli ad approfondire i loro progetti.

“Fly Your Ideas costituisce per questi studenti un’opportunità unica per acquisire un prezioso bagaglio di conoscenza in settore all’avanguardia, quello dell’aviazione, che genera oltre 56 milioni di posti di lavoro e il 35% del commercio globale”, ha dichiarato  Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus e patrono del concorso Fly Your Ideas. “Sono veramente felice di vedere l’entusiasmo delle squadre e dei nostri esperti Airbus, impegnati a condividere il loro know-how con questi studenti, gli innovatori del futuro, che provengono da tutti il mondo”.

Gli studenti sono in gara per figurare fra le cinque squadre finaliste che presenteranno le loro idee a una giuria composta dagli esperti di Airbus e del settore presso la sede di Airbus di Amburgo, in Germania, il prossimo 12 giugno. La cerimonia di premiazione si terrà invece a Parigi il 13 giugno presso la sede dell’UNESCO. I membri della squadra vincitrice si divideranno un premio di € 30.000 e avranno la possibilità di organizzare presso la propria università una “settimana dell’innovazione” tenuta dagli esperti Airbus. La seconda squadra classificata si aggiudicherà un premio di € 15.000.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner