Articoli marcati con tag ‘polo logistico’

Sea e Dhl siglano per nuovo polo logistico alla Malpensa

Comincia una bella storia. Dhl ha grandi progetti sull’Italia e noi siamo lieti di affiancarli”: ha esordito così il presidente dei Sea, Pietro Modiano, annunciando che il gestore degli aeroporti milanesi (Sea per l’appunto), e la sociatà internazionale dei trasporti espressi Dhl hanno firmato oggi un’accordo per la costruzione di un nuovo polo commerciale logistico all’aeroporto milanese della Malpensa. Per quest’ultima azienda l’impianto costituirà il principale snodo internazionale delle merci in Italia. La struttura occuperà un’area all’interno della Cargo city, di 46mila metri quadrati; i lavori inzieranno a fine anno per concludersi nel primo semestre del 2018. Questo comporterà per il corriere un investimento di 90 milioni di Euro.
“La costruzione del nuovo polo nasce dall’esigenza di gestire la crescita a doppia cifra della movimentazione-merci gestita da Dhl Express e attesa nei prossimi anni in Italia, potenziando ulteriormente i collegamenti aerei intercontinentali”, ha proseguito Alberto Nobis, ad di Dhl Express Italy.
Questo investimento è solo la prima parte di un progetto quinquennale che porterà Dhl ad investire 350 milioni di Euro in Italia, “Malpensa si troverà al centro di questo piano. L’aeroporto diventerà infatti un hub europeo fondamentale a fianco dei principali Lipsia, East Midlands e Bruxelles. E l’ottica con cui abbiamo costruito questo investimento ci accompagnerà probabilmente per i prossimi 10 anni”, ha concluso Nobis

Geodis occupa il 70% del Polo Logistico di Castel San Giovanni

Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis, occupa più del
70 % delle aree di magazzino del polo  logistico di Castel San Giovanni, che
con i suoi 400.000 mq di superficie totale è uno dei parchi logistici
privati più estesi del Nord Italia.
Situato tra le autostrade A21 e A1, il polo di Castel San Giovanni ospita
quindi uno degli oltre 25 magazzini logistici del Gruppo Geodis presenti in
Italia.
In questa area interamente dedicata al settore della logistica, Geodis,
impiegando più di 500 persone tra personale Geodis Logistics e addetti delle
Cooperative, svolge per i suoi clienti prestazioni diversificate. Ai servizi
di warehousing, inbound, outbound e di distribuzione realizzati attraverso
la divisione italiana Groupage ed Express del Gruppo Geodis per tutti i
trasporti dal magazzino verso i clienti finali, affianca inoltre servizi di
reverse logistics che comprendono anche la gestione dei resi, dei ritiri
riconducibili al mondo Service e Riparazioni e di smaltimento, occupandosi
anche del controllo qualità dei prodotti in arrivo a Castel San Giovanni ed
effettuando la gestione delle attività collegate alla etichettatura,
verifica e re imballaggio delle merci.
Geodis mette a disposizione dei suoi collaboratori gli strumenti più
all’avanguardia nel settore, al fine di aumentarne la produttività e
ottimizzare spazi e flussi di materiali in entrata e in uscita dai siti
logistici. Anche nel polo di Castel San Giovanni, Geodis ha implementato un
impianto di smistamento automatizzato in logica PTL (Put To Light) che
attraverso led luminosi guida l’attività dell’operatore, velocizzando e
semplificando il suo lavoro.
Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis, per i suoi
clienti si occupa della gestione del magazzino, delle attività di gestione
dei resi, elemento chiave del servizio al Cliente (riaccredito, rework,
ricondizionamento) e delle attività di Controllo Qualità sul prodotto in
ingresso dove un Team specializzato verifica l’idoneità dei prodotti
rispetto alle specifiche del prodotto.
Complessivamente nel parco logistico di Castel San Giovanni, Geodis
Logistics occupa circa 230.000 metri quadrati di cui, già nel 2012, 54.000
mq erano dotati di pannelli fotovoltaici. Il progetto, che si allinea alle
politiche delle autorità italiane per lo sviluppo delle energie rinnovabili,
consente a Geodis di ridurre i costi energetici e le emissioni di CO2 di
oltre di 1.300 tonnellate all'anno, producendo annualmente 3MWh di energia
elettrica, sufficienti per coprire il fabbisogno annuale di quasi 1.000
case.
“Questo progetto è un ulteriore passo lungo il percorso di sviluppo
sostenibile intrapreso da Geodis, che, al di là delle emissioni di CO2
legate ai flussi di trasporto, si impegna nella riduzione di emissione di
carbone dei suoi 650 siti nel mondo. L’attenzione alla sostenibilità –
commenta Dario Sordelli, Direttore Operations Geodis Logistics -insieme
alla cura a garantire la massima customer satisfaction, rappresentano il
volano della crescita del nostro Gruppo".

NUOVO POLO LOGISTICO A CATANIA, 10 MILIONI DI EURO INVESTITI IN LEGALITÀ E SVILUPPO

Dieci milioni di euro per una struttura al coperto che si estende per 20mila mq, pensata per ridurre le attese nel terminal pubblico, dimezzare i tempi scaricando fino a due treni al giorno per un numero complessivo di 2mila pedane: innovazione, ottimizzazione e potenziamento sono le parole chiave del nuovo polo logistico ferroviario inaugurato lo scorso 18 maggio da DN logistica, presente sul mercato dei trasporti e logistica da quasi sessant’anni. Grazie a un investimento privato, alla Zona industriale di Catania nasce un nuovo terminal, funzionale alle esigenze del mercato e in linea con i principi di legalità, fiscalità e efficienza aziendale, che cambierà il volto della Sicilia Orientale, favorendo le operazioni di movimentazione e stoccaggio di merci provenienti da multinazionali e grosse aziende che alimentano il circuito della Gdo (Grande distribuzione organizzata).

«Si tratta di costi a cui attribuiamo il valore di investimento per effetto di un grande senso di appartenenza alla città – ha commentato Luigi Nicosia, amministratore unico Dn Logistica – è uno sforzo economico e imprenditoriale che testimonia la nostra volontà di far parte di un circuito sano e competitivo, basato sui principi di un’azienda valida e in costante crescita». Una realtà imprenditoriale che, nel giro di cinque anni, ha raddoppiato il numero di collaboratori passando da 60 a 120 risorse che oggi operano secondo un collaudato modello organizzativo: 500mila pedane movimentate in dodici mesi, 8 milioni di km percorsi in un anno, 100mila mq di superficie, sono le basi su cui poggia un sistema per il 70% intermodale e rivolto in gran parte al comparto alimentare, su scala nazionale e internazionale.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner